Bari a De Laurentiis: tutta la storia

 

Correva l'anno 2018, un'estate molto triste in quel di Bari: infatti dopo oltre cento anni di storia falliva la società barese, quella delle tante stagioni in serie A, alcune di queste anche da protagonisti, molte in serie B, dove ad esempio nell'ultima stagione, pur con tutti i problemi legati alla società, la squadra riusciva a fare molto bene, quasi centrando la promozione in serie A.

 

 

Il Calcio a Bari: storia di un amore e di una passione stroncata nel 2018

vincenzo-matarrese-bari-conte

Una società gloriosa, dal passato fatto di calciatori di livello anche internazionale: Cassano, Zambrotta, Bonucci, Ranocchia, Gillet, Ventola, Platt, Boban, Jarni, Protti, K. Andersson, e tanti altri ancora, hanno infatti vestito la maglia dei galletti, dando lustro ai colori della città barese. Ma dopo il primo fallimento del 2014, quando la società venne dichiarata fallita e rilevata dall'ex arbitro Paparesta e successivamente da Giancaspro, che ne diventò Amministratore Delegato nel 2016, sembrava essere tornato il sereno dopo la gestione Matarrese, che aveva portato a buoni risultati tra gli anni '90 e inizio '2000, ma che pian piano si era sgretolata come neve al sole.

Era dal 2001 che la famiglia Matarrese gestiva una serie di trattative per la cessione dell'A.S. Bari, finite quasi tutte senza risultati, tranne per la cessione di una quota minoritaria ai costruttori baresi De Bartolomei. Ma finalmente la società sembrava aver voltato pagina. Infatti la nuova dirigenza di Giancaspro, imprenditore nel settore dell'energia rinnovabile, prometteva giocatori di livello ed una pronta risalita in serie A (l'ultima stagione nella massima serie dei galletti era stata quella con Ventura in panchina e un ottimo piazzamento di metà classifica condita da un ottimo gioco e da giocatori di livello come Barreto, capocannoniere di quella squadra).

Ma al termine della stagione agonistica 2017-2018, dopo aver disputato quattro campionati in Serie B tra alti e bassi, il giorno del 16 luglio 2018, la società, che si portava dietro un debito di circa 12 milioni di euro, è esclusa dal successivo campionato cadetto a causa della mancata ricapitalizzazione.

Il titolo sportivo come tutti gli atleti che il club aveva ereditato prima dalla vecchia A.S. Bari, vengono perduti. La società Football Club Bari 1908 è stata dichiarata fallita dal Tribunale delle Imprese il 15 gennaio 2019.

 

 

Il Bari ai De Laurentiis: si riparte dalla serie D

ssc-bari-de-laurentiis

Il fallimento non è stato per forza un male, anche se accolto con tristezza e scoramento dalla tifoseria locale, la quale era comunque abituata ad altri palcoscenici. Dopo Giancaspro, appare sulla porta un nuovo presidente: Luigi De Laurentiis, figlio di Aurelio, patron di una delle società più forti del momento nel calcio italiano: la SSC Napoli. Infatti in quell'estate furono diversi i nomi papabili per far ripartire il calcio in quel di Bari: fu fatto il nome di Lotito, che però possiede già la Salernitana, ma alla fine il sindaco della città di Bari, Antonio Decaro consegna il nuovo titolo sportivo di serie D, concesso dalla FIGC, alla Filmauro e nello specifico a Luigi De Laurentiis. Ed è così che, dopo i numerosi rumors e con le ultime notizie dalla SSC Napoli che davano per sicura l'operazione, in effetti così è stato e finalmente il calcio è potuto ripartire anche nel capoluogo pugliese.

 

Nella prima stagione agonistica in serie D della nuova società, è stata subito promozione dalla serie D alla serie C.

E' stata infatti una cavalcata fantastica durata tutto l'anno dove nessun avversario poteva tenere testa ad una rosa oggettivamente molto più forte rispetto alla categoria di appartenenza. Calciatori abituati ai massimi palcoscenici come ad esempio Ciccio Brienza, Di Cesare, oppure comunque a serie superiori come Simeri, hanno garantito subito la promozione in serie C. Peccato solamente per la sfortunata gara persa contro l'Avellino per l'assegnazione dello scudetto di serie D, finito agli irpini.

 

 

Il campionato odierno di serie C, vede il Bari ancora protagonista, anche se inizialmente con alcune difficoltà incontrate dalla squadra, costata la panchina all'allenatore della promozione Cornacchini, sostituito da Vivarini, fautore del calcio spettacolo ed ex collaboratore di Sarri. La squadra eliminata dalla Coppa Italia sempre dall'Avellino, ha effettuato una campagna acquisti di prim'ordine, acquistando tra gli altri il portiere Frattali del Parma, Antenucci, anch'egli protagonista di una straordinaria stagione a Ferrara nelle fila della SPAL in serie A, Costa, Hamlili, mentre nel frattempo Brienza si ritira accettando un ruolo in società.

 

maglie-ssc-bari19-20

La squadra si trova al momento ai primi posti della classifica e lotta strenuamente per risalire nella categoria con la quale aveva lasciato il grande calcio: la serie B. Infatti tutti si aspettano quest'anno una nuova promozione che possa dare nuovo smalto all'entusiasmo della gente, che sta già cominciando ad apprezzare il lavoro svolto da Luigi De Laurentiis e il suo staff e seguendo sempre di più con simpatia e passione la propria squadra del cuore.

Il nostro post alla scoperta della storia degli ultimi anni del Bari e della società, ora ai De Laurentiis, termina qui. Alla prossima e Forza Bari!

 
Copyright © 2019 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.