José Ignacio Castillo (Buenos Aires, 4 novembre 1975) è un calciatore argentino, di ruolo attaccante. Inizia la carriera di calciatore nelle serie minori del campionato di calcio argentino, con una parentesi nell'Huracán.

Serie minori, i problemi di passaporto
Viene portato in Italia nel 2001 dal Brindisi, militante in Serie D, dove, con 15 gol in 23 partite, contribuisce alla promozione in C2 dei biancoazzurri.
A causa della mancanza del passaporto italiano (la legge non permette l'ingaggio di extracomunitari a squadre di Serie C) Castillo non può rimanere nella propria squadra, ma può militare solo dalla Serie D in giù. Nella stagione seguente viene acquistato dalla Nuova Nardò, con la quale in 34 partite sigla 17 reti. Nel 2003 lascia la Puglia per la Calabria. Ingaggiato dalla Vigor Lamezia si afferma definitivamente come il migliore attaccante della Serie D, in virtù dei 24 gol messi a segno in 32 partite.
Dopo un lungo interessamento il Gallipoli del presidente Vincenzo Barba riesce ad acquistarlo dai calabresi. Il giocatore diviene un idolo della tifoseria giallorossa e con molte reti conduce la formazione salentina in Serie C2. Per la stagione successiva il bomber argentino finalmente ottiene il passaporto e può disputare campionati professionistici.
Nonostante le numerose richieste da società anche di Serie B, Barba riesce a trattenerlo in riva allo Ionio. Castillo resta quindi al Gallipoli, dove è protagonista di nuovo di una promozione, questa volta in Serie C1, e della vittoria dei salentini della Coppa Italia di Serie C. Nelle due stagioni gallipoline realizza 40 gol in 55 partite.

Serie B
Acquistato per la stagione 2006-2007 dal Frosinone dell'allenatore Ivo Iaconi, in Serie B, colleziona 30 presenze (di cui molte non dal primo minuto), segnando 5 reti.
Dopo una trattativa complessa nell'estate 2007 passa al Pisa neopromosso in serie cadetta e si rivela uno dei punti di forza della squadra e beniamino dei sostenitori nerazzurri.
Dopo aver siglato una doppietta all'esordio in trasferta contro il Bari, mette a segno altre importanti marcature. Con 21 gol realizzati durante la stagione regolare del campionato 2007-2008 ha stabilito il record di reti segnate da un giocatore nerazzurro in un campionato di Serie B.

Serie A
Nell'agosto del 2008, dopo un'estenuante trattativa, è tornato nel Salento, firmando con il Lecce, suo primo club di Serie A. L'operazione costa al club circa 1,6 milioni di euro e il giocatore sottoscrive un contratto di 3 anni.
Il 31 agosto 2008 fa il suo debutto in serie A in Torino-Lecce 3-0. Segna il suo primo gol in massima serie il 14 settembre 2008, contro il Chievo, nella gara vinta 2-0 dal Lecce, festeggiando così la centesima partita da professionista in Italia. In stagione totalizza 7 gol (uno dei quali in casa della Juventus) in 30 presenze, di cui una in Coppa Italia.
Il 20 luglio 2009, per 900.000 euro, si trasferisce ufficialmente alla Fiorentina, con cui sottoscrive un contratto biennale[2]. Segna il suo primo goal in maglia viola il 10 gennaio 2010 contro il Bari, segnando il definitivo 2-1 senza esultare e piangendo a centrocampo per via di un possibile passaggio proprio al Bari nei giorni seguenti; la sua partita però termina dopo 10 minuti dal suo ingresso in campo perchè viene espulso per un fallo da dietro a al giocatore biancorosso Pedro Kamata.
Con 126 gol in 230 partite in Italia è uno dei bomber con la media gol più alta: 0,54 reti a partita.

 

Nacho Castillo




FORMAZIONE AS BARI CALCIO 2009-2010

CLICCA SUL NOME PER TUTTE LE INFO SUL CALCIATORE:CARRIERA, FOTO E VIDEO.

PORTIERI: GILLET - PADELLI

DIFENSORI: A. MASIELLO - S. MASIELLO - DIAMOUTENE - BONUCCI - BELMONTE - PISANO - RANOCCHIA - STELLINI - PARISI

CENTROCAMPISTI: KOMAN - ALVAREZ - RIVAS  - GAZZI - ALLEGRETTI - GOSZTONYI - ALMIRON - DONATI - DE VEZZE - KAMATA - LANGELLA - SESTU - DONDA

ATTACCANTI: BARRETO - SFORZINI - MEGGIORINI - KUTUZOV  - CASTILLO

ALL: VENTURA


 

 

Copyright © 2022 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.