Le ultime NOTIZIE dell'FC BARI CALCIO 1908

 

Le ultime news, le partite, i commenti, la classifica, i marcatori, i giocatori infortunati, le probabili formazioni, le pagelle. Tutte le info e le novità  provenienti dal San Nicola o dagli stadi dove l'SSC Bari calcio (prima as bari e FC Bari 1908) gioca in trasferta.

 

 

Notizie SSC Bari Calcio

 

26.09.11 - Pareggio e primato in solitaria per il Bari, Taranto e Monopoli dietro a -1. Prima vittoria per l'Avellino. Risultati e classifica
Domenica ricca di emozioni per il giorne C di Serie C in campo per la quinta giornata.

Pareggio casalingo per il Bari che però si sgancia in vetta alla classifica da solo complice la sconfitta del Monopoli. Vittoria importantissima per il Taranto che aggancia il Gabbiano a quota 10. Primo successo per l'Avellino che supera di misura il Potenza; poker esterno della Turris, pareggio per Palermo e Juve Stabia.

Domenica 26 agosto ore 14:30

Avellino-Potenza 1-0

Bari-Paganese 1-1

Campobasso-Fidelis Andria 1-3

Foggia-Juve Stabia 1-1

Monterosi-Palermo 1-1

Picerno-Messina 2-1

Taranto-Latina 2-0

Vibonese-Turris 1-4

V.Francavilla-Monopoli 3-1

Lunedì 27 settembre ore 21

Catanzaro-Catania

Lunedì 27 settembre ore 21

Catanzaro-Catania

CLASSIFICA

Bari 11

Monopoli 10

Taranto 10

Virtus Francavilla 9

Picerno 8

Paganese 8

Turris 7

Juve Stabia 7

Avellino 7

Catanzaro* 6

Foggia 6

Palermo 6

Campobasso 5

Latina 5

Messina 5

Fidelis Andria 5

Catania* 3

Potenza 3

Monterosi 3

Vibonese 2
tuttobari.com




26.09.11 - LE PAGELLE - Si sblocca Botta, Antenucci sbaglia. Bianco horror
In una partita complicata, il Bari porta a casa un punto, impattando 1-1 in casa con la Paganese, e si issa in testa alla classifica, approfittando solo parzialmente del passo falso del Monopoli, sconfitto dalla Virtus Francavilla. A condizionare la gara, aperta dal gol di Botta dopo un minuto, l'espulsione di Bianco ed il rigore sbagliato da Antenucci. Al 75' il pari ospite, siglato da Firenze in contropiede.

Di seguito, le pagelle dei biancorossi:

FRATTALI 6,5 - Sostanzialmente inoperoso per lunghi tratti, quando viene chiamato in causa si fa trovare pronto. Non può nulla sul pari di Firenze.

BELLI 6,5 - Spinge spesso e volentieri, applicandosi tanto anche in fase difensiva. Certamente tra i migliori, cala però nel secondo tempo.

PUCINO 6 - Entra nell’ultimo quarto d’ora. Prova senza infamia né lode.

DI CESARE 6 - La sua esperienza si rivela sempre utile. Ha mestiere da vendere, specie in questa categoria.

TERRANOVA 6,5 - Carisma e personalità. In un paio di occasioni salva i suoi con interventi fondamentali in area di rigore.

RICCI 6,5 - Bene in fase difensiva, spinge meno del collega sull’altra fascia. Ma resta un tassello importante del mosaico biancorosso.

MAITA 5,5 - Qualche errore in fase di conclusione, ma a metà campo fa il suo. Probabilmente, mercoledì a Messina dovrà reinventarsi regista, vista l’indisponibilità di Di Gennaro e Bianco.

DI GENNARO s.v.: Prima da titolare, ma si ferma dopo un quarto d’ora, sperando che non sia nulla di grave.

 BIANCO 4 - Entra e la sua partita dura meno mezz’ora. Il rosso diretto è  davvero ingenuo, per uno della sua esperienza.

D’ERRICO 5,5 - Meno brillante del solito. Salta l’uomo poche volte, ma si rende comunque utile.

BOTTA 7 -Pronti, via, e l’argentino segna il primo gol del suo campionato. Dimostra a tratti la sua classe, anche se la condizione atletica non è ancora ottimale.

MALLAMO 5,5 - Nel secondo tempo, con il Bari in dieci, serve correre. E lui lo fa, con molta abnegazione, ma non sempre con costrutto.

ANTENUCCI 5 - Lotta con ardore, fornendo l’assist sul gol di Botta. Ma poi sbaglia il rigore che avrebbe potuto chiudere la contesa già nel primo tempo.

CHEDDIRA 5,5 -Non è un bomber, e si vede. Sbaglia di testa una buona occasione, ma il suo spirito di sacrificio al servizio della squadra è comunque encomiabile.

SIMERI 6 - Si vede poco, davanti al portiere avversario. Ma corre come un ossesso, dando una mano in tutte le fasi di gioco.

CELIENTO s.v. – Entra negli ultimi istanti di gara.

MIGNANI 6 - Il suo Bari trova il gol quasi subito, ma poi si incarta, con l’espulsione di Bianco ed il rigore sbagliato da Antenucci. Lui non fa una piega e riorganizza, con i cambi, la squadra in inferiorità numerica. Purtroppo, non riesce ad ottenere i tre punti.
tuttobari.com

 

25.09.21 - LDL: "Nel Bari investito un'ira di Dio. Rammarico per la Curva Nord. Andare contro il Green Pass è follia"
Questo l'intervento di Luigi De Laurentiis in conferenza stampa in merito allo sciopero dei gruppi organizzati della Curva Nord: "Penso che sia in mano ad un'ideologia che segue un'identità che per me non c'è. Io da tifoso se posso tornare allo stadio, vado. Non posso portare la bandiera? Porto la voce. Certamente c'è rammarico, la tifoseria a Bari fa la differenza. Spero i risultati possano contribuire a riavvicinarli. Andare contro il green pass è una follia ed è una posizione che non rappresenta me e la parte sana della tifoseria".

Sulle critiche alla gestione: "Ogni anno non possiamo sbagliare ma con il senno del poi è facile. Nel calcio tante variabili. Ma una cosa è certa, noi e la Filmauro abbiamo investito un'ira di Dio nel Bari, cifre esorbitanti per la C. Anche quest'anno lo abbiamo fatto, siamo i primi in C e tra le più alte della B. Problema dell'anno scorso? In quel gruppo c'erano tanti individualismi, poi allenatore e direttore sono arrivati tardi. La squadra non è stata costruita perfettamente ed il tutto è stato fatto di corsa. C'erano tante cose buone ma che insieme non sono andate".
tuttobari.com



25.09.21 - Da Salerno - Imprenditori baresi pronti a rilevare i granata
Imprenditori baresi interessati a rilevare la Salernitana. Come scrive lacitadisalerno,it, potrebbero infatti arrivare dalla Puglia i fondi necessari a garantire al club granata il passaggio di proprietà, necessario al proseguimento del campionato di serie A della stessa società campana, che Lotito e Mezzaroma dovranno cedere entro fine anno.

"Un gruppo di imprenditori baresi pronto ad assumere le redini del club" si legge sul portale, che spiega: "Dopo la manifestazione di interesse ai trustee Bertoli e Isgrò il confronto tra le parti non è stato formale ma ha riguardato sia l’attuale situazione finanziaria della Salernitana che la presentazione di documenti ufficiali necessari a certificare la solidità degli acquirenti le cui attività si sviluppano non solo sul territorio nazionale anche se hanno rilevanza pure in Campania. Gruppo che si avvale oltre che di consulenti che hanno già trattato in Italia la cessione di un altro club attualmente militante in Serie A anche di dirigenti sportivi esperti e di una persona che ha ricoperto ruoli apicali in seno alla Federazione Italiana Gioco Calcio".
tuttobari.com

 

 

23.09.21 - ADL può sorridere: Bari e Napoli per la prima volta infatti...
Esattamente 343 giorni dopo per il Bari e 1297 per il Napoli, le due squadre sono tornate in vetta alle rispettive classifiche, situazione che si verifica per la prima volta da quando la famiglia De Laurentiis è proprietaria di entrambi i club.

Un momento super positivo per le due piazze che dopo il finale amarissimo della scorsa stagione hanno sin da subito ingranato la marcia per raggiungere gli obiettivi prefissati. Il Bari è tornato in vetta alla classifica grazie alle 3 vittorie di fila che hanno dato seguito al pareggio iniziale: un bottino di 10 punti che ha già permesso ai biancorossi di racimolare qualche lunghezza di distanza da quelle che sulla carta potrebbero essere le principali antagoniste, Catanzaro ed Avellino su tutte. Una stagione iniziata all’insegna del cambiamento e che il Bari non può più sbagliare: la proprietà ha investito tanto e lo sa e per il momento si gode il primato provvisorio con la speranza di non lasciarlo più.

Bisogna tornare al febbraio 2018, invece, per ritrovare l’ultimo Napoli primo in classifica: l’allenatore era Sarri e Aurelio De Laurentiis toccava con mano il momento più alto della sua vita da Presidente. In 3 anni e mezzo è cambiato tutto ed ora il primato targato Spalletti è a tratti una sorpresa ed a tratti una piacevole conferma: la squadra, nonostante un mercato centellinato, è forte ed in un campionato all’insegna dell’equilibrio la partenza con 4 vittorie di fila ricarica di autostima e consapevolezza i partenopei.

Per la prima volta al comando di Serie A e Serie C: la seconda parte d’estate per i De Laurentiis ha incanalato per il meglio la stagione ed ora toccherà ad autunno ed inverno proseguire sulla stessa falsariga per arrivare, alle porte del nuovo anno, con nuove somme da poter tirare.
tuttobari.com

 

 

22.09.21 - Bari, arrestato per furto il fratellastro di Antonio Cassano
In giornata una notizia di cronaca ha riguardato un volto noto del mondo del calcio. Giovanni Cassano, fratellastro dell'ex biancorosso Antonio Cassano, è stato arrestato dai carabinieri dopo un furto di gioielli, rolex e beni per un valore complessivo pari a 30mila euro in un appartamento di Sannicandro, risalente allo scorso 10 giugno.

Stando quanto riportato da bari.repubblica.it, è accusato di furto pluriaggravato in appartamento, commesso insieme ad altre due persone in corso di identificazione, plurime violazioni alla sorveglianza speciale a cui è sottoposto, possesso ingiustificato di grimaldelli, uso di targa manomessa e guida senza patente poiché revocata. Il 49enne, pregiudicato e già protagonista di rapine di varie tipo, sarebbe stato incastrato dall'analisi delle immagini della videosorveglianza.
tuttobari.com



22.09.21 - Gravina dà l’ultimatum, entro due anni stop alle multiproprietà. Quale futuro per il Bari?
Continua a tenere banco il tema delle multiproprietà nel calcio italiano. È stato il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina, durante un incontro con i rappresentanti del calcio dilettantistico pugliese, a ritornare sullo spinoso argomento che tanto ha fatto discutere negli scorsi mesi. La promozione della Salernitana in Serie A ha messo in luce le falle di un sistema non in grado di trovare una soluzione in tempi brevi, portando i campani a un passo dall’esclusione dai campionati. Un pericolo scampato che però ha convinto gli alti dirigenti del calcio italiano a rivedere le regole sulle doppie proprietà, arrivando di fatto a bandirle definitivamente dallo statuto federale, concedendo alle due proprietà un biennio di tempo per trovare un acquirente per una delle due società  

A subire le conseguenze di questa storica scelta sono state le ultime due multiproprietà rimaste in Italia: da una parte la famiglia De Laurentiis, proprietaria da più di quindici anni del Napoli e da tre stagioni del Bari, e dell’altra il patron dell'Hellas Verona Maurizio Setti, che dal 2018 è azionista di maggioranza anche del Mantova. I due imprenditori si sono così ritrovati un’infelice situazione, costretti dalle stringenti norme della FIGC a dover rinunciare a uno dei due club. Una norma iniqua, frutto della mancanza di legislazione da parte dei governanti del pallone, che per anni hanno sottovalutato il problema nascondendo, come solito in Italia, la polvere sotto il tappeto.

Anche a Bari, giustamente, la questione è seguita con una certa apprensione, seppur al momento la Serie A resti ancora un sogno proibito. In campo i biancorossi, dopo una stagione molto difficile, hanno ricominciato a volare, lasciando indietro i fantasmi delle ultime due annate. La squadra di Michele Mignani ha dimostrato di saper gestire la pressione, facendosi trovare pronta al momento giusta. Adesso la palla passa alla società, che dovrà lavorare per regalare alla piazza un futuro solido e senza intoppi. Bisognerà capire in questo senso le intenzioni dei De Laurentiis, divisi tra il Napoli, club che frequenta ormai stabilmente le coppe europee, e il Bari, dove gli imprenditori romani potrebbero ripetere la scalata già fatta con successo in Campania.
tuttobari.com

 

 

21.09.21 - Bari-Paganese, tutte le info sui biglietti, prezzi
Domenica il Bari affronterà la Paganese tra le mura amiche nel match valevole per la quinta giornata di campionato, di seguito le informazioni per l'acquisto dei biglietti pubblicate sul sito ufficiale della società biancorossa.

I biglietti per Bari-Paganese - quinta giornata del Campionato di Serie C Girone C - in programma domenica 26 settembre alle ore 14:30 sono in vendita a partire da martedì 21 settembre alle ore 10:00 sul circuito TicketOne (online e punti vendita).

Sarà possibile acquistare i biglietti fino all'inizio della gara online su sport.ticketone.it e nei punti vendita del circuito TicketOne.

I possessori della SSC BARI FAN CARD possono acquistare i biglietti con uno sconto del 20% sul prezzo standard del biglietto; il biglietto potrà essere caricato sulla propria FAN CARD. Si ricorda che per poter accedere alla PROMO è necessario caricare il biglietto sulla propria tessera e il giorno della gara il tifoso dovrà portare con sé la tessera e il tagliando segnaposto ricevuto via mail, o dal punto vendita al momento dell’acquisto del biglietto.

Si ricorda che i tifosi in possesso del voucher di rimborso abbonamento della stagione 2019-2020 potranno utilizzarlo per l’acquisto dei biglietti sino all’esaurimento dell’importo ed entro la data di scadenza del voucher. Il voucher può essere utilizzato per gli acquisti online tramite il sito di TicketOne e presso i punti vendita con abilitazione B-Fast (verificare l’abilitazione contattando il punto vendita prima di recarsi per l’acquisto).

È ATTIVA la formula BIGLIETTI OMAGGIO UNDER 14.

Per l'acquisto nei punti vendita è obbligatorio presentare il proprio documento d'identità (originale, o in fotocopia)

SETTORE OSPITI

Informazioni in merito alle modalità di vendita dei biglietti per il settore ospiti saranno disponibili dopo la riunione del GOS.

PREZZI

• curva nord intero: € 13,50 + € 0,50 (d.p.)
• curva nord ridotto: € 12,00 + € 0,50 (d.p.)
• curva nord PROMO: € 11,00 + € 0,50 (d.p.)


• tribuna est intero: € 17,00 + € 1,00 (d.p.)
• tribuna est ridotto: € 15,00 + € 1,00 (d.p.)
• tribuna est PROMO: € 13,50 + € 0,50 (d.p.)


• tribuna ovest intero: € 25,00 + € 1,00 (d.p.)
• tribuna ovest ridotto: € 22,00 + € 1,00 (d.p.)
• tribuna ovest PROMO: € 20,00 + € 1,00 (d.p.)

• tribuna d'onore intero: € 32,00 + € 1,00 (d.p.)

• settore ospiti intero prezzo unico € 13,50 + € 0,50 (prevendita)

La PROMO è riservata ai soli possessori di SSC Bari Fan Card.
I biglietti ridotti sono riservati a under14, over65 e donne.

INFO UTILI
L’accesso è consentito solo ai possessori di GREEN PASS (+ documento d'identità in corso di validità).

Il green pass viene generato direttamente sulla piattaforma IO se sottoposti a ciclo vaccinale (una dose, o completo), oppure se si risulta negativi a un tampone nelle 48 ore che precedono l'inizio dell'evento.

Chi non ne è in possesso non potrà avere accesso allo stadio anche se ha acquistato il biglietto che, nel caso, non potrà essere rimborsato. Inoltre, al prefiltraggio sarà misurata la temperatura corporea. Gli steward al prefiltraggio saranno muniti di smartphone per il controllo del GREEN PASS attraverso l'app «verificaC19» con la scansione QR CODE.

Il tifoso dovrà mostrare un documento d’identità e il biglietto nominativo/tessera, oltre ad avere al seguito una mascherina FFP2 da utilizzare negli spazi chiusi, o in caso di assembramento negli spazi all’aperto.

Si sensibilizzano i tifosi a recarsi con largo anticipo allo Stadio in quando si dovranno verificare i green pass, oltre l’attestazione del titolo d’ingresso.

Per l’acquisto dei biglietti sarà considerato come documento valido esclusivamente la carta d’identità in corso di validità (originale, o fotocopia) poiché è l’unico documento riportante la città di residenza.

Per questa gara NON È CONSENTITO il cambio utilizzatore.

ACCREDITI

Gli accrediti per AIA-CONI-FIGC possono essere richiesti dalle ore 12.00 di martedì 21 settembre fino alle 12:00 di giovedì 23 settembre.
Gli accrediti per i diversamente abili in carrozzina possono essere richiesti dalle ore 12.00 di martedì 21 settembre fino alle 12:00 di giovedì 23 settembre.
Gli accrediti stampa potranno essere richiesti dalle ore 12.00 di martedì 21 settembre fino alle 12:00 di giovedì 23 settembre.

ORARI BIGLIETTERIA

Official Store Cavour (corso Cavour 173, Bari):
• venerdì 24 e sabato 25: 10:00-13:00 e 16:30–20:30
• domenica 26: 10:00–13:00

Official Store Stadium (porta 1, stadio San Nicola):
• venerdì 24 e sabato 25: 10:30–16:30
• domenica 26: 13:30-16:15 (solo vendita merchandise, no vendita biglietti)

Porta 1 - stadio San Nicola:
• venerdì 24 e sabato 25: 10:30–16:30 (per vendita biglietti, consegna tessere FAN CARD, rilascio Omaggio Under 14 ove previsti, presentazione denunce furto/smarrimento)
• domenica 26: chiusa

Porta 22 - stadio San Nicola:
• domenica 26: 10:00-12:00 (solo vendita biglietti)
tuttobari.com



21.09.21 - Pareggio tra Monopoli ed Avellino nel posticipo della quarta giornata: il Bari resta in vetta. La classifica
Quarta giornata di Serie C che si è conclusa dopo il Monday Night del Veneziani tra Monopoli ed Avellino.

Si ferma il Gabbiano che dopo 3 successi di fila impattano contro i Lupi: un pareggio positivo in ottica Bari con la vetta della classifica confermata e, in orbita Avellino, altri due punti guadagnati su una diretta concorrente. La squadra di Braglia ha raccolto soli 4 punti, frutto di quattro pareggi.

Classifica

Bari 10

Monopoli 10

Taranto 7

Paganese 7

Juve Stabia 6

Virtus Francavilla 6

Catanzaro 6

Campobasso 5

Foggia 5

Palermo 5

Latina 5

Messina 5

Picerno 5

Turris 4

Avellino 4

Catania 3

Potenza 3

Monterosi 2

Fidelis Andria 2

Vibonese 2
tuttobari.com

 

 

19.09.21 - Mignani: "Dovevamo essere più lucidi. Il Catania non ha avuto occasioni pulite"
Al termine di una gara piena di emozioni, il Bari è riuscito a strappare meritatamente i tre punti al Massimino di Catania, segnando il gol vittoria grazie a un’altra incornata di Simeri allo scadere.

Ai microfoni di RadioBari è stato Mignani a presentarsi, commentando così la partita dei galletti: “Partita difficile. Era la prima partita che giocavamo a quest’ora. Il caldo c’è per noi e per loro ma il campo non aiutava a giocare a calcio. I ragazzi sono entrati in campo con personalità, a volte hanno provato a forzare la palla un po’ troppo ma sono contento perché abbiamo creato occasioni anche nel primo tempo. Dovevamo ammazzare la partita cercando di fare il secondo. Potevamo fare scelte migliori ed essere più lucidi, ma è stato un segnale importante perché la squadra ci ha creduto fino alla fine grazie a un giocatore che è entrato ancora una volta dalla panchina".

Sugli errori in fase offensiva che non hanno permesso al Bari di chiudere prima la gara: “In casa col Monterosi siamo riusciti a chiuderla, non è che i ragazzi non vogliono fare gol. È importante vincerla anche in questo modo. Ora dobbiamo metterci sotto, ci ributtiamo con la testa alla prossima partita. Questo è un gruppo forte ma può crescere ancora. Crescere significa chiudere la partita o soffrire senza prendere gol. Sarà difficile trovare la perfezione ma abbiamo fatto tre trasferte su campi non semplici. Forse abbiamo avuto anche un po’ di fortuna ma la fortuna ti aiuta quando la cerchi. È lunghissima, inutile esaltarsi adesso, bisogna pensare alla prossima partita”.

Chiosa finale sull’ultima frazione di gioco: “Gli ultimi 15-20 minuti abbiamo smesso di giocare ma non abbiamo rischiato tantissimo. Abbiamo concesso qualche punizione o calcio d’angolo ma non mi sembra abbiano avuto occasioni pulite”.
tuttobari.com



19.09.21 - Simeri-gol all'ultimo respiro e Bari in vetta. Ancora un pareggio per il Catanzaro, perde il Taranto. Risultati e classifica
Vittoria all'ultimo respiro per il Bari che grazie a simeri passa a Catania. Vetta momentanea della classifica ed altri punti rosicchiati sulle altre. il Catanzaro non va oltre il pareggio mentre il Taranto è uscito sconfitto sul campo della Paganese. Vittoria importante per il Picerno in trasferta contro la Turris mentre pareggio per il Foggia di Zeman.

Sabato 18 settembre ore 17:30

Juve Stabia-Campobasso 0-0

Domenica 19 settembre ore 14:30

ACR Messina-V.Francavilla 1-0

Catania-Bari 1-2

Latina-Foggia 1-1

Paganese-Taranto 2-1

Palermo-Catanzaro 0-0

Potenza-Monterosi 1-1

Turris-Picerno 0-1

Ore 17:30

F.Andria-Vibonese

Lunedì 20 settembre ore 21

Monopoli-Avellino

Classifica

Bari 10

Monopoli* 9

Taranto 7

Paganese 7

Juve Stabia 6

Virtus Francavilla 6

Catanzaro 6

Campobasso 5

Foggia 5

Palermo 5

Latina 5

Messina 5

Picerno 5

Turris 4

Avellino* 3

Catania 3

Potenza 3

Monterosi 2

Fidelis Andria* 1

Vibonese* 1

*Una gara in meno
tuttobari.com



19.09.21 - Simeri ancora decisivo, Terranova al top. Non incide Cheddira. Le pagelle dei biancorossi
In attesa del posticipo tra Monopoli e Avellino, il Bari ottiene il terzo successo consecutivo e si prende momentaneamente la testa della classifica. Al Massimino accade tutto nella ripresa: al vantaggio di Terranova, risponde Moro. Al 94' Simeri svetta più alto di tutti, regalando il successo alla squadra di Mignani.

Di seguito le pagelle:

FRATTALI 6 Può poco o nulla sull’incornata vincente di Moro. Per il resto, ordinaria amministrazione;

BELLI 6 Prestazione solida, senza sbavature. Si procura un rigore netto, non assegnato dal direttore di gara;

DI CESARE 5.5 Attento fino al pari etneo dove si fa anticipare di testa da Moro;

TERRANOVA 7 Un’altra prestazione di livello, coronata dal colpo di testa che permette al Bari di passare in vantaggio;

RICCI 6 Gara dai due volti. Tra i più positivi nei primi 45 minuti, cala nella ripresa;

MAITA 6.5 Dopo l’infortunio di Bianco, viene dirottato al centro della mediana. Anche in quella posizione mostra sicurezza e lucidità nelle giocate;

BIANCO sv

MALLAMO 6 Conferisce tanta dinamicità al centrocampo. Qualche errore di troppo nella ripresa ma può crescere di condizione;

BOTTA 6.5 Quando tocca palla, dà sempre l’impressione di poter far male agli avversari. Suo l’assist per l’1-0;

ANTENUCCI 5.5 Non è al top della forma e si vede. Perde diversi palloni, poco incisivo dalle parti dell’estremo difensore etneo. Deve dare di più;

CHEDDIRA 5 Nel primo tempo ha due chances ma non le sfrutta a dovere. Non pervenuto nella ripresa;

SCAVONE 5.5 Si vede poco, non riesce ad incidere come dovrebbe;

MARRAS 6.5 Entra e, con una splendida pennellata, serve a Simeri la palla del 2-1;

PAPONI sv

SIMERI 7.5 Ancora una volta decisivo, sempre dalla panchina. Un’altra incornata che permette al Bari di prendersi per una notte la vetta della classifica;

PUCINO sv

MIGNANI 6.5 Il suo Bari gioca un buon calcio per 60’. Poi cala, subisce l’1-1 e nel momento di massima difficoltà, tira fuori gli artigli conquistando tre punti pesantissimi.
tuttobari.com

 

 

18.09.21 - Monopoli-Avellino il big match, Catanzaro impegnato a Palermo. Programma e partite
Quarta giornata per il girone C che torna in campo con il poker di pugliesi nelle prime quattro posizioni in classifica.

Il turno verrà inaugurato dall'anticipo pomeridiano del sabato tra Juve Stabia e Campobasso. Tutte le altre, eccezion fatta per il big match Monopoli-Avellino in programma per lunedì, scenderanno in campo di domenica: tra le sfide più interessanti spunta Palermo-Catanzaro che farà da contraltare a Catania-Bari. Il Taranto se la vedrà con la Paganese mentre il Foggia farà visita al Latina.

PROGRAMMA
Sabato 18 settembre ore 17:30

Juve Stabia-Campobasso

Domenica 19 settembre ore 14:30

ACR Messina-V.Francavilla

Catania-Bari

Latina-Foggia

Paganese-Taranto

Palermo-Catanzaro

Potenza-Monterosi

Turris-Picerno

Ore 17:30

F.Andria-Vibonese

Lunedì 20 settembre ore 21

Monopoli-Avellino
tuttobari.com

 

 

17.09.21 - All. Catania, ecco cosa dice del Bari e della partita!
Sconfitta dolorosa per il Catania ieri pomeriggio al 'Ceravolo' di Catanzaro. Così Francesco Baldini, il mister dei prossimi avversari del Bari, ha parlato in conferenza stampa: "C’e rammarico per i giocatori che non riescono a festeggiare. In due partite avremmo meritato qualcosina in più. A questa squadra manca veramente poco per essere competitiva al 100%. Non vedo l’ora di sfidare il Bari, ci manca un centimetro. Non poteva capitare migliore partita domenica in casa nostra", le dichiarazioni riprese da tuttocalciocatania.

 

 

16.09.21 - Bari, trenta giorni di fuoco. Dal Catania al Monopoli, ma occhio alla Turris
Sarà un mese di fuoco quello che si profila all’orizzonte per il Bari, che, dopo il positivo inizio in campionato condito dai sette punti nelle prime tre partite, è chiamato a confermare sul campo quanto di buono fatto vedere in questo inizio di stagione. Dovrà essere la continuità l’unico obiettivo da perseguire per restare agganciati al gruppo di testa, mai come quest’anno equilibrato e senza alcuna formazione schiacciassi. Non è di certo un calendario semplice quello del Bari, che domenica al Massimino incontrerà un Catania in difficoltà ma non da sottovalutare, visto il blasone che accompagna il sodalizio etneo, avvolto da tempo in una spirale e di difficoltà economiche.  

Meno complessa la sfida che, la settimana seguente, vedrà di fronte Bari e Paganese al San Nicola, con i campani che recentemente hanno effettuato un cambio in panchina, affidando la guida tecnica della squadra a Gianluca Grassadonia. A distanza di tre giorni sarà la volta del primo turno infrasettimanale della stagione: il Messina, neopromosso in Serie C, tornerà ad affrontare il Bari a distanza di tre anni dall’ultima volta, quando tra i dilettanti le due sfide registrarono una netta affermazione dei galletti. Ottobre sarà invece inaugurato dal derby con il Monopoli, attualmente capolista del girone. Difficilmente i biancoverdi saranno ancora in testa alla classifica al momento della sfida con i cugini biancorossi, ma senza dubbio la formazione guidata da Alberto Colombo rischia creare più di un grattacapo alle avversarie più quotate che incontrerà per strada.

Il cammino degli uomini di mister Michele Mignani proseguirà con la gara ben più agevole contro la Turris, seppur nella scorsa stagione i campani siano usciti imbattuti dal doppio confronto con il Bari, infliggendo ai galletti, nella sfida di ritorno, un sonoro 3-0. Partita amarcord dal sapore vintage quella che andrà in scena nella nona giornata d’andata al Nuovo Romagnoli di Campobasso, con i padroni di casa che affronteranno il Bari a distanza di più di trent’anni dall’ultima volta in Serie B. Trenta giorni intensi, non privi di difficoltà per i biancorossi, che dovranno dimostrare alle avversarie di essere davvero la squadra da battere.
tuttobari.com

 

 

14.09.21 - Brienza: "Comprare il Bari? Lo riporterei al Della Vittoria. Arsenal e Atalanta i miei modelli"
Più di tre anni fa, dopo il fallimento del Bari, diversi imprenditori si fecero avanti per rilevare lo storico club biancorosso. Uno di questi fu Nicola Brienza, imprenditore barese intervenuto ai microfoni del Corriere Del Mezzogiorno per parlare di un nuovo ipotetico affondo per l'acquisto del Bari in futuro: "La crescita di una città può anche passare dal calcio perché diventa un volano per il marketing territoriale. Il Bari che intendo io è un modello auto sostenibile che si ispira a club come l’Atalanta, l’Arsenal e l’Empoli. Bergamo non a caso negli ultimi anni è diventata più attrattiva anche grazie alle imprese in Champions della squadra. Allora perché non pensare a questo modello anche per Bari? Lo stadio San Nicola è il fallimento dei sindaci degli ultimi 30 anni. Sono loro che lo hanno ridotto a cattedrale nel deserto. Io riporterei il calcio al Della Vittoria creando un centro polisportivo e ortopedico con attorno strutture ricettive e attività. E la politica deve sostenere questi progetti, altrimenti gli imprenditori scappano. Se non comprerò il Bari, di sicuro prenderò un’altra squadra".
tuttobari.com



14.09.21 - Chi sale e chi scende - Decisivi Mallamo e Simeri, in tre sotto gli standard
Tre punti pesanti, quelli che il Bari ha portato a casa dal Vivani di Potenza nella sfida giocata contro il Picerno, perché arrivano al termine di una gara complessa al fronte di un avversario che è stato bravissimo nel chiudere gli spazi e limitare l'estro dei giocatori biancorossi. Prestazione sufficiente per quasi tutti gli uomini impiegati da Mignani, con qualche elemento che ha spiccato particolarmente ed altri dal quale ci si poteva aspettare qualcosa in più.

CHI SALE - Non si può non partire dai man of the match della sfida del Viviani, ovvero Alessandro Mallamo e Simone Simeri. I due hanno avuto bisogno solamente di due minuti dal momento del loro ingresso in campo per cambiare la gara: il primo con un assist al bacio, il secondo con un'incornata da tre punti. Bene in mediana anche Mattia Maita, ancora una volta utile sia in fase di costruzione che di rottura, così come ottima è stata la prestazione dei due centrali difensivi, Valerio Di Cesare e Daniele Terranova.

CHI SCENDE - Il verbo scendere, da questo punto di vista, non va inteso come sinonimo di bocciatura, ma appunto nella sua accezione etimologica: perché le prestazioni di Andrea D'Errico e Ruben Botta sono state sicuramente sufficenti, ma inferiori rispetto alle potenzialità fatte vedere in altre uscite. Entrambi, infatti, sono stati spesso imprecisi negli appoggi e nelle scelte di gioco, compiendo errori che hanno rallentato la costruzione della manovra biancorossa.

Sempre nello stesso senso va intesa la prestazione di Walid Cheddira, che scende rispetto all'ultima gara non mantenendo gli stessi standard, con l'attaccante che ha faticato nell'inserirsi all'interno della manovra ed ha sprecato una ghiotta occasione da gol. Raffaele Bianco, dal canto suo, è sembrato spesso fuori dalla costruzione della squadra, facendosi notare poco in fase di impostazione: problema non da poco, vista l'importanza del regista.
tuttobari.com

 

 

13.09.21 - Il Monopoli vola in vetta, vincono anche Campobasso e Francavilla, pari dell’Avellino. Risultati e classifica
La prima gara della domenica, relativa alla terza giornata del girone C di Serie C, si è aperta con una grande sorpresa. La Paganese si è imposta 1-0 sul Catania grazie all'eurogol di Diop al 69'. Gli etnei non sono riusciti ad approfittare della superiorità numerica ad inizio ripresa, espulsione di Sussi, e del relativo penalty concesso ma fallito da Ceccarelli.

Nelle gare delle 17:30 frena ancora il Catanzaro che nella sfida contro il Potenza non va oltre l'1-1. Al vantaggio di Matino ha risposto il rigore dell'ex biancorosso Pietro Cianci. Nell'altra partita in contemporanea primo successo stagionale per la Juve Stabia di Novellino grazie al 3-1 sulla Vibonese.

Nelle partite serali, oltre alla convincente vittoria dei galletti sul Picerno, spicca il risultato del Monopoli, che imponendosi per due a uno in casa con l'ACR Messina, vola in vetta alla classifica; tre punti anche per il Campobasso che trova la prima vittoria stagionale contro il Monterosi (2-3), sorride la Virtus Francavilla, vittoriosa nel derby esterno ad Andria (0-1). Pareggia l'Avellino tra le mura amiche con il Latina, uno a uno il risultato al fischio finale.

I risultati

Sabato 11 settembre

Taranto-Palermo 3-1

Foggia-Turris 0-2

Domenica 12 settembre 14:30

Paganese-Catania 1-0

Domenica 12 settembre 17:30

Catanzaro-Potenza 1-1

Vibonese-Juve Stabia 1-3

Domenica 12 settembre 20:30

Avellino-Latina 1-1

Fidelis Andria-Virtus Francavilla 0-1

Monopoli-Acr Messina 2-1

Monterosi-Campobasso 2-3

Picerno-Bari 0-1

Classifica

Monopoli 9

Bari 7

Taranto 7

Francavilla 6

Juve Stabia 5

Catanzaro 5

Palermo 4

Turris 4

Foggia 4

Paganese 4

Latina 4

Campobasso 4

Catania 3

Avellino 3

ACR Messina 2

Picerno 2

Potenza 2

Vibonese 1

Monterosi Tuscia 1

Fidelis Andria 1

tuttobari.com



13.09.21 - Mallamo e Simeri entrano e cambiano il match. Bene Terranova, rimandato Bianco. Le pagelle
Prima vittoria in trasferta per il nuovo Bari di Michele Mignani. Al Viviani i biancorossi hanno la meglio sul Picerno grazie alla rete realizzata da Simone Simeri a metà ripresa.

Di seguito le pagelle:

FRATTALI 6 Inoperoso, attento sui traversoni che arrivano dalle sue parti;

BELLI 6 Partita solida, senza gravi sbavature. Sfiora il vantaggio nel primo tempo;

DI CESARE 6 Attento a non concedere spazi alle punte di casa;

TERRANOVA 6.5 Di testa le prende tutte lui. Una sicurezza al centro della retroguardia;

MAZZOTTA 6 Una discreta mezz’ora prima di abbandonare il terreno di gioco per infortunio;

BIANCO 5.5 Solita partita dove fa tanta legna. Molto meno bene in fase di impostazione;

MAITA 6.5 Parte piano. Cresce vistosamente nella ripresa, mostrando la sua importanza nello scacchiere di Mignani;

D’ERRICO 6 Meno bene rispetto alle scorse apparizioni. Tenta di inserirsi tra le maglie della difesa di casa ma spesso pecca di precisione;

BOTTA 6 Ha qualità da vendere ma spesso vuole strafare. Nella sua partita c’è anche un palo dopo una giocata pregevole;

CHEDDIRA 5.5 Un passo indietro rispetto a domenica scorsa. Impreciso e poco cattivo dalle parti del portiere lucano;

MARRAS 6 Come suo solito fa tanto movimento e prende anche un palo. Nel finale è schierato da trequartista;

RICCI 6 Buon esordio, mostra tanta gamba e dà vivacità alla corsia sinistra;

SIMERI 7 Appena entrato, gonfia la rete con una perfetta incornata. Meglio di così…;

MALLAMO 6.5 Dopo pochi secondi dal suo ingresso serve a Simeri l’assist per l’1-0;

CELIENTO sv

PUCINO sv

MIGNANI 6.5 Seconda vittoria in tre gare: a Potenza tre punti importanti al cospetto di un avversario barricato in difesa e propenso al contropiede.. Pagano i suoi cambi con gli ingressi di Simeri e Mallamo.
tuttobari.com

 

 

11.09.21 - L’avversario - Il Picerno di Reginaldo ancora imbattuto. Il Bari gioca per la vittoria
Dopo un pareggio e una vittoria nelle prime due giornate di campionato, il Bari è chiamato a trovare continuità di risultati per rimanere aggrappato all’assortito gruppo di testa comandato dai cugini del Monopoli, primi a punteggio pieno. Quella con il Picerno è la classica partita da non sottovalutare, contro un avversario ancora imbattuto. Seppur a secco di vittorie, i lucani hanno strappato due importanti pareggi con Vibonese e Catanzaro, dimostrando di essere un osso duro e di non avere intenzione di regalare alcunché alle avversarie. Il Bari arriva alla sfida del Viviani con la consapevolezza di avere finalmente una rosa all’altezza delle aspettative, che nella sfida contro il Monterosi ha stupito tifosi e addetti ai lavori.

Il Picerno è tornato tra i professionisti dalla porta secondaria, essendosi visto ripescare dopo le numerose defezioni che hanno interessato la Serie C durante la scorsa calda estate. Promossi in Lega Pro per la prima volta tre anni fa, i rossoblù sono stati retrocessi d’ufficio la stagione seguente a causa di un caso di calcio scommesse che ha visto protagonista la società lucana, invischiata in un giro di gare truccate che l’hanno costretta al ritorno tra i dilettanti. Il purgatorio è durato una sola annata, durante la quale la compagine presieduta da Donato Curcio si è classificata al secondo posto in classifica, posizione sufficiente per primeggiare nella graduatoria dei ripescaggi.

Allestito in fretta e furia un organico adatto alla Serie C, la dirigenza melandrina ha confermato in blocco lo staff tecnico guidato da mister Antonio Palo, all’esordio assoluto in un campionato professionistico. Ad arricchire la rosa è arrivato invece l’ex attaccante di Parma e Catania Reginaldo, tesserato dalla società durante l’ultimo giorno di calciomercato. Tra i profili più interessanti della squadra l’estremo difensore Mirko Albertazzi, autore di alcuni salvataggi provvidenziali nella sfida con il Catanzaro, e l’attaccante nonché capitano Emmanuele Esposito, bandiera del club rossoblù in rosa ormai dal 2013.
tuttobari.com

 

 

09.09.21 - La regina del mercato? Non il Bari. Un sondaggio indica altre due protagoniste
Il mercato ha regalato numerosi colpi in coda al Bari. Da Di Gennaro a Paponi, passando per Mallamo, Pucino e Gigliotti. Eppure, in un sondaggio aperto da TuttoC non è il Bari la regina di C dal punto di vista delle contrattazioni. Il Catanzaro ha vinto l'inchiesta proposta dal portale su chi fosse stata la protagonista di quest'estate e secondo si è piazzato il Modena. Solo terzi i biancorossi. Per una volta fuori dai riflettori.
tuttobari.com

 

 

07.09.21 - Chi sale e chi scende - D'Errico e Botta da urlo, Maita prezioso. Giù in due
Non c'era modo migliore per riaccogliere i (non tantissimi, a dir la verità) tifosi che dopo una lunga assenza hanno ripreso a cantare a sostegno della squadra sulle gradinate del San Nicola: alla prima casalinga in campionato, infatti, il Bari ha superato con un roboante 4-0 il Monterosi. Senza dubbio è presto per esaltarsi, e lo stesso Mignani parlando dopo il fischio finale ha evidenziato quanto lavoro ci sia da fare per portare la squadra biancorossa al massimo della forma, eppure i primi segnali arrivati sono incoraggianti, soprattutto per le prestazioni di molti singoli che hanno offerto prestazioni positive.

CHI SALE - Il migliore in campo della partita quell'Andrea D'Errico che, con le sue sortite offensive, è stato una continua spina nel fianco per la retroguardia del Monterosi, colpita con un assist ed un rigore guadagnato. Ma la fantasia in attacco è stata ispirata anche dalla qualità di Ruben Botta: rischiamo di sbilanciarci, ma erano almeno dieci anni che dalle parti di Bari non passava un calciatore dotato del suo talento nel dribbling. Con l'abilità di sterzare in fretta e saltare l'uomo ha infatti mandato in crisi le difese avversarie, aprendo anche spazi in profondità sfruttati dalle incursioni dello stesso D'Errico e dalla velocità di Cheddira.

Proprio quest'ultimo è stato un altro calciatore messosi in mostra nella gara di ieri, non solo per la rete ma anche per la grinta con cui ha combattuto su ogni pallone. Oltre alla menzione al merito per i due centrali difensivi (con Di Cesare autore di un gol) da sottolineare anche la prestazione di Mattia Maita, preziosissimo sia in fase di costruzione che di interdizione.

CHI SCENDE - In un pomeriggio in cui è andato tutto bene difficile trovare note negative. Qualcosa in più, però, la si poteva attendere da Antonio Mazzotta, che ha rischiato di regalare un clamoroso gol al Monterosi lanciando Costantino in campo aperto ed ha sbagliato numerosi appoggi. Poco appariscente anche Raffaele Bianco, che deve sicuramente alzare il livello delle prestazioni se vuole competere con un Di Gennaro in rampa di lancio.
tuttobari.com



07.09.21 - Disastro Napoli in amichevole: Marfella ne prende tre. Esordio Mercurio
Pessima figura del Napoli nel test match di ieri sera contro il Benevento. I partenopei, orfani dei nazionali ma con un undici di tutto rispetto, sono crollati per 1-5 sul terreno amico del 'Maradona'. L'unica rete è stata realizzata su penalty da Politano al 63', quando però la gara era già indirizzata con il parziale di 1-3. Mister Spalletti ha lanciato dal primo minuto tra i pali l'ex biancorosso Marfella, che ha incassato tre marcature (poi uscito), risultando poco impeccabile nel vantaggio di Calò su punizione. Nel finale spazio anche per altre vecchie conoscenze: Costa e l'esordiente Mercurio, in campo negli ultimi 15 minuti.
tuttobari.com

 

 

05.09.21 - Bari in scioltezza, Monopoli a punteggio pieno. Risultati e classifica girone C
Si è chiusa questa pomeriggio la seconda giornata del girone C di Serie C. Nelle quattro gare delle 17.30, il Bari batte in scioltezza il Monterosi Tuscia e si porta nei piani alti della classifica. Le reti di Di Cesare, Cheddira, Antenucci e Simeri su rigore. Molto bene il Monopoli, che batte in trasferta la Turris per 2-1, con marcature di Starita e Arena (Tascone per i locali). Prima vittoria del Foggia, che ha la meglio 4-1 del Potenza, e del Francavilla, 1-0 con la Vibonese.

Di seguito risultati e classifica.

Sabato 4 settembre ore 17.30

ACR Messina-Palermo 1-1

Sabato 4 settembre ore 20.30

Campobasso-Taranto 0-1

Catania-Fidelis Andria 2-0

Juve Stabia-Avellino 0-0

Latina-Paganese 2-0

Picerno-Catanzaro 0-0

Domenica 5 settembre ore 17.30

Bari-Monterosi Tuscia 4-0

Foggia-Potenza 4-1

Turris-Monopoli 1-2

Virtus Francavilla-Vibonese 1-0

Classifica

Monopoli 6

Bari 4

Catanzaro 4

Palermo 4

Taranto 4

Foggia 4

Francavilla 3   

Latina 3

Catania 3

ACR Messina 2

Avellino 2

Juve Stabia 2

Picerno 2

Potenza 1

Vibonese 1

Turris 1

Monterosi Tuscia 1

Campobasso 1

Paganese 1

Fidelis Andria 1
tuttobari.com



05.09.21 - Bari - Monterosi, LE PAGELLE - Di Cesare, partita da capitano vero. Botta e D'Errico, quanta qualità
Bari, la prima in casa fa ben sperare. Quattro reti rifilate al Monterosi, ed una vittoria convincente, firmata da Di Cesare, Cheddira, Antenucci e Simeri, gli ultimi due dal dischetto.

Si inizia a vedere la mano di Mignani, ed il pubblico ha salutato tra gli applausi i galletti dopo la vittoria. Di seguito, le pagelle dei biancorossi:

FRATTALI 6 – Il Monterosi crea qualche pericolo, ma lui si fa trovare pronto. Dimostra di essere affidabile.

BELLI 6 – Sicuro in fase difensiva, si propone anche al cross in fase offensiva. Mette un paio di bei cross per la testa di D’Errico, ma il portiere ospite neutralizza.

TERRANOVA 6 – All’esordio con la nuova maglia, si disimpegna con sicurezza. Gli avanti del Monterosi sono veloci, ma lui li argina senza grossi patemi.

DI CESARE 7 – Il capitano sblocca la gara, su azione da corner. Quando serve, in difesa, usa anche le maniere forti. Prende l’ammonizione, ad esempio, per fermare una ripartenza avversaria. A 38 anni, dimostra di essere ancora importante.

CELIENTO 6 – Torna in campo dopo più di 3 mesi, e gioca una mezz’ora senza intoppi. Servirà anche lui.

MAZZOTTA 5,5 – Difende con qualche sbavatura, e scende di rado oltre la metà campo. Sembra ancora un po’ imballato, la condizione fisica non è al top.

MAITA 6,5 – Offre al capitano l’assist per il gol del vantaggio biancorosso. Solita prova di sostanza. Dimostra di essere una mezzala di spessore, per la categoria.

BIANCO 5,5 – Verticalizza con poca frequenza, ed a volte questo penalizza lo sviluppo della manovra. Fa il suo, in ogni caso, ma senza infamia né lode.

DI GENNARO 6,5 – Finalmente, un regista. Nel quarto d’ora che gli viene concesso, si capisce perché Polito lo ha cercato fino all’ultimo. Quando starà bene, sarà una pedina fondamentale.

D’ERRICO 6,5 – Si muove molto, facendosi spesso vedere anche sul fronte offensivo. In C, sembra sprecato. Vivace e pungente. Una vera spina nel fianco, per gli avversari.

SCAVONE 6 – Subisce il fallo da rigore che propizia la quarta segnatura biancorossa. Entra con la voglia giusta.

BOTTA 6,5 – Il piede è eccelso, per la Lega Pro. Gli ospiti lo marcano a fatica, ricorrendo spesso al fallo. Deve ancora lavorare, per arrivare al 100% sul piano fisico. Allora, saranno dolori, per chi affronterà il Bari.

SIMERI 6,5 – Torna al gol, dal dischetto, dopo una vita. Che sia di buon auspicio.

CHEDDIRA 6,5 – Volenteroso, ma non sempre concreto. Sbaglia una facile occasione, a tu per tu con il portiere. Poi si fa perdonare, trovando il raddoppio dei galletti.

ANTENUCCI 6,5 – Svaria parecchio, cercando l’intesa con il compagno di reparto. Scaglia un paio di tiri verso la porta avversa, ma non trova la giocata giusta. Poi mette la sua firma dagli 11 metri.

MARRAS 6 – Entra con determinazione, cercando qualche bella giocata. Avrà spazio anche lui.

MIGNANI 6,5 – Quanta qualità in questo Bari. Lui, ora, sa di avere la panchina lunga, e la usa a piacimento. Belle trame di gioco, il pubblico felice. Può essere contento, oggi.
tuttobari.com

 

 

04.09.21 - Bari, come cambia ora l'attacco: una certezza, tre alternative. E Botta...
Nel segno dell'attacco: è questo l'imperativo del Bari di Mignani e Polito per vincere il campionato. Del resto, con una batteria di punte come quella del team biancorosso, è obbligatorio lottare per l'unico posto a disposizione per la serie B diretta. Il mercato ha consegnato quattro uomini lì davanti: Antenucci, Simeri, Cheddira e la new entry Paponi.

Il caposaldo sarà senza sorprese l'ex Spal, di cui qualche mese fa lo stesso Polito ne ha tessuto le lodi. Ad Antenucci la targa del bomber, colui che dovrà trascinare la squadra da qui in avanti. Ai suoi fianchi è lotta serrata: potenzialmente tutti e tre i sopra citati potrebbero spalleggiare il numero sette, ciascuno con caratteristiche diverse. Paponi il classico ariete d'area di rigore, Cheddira più fisico e rapido, Simeri abile a svariare su tutto il fronte d'attacco. A Mignani toccherà l'arduo di compito di scegliere chi, di volta in volta, dovrà affiancare Antenucci.

L'altra certezza risponde al nome di Ruben Botta. Dietro le punte la maglia del trequartista è assegnata al diez argentino. In attesa di recuperare forma e condizione, in quella posizione si sta disimpegnando Scavone, reduce dal gol a Potenza. È lecito pensare che a breve Scavone cederà il passo a Botta, in quanto proprio non si può fare a meno della qualità tra i piedi dell'ex Inter e Sambenedettese. Alternative, oltre allo stesso Scavone, Marras e Citro. Il primo è un ibrido, in quanto nasce ala d'attacco ma può svariare in tutti i ruoli lì davanti. Citro è il classico trequartista e quando recupererà definitivamente dall'infortunio della passata stagione, potrà anche lui ritagliarsi un ruolo in questa squadra.
tuttobari.com



04.09.21 - Bari, come cambia ora il centrocampo: mix di esperienza e vivacità
Dopo una lunga sessione di calciomercato, il Bari ha un centrocampo dal volto nuovo. Spetterà al campo decidere se l’assetto dei biancorossi abbia effettivamente ricevuto un perfezionamento, ma è apparsa lampante la volontà della dirigenza di rivoluzionare il reparto più in difficoltà degli ultimi anni. Mignani avrà adesso a disposizione un buon mix di profili d’esperienza e giovani talentuosi da sfruttare nel corso del campionato.

Tante incertezze e trattative bloccate hanno obbligato il Bari a mantenere in rosa elementi inizialmente fuori dai piani. Come ammesso da Polito, i galletti erano vicini a concludere lo scambio tra Lollo ed Eramo dell’Ascoli, frenato all’ultimo dall’allenatore dei bianconeri. Il numero 20 biancorosso è quindi rimasto in Puglia insieme a Bianco, l’alternativa in cabina di regia che pur di continuare a giocare in riva all’Adriatico ha deciso di spalmare il suo ingaggio. Volto nuovo rispetto allo scorso anno - ma non inedito - quello di Scavone, confermato dalla dirigenza dopo un anno in prestito in Serie B. Oltre ad essere una mezzala, Mignani lo vuole sfruttare anche come trequartista, come visto nelle prime uscite stagionali. Non ci sono mai stati dubbi invece per quanto riguarda Maita: ancora una volta il Bari ripartirà da lui.

Resteranno fuori lista De Risio e Bolzoni. Per il primo non sono arrivate le offerte giuste e Polito è stato costretto a trattenerlo; l’ex Inter, invece, ha rifiutato la proposta del Monterosi, lasciando delusa la società biancorossa che l’ha tenuto fuori dal progetto tecnico.

Tanti nomi interessanti sono invece approdati a Bari. Come già dimostrato nelle prime due apparizioni in campo, il nuovo fiore all’occhiello del centrocampo biancorosso è D’Errico. Innegabile il prestigio legato al suo nome, dimostrato dall’operazione sottotraccia che lo ha portato a vestire la maglia del Bari. Corsa, carattere ed esperienza per dare nuova linfa a tutta la squadra.

Non manca di spinta offensiva anche Mallamo, talentuoso prospetto classe ’99 prelevato dall’Atalanta. “E' un tuttocampista, lo vorrebbe qualsiasi allenatore”, è così che lo ha descritto Polito, senza risparmiarsi con le lodi. Il suo approdo contribuisce a ringiovanire il reparto, regalando a Mignani un jolly sfruttabile in diverse zone del campo.

Dulcis in fundo, la campagna acquisti si è conclusa con l’arrivo di Di Gennaro. Meno fresco degli altri – ma dall’elevato tasso tecnico -, l’ex pilastro del Cagliari può essere il vero quid in più della stagione dei galletti. Non solo perché è il regista tanto atteso per anni: come specificato dalla dirigenza, Di Gennaro ha scelto di sposare Bari perché crede nel progetto biancorosso, lasciando da parte qualsiasi bizza sul piano economico. Se saprà calarsi nell’ambiziosa realtà barese, potrà togliersi tante soddisfazioni e regalarne ai suoi tifosi.
tuttobari.com

 

 

03.09.21 - UFFICIALE - Tris Bari: Ecco chi sono gli svincolati di lusso approdati! I comunicati ufficiali
Ufficiale l'acquisto degli svincolati Gigliotti, Pucino e Di Gennaro. Di seguito i comunicati del Bari.

"SSC Bari comunica di aver acquisito a titolo definitivo i diritti delle prestazioni sportive del calciatore Guillaume René Saverio Enzo Gigliotti (09.11.1989, Istres - Francia); il difensore ha firmato un contratto fino al giugno 2023. Nato a Istres, in Francia, inizia nelle giovanili del Monaco con cui gioca anche nella squadra B. Nel 2010 firma per il Novara in Serie B e con i piemontesi centra la promozione in A vincendo i playoff (17 presenze). Milita nelle fila del Foggia e dell’Empoli prima di andare in Spagna al Badalona, in terza divisione spagnola.
Torna al Foggia nel 2014 e con i pugliesi mette a referto 70 presenze e 7 gol centrando la finale playoff per la B e vincendo la Coppa Italia Lega Pro.  
In Serie B ci torna con la maglia dell’Ascoli (60 presenze e 3 gol in due stagioni), della Salernitana (25 presenze) e del Crotone (20 presenze). Nella scorsa stagione ha vestito la maglia del Chievo Verona segnando 2 reti nelle 23 presenze totalizzate. Benvenuto Guillaume!"

"SSC Bari comunica di aver acquisito a titolo definitivo i diritti delle prestazioni sportive del calciatore Raffaele Pucino (03.05.1991, Caserta); il terzino ha firmato un contratto fino al giugno 2023. Dopo aver militato da giovanissimo nelle serie minori con Caserta e Atletico Nola, Pucino fa il suo esordio tra i professionisti con la maglia dell’Alessandria (43 presenze in Lega Pro). Nel 2011 passa al Varese con cui, nel ’11-’12 gioca la finale playoff per la A (65 pres. e 3 gol). L’esordio in massima serie arriva nel 2013 con la maglia del Sassuolo, poco prima di passare in prestito al Pescara con cui raggiunge un’altra finale playoff per la A. Virtus Lanciano e Avellino prima di passare al Vicenza, sempre in B, con cui mette a segno 5 reti in 36 gare. Gioca due stagioni con la Salernitana (48 presenze e 4 gol) prima di passare all’Ascoli nel gennaio '20 (49 pres. e 2 gol). Benvenuto Raffaele!"

"SSC Bari comunica di aver acquisito a titolo definitivo i diritti delle prestazioni sportive del calciatore Di Gennaro Davide Andrea Luca (16.06.1988, Milano); il centrocampista ha firmato un contratto fino a giugno con opzione di rinnovo in cas di promozione. Prodotto delle giovanili del Milan, di cui è stato capitano nella formazione Primavera, Di Gennaro fa il suo esordio in A con i rossoneri a 18 anni. Nel 2007 va in prestito al Bologna in Serie B e con 22 presenze e 2 gol risulterà determinante nella conquista della Serie A dei felsinei. Nella stagione ’08-’09, dopo aver giocato una gara con il Genoa, viene prestato all Reggina, in Serie A: con il ’grifone’ 24 presenze e 1 rete, proprio al Milan. Riscattato dai rossoneri milanesi, a gennaio del ’10 passa in prestito al Livorno in massima serie. Gioca un centinaio di partite in Serie B, realizzando 26 reti, con le maglie di Padova, Modena, Spezia e Palermo prima di conquistare, proprio con i rosanero, la promozione diretta in Serie A. Gioca 39 partite e segna 4 reti con il Vicenza prima di passare al Cagliari e centrare con i sardi la terza promozione in Serie A della carriera. La stagione successiva mette a referto 22 presenze e 2 reti con gli isolani (56 pres. e 6 reti totali con i rossoblù), attirando l’interesse della Lazio con cui, l'anno dopo, vince la Supercoppa Italiana (5 presenze con i laziali). Nelle ultime stagioni ha vestito le maglie di Salernitana e Juve Stabia prima di passare a Cesena lo scorso gennaio e rendersi protagonista con 5 gol e 3 asssist nelle 15 partite giocate. Benvenuto Davide!".
ssc Bari



03.09.21 - Quali le rose più costose del girone C? Catanzaro ed Avellino sul podio! E il Bari dove si piazza?
Un mercato che ha rivoluzionato la squadra con gli ultimi innesti arrivati dopo il gong dalla lista svincolati. Il Bari è pronto per il terzo assalto di fila alla Serie B con una rosa che, numericamente, permetterà a Mignani di poter variare.

Qual è il valore della rosa del Bari? Transfermarkt alla mano, noto portale di raccolta dati, i biancorossi hanno la rosa col valore più alto del girone C: 7,63 milioni. La squadra di Mignani è l’unica a sfondare il muro dei 7 milioni con Ruben Botta a guidare la truppa dall’alto del suo milione di valore. Alle spalle dei biancorossi le altre due maggiori candidate alla promozione: il Catanzaro ha un valore totale di 6,03 milioni, circa 500mila euro in più all’Avellino che ha aumentato il proprio dato con l’innesto finale di Totò Di Gaudio.

Per una manciata di migliaia di euro il Palermo occupa la quarta posizione mentre il Catania chiude la top 5. La graduatoria è chiusa dalle squadre neopromosse o da quelle riammesse: la Paganese è al ventesimo posto con una rosa da 2,24 milioni; Campobasso e Latina seguono con 2,44 e 2,65 milioni. Per il Taranto valore di 3,03 milioni mentre il Foggia è a metà classifica con 3,75 milioni.
tuttobari.com

 

 

02.09.21 - Duro comunicato della Curva Nord: "De Laurentiis tempo scaduto. Progetto fallito, si facciano da parte"
Dopo la protesta relativa alle norme per l'ingresso negli stadi, arriva un'altra forte presa di posizione della Curva Nord biancorossa. Il noto gruppo de I Seguaci della Nord ha diramato un lungo e pesante comunicato di dissenso contro la presidenza De Laurentiis:

Con il triste epilogo dello scorso campionato, il “progetto triennale” dichiarato nel 2018 dalla presidenza (salto dalla D alla B entro il 2021) ha visto il suo fallimento. Abbiamo voluto dare un’ultima chance alla società in questo avvio di stagione, nonostante - a distanza di tre anni dagli annunci del presidente Luigi De Laurentiis - a Bari non ci sia ancora ombra di progetto, tecnico e sportivo. Allo stesso tempo, speravamo  che gli errori del passato potessero essere di aiuto alla SSC Bari per comprendere che i campionati non si vincono privandosi dei migliori giovani (tra l’altro, in assenza di un vero vivaio) e comprando giocatori a fine carriera; non si vincono nemmeno cambiando sei allenatori in tre anni, o sostituendo tre Direttori Sportivi nello stesso lasso di tempo (con l’aggravante di aver affrontato il girone di ritorno dello scorso campionato senza un DS). Il tutto, senza mai programmare nei tempi la stagione e nell’approssimazione più totale. Il mercato delle ultime ore, a costo zero e affidato alle sole abilità del DS attuale, è l’ennesima prova di quanto scritto sopra. La SSC Bari, ad oggi, più che una società di calcio si è dimostrata una società di Marketing di basso profilo, rivolta alla tutela della propria immagine piuttosto che impegnata a lavorare per quegli obiettivi annunciati davanti ai microfoni con una sciarpa al collo, o in diretta streaming durante la presentazione di un’anonima maglia verde. Abbiamo sopportato anche prestazioni imbarazzanti da parte di calciatori che raramente hanno onorato la maglia, talvolta subendo sconfitte in campi di cui ignoravamo l’esistenza. Ma adesso la nostra pazienza è finita ed anche in virtù delle nuove norme riguardanti la “multiproprietà”, riteniamo opportuno prendere una posizione e fare un po' di chiarezza: crediamo che sia giunta l’ora per la famiglia De Laurentiis di passare la mano. Avete avuto la vostra possibilità; ora date a noi la nostra.

???????????? ???????? ????????????????, ???????????????????????? ???????????????????????? ????????????????????????????????????????

 

 

01.09.21 - Ciao Sabbione, ecco a quale squadra è ceduto!
La prima operazione messa a segno dal direttore sportivo Ciro Polito è stata la cessione Alessio Sabbione al Pordenone: il difensore, in campo ieri contro il Potenza, si è trasferito in Friuli a titolo definitivo. Ma la cessione del centrale ligure non è stato l'unico affare con il club neroverde: da Pordenone è arrivato il centrocampista Matteo Rossetti, 23enne, immediatamente ceduto in prestito al Teramo, nel Girone B.



01.09.21 - Bari, colpo per il centrocampo: in arrivo Di Gennaro. Manca solo la firma!
Ultimi minuti di calciomercato importanti per il Bari: secondo quanto riportato da "Antenna Sud", i biancorossi avrebbero trovato l'accordo con Davide Di Gennaro. Per lui è pronto un contratto annuale con rinnovo in caso di promozione.



01.09.21 - Bari, l'ultimo giorno di mercato: tutte le ufficialità delle trattative dei biancorossi
Ceduto Sabbione a titolo definitivo, Perrotta va al Palermo, Mercurio e Mane al Napoli. Dentro Mallamo, Paponi e Ricci. Accordi raggiunti anche con gli svincolati Gigliotti, Pucino e Di Gennaro
Si è conclusa alle 20 la sessione del calciomercato estivo 2021. Giornata particolarmente movimentata per il Bari, attivissimo sia in entrata, sia in uscita.

La prima operazione messa a segno dal direttore sportivo Ciro Polito è stata la cessione Alessio Sabbione al Pordenone: il difensore, in campo ieri contro il Potenza, si è trasferito in Friuli a titolo definitivo. Ma la cessione del centrale ligure non è stato l'unico affare con il club neroverde: da Pordenone è arrivato il centrocampista Matteo Rossetti, 23enne, immediatamente ceduto in prestito al Teramo, nel Girone B.

Chi vestirà la maglia del Bari è Alessandro Mallamo, poliedrico centrocampista classe 1999 prelevato con la formula del prestito secco dall'Atalanta e che in carriera ha vestito le maglie di Novara, Juve Stabia e Pordenone. Preso a titolo definitivo anche Giacomo Ricci, 24enne terzino sinistro del Parma cresciuto nel Livorno, che ha giocato anche con Pro Piacenza, Carrarese, Juve Stabia e Venezia.

Confermato il passaggio al Napoli di Giovanni Mercurio e Moussa Mane: il trequartista si trasferisce in prestito con diritto di riscatto, mentre il difensore va via in prestito secco. Entrambi verranno aggregati alla formazione Primavera dei partenopei. Ceduto in prestito Marco Perrotta, difensore fuori dai piani di Mignani che si accasa in prestito al Palermo.

Scambio a titolo definitivo con il Padova con Giovanni Terrani che si trasferisce in Veneto, e l'attaccante Daniele Paponi che fa il percorso inverso verso la Puglia.

Ci sono poi tre svincolati che potranno essere ufficializzati nelle prossime ore: uno è Guillaume Gigliotti, 31enne difensore centrale svincolato dopo la mancata iscrizione del Chievo che andrebbe a colmare il vuoto lasciato da Sabbione, gli altri sono Raffaele Pucino, terzino destro nell'ultima stagione all'Ascoli, e Davide Di Gennaro, regista anche lui svincolato dopo la fine del contratto col Cesena.

Restano in biancorosso per ora alcuni esuberi come Daniel Semenzato, Francesco Bolzoni e Carlo De Risio. Da valutare la posizione dell'infortunato Cristian Andreoni che potrebbe finire fuori lista.
baritoday.it

 
Copyright © 2021 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.