Le ultime NOTIZIE dell'FC BARI CALCIO 1908

 

Le ultime news, le partite, i commenti, la classifica, i marcatori, i giocatori infortunati, le probabili formazioni, le pagelle. Tutte le info e le novità  provenienti dal San Nicola o dagli stadi dove l'SSC Bari calcio (prima as bari e FC Bari 1908) gioca in trasferta.

 

 

Notizie SSC Bari Calcio

 

 

20.01.22 - Bezos-Napoli, Cerchione: "De Laurentiis venderà, ma proverà a restare presidente"
Luca Cerchione è tornato a parlare dell'interesse di Jeff Bezos, fondatore di Amazon, per il Napoli capitanato ora dal presidente Aurelio De Laurentiis.
"Jeff Bezos, fondatore di Amazon, è in pole position per diventare il prossimo proprietario del Napoli. Nel progetto dell’imprenditore c’è la creazione dello stadio Amazon Arena Maradona e l’acquisizione del secondo porto del capoluogo partenopeo, il tutto entro il 2026", il tweet di Luca Cerchione che ha fatto molto discutere. Lo speaker di One Station Radio ha rilanciato in un articolo per il sito ufficiale di Paolo Bargiggia: "Ho la lavorato su questa notizia da luglio 2021, quando per la prima volta una mia fonte estremamente attendibile mi aveva dato la dritta".
"Oggi parlo di una notizia certa, confermata da fonti non calcistiche, bensì provenienti dal campo della finanza ed in rapporti lavorativi con Aurelio De Laurentiis. Le stesse fonti che, in via confidenziale, mi hanno confessato a quanto ammonti la liquidità personale dell’imprenditore cinematografico. Questo, però, sarebbe mero gossip, pertanto l’ho tenuto per me. Il piano A del patron azzurro è quello di restare presidente fino all’anno del centenario, ovvero il 2026. Per farlo, si studia un piano B: cedere la SSC e restare presidente onorario. Una carica, per intenderci, come quella che ricopre Javier Zanetti all’Inter, dunque senza alcun potere decisionale. Se il Governo del calcio dovesse accettare l’idea, Aurelio resterebbe in carica e diventerebbe il presidente del centenario. Diversamente, sarebbe costretto non solo a vendere, ma anche ad uscire di scena entro la fine del 2023", ha aggiunto Cerchione.
areanapoli.it



20.01.22 - A Bari arriverà un Catania decimato: ecco quanti mancheranno!
Sarà un Catania fortemente rimaneggiato quello che domenica affronterà il Bari al San Nicola. Le difficoltà societarie hanno, infatti, attivato il calciomercato in uscita. Dopo la rescissione dell'esterno Ceccarelli, anche Calapai e Maldonado sono vicinissimi a lasciare la Sicilia. Il primo andrà nelle prossime ore al Crotone in Serie B mentre il centrocampista attende gli ultimi dettagli per traferirsi al Catanzaro. Oltre i citati mister Baldini dovrà fare a meno degli squalificati Claiton e Rosaia e, salvo clamorose sorprese, anche ai 3 calciatori positivi al Covid-19 (nomi non ancora specificati).
tuttobari.com

 

 

18.01.22 - Il patron di Amazon Bezos vuole comprare il Napoli? Con il Bari che rimarrebbe a DL? Ecco la verità!
Radio Kiss Kiss, radio ufficiale del Napoli, ha smentito le voci sull'interessamento di Jeff Bezos, fondatore di Amazon, nei confronti della società attualmente di proprietà della Filmauro. Secondo l'emittente radiofonica, Bezos sarebbe solamente interessato ad investire in città e ad acquistare l'area portuale del capoluogo campano.
tuttobari.com

 

 

17.02.21 - Covid, nuovi casi ad Avellino e Foggia: il punto nel Girone C
L'emergenza Covid-19 all'interno delle formazioni di Serie C non è ancora terminata. Nonostante il netto miglioramento degli ultimi giorni e l'imminente rientro in campo, fissato per domenica 23 gennaio, il livello di attenzione rimane molto alto. Soprattutto ad Avellino, dove sono emerse due ulteriori positività, portando a cinque il numero dei contagiati del gruppo squadra. Un nuovo caso nel Foggia, che vede nel complesso tre calciatori positivi.
Buone notizie, invece, da Palermo (il club più colpito) che in una settimana ha visto vertiginosamente scendere i casi tra i giocatori: da 20 a 4. Sorridono anche Francavilla, Messina, Monopoli e Paganese che con le ultime negativizzazioni, risultano avere appena due positivi ciascuno (appena uno per i biancoverdi).
tuttobari.com



17.02.21 - All. Palermo: "Bari? Non è un miracolo raggiungerlo"
Il tecnico del Palermo, Silvio Baldini, ha parlato a TGS Studio Stadio, delle ambizioni dei rosanero: "Credo che nella vita nulla è impossibile, è così solo per le persone che trovano scuse. Se esistono i miracoli, esistono anche le cose più semplici. Non è un miracolo raggiungere il Bari a undici punti di distanza", le dichiarazioni riprese da MediaGol.
tuttobari.com

 

 

14.01.22 - Simeri, Di Gennaro,  Dezi: le ultimissime!
Il quadro dell'organico biancorosso, tra possibili arrivi e potenziali partenze. Polito alle prese con varie grane, a dieci giorni dal ritorno in campo.
Dieci giorni al ritorno in campo. Questo lo spirito che anima il Bari, destinato a tornare sul terreno di gioco, salvo nuovi stravolgimenti di calendario, il 23 gennaio prossimo al S. Nicola contro il Catania.

I galletti, che per allora contano di ritrovare almeno per la panchina Di Cesare, tornato di recente ad allenarsi in gruppo, intanto proseguono le operazioni sul mercato. I problemi principali di Polito, che con la cessione di De Risio ha liberato il posto in lista per il reintegro del capitano, riguardano lo smaltimento degli esuberi. Stando a quanto appreso in esclusiva dalla nostra redazione, per Andreoni la trattativa con il Pordenone c'è (ma i friulani insistono perché vi sia uno scambio di giocatori), anche se servirebbero maggiori certezze sullo stato fisico del calciatore, in fase di recupero dall’infortunio al tendine d’Achille.

Le posizioni di Semenzato e Bolzoni sono un po’ più complicate, perché entrambi hanno un ingaggio decisamente sostanzioso per molte società di Lega Pro.

Poi, ci sono gli scontenti della rosa. Lollo ha di recente cambiato procuratore, e questo potrebbe determinare qualche rallentamento nelle operazioni legate al suo nome. Citro, invece, è in scadenza di contratto a giugno, e sta a lui decidere, di fatto, se restare, arrivando al termine del vincolo ancora in biancorosso, o rimettersi da subito in gioco altrove. Più delicate le posizioni di Simeri e Di Gennaro.

Quest’ultimo, certamente utilizzato finora meno del previsto, potrà avere una chance importante da titolare nella prossima gara, viste le contemporanee squalifiche di Maita e Scavone. Non è escluso, insomma, che sul suo futuro si faccia maggior chiarezza più avanti.

L’attaccante napoletano, invece, è profondamente legato alla piazza di Bari e, nella prima parte di quest’annata, sa di essere stato importante per le sorti dei galletti, con i suoi 4 gol. Resterebbe volentieri se avesse garanzie circa la sua utilità per il gruppo, insomma, a meno di offerte allettanti, preferibilmente dalla cadetteria.

Resta il fatto, comunque, che al momento, al netto di chi è fuori squadra, la lista dei galletti è piena, essendoci spazio, a norma di regolamento, solo per l’arrivo di un eventuale rinforzo classe 2002.

Serve, dunque, prima vendere per poi acquistare. In entrata, perde consistenza la voce relativa ad un ritorno di Dezi, in uscita dal Venezia. Per quanto il giocatore gradisca le attenzioni del Bari, per lui ci sono offerte provenienti dalla B.   
tuttobari.com

 

 

13.01.21 - Cassano: "Negativo al Covid dopo 20 giorni: ecco quanto ho perso...Vi spiego!"
Buone notizie da Antonio Cassano, che nei giorni scorsi l'ex attaccante biancorosso era stato ricoverato all'ospedale San Martino di Genova causa Covid-19. Questo il suo racconto ai microfoni della trasmissione Bobo Tv in onda su Twitch: "Ho perso 6kg in 20 giorni. In famiglia ora stiamo tutti bene ma voglio ringraziare Bassetti ed il suo staff, che hanno fatto lavoro eccezionale. Lo fanno con tutte le persone, il dottore ci mette veramente passione, anima e cuore. Lui dice giustamente bisogna vaccinarsi. Io ho fatto due dosi e tra qualche mese farò la terza. E' stata una manna dal cielo. Ho avuto due giorni di febbre e tremolii, così sono andato all'ospedale tramite il dottore della Sampdoria, Rollero. Ho fatto le analisi e sono risultate perfette, poi anche la tac che ha rilevato una lieve polmonite. Mi hanno curato ed due giorni sono tornato a casa. Finalmente stamattina (ieri) dopo 20 giorni sono tornato negativo. In casa mia l'abbiamo preso tutti. Anche in un'abitazione grande è difficile rispettare l'isolamento ed impedire il contagio. Ora la vita va avanti ma l'attenzione è fondamentale".
tuttobari.com

 

 

12.01.22 - Covid, incredibile a Palermo il focolaio si allarga: ecco quanti sono i giocatori infettati!
Ancora brutte notizie per il Palermo, avversario dei galletti nel Girone C e una delle squadre più falcidiate dall'attuale ondata Covid. La società ha annunciato ulteriori 3 positività nel giro dei tamponi molecolari effettuati sabato 8 gennaio, raggiungendo così un numero complessivo di 24 contagiati, di cui 20 calciatori e 4 membri dello staff. Nei prossimi giorni sono previsti ulteriori controlli, intanto domani riprenderanno gli allenamenti presso il centro Sport Village.
tuttobari.com



12.01.22 - Storie biancorosse: quando il Verona, per il colera, si rifiutò di giocare a Bari
Nel 1973 un’altra tragica epidemia mise in subbuglio l’Italia. Si trattò del colera. Il Mezzogiorno della Penisola, con Napoli e Bari in prima fila, venne colpito dal vibrione, mettendo in fibrillazione anche i palazzi del pallone nostrano.

Il bilancio del funesto contagio, iniziato nell’agosto di quell’anno, fu molto inferiore a quello dell’attuale pandemia legata al Covid-19. Si ebbero, infatti, 227 persone infettate in tutto il Sud, con 24 decessi.

Tuttavia, infinite discussioni scoppiarono anche allora, relativamente all’opportunità di giocare o meno al calcio, quantomeno nelle località colpite dal virus. Tutto ciò causò il rinvio di alcune gare di Coppa Italia, in programma quell’estate.

Il Bari, allora allenato da Carlo Regalia, venne inserito in un girone da 5 squadre, con Perugia, Fiorentina, Palermo e Verona.

I galletti iniziarono la competizione, che prevedeva si disputassero solo partite secche (due in casa e due in trasferta per ciascuna compagine), con un buon pareggio in rimonta sul campo del Perugia. L’incontro terminò 1-1. A segnare, per il club del Presidente De Palo, fu Arduino Sigarini, a due minuti dal termine.

Il calendario della Coppa nazionale venne una prima volta stravolto dalla decisione di posporre, a causa della malattia in espansione sul territorio, la gara in programma al “Della Vittoria” il 2 settembre, contro i rosanero.

I biancorossi, dunque, si trovarono costretti a dover affrontare la seconda partita consecutiva fuori casa, contro la Fiorentina di Antognoni. I baresi, militanti in serie B, si fecero onore, strappando un altro punto, grazie ad una doppietta di Scarrone.

Il fatto più eclatante, legato a quel torneo, si verificò, però il 16 settembre, quando l’Hellas non si presentò in Puglia per disputare il match. Il comportamento dei veneti venne punito, con la penalizzazione di un punto in classifica e la vittoria per 2-0 a tavolino per Italo Florio e compagni.

Tre giorni dopo ebbe luogo l’ultima sfida del raggruppamento, il recupero contro i siciliani, che, a differenza dei loro colleghi, disputarono regolarmente l’incontro in terra barese. I due club si presentarono alla sfida appaiati in graduatoria.

Il gol al 63’ di Scarrone fece cullare ai ragazzi di Regalia sogni di qualificazione, spenti sette minuti più tardi dall’autorete di Cazzola.

I siculi, anche loro nel campionato cadetto, guadagnarono poi il primo posto nel girone, ed il passaggio del turno, grazie al successivo pari, proprio con il Verona. La loro avventura si fermò solo in finale, persa ai rigori contro il Bologna.
tuttobari.com

 

 

10.01.22 - Paoletti: "ADL ha promesso a Decaro che resterà a Bari, lasciando il Napoli"
La permanenza a Bari della famiglia De Laurentiis potrebbe rivelarsi più lunga delle attuali aspettative. Paolo Paoletti, ex addetto stampa del Napoli, ha rivelato importanti retroscena sulle possibile evoluzioni societarie, attraverso il proprio profilo Facebook: "L'unica cosa che mi apre il cuore in questo angusto inizio di Anno Nuovo - si legge su areanapoli.it - è la promessa di ADL fatta a Decaro, Sindaco di Bari: 'nel 2024 resterò a Bari, lasciando Napoli ed il Napoli'. Nel 2024 giocoforza, ovvero quando nessuno potrà più avere più di un club tra i professionisti! In cambio il cinepresidente ha chiesto al Sindaco barese gli spazi antistanti lo stadio 'Astronave' disegnato dal grande Renzo Piano, per costruire un centro sportivo, centro commerciale, albergo, cinema e negozi. Tutto nell'ambito della bonifica-rilancio del Quartiere Torrebella, territorio dove pupullano i tifosi dei galletti. Per il nuovo look dello stadio San Nicola il Comune ha già stanziato ben 11 milioni, comunque un antipasto per un business da almeno 1 miliardo di euro su cui ADL  vuole mettere le mani. Alla faccia del Napoli che ha pagato tutti i debiti della Filmauro e per l'acquisto del Bari calcio".

Il futuro dei partenopei: "Cose che possono accadere solo a Napoli, così come la voce che sia proprio Ferlaino a trattare per il nuovo proprietario che subentrerà a De Laurentis tra 2 anni. Vero è che dopo essersi ignorati per 18 anni, da qualche mese Corrado e Aurelio sono pappa e ciccia in privato ed in pubblico!".
tuttobari.com

 

 

09.01.21 - Calciomercato Bari: acquisti, cessioni, trattative. Oggi giocherebbe così
E' il mese del calciomercato invernale. Finestra importante per correggere errori, acquistare rinforzi e piazzare gli esuberi. Di seguito, sempre aggiornata, la tabella acquisti, cessioni e trattative, del Bari.

ACQUISTI:

CESSIONI: De Risio (Pescara)

TRATTATIVE:

OGGI GIOCHEREBBE COSI': Frattali; Pucino, Celiento, Terranova, Mazzotta; Mallamo, Maita, D'Errico; Botta; Antenucci, Paponi.

tuttobari.com



09.01.21 - Covid, altri positivi nel Bari: sono quattro calciatori. Il comunicato
Non si placa l'emergenza virus. E il Bari ufficializza altre quattro positività. Cinque i casi in totale ora nella squadra, perché tre calciatori intanto sono guariti dal Covid. Di seguito, il comunicato.

SSC Bari comunica che, a seguito del nuovo ciclo di tamponi effettuato, sono state riscontrate ulteriori 4 positività al Covid-19 tra i calciatori della Prima Squadra; i soggetti sono stati posti in isolamento domiciliare come previsto dal protocollo in vigore. Risultano invece negativizzati 3 calciatori e il membro dello staff tecnico precedentemente risultati positivi ai test effettuati durante la sosta natalizia. Al momento sono dunque 5 i casi di positività tra i calciatori della Prima Squadra.

I biancorossi torneranno in campo lunedì dopo la domenica di riposo concessa loro dallo staff tecnico; nei prossimi giorni, ai componenti del gruppo squadra in possesso dei requisiti idonei e che ancora non hanno provveduto individualmente, sarà somministrata la terza dose di vaccino.
tuttobari.com

 

 

08.01.22 - Il Bari e le capoliste del passato: il confronto con Reggina e Ternana per media punti (e gap con la seconda)
Giunti alla ventesima giornata del campionato 2021-2022 la classifica del girone C di Lega Pro vede il Bari leader indiscusso con 44 punti conquistati e sette lunghezze di vantaggio sul Monopoli secondo. Il Bari nella prima parte di stagione ha mantenuto una media punti di assoluto rilievo (2,2 punti a partita), assimilabile a quella registrata dalle grandi protagoniste, nonché vincitrici, del girone meridionale nelle due passate stagioni: Reggina (2,45 punti per gara) e Ternana (2,45 punti per gara).
È interessante effettuare un confronto tra l'andamento dalla compagine di Mignani nel campionato corrente alla ventesima giornata e quelli delle due squadre appena citate nelle rispettive annate vincenti, allo stesso punto del campionato, utilizzando come parametro per la valutazione anche il vantaggio sulle inseguitrici.

Nella stagione 2019-2020 la Reggina registrava 49 punti alla vigilia della ventunesima giornata, con un vantaggio di sette punti sul Bari secondo. Si riscontra una media punti maggiore per gli amaranto rispetto ai galletti ma un analogo gap con l’inseguitrice principale.

La Ternana durante la scorsa stagione, dopo la ventesima giornata, vantava ugualmente 49 punti e il Bari alla seconda piazza ne contava 41. Anche in questo caso è evidente un dato più alto nei punti conquistati ma una distanza dalla seconda molto simile.

Dunque negli ultimi tre campionati poco dopo il giro di boa, precisamente alla vigilia della seconda gara del girone di ritorno, le squadre in vetta hanno registrato un andamento piuttosto simile: media punti abbastanza alta, leggermente favorevole alle big degli scorsi due campionati, e una distanza dalla seconda pressoché identica.
tuttobari.com

 

 

06.01.22 - Cassano ricoverato per Covid, le prime parole: "Mi sono preso un bello spavento"
“Mi sono preso un bello spavento, ma è andata bene. Sono contento di poter tornare a casa”. Sono le parole pronunciate da Antonio Cassano e riferite dal professore Matteo Bassetti, che lo ha curato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova dopo il ricovero per Covid. "Lui ha fatto 2 dosi di vaccino – sottolinea Bassetti – e quindi non ha avuto una polmonite bilaterale interstiziale. Cassano si è sentito poco bene e si è molto preoccupato. Ma in un paio di giorni si è risolto tutto" le parole del dottore riportate in una nota stampa.
tuttobari.com



06.01.22 - San Nicola: seggiolini, teloni e nuovo tabellone. Come cambierà lo stadio
C'è un piano per il restyling del San Nicola. Repubblica oggi spiega le idee sui lavori che potrebbero interessare la casa del Bari. "Ai titoli di coda del 2021 si sono chiuse le gare per appaltare lavori obbligatori qualora il Bari dovesse finalmente tornare nel campionato cadetto", rimarca il giornale. Tre i punti sotto esame: i seggiolini, che diventerebbero biancorossi anche nelle Curve, così come già è stato applicato in Tribuna Ovest; la copertura dell'Astronave che vedrebbe il ripristino dei teloni attualmente spazzati via dal vento; infine i tabelloni: in questo caso verrà istallato un tabellone in Curva Sud.
tuttobari.com

 

 

05.01.21 - Calciomercato Bari: Le Ultimissime! Il centrocampo e quei rumor...
È iniziata ieri la finestra invernale di calciomercato, con il direttore Polito già alle prese con le prime operazioni. Come riferito nei giorni scorsi dalla nostra redazione, il primo obiettivo è quello di sfoltire la rosa e soprattutto trovare una destinazione per i vari fuori lista. Si aspettano richieste per Bolzoni e Semenzato, mentre se De Risio in settimana firmerà ufficialmente per il Pescara, Lollo ha ancora da sciogliere qualche dubbio. Nelle scorse ore l'ex Carpi e Empoli ha rifiutato almeno temporaneamente la corte del Palermo, che però nei prossimi giorni potrebbe nuovamente farsi sotto.

Non solo le uscite, il calciomercato biancorosso si muove sotto traccia anche in entrata. Detto che in difesa non dovrebbe esserci il grande colpo visto le sempre migliori condizioni di Di Cesare dopo l'infortunio al ginocchio, il radar di Polito è pertanto rivolto al centrocampo. Verosimilmente con l'addio di Lollo e De Risio si libererebbe un posto in rosa per una mezzala.

Due i nomi accostati ad oggi al Bari, ma come raccolto da TuttoBari.com entrambi non sono veritieri. Dezi, fuori rosa a Venezia, ha offerte da club di B, soprattutto dal Lecce, e quasi sicuramente si accaserà in cadetteria. Non risulta, inoltre, nessun contatto tra il centrocampista e il Bari. Stesso dicasi per Eramo, avvicinato nei giorni scorsi al club biancorosso. A quanto ci risulta, fonti vicine al calciatore di Acquaviva delle Fonti smentiscono ogni accostamento, seppur c'è l'apprezzamento verso il club della famiglia dei De Laurentiis. Eramo fu effettivamente trattato in estate in uno scambio che coinvolgeva Lollo, ma per tempistiche ridotte non se ne fece nulla. Al momento Eramo non rappresenta, dunque, un obiettivo del Bari e lo stesso giocatore rientra tra i titolari dell'Ascoli, che pertanto non se ne priverebbe a cuor leggero.
tuttobari.com

 

 

03.01.22 - Mercato, il punto sull’attacco: chi resta, chi rischia, cosa serve
Il reparto avanzato del Bari nelle prime venti giornate ha messo a segno complessivamente ventiquattro reti, quasi il 70% delle marcature di squadra totali. Un dato più che positivo che è stato alimentato da quasi tutti i componenti dell’attacco. Dunque la finestra di gennaio non dovrebbe modificare più di tanto l’assetto del pacchetto offensivo, a meno di espresse richieste dei singoli profili.

CHI RESTA - L’attacco biancorosso vede i suoi interpreti titolari in Antenucci, Paponi e Botta che nelle ultime settimane hanno mantenuto un rendimento più che positivo; anche Cheddira chiamato in causa nell’ultimo match è stato abile a cambiare l’inerzia del match e a rinvigorire l’attacco. Appaiono loro dunque gli inamovibili dell’organico biancorosso in attacco.

CHI RISCHIA - Al momento il profilo del pacchetto offensivo che potrebbe finire al centro di trattative di mercato nella sessione invernale di mercato pare essere Simone Simeri. Le dichiarazioni del procuratore del centravanti biancorosso, rilasciate alcune settimane fa ai nostri microfoni, hanno espresso la volontà del numero nove di trovare più spazio in campo e hanno aperto le porte anche a un eventuale trasferimento qualora le possibilità per il giocatore rimangano limitate. Il meno utilizzato in questa prima parte di stagione in attacco è stato Nicola Citro, poco spazio dopo il grave infortunio al ginocchio patito lo scorso anno; secondo quanto raccolto dalla nostra redazione la società non ritiene l'ex Trapani un esubero ma sarebbe propensa alla cessione.

COSA SERVE - Il mercato in entrata del Bari con buone probabilità sarà legato a eventuali partenze: qualora qualcuno dovesse lasciare il capoluogo pugliese a gennaio non mancherebbero gli interventi per colmare il vuoto creatosi.
tuttobari.com



03.01.22 - A tutto DeLa. I tifosi, la strana sfida col Napoli, il nodo multiproprietà
Nella seconda parte del 2021 il Bari ha inserito la quinta per inseguire l’obiettivo promozione. Con l'inizio del nuovo anno, ha la possibilità di mettere definitivamente il turbo per volare sulle ali di un entusiasmo già consolidato. Può gongolare senza dubbio Luigi De Laurentiis, che dopo il pessimismo manifestato dalla tifoseria lo scorso anno, è tornato ad essere encomiato per il progetto sportivo presentato in questa stagione.

Passione, autorevolezza ed impegno economico. Tre chiavi di lettura importanti per inquadrare il profilo del presidente biancorosso all’interno dell’ambiente barese. Per il terzo anno consecutivo il numero uno del club pugliese ha deciso di investire una cospicua cifra economica, che, come affermato da Polito, posiziona probabilmente il Bari in testa tra tutti i budget di Serie C.

Dopo la scissione col Napoli – almeno sul piano dirigenziale per le vicende di mercato – e una maggiore indipendenza del nucleo Bari, De Laurentiis è adesso una figura irrinunciabile per il presente dei galletti.

Ma cosa può riservare il futuro? Nonostante il club biancorosso abbia deciso di tagliare almeno parzialmente il cordone ombelicale partenopeo, il nodo multiproprietà resta. E almeno secondo le ultime indicazioni arrivate dalla FIGC, andrà sciolto entro giugno del 2024. C’è ancora tempo per crescere, ma è inevitabile ragionare anche nell’ottica di una futura cessione per evitare corse dell’ultimo minuto – Salernitana docet.

De Laurentiis lo sa: presto Bari e Napoli non potranno più coesistere nell’ecosistema di famiglia. Ma se il club biancorosso dovesse proseguire in questo progresso esponenziale, non andrebbe neanche esclusa una vendita dal lato campano. È sicuramente più difficile, specialmente per le richieste economiche, eppure papà Aurelio non potrà sempre essere il numero uno assoluto degli azzurri. Del resto, Luigi De Laurentiis sembra essere più che legato alla città di Bari e alla sua tifoseria, adesso completamente fiduciosa dei progetti della famiglia romana. Tutto, quindi, è possibile.

Bari o Napoli, chi la spunterà? Per adesso testa al presente, ma con un occhio al futuro. Ai posteri l’ardua sentenza.
tuttobari.com



03.01.22 - Caso Simeri, giusto cederlo o va recuperato? Per i tifosi è plebiscito
Una delle domande più frequenti da inizio novembre ad oggi riguarda certamente la situazione di Simone Simeri. L’attaccante di Fuorigrotta, infatti, è protagonista di un nuovo caso: dopo il ritorno a Bari a suon di quattro gol pesanti e spesso decisivi (vicecapocannoniere dei galletti insieme a Botta), è ultimamente sceso nelle gerarchie del reparto offensivo e le parole del suo agente Vincenzo Pisacane, intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni, hanno chiarito il malcontento per il basso minutaggio.

“Attacco: giusto cedere Simeri per un’altra punta?”. È questo il nostro sondaggio, proposto negli scorsi giorni, che resta ancora aperto ma che - per ora - già non lascia grossi margini di dubbio.

I tifosi biancorossi sembrano essere quasi tutti d’accordo: oltre l’87% dei votanti ha espresso l’opinione che sarebbe meglio cambiare, visto che Simeri gioca poco; il restante 12% preferisce invece che il classe ’93 venga assolutamente recuperato. Un autentico plebiscito che certifica come in questa stagione si debba veramente mettere da parte qualsiasi personalismo in nome di un primo posto da proteggere ad ogni costo. La promozione in Serie B resta l’unico obiettivo da raggiungere: a differenza di un anno fa, stavolta sarebbe maggiormente accettata la scelta di fare a meno di Simeri, in caso di eccessiva sofferenza per l’elevata concorrenza.
tuttobari.com

 

 

30.12.21 - Schiavi: "Avellino? Non vedo i 9 punti dal Bari, c'è tutto il girone di ritorno"
Intervistato da Il Mattino, Italo Schiavi, ex centrocampista di Avellino ed Ascoli negli anni '80, ha parlato della lotta al vertice nel Girone C: "Ho visto le ultime partite dell'Avellino, con Campobasso, Foggia e Bari, e i nove punti di distacco dalla vetta non li vedo proprio. Il campionato non è ancora finito, c'è tutto il girone di ritorno e la squadra c'è, basta solo qualche ritocco a centrocampo e in attacco per stare più tranquilli".
tuttobari.com



30.12.21 - Calciomercato, Polito: "De Risio andrà via. Dezi e Falcinelli? Prima le uscite. Il budget del Bari? Vi spiego"
Durante una diretta trasmessa sui canali social de LaCasadiC, il direttore sportivo del Bari, Ciro Polito, ha parlato - in compagnia dei diesse delle altre squadre prime in classifica negli altri gironi di Serie C - per commentare il titolo da campioni d’inverno conseguito al termine del girone d'andata: “Fa piacere, ma a me interessa essere campioni d’estate. È normale, stare davanti è una cosa che tutti noi ci saremmo augurati all’inizio. Però le insidie sono dietro l’angolo. Quindi piedi per terra, profilo passo e pedalare”.

Mercato e trattative avviate, Polito ha fatto il punto sulle operazioni in casa Bari: “I nomi lasciano il tempo che trovano. Dezi, Falcinelli sono giocatori importanti, ma dobbiamo vedere prima un po’ come va questo mese con le uscite. De Risio? Posso anticipare che quasi sicuramente andrà al Pescara. E’ stato molto disponibile, un serio professionista. Andrà in prestito e poi si vedrà”.

Il DS biancorosso ha poi ripercorso la sessione di calciomercato della scorsa estate: “Sono arrivato a Bari e c’erano 30 giocatori in rosa. Ero bloccato. Se non uscivano non entravano. Il mio migliore colpo di mercato? Ruben Botta è un giocatore che avevo chiamato già all’Ascoli in B, perché pensavo potesse fare la differenza anche lì. Dopodiché me ne sono andato, c’erano pretese alte, ma è stata una cosa che avevo dentro. Standogli addosso sono riuscito a portarlo al Bari perché è un numero 10 che in quelle piazze manca, è sempre bello vederlo in campo. Anche lo stesso D’Errico che era il capitano del Monza. È arrivato in un momento difficile perché non avevo spazio, ma devo ringraziare la proprietà che ha fatto sacrifici sapendo che gli avrei fatto tornare tutto smantellando la rosa”.

Chiosa finale sugli investimenti fatti dal Bari la scorsa estate: "Bari ha sempre speso. Ha un budget da Serie B. Per quello che ho preso però ho speso poco. Ho risparmiato su qualcosa ma il budget è alto, è sicuramente superiore alle altre (riferito a Modena, Reggiana e Sudtirol, ndr.). I giocatori che ho preso hanno contratti da Serie C, questo è poco ma sicuro".
tuttobari.com

 

 

28.12.21 - Novellino: "Avellino in lotta per il primo posto. Il Bari non mi entusiasma"
Intercettato da SportChannel, il noto tecnico Walter Novellino, si è soffermato sul Girone C: "Il mercato di gennaio - si legge su tuttoavellino.it - si fa senza rompere gli equilibri. L'Avellino ha già calciatori importanti, poi ha l'esperienza giusta, conosce la categoria. Può ancora vincere il categoria, perché il Bari ha grossi nomi, ha qualità, ma non mi sta entusiasmando. Braglia sa vincere i campionati, resto convinto che l'Avellino possa lottare per arrivare primo".
tuttobari.com



28.12.21 - Lanna nuovo presidente. Un suo fallo compromise la carriera di Joao Paulo
La Sampdoria ha un nuovo presidente: si tratta di Marco Lanna. In seguito alle dimissioni di Massimo Ferrero, attualmente agli arresti domiciliari, l'ex calciatore blucerchiato è stato nominato presidente della società ligure.
Lanna, difensore della Samp tra la fine degli anni '80 e fine anni '90, sarà ricordato per sempre dai tifosi del Bari per un brutto fallo ai danni di João Paulo, che ne compromise la carriera. In quell'occasione l'attaccante brasiliano riportò la frattura di tibia e perone.
tuttobari.com

 

 

23.12.21 - Girone C - Il Bari vince in 10, il Monopoli risponde a Catania: +7. Tris Avellino, cadono Turris, Palermo e Catanzaro. Risultati e classifica
Diciannovesima giornata del girone C di Serie C aperta dai tre anticipi del primissimo pomeriggio.

Solo pareggio per il Foggia di Zeman nella sfida casalinga col Monterosi. Successo importantissimo allo scadere per l'ACr Messina che balza in classifica lasciando l'ultimo posto. Vittoria fondamentale anche per il Picerno che accumula punti e si affaccia in zona playoff.

Nella gara delle 15.30 successo senza repliche per l'Avellino che passa a Campobasso con un netto 3-0 portandosi momentaneamente a -6 dal Bari.

Nell'unica gara delle 18, il Palermo soccombe in nove uomini a Latina. Espulso all'undicesimo Buttaro, poi Carletti sigla il gol vittoria. Sempre nel primo tempo espulso il portiere Pelagotti. Notte fonda per i siciliani.

Nelle gare delle 21 prova di forza per il Bari che in 10 batte il Potenza dando un segnale forte al campionato. Di Antenucci e D'Errico le reti decisive. Risponde a distanza il Monopoli che vince a Catania e resta a -7. Colpo esterno per il Taranto vittorioso con la Turris. Cade il Catanzaro di Vivarini sconfitto a Francavilla.

PROGRAMMA

Mercoledì 22 dicembre ore 14:30

ACR Messina-Paganese 2-1

Foggia-Monterosi 1-1

Picerno-Vibonese 1-0

Ore 15

Campobasso-Avellino 0-3

Ore 18

Latina-Palermo 1-0

Ore 21

Bari-Potenza 2-0

Catania-Monopoli 0-2

Juve Stabia-F.Andria 1-1

Turris-Taranto 1-2

V.Francavilla-Catanzaro 2-1

CLASSIFICA

Bari 44

Monopoli 37

Avellino 35

Turris 33

Palermo 33

​V.Francavilla 33

Catanzaro 32

Taranto 30

Foggia 29 (4 punti di penalizzazione)

Picerno 29

Juve Stabia 26

Latina 25

Catania 24 (2 punti di penalizzazione)

Campobasso 21

Paganese 21

Monterosi 21

ACR Messina 17

F.Andria 16

Potenza 15

Vibonese 14
tuttobari.com



23.12.21 - Cheddira spacca il match, bene D'Errico. Ingenuo Scavone. Le pagelle dei biancorossi
Il Bari batte il Potenza grazie a due calci di rigore trasformati da Antenucci e D'Errico e conferma il proprio primato in classifica. Le reti biancorosse arrivano entrambe nella ripresa.

Di seguito le pagelle dei biancorossi:

FRATTALI 6 Mai seriamente impegnato. Spettatore non pagante;

PUCINO 6 Gara attenta. Tiene a bada il suo diretto avversario;

CELIENTO 6.5 Vince quasi tutti i duelli con le punte ospiti. Si conferma ad ottimi livelli;

GIGLIOTTI 6 Non sempre preciso palla al piede ma non commette sbavature in fase difensiva;

RICCI 6 Torna titolare dopo diverse giornate. Alterna giocate positive a qualche errorino di troppo;

MAITA 6 Meno brillante del solito ma sempre nel match. Dai suoi piedi nasce il rigore dell'1-0;

SCAVONE 5 Nota stonata della serata del San Nicola. La simulazione in area gli costa il rosso per doppio giallo;

D'ERRICO 7 Nella prima frazione va a sprazzi, cresce nella ripresa. Si procura il rigore e lo trasforma, raddoppiando;

BOTTA 6 Più vivace nella prima frazione, cala col passare dei minuti ed esce per far posto a Mallamo;

PAPONI 5.5 Sbaglia diversi appoggi, non la sua migliore serata. Esce nell'intervallo;

ANTENUCCI 6.5 Fa fatica a rendersi pericoloso ma quando viene chiamato in causa, in occasione del rigore, porta in vantaggio i suoi;

MALLAMO 6 Dà vivacità alla mediana;

BELLI sv

SIMERI sv

MIGNANI 6.5 Il suo Bari gioca un primo tempo opaco ma si accende nella ripresa, vincendo la partita nonostante l'inferiorità numerica. Indovina il cambio Paponi-Cheddira che porta i suoi frutti.
tuttobari.com

 

 

21.12.21 - Multiproprietà, Criscitiello: "Gravina dica cosa vuole fare del Bari"
Il tema della multiproprietà resta di estrema attualità nel panorama calcistico. La Salernitana preoccupa. E sul Bari, in divenire, si riflette. Michele Criscitiello, direttore di Sportitalia, ha spiegato nel suo editoriale per tuttomercatoweb: "Arrivare a dicembre e scoprire che nessuno ha fatto offerte vincolanti ed escludere un club dalla A fa ridere il Mondo. Non solo quello del calcio. Poi la Salernitana verrebbe cancellata dalla FIGC e dovrebbe ripartire dalla terza categoria. Capite che nulla ha un senso. Prima di aspettare i guai, allora, Gravina dovrebbe dirci cosa vuole fare del Bari visto che la cassa di famiglia è la stessa del Napoli. Sperando per i tifosi baresi che il problema si ponga tra due anni. La Salernitana non va cancellata. Tornerà in B per oggettivi demeriti tecnici e a quel punto si troverà una soluzione societaria".
tuttobari.com



21.12.21 - Polito ufficializza: "Lollo è sul mercato!" e il Palermo lo vuole
Lollo è sul mercato. A ufficializzare la pista in uscita è il diesse Polito. Nel corso di un'intervista a Mediagol.it, interpellato sull'accostamento del centrocampista ai rosanero, il dirigente ha spiegato: "La sua carriera non la scopro di certo io. Lui è un calciatore che ha una sua storia di assoluto livello e sicuramente è un elemento di qualità nel suo ruolo che potrà fare al caso del Palermo. Lui è uno dei pochi che sarà messo sul mercato. Lo era già dalla scorsa estate e ci è rimasto perché non è voluto andare in altre squadre di Serie C. Lo spazio comunque è oggettivamente poco, cercheremo di farlo partire e trovare una soluzione. Non ho ancora sentito Castagnini per trattare il centrocampista ex Empoli, almeno fino ad ora".
tuttobari.com

 

 

19.12.21 - Frattali: "Dominato su un campo difficile. Anche in 10 possiamo battere chiunque"
Pierluigi Frattali, protagonista del pareggio biancorosso a Palermo, ha parlato ai microfoni di Eleven Sports al termine della gara. Ecco le sue parole: "Siamo soddisfatti, abbiamo fatto grande partita ed abbiamo messo sotto il Palermo dall'inizio alla fine. Dominato su un campo difficile. Stiamo dimostrando di essere primi per meriti. Poi è successo l'episodio dell'espulsione di Terranova, che secondo me è abbastanza regalata. Ma va bene così, per me la porteremo a casa lo stesso. Ci sarà da correre ancora di più ma ho massima fiducia nei miei compagni, anche in 10 possiamo battere chiunque".
tuttobari.com

 
Copyright © 2022 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.