Tutto il CALCIOMERCATO del Bari!

 

Le operazioni di calciomercato condotte dall'SSC Bari (ex as Bari calcio, ex FC Bari 1908) sino a questo momento. Aggiornamenti continui su cessioni, acquisti, trasferimenti, calciomercato estivo ed invernale. Le ultime notizie sulla squadra dei galletti, statistiche, probabili formazioni, interviste a giocatori, allenatore e dirigenti.

 

CALCIOMERCATO BARI

 

bari fc 1908 facebook

 

20.03.19 - Brienza: "Orgoglioso di essere entrato nel cuore dei tifosi. Sto bene, vorrei continuare anche il prossimo anno"
Dopo i festeggiamenti per il suo compleanno con squadra e tifosi, Franco Brienza è intervenuto in conferenza stampa davanti ai cronisti: “Oggi devo solo ringraziare tutti, non mi aspettavo un’accoglienza del genere per questi 40 anni. Sono emozionato e orgoglioso di questo, significa che sono entrato nel cuore delle persone. Nella mia carriera ho avuto la fortuna di fare una certa gavetta prima di arrivare in A. Non me la sento di fare bilanci, ancora mi diverto e penso anno dopo anno. La passione mi spinge a fare questo lavoro. E’ uno dei più belli se si può definire un lavoro".

Proseguire il prossimo anno? "A differenza del recente passato mi sento molto bene fisicamente, posso dare ancora qualcosa sul rettangolo verde. Mi alleno con sacrificio e dò sempre il massimo per la causa. Se riesco a mantenere questa condizione fisica e mentale, credo che proseguirò la mia carriera".

Brienza è tornato sull'episodio del rigore fallito da Simeri: “Avevo la palla per calciare il rigore, poi Simone mi ha chiesto di tirarlo lui. In questo caso sono io il responsabile, magari era meglio se il penalty l’avessi sbagliato io. Lui in quel momento si sentiva di calciarlo. Per fortuna poi siamo riusciti a vincere”.

Il fantasista di Cantù ha fatto il punto dei suoi anni nel capoluogo: “A Vercelli il momento più brutto quando mi si è rotto il crociato posteriore. Ci stavamo giocando una posizione playoff per andare in A. Il più bello è stato l’entrare nel cuore della gente”.
tuttobari.com



20.03.19 - Ex ds Turris: "Bari ha avuto vita facile...
"Per il Bari è questione solo di matematica. Sulla sua strada ad eccezione della Turris e di qualche altra squadra, ha avuto vita facile, essendo troppo netto il divario con il resto delle avversarie. La Turris ha in pugno il secondo posto e deve arrivare tranquilla ai playoff - riporta tuttoturris.com - consapevole di essere più forte di tutte le altre che la seguono in classifica. I corallini, già così com’è, non sfigurerebbero nemmeno in Lega Pro". Questo il pensiero dell'ex direttore sportivo della Turris, Antonio Governucci.
tuttobari.com

 

 

18.03.19 - A.Matarrese: "Seguo sempre il Bari. Mi auguro torni presto ad alti livelli"
I Matarrese e il Bari. Una storia durata 37 anni, finita tristemente nel marzo 2014. Ne parla Antonio Matarrese ai microfoni del Quotidiano Italiano: "Il Bari fa parte della mia vita, di quella della mia famiglia e di mio fratello Vincenzo. E' una cosa che non si può dimenticare. E' stato brutto vederlo ripartire dalla serie D. Mi piangeva il cuore. Adesso il lutto è passato. Seguo tutte le partite del Bari, da telefono e dallo stadio visto che mi sono abbonato. Mi auguro che possa presto tornare ai vecchi fasti del passato per rappresentare degnamente dal punto di vista calcistico questa città".
tuttobari.com



18.03.19 - Il Bari vince ancora, Roccella show col Portici e vittorie per Turris e Marsala. Risultati e classifica
27° turno per il girone I di Serie D che si appresta ad entrare nel vivo del campionato.

Il Bari, in una partita dalle tante emozioni, ha vinto in casa per 3 a 1 col Castrovillari grazie alle reti di Hamlili, Liguori e Iadaresta. Successo importantissimo per il Roccella che batte per 3 a 1 il Portici regalandosi tre punti fondamentali per la complicata lotta salvezza. Pareggio, invece, nel derby di Messina. Nelle gare delle 15, invece, successo per la Turris in casa con l'Igea Virtus e vittoria fondamentale per il Marsala che nello scontro diretto con l'Acireale si prende il terzo posto.

Domenica 17 marzo ore 14:30

Bari-Castrovillari 3-1

Cittanovese-Locri 2-2

Messina-Città di Messina 0-0

Roccella-Portici 3-1

Domenica 17 marzo ore 15

Marsala-Acireale 1-0

Rotonda-Palmese 2-0

Sancataldese-Gela 1-3

Turris-Igea Virtus 2-0

Mercoledì 20 marzo ore 14:30

Troina-Nocerina

Bari 65; Turris 54; Marsala 43; Acireale 41; Portici, Gela 40; Cittanovese 38; Castrovillari 37; Palmese, Troina*, Nocerina* 36; Messina 32; Roccella 29; Città di Messina 28; Sancataldese, Locri 27; Rotonda 23; Igea Virtus 19.
tuttobari.com



18.03.19 - Liguori e Iadaresta ribaltano il Castrovillari. Rimandato Bianchi. Le pagelle dei biancorossi
Con non poche difficoltà, anche a causa di un arbitraggio discutibile, il Bari supera 3-1 il Castrovillari al San Nicola. Biancorossi in vantaggio con Hamlili, al quale risponde Puntoriere su penalty. Nella ripresa i biancorossi trovano il secondo gol con il neo-entrato Liguori. Chiude il match nei secondi finali Iadaresta.

Di seguito le pagelle:

MARFELLA 6 Intuisce il penalty ma non basta. Attento nella ripresa a sventare un’incornata ospite;

BIANCHI 5 Adattato ancora una volta sull’out destro, finisce per commettere diversi errori e regalare punizioni pericolose per il Castrovillari;

DI CESARE 6.5 Tiene a bada gli attaccanti avversari. Prezioso in area ospite: da un suo tiro-cross arriva il 2-1 di Liguori;

MATTERA 6 Non commette gravi sbavature. Ordinaria amministrazione per l’ex Benevento;

QUAGLIATA 6 Prova a pungere con le sue avanzate sulla sinistra. Scodella qualche palla interessante al centro dell’area di rigore;

BOLZONI 6 Partita dai due volti: impeccabile e lucido nella prima frazione, cala alla distanza nella ripresa;

HAMLILI 6.5 La sua prima rete stagionale è una perla di rara bellezza. Commette il più che dubbio fallo del rigore concesso alla formazione di Marra;

PIOVANELLO 6.5 Riesce sistematicamente a saltare l’uomo e ad offrire palloni invitanti per i compagni. Esce stremato nella seconda frazione;

BRIENZA 6.5 Anche quando viene dirottato a centrocampo risulta tra i più attivi. E’ l’ultimo dei suoi a mollare;

FLORIANO 6 Dà sempre l’impressione di poter pungere ma risulta poco efficace dalle parti di Galluzzo;

POZZEBON 5.5 Comincia bene, poi cala col passare dei minuti, venendo sovrastato dai centrali calabresi;

SIMERI 5.5 Si procura il tiro dal dischetto ma lo sciupa in malo modo con una ciabattata. Serve a Iadaresta il facile pallone del 3-1;

ALOISI 6 Offre maggiore spinta sulla corsia di destra rispetto a Bianchi;

NEGLIA 6 Dà il suo contributo a gara in corso ma non è lucido in area ospite;

LIGUORI 7 Il suo ingresso è devastante: dà una scossa all’attacco ed è bravo e furbo a trovarsi nel posto giusto al momento giusto;

IADARESTA 6.5 La sua presenza, a partita in corso, crea scompiglio in area ospite. Chiude l’incontro con un tap-in sotto porta;

CORNACCHINI 6.5 La mossa Bianchi non paga, come già capitato in altre occasioni. Intelligente a risistemare la squadra e vincere la gara grazie ai cambi.
tuttobari.com

 

 

 

17.03.19 - Bari, ecco le ultime otto gare. Infrasettimanale ad aprile
Domani pomeriggio andrà in scena il 27esimo turno di serie D, girone I. Il Bari affronterà il Castrovillari, formazione calabrese in lotta per un posto in zona playoff. Successivamente i biancorossi avranno tre gare in casa e quattro lontano dal San Nicola. Il match in trasferta con il Troina si giocherà giovedì 18 aprile nel turno infrasettimanale.

Di seguito il calendario degli ultimi otto turni:

Bari-Castrovillari, domenica 17 marzo ore 14,30

Palmese-Bari, domenica 24 marzo ore 14,30

Bari-Gela, domenica 31 marzo ore 15

Nocerina-Bari, domenica 7 aprile ore 15

Bari-Portici, domenica 14 aprile ore 15

Troina-Bari, giovedì 18 aprile ore 15

Bari-Rotonda, domenica 28 aprile ore 15

Roccella-Bari, domenica 5 maggio ore 15
tuttobari.com



17.03.19 - Cornacchini: "Piovanello ha recuperato e gioca. Futuro? La società..."
Il tecnico del Bari Giovanni Cornacchini è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Castrovillari. Queste le sue parole sulla possibilità di vincere il titolo di Campioni D'Italia della Serie D: "Ciò che conta è arrivare primi in campionato, ma noi proveremo ad arrivare fino in fondo in tutte le competizioni, anche alla Poule scudetto".

Spazio anche ad un commento sulle scelte in vista della gara di domani: "A parte Cacioli che è squalificato e Feola, gli altri sono a disposizione. Piovanello ha recuperato e gioca. Ci sono stati dei dubbi perché qualcuno si è allenato poco, sulla formazione devo ancora decidere. Leggevo che fuori casa loro hanno perso solo tre volte, quindi noi dovremmo essere in grado di incanalare meglio la sfida".

L'allenatore continua parlando del futuro: "Intanto devo portare a termine quest'annata nel miglior modo possibile ed ora devo pensare al Castrovillari, sono sereno. Poi la società farà le sue scelte":

Cornacchini parla anche di Brienza, che martedì compie quarant'anni: "Lui può fare la differenza, l'ho visto molto bene dal punto di vista fisico, ed è la cosa importante. Nonostante l'età si allena sempre con la voglia giusta, è un esempio per i giovani che talvolta non mettono sempre la stessa determinazione".

 Sui terzini: "Aloisi e Bianchi hanno fatto bene, quindi probabilmente giocheranno loro. Poi ho cinque cambi, se le cose non andranno per il verso giusto ho la possibilità di variare".

C'è tempo anche per un commento sulla stagione: "Mi è piaciuta la continuità di risultati e la determinazione nel volerla chiudere. Ora dobbiamo completare la situazione, il pericolo più grande siamo noi stessi".

Chiusura su Di Cesare: "Lui ed altri si stanno rendendo conto che anche in Serie D si lavora e serve condizione fisica, e da questo punto di vista sono dei professionisti. Mi è piaciuta la maglia rossa che indossava lui, perché è dei tempi di Bolchi e lui che ha una certa età giocava già allora".
tuttobari.com

 

 

15.03.19 - SSC Bari, presentate le nuove maglie: ecco i punti vendita e dove trovarle online. Costeranno...
Una bianca con calzoncini rossi e calzettoni bianchi, una rossa con calzoncini bianchi e calzettoni rossi, un completo blu con banda biancorossa verticale al centro. Questo l'identikit delle nuove maglie targate Kappa e presentate questa mattina dalla SSC Bari nel teatro Forma di via Fanelli, con Brienza, Di Cesare e Bolzoni a fare da modelli d'eccezione. Le divise saranno utilizzate dai calciatori biancorossi a partire dalla sfida di domenica prossima contro il Castrovillari e fino a fine stagione, con la ormai sempre più probabile poule scudetto di Serie D alle porte. Da domani partirà la vendita al prezzo di 69 euro nei punti vendita che indicherà la società, la quale già ha annunciato di aver scelto i negozi con possibilità di e-commerce per essere raggiungibile da tutti i tifosi, anche quelli che vivono fuori Bari.

Spazio alla classicità, con la maglia bianca, occhio al vintage con la maglia rossa con righe sottili verticali bianche per celebrare il mitico Bari di Bolchi targato anni '80, e uno sguardo europeo con questo blu chiaro che «Richiama la maglia del PSG», come ha detto il presidente Luigi De Laurentiis.

«Volevamo raccogliere idee che potessero aiutare l'aspetto commerciale ricostruendo le memorie dei tifosi, tornando indietro nel tempo grazie a quella maglia - continua il presidente. Negli anni ricostruiremo e raccoglieremo immagini del passato per riproporlo in chiave moderna così da ricordare la storia della squadra e non rinnegare la maglia. Le amo tutte e tre, sono un'ulteriore tappa di costruzione di un progetto in una piazza importante come Bari che non può mancare di nulla. Anche se siamo in corso di campionato dovevamo presentare la nuova maglia perché volevamo dare una percezione più adeguata alla città di Bari».
A poche partite dalla fine, si può tracciare un bilancio della prima stagione della nuova SSC Bari, con le dovute cautele. De Laurentiis: «Sarà importante ogni partita fino all'ultimo. Dobbiamo cercare di raccogliere più risultati utili possibili perché ogni campionato va onorato e si possono cercare record per la storia. Abbiamo dato un'accelerazione incredibile; all'inizio non avevamo neanche gli asciugamani. Finito il primo periodo abbiamo fatto partire il motore grazie alla parte dirigenziale, commerciale e della comunicazione. Abbiamo preso buoni giri: da subito l'allenatore ha trovato la quadra e man mano abbiamo fatto tappe importanti in questo percorso. I momenti di difficoltà fanno parte del gioco ed è positivo attraversare tutte le possibili fasi. L'importante è restare lucidi e affidarsi a un gruppo di giovani calciatori con la voglia di vincere per tornare a risultati importanti».

Classifica alla mano, è partito il conto alla rovescia per la promozione: «Sono scaramantico quindi preferisco non parlarne - prosegue De Laurentiis. Ci auguriamo che si possa matematicamente raggiungere la promozione con qualche giornata di anticipo. La nostra priorità totale resta questo campionato. Penso in avanti solo dal punto di vista logistico, ma fino a che non avremo la certezza sono concentrato su questa stagione, sui tifosi, sullo stadio e sulle operazioni che devono ancora performare fino a fine campionato».

In vista del salto in Serie C, invece, De Laurentiis aggiunge: «Stiamo pensando a una futura organizzazione più solida. Andremo a costruire un gruppo di risorse umane che si andranno ad aggiungere alla squadra già esistente, senza esagerare perché non ce n'è bisogno fin da subito. Allenatore? Con la direzione sportiva stiamo parlando di questo campionato e non abbiamo fatto la programmazione per il prossimo», conclude il presidente.

Dove acquistarle
A.S.F.+ P.    Veneto    VE
eracle    Puglia    BA
FAIR PLAY STORE SERAFINI ANTONELLA    Lazio    RM
FOOTBALL CLUB    Puglia    BA
FORTISSIMO SRL    Puglia    BA
I GEMELLI SPORT & FASHION di Saverio Conteduca    Puglia    BA
REGO' SPORT    Puglia    BA
RUGIADA    Lazio    RM
TIKITAKA di Santoro Daniele    Puglia    BT
VALERIO SPORT    Puglia    BA
ZAGARIA SPORT DI ZAGARIA ROSARIO NINO    Puglia    BA
bariviva.it

 

 

14.03.19 - ADL: "Calcio italiano in crisi. Troppi club a rischio fallimento. Col Bari in C rideremo"
A Salisburgo il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha annunciato il rinnovo del contratto del ds Giuntoli per i prossimi cinque anni. Il patron del club partenopeo si è intrattenuto con la stampa per trattare diversi argomenti.

Si è parlato non solo di mercato e dei piani futuri per il Napoli ma anche del progetto di una superlega tanto caro a De Laurentiis, che ha lanciato una frecciata nei confronti del sistema calcio nella Penisola. "Se dovessi rifondare il calcio italiano farei una Superlega con 12 squadre, come franchigie americane, diminuendo anche le squadre in C perché pure lì facciamo ridere. Col Bari in C rideremo perché già mi dicono che ci sono già tanti club a rischio fallimento che faranno iscrivere per far partire i campionati" la chiosa del presidente riportata da tuttonapoli.net.
tuttobari.com



14.03.19 - Cornacchini sì, Cornacchini no: dalla società nessun segnale...
Cornacchini sì o Cornacchini no? Il dibattito, nonostante la stagione non sia ancora conclusa, è entrato già nel vivo. Non son sfuggite agli occhi (e alle orecchie) di tifosi e addetti ai lavori le parole attendistiche della società, confermate anche ieri a precisa domanda rivolta al presidente De Laurentiis. Il tecnico non è, in questo momento, certo di esser confermato sulla panchina biancorossa il prossimo anno.

Ma quali sono i motivi dell'incertezza? Da mesi esiste un sentimento condiviso per cui il Bari potrebbe anche decidere di affidarsi ad un nuovo tecnico. Una guida dal curriculum più prestigioso, in grado di consegnare alla squadra un ulteriore salto di qualità in termini di carisma e appeal. L'imbarazzo però deriva dal fatto che Cornacchini sta stra-vincendo un campionato mai in discussione: un percorso non banale né scontato che, l'ex attaccante del Milan, ha costruito con ferocia e mente salda.

E' mancato il gioco, vero. Ed è proprio questo uno dei principali temi a supporto dello schieramento opposto alla conferma del tecnico. Vero è che Cornacchini ha motivato sempre, e con coerenza, la scelta: ricerca in tempi stretti delle punte, affidamento alle loro qualità, senza particolari strutture a supporto. Basterà in C? Nei giorni scorsi il tecnico ha peraltro rivendicato la sua appartenenza alla categoria, vissuta in effetti in più di una stagione, con risultati altalenanti (meglio i primi anni, negativi gli ultimi).

E allora la sensazione è che il dibattito rimarrà aperto fino a fine campionato, senza probabilmente grossi aggiornamenti (almeno ufficiali...) per non minare la serenità dell'ambiente. Il tempo del giudizio arriverà in estate. Cornacchini sì, Cornacchini no: il Bari formato Serie C è tutto da scrivere.
tuttobari.com

 

 

11.03.19 - Serie C più vicina, Turris rimontata ad Acireale: è +11. CLASSIFICA
Undici punti di vantaggio a otto gare dal termine del campionato. Manca soltanto la certezza aritmetica al Bari per poter festeggiare una promozione che ormai sembra praticamente conquistata. Il recupero tra Acireale e Turris termina 2-2, nonostante il doppio vantaggio dei campani maturato nel primo tempo con la doppietta di Addessi. Nella ripresa, arriva la reazione siciliana con le reti di Madonia (su rigore) e Savanarola. Con questo risultato, l'Acireale si assesta al terzo posto in solitaria, continuando il periodo magico che dura da diverse settimane.

CLASSIFICA: Bari 62; Turris 51; Acireale 41; Marsala, Portici 40; Castrovillari, Cittanovese, Gela 37; Palmese, Nocerina, Troina 36; Messina 31; Città di Messina, Sancataldese 27; Locri, Roccella 26; Rotonda 20; Igea Virtus 19.
tuttobari.com



11.03.19 - Brienza è leader. La prima promozione col Bari, l'ipotesi ritiro a fine anno
Franco Brienza, Ciccio per i tifosi, è ormai diventato un autentico idolo del Bari. Con la decisione fatta di scendere con il biancorosso fino all’inferno della serie D, è stato la bandiera più bella sventolata nello stadio San Nicola. Il trequartista, che tra nove giorni festeggerà i suoi 40 anni, ha deciso di entrare con prepotenza nella storia del Bari. La sua scelta di cuore, infatti, è stata molto apprezzata sia dalla società che dal popolo biancorosso. Quest’ultimo, dopo il già tragico fallimento estivo, non voleva assolutamente soffrire anche per l’addio dell’ultimo capitano del Bari. Pur sapendo che in D le sue qualità potessero risultare inespresse, volevano continuare ad osservare le sue magie in mezzo al campo.

Brienza è ripartito con il suo amato club, per la felicità di tutti. Quest’anno, più che con le giocate con la sfera, si è scoperto fondamentale per il contributo nello spogliatoio. Il canturino, con i suoi insegnamenti per i compagni, giovani e coetanei, ha trasmesso loro quel concetto di baresità, ben scoperto dall’ex Bologna nei due anni di serie B con la maglia del Bari. Nonostante la sconosciuta categoria attuale, in cui si gioca un calcio molto diverso da quello di latitudini più prestigiose, Brienza è sceso in campo in campionato per 17 partite. Ha realizzato anche due gol su rigore, nelle vittorie di Rotonda e Marsala, ed ha regalato quattro assist per i compagni.

Brienza sarà l’unico calciatore che potrà permettersi il lusso di essere aspettato alla fine della stagione dalla società. Appare ancora un rebus, infatti, il suo eventuale ritiro, che i tifosi del Bari non vogliono minimamente prendere in considerazione.
tuttobari.com

 

 

09.03.19 - Classifica dei presidenti di serie A più richi, ADL è al ...
ADL tra i 10 proprietari più ricchi dei club di Serie A. Fatturati e classifica
Chi è il proprietario più ricco della squadre di calcio della nostra serie A? In un recente focus realizzato da 90min.com, sono stati svelati i nomi dei Paperoni della massima serie italiana. Tra questi, non poteva mancare Aurelio De Laurentiis, patron del Napoli e, dallo scorsa estate, anche del Bari.

Il numero uno partenopeo è decimo dietro colleghi apparentemente insospettabili ma che, fatturati alla mano, hanno delle enormi potenzialità  finanziarie: "Al decimo posto troviamo Aurelio De Laurentiis: il patron del Napoli chiude questa classifica con un fatturato di poco inferiore ai 300 milioni di euro. Il numero del club partenopeo è fondatore della Filmauro, azienda che opera nel settore della produzione e della distribuzione cinematografica" si legge sul portale prima citato.

Ecco la classifica completa 10 proprietari più ricchi dei club di Serie A:

1. John Elkann - Juventus (circa 140 miliardi di fatturato)

2. Jindong Zhang - Inter (circa 40 miliardi di fatturato)

3. Joey Saputo - Bologna (circa 4,7 miliardi di fatturato)

4. Paul Singer - Milan (circa 3 miliardi di fatturato)

5. Giorgio Squinzi - Sassuolo (circa 2,6 miliardi di fatturato)

6. Diego Della Valle - Fiorentina (circa 1 miliardo di fatturato)

7. Enrico Preziosi - Genoa (circa 900 milioni di fatturato)

8. Antonio Percassi - Atalanta (circa 800 milioni di fatturato)

9. Tommaso Giulini - Cagliari (circa 300 milioni di fatturato)

10. Aurelio De Laurentiis - Napoli (circa 280 milioni di fatturato)
tuttobari.com



09.03.19 - Marfella, elogi e critiche: è il portiere meno battuto
Davide Marfella resta il portiere meno battuto della D. Fra alti e bassi, fra elogi e qualche critica, il numero uno di origini campane sta trovando un ruolo da protagonista a Bari, confermandosi uno specialista della categoria che ha già vinto nella passata stagione. Non era facile. Il salto in una grande piazza poteva insidiare le giovani certezze del portiere che, invece, sta portando a termine una stagione che, a livello di titolarità, non la ha mai visto in discussione.

Uno alla Peruzzi. Lo descrivono così addetti ai lavori e persone a lui vicine. Non un gigante, ma un portiere esplosivo. Probabilmente l'età consentirà a Marfella di limare qualche difetto di forma evidenziato in questa stagione: non di rado la tiratina d'orecchie è arrivata sui calci da fermo e sulle uscite. Un motivo in più per combattere e allenarsi duramente: Marfella, a cui la personalità non manca, lavora sodo per migliorarsi. Solo così il sogno di proseguire la marcia in serie più prestigiose diventerà realtà. Difficilmente nell'amata Napoli, dove le porte dovrebbero restare ancora chiuse. Più facile a Bari, dove Marfella vuol dimostrare di meritare la conferma.
tuttobari.com

 

 

06.03.19 - Verso la C: chi resta e chi va. Focus sui reparti e sui rinforzi necessari...
Il Bari, passo dopo passo, si sta avvicinando sempre di più al traguardo della promozione in Serie C. Questo obiettivo, una volta raggiunto, comporterà per la proprietà dei De Laurentiis un’analisi attenta e dettagliata della rosa biancorossa. Molti, infatti, saranno i paletti da rispettare il prossimo anno per la composizione delle liste ufficiali da consegnare alla Lega. Salvo modifiche, i limiti da rispettare per i 22 calciatori saranno: massimo 14 calciatori over, 1 calciatore bandiera, 1 giocatore del settore giovanile, mentre i rimanenti posti della lista potranno essere occupati da calciatori nati successivamente al 1 gennaio 1997 (classe di età 1997 e 1998). I calciatori nati successivamente al 1 gennaio 1999 potranno essere utilizzati senza limitazioni nel numero.

Dando un’occhiata all’attuale squadra del Bari, proviamo a scoprire i reparti in cui il Bari sembrerebbe coperto e quali invece necessiterebbero di qualche rinforzo.

PORTIERI - Il Bari, in questo reparto, potrebbe usufruire di un rinnovo del prestito per l’attuale portiere titolare, Marfella. Inoltre, essendo un ’99, anche in serie C verrebbe ancora considerato un under. Tenendo però presente la maggiore difficoltà del campionato, pare assai rischioso affidare la porta del Bari solamente al giovane napoletano. Marfella, quindi, potrebbe essere affiancato da un portiere-chioccia con più esperienza. Rebus invece per Bellussi, che in questo modo potrebbe restare come secondo/terzo portiere.

DIFENSORI - Tra i difensori centrali, sicuri di un posto sono Di Cesare e Mattera, che solo qualche anno fa hanno disputato da titolari la serie C. Per Cacioli, invece, meno chance di permanenza. Complice l’età e le non sempre impeccabili prestazioni, potrebbe essere rimpiazzato da almeno altri due difensori centrali. Sul fronte terzini il Bari è abbastanza coperto, anche se peccherebbe in esperienza. A destra potrebbe essere confermato Aloisi (in bilico Turi). A sinistra, anche Quagliata e Nannini sperano in una permanenza. Da capire le intenzioni del Bari, se vorrà continuare a dar fiducia ai giovani under sulle fasce come quest'anno o se affiancarli a terzini più esperti. Non è escluso il mix.

CENTROCAMPISTI - E’ senza dubbio il reparto più povero numericamente. Confermatissimi in mediana Hamlili e Bolzoni, qualunque sia il modulo di riferimento scelto per il prossimo anno. Resta in dubbio Feola, che però l’anno prossimo potrebbe godere di più spazio. Ampie chance per Langella e Piovanello, che potrebbero essere richiesti ancora in prestito o riscattati dal Bari. Qui i rinforzi, al netto delle conferme, potrebbero essere almeno tre. Obiettivi degli uomini di mercato biancorossi potrebbero essere un regista (figura oggi mancante) e due mezzali.

ATTACCANTI - Il reparto offensivo è oggi il più completo e coperto. Sicuri di una permanenza sono i bomber Simeri, Floriano e Neglia. In dubbio sia Pozzebon che Iadaresta, che potrebbero essere tagliati fuori dalla regola degli over. Al posto di uno di loro, potrebbe essere ingaggiato un attaccante di categoria, per dar manforte, in termini di reti, a Simeri. Dubbi anche per il rinnovo del prestito di Liguori. Menzione a parte per Ciccio Brienza. Il capitano, come riferito nelle sue ultime dichiarazioni, deciderà all’ultimo se continuare a giocare o ritirarsi.
tuttobari.com

 

 

 

03.03.19 - Successo per il Bari, poker del Marsala. Risultati e classifica
Turno numero 26 per il girone I di Serie D che ha visto impegnate tutte le squadre eccezion fatta per Acireale e Turris.

Ancora una vittoria per il Bari che col successo sul Città di Messina per 3 a 1 porta a 12 punti il vantaggio dalla Turris. Vittorie per Marsala e Portici rispettivamente con Locri e Rotonda: le due compagini, ora, sono ancor di più in zona playoff accorciando quest’ultima e rendendola avvincente. Successo esterno per il Troina che allontana, forse definitivamente, lo spettro playout.

Sabato 2 marzo

Castrovillari-Cittanovese 3-2

Domenica 3 marzo ore 14:30

Palmese-Sancataldese 1-0

Portici-Rotonda 1-0

Città di Messina-Bari 1-3

Igea Virtus-Troina 0-1

Locri-Marsala 1-4

Domenica 3 marzo ore 15

Gela-Messina 0-1

Nocerina-Roccella 2-0

Classifica

Bari 59; Turris 50*; Marsala, Acireale *, Portici 40; Gela, Cittanovese, Castrovillari 37; Palmese, Troina, Nocerina 36; Messina 31, Sancataldese, Città di Messina 27; Locri, Roccella* 26; Rotonda 20; Igea Virtus 19.
tuttobari.com



03.03.19 - Da Messina: il Bari è molto più forte! Ecco cosa dice il Mr messinese
Non è andata nel migliorare dei modi la prima partita sulla panchina del Città di Messina per Franco Viola: Il tecnico dei siciliano, arrivato in settimana al posto di Furnari, ha così analizzato la sconfitta contro il Bari ai microfoni di Antenna Sud: "Il risultato parla chiaro, il Bari è molto più forte di noi. Non è stato il sistema di gioco a fare la differenza ma i singoli del Bari che hanno giocate importanti. L'autogol ci ha tagliato le gambe ma non è un dettaglio che ha fatto la differenza, il Bari ha meritato. Si è vista la differenza nei contrasti, ne abbiamo persi troppi. Forse non era questa la gara per portare a casa punti salvezza. Ci abbiamo provato. Adesso bisogna rimboccarci le macchine".
tuttobari.com



03.03.19 - Hamlili domina la mediana, Floriano incanta. Ingenuo Cacioli. Le pagelle dei biancorossi
Il Bari fa un ulteriore passo verso la serie C, espugnando il Despar Stadium di Messina per tre reti a uno. Nella prima frazione i biancorossi trovano il vantaggio con la perla del solito Floriano. Nella ripresa l'autorete di Fragapane e la terza marcatura di Neglia spianano la strada ai biancorossi. A venti minuti dalla fine Galesio, su rigore, riduce il passivo per il Città di Messina.

Di seguito le pagelle:

MARFELLA 6 Fatta eccezione per qualche brivido sulle palle alte, non arrivano pericoli importanti dalle sue parti;

BIANCHI 6 Nuovamente schierato sull'out destro, spinge poco ma tiene a bada il suo diretto avversario;

DI CESARE 6.5 La solita sicurezza. Non si fa mai scavalcare dagli attaccanti siciliani;

CACIOLI 5.5 Prestazione positiva fino a quando non decide, come già capitato in altre occasioni, di regalare il rigore alla squadra di casa. Ammonito, salterà la sfida con il Castrovillari;

QUAGLIATA 6.5 Svolge al meglio le due fasi. E l'intesa con Floriano cresce di partita in partita;

BOLZONI 6.5 In netta ripresa rispetto alle ultime settimane. Cattura diversi palloni sporchi a centrocampo;

HAMLILI 7 Domina soprattutto in fase di interdizione e avvia le principali azioni da gol del Bari;

PIOVANELLO 6 Fa il suo senza brillare particolarmente. Poco preciso in fase di finalizzazione;

FLORIANO 7.5 Conferma di essere fondamentale per questo Bari. Dodicesima perla stagionale per l'ex Foggia ed un'altra prestazione maiuscola;

NEGLIA 7 Schierato al posto di Brienza, non fa sentire l'assenza del capitano. Chiude i giochi con un preciso piattone;

SIMERI 6.5 Non segna ma lavora tantissimo per la squadra. Dai suoi piedi nascono l'autorete di Fragapane e il terzo gol di Neglia;

IADARESTA sv

NANNINI sv

POZZEBON sv

CORNACCHINI 6.5 La sua squadra disputa a Messina uno dei migliori primi tempi dell'annata, vince ancora una volta in Sicilia e mette una seria ipoteca sulla vittoria del girone I
tuttobari.com

 

 

02.03.19 - Dg Turris a muso duro: "Bari penalizzato? Deve solo ringraziare"
Rosario Primicile non ci sta. Il dg della Turris ha così replicato al Bari dopo le lamentele mosse dalla società biancorossa circa alcuni torti arbitrali subiti in questa stagione: “Assurdo e grave che il Bari si lamenti, quando ha un vantaggio di 9 punti sulla seconda in classifica. Altro che lamentarsi, a mio parere deve dire solo grazie alla Lega per essere stata inserita nel girone I, cosa mai accaduta finora con una squadra pugliese. Cosa dovrebbero dire allora Rotonda e Marsala, che proprio contro i pugliesi sono state penalizzate da rigori inesistenti? Con questo atteggiamento il Bari sta mancando di rispetto a tutte le altre squadre del girone, ognuna delle quali secondo le proprie possibilità fa ingenti sacrifici per raggiungere i rispettivi obiettivi. Forse aveva la presunzione di vincere il torneo già a febbraio, ma la promozione non è in pericolo. Deve solo pazientare qualche settimana in più…”.    

Primicile ha poi precisato: “Ho sentito che a Bari hanno da ridire anche sul gol che subirono contro di noi a Torre. Allucinante, dato che nell’azione in questione Marfella interviene nettamente in ritardo su Vacca. Se Riccio non avesse segnato, sarebbe stato comunque rigore netto per noi, così come confermato anche dallo stesso arbitro in campo. Ad ogni modo, se c’è una squadra in diritto di lamentarsi e di presentare dossier per le sviste arbitrali, quella è proprio la Turris. Le immagini parlano chiaro. In tanti episodi siamo stati penalizzati, su tutti ci manca un penalty plateale contro Messina e Marsala, un gol annullato ingiustamente a Nocera. Errori che ci sono costati carissimo, dato che senza quelli ora ce la staremmo giocando punto a punto proprio contro il Bari”.
tuttobari.com

 

 

01.03.19 - Malagò: "Euro 2028? Al S. Nicola serve rinnovamento"
Il presidente del Coni è d'accordo con Gianni Infantino riguardo l'inadeguadetezza degli stadi italiani. Giovanni Malagò, intercettato da tuttomercatoweb.com, ha così evidenziato questa necessità in relazione alla possibile candidatura per Euro 2028: "Il presidente Infantino, che ho visto a Roma in questi giorni, ha perfettamente ragione. Da cinque anni batto sempre su questo tasto: non si possono impostare progetti sportivi di livello senza impianti all'altezza. Il caso eclatante è quello del calcio: noi abbiamo 4-5 eccezioni, Torino, Reggio Emilia, Udinese e Roma, nella nostra generazione di stadi, il resto sono datati. La strada è quella di candidarsi, non ne vedo altre, per l'Europeo del 2028. Verona, Milano, Bologna, Napoli, Bari, Cagliari sono tutti posti dove sembra indispensabile un rinnovamento degli impianti".
tuttobari.com



01.03.19 - Attento Bari: nel Città di Messina c'è Galesio, il cognato d'arte...
Sei reti in ventiquattro presenze è lo score di Luis Galesio in campionato: l'attaccante argentino del Città di Messina rappresenta una delle minacce più importanti che dovrà fronteggiare la difesa biancorossa nel prossimo turno. Inoltre, le caratteristiche di bomber sembrano essere una questione di famiglia: Galesio, infatti, non è altro che l'attuale cognato di Mauro Icardi. E' fidanzato con la sorella del centravanti nerazzurro, Ivana, recentemente balzata alle cronache per i continui litigi con Wanda Nara, accusata di aver plagiato il fratello.
tuttobari.com

 

 

28.02.19 - Pres. Nocerina: "Il Bari? Servirà stadio più capiente"
La sede della sfida tra Nocerina e Bari, in programma il prossimo 7 Aprile, verrà definita nelle prossime settimane. A spiegarlo è Paolo Maiorino ai microfoni di tuttonocerina.com. Il presidente dei rossoneri ha così evidenziato il problema relativo alla capienza dello stadio Angri, nuova sede della squadra, in caso di nullaosta ai supporter biancorossi: "Ad Angri, abbiamo trovato una grande accoglienza, abbiamo il campo appena omologato per partite ed allenamenti, farà eccezione probabilmente solo la partita con il Bari, ci vorrà un impianto più capiente se si giocherà anche alla presenza di tifosi ospiti“.
tuttobari.com



28.02.19 - SSC Bari, trasferta a Messina vietata ai tifosi biancorossi: chiuso il settore ospiti
Il Bari giocherà domenica a Messina contro il Città di Messina senza il sostegno dei propri tifosi: dopo i disordini registrati all’imbarcadero del porto siciliano nei mesi scorsi per le trasferte sull’Isola il prefetto di Messina ha emesso divieto di vendita dei tagliandi ai residenti in Puglia e la chiusura del settore ospiti. Intanto la squadra di Cornacchini prosegue la preparazione: oggi pomeriggio è tornato in gruppo il difensore Mattera, acciaccato per una influenza nei giorni scorsi.
telebari.it

 

 

26.02.19 - Auriemma: ADL lascerà il Napoli e ...
Il noto giornalista napoletano, Raffaele Auriemma, ha parlato a ‘Si Gonfia la Rete’, trasmissione in onda su Radio Marte. Auriemma appare sicuro sulle future scelte societarie di Aurelio De Laurentiis, sempre più contestato dai tifosi azzurri. Con queste parole, prova ad anticipare la mossa del presidente: “Credo che De Laurentiis lasci il Napoli nelle mani di Ancelotti, Giuntoli, del figlio Edoardo e dell’a.d. Chiavelli. Non so quando, ma credo che si allontanerà da Napoli. Vuole tornare nel cinema americano. Un segno fondamentale è Carlo Ancelotti che ogni due per tre va a Londra. Da quel che so va a cercare persone che intendano investire nel Napoli", riporta spazionapoli.
tuttobari.com

 

 

25.02.19 - Fabiano Mr della Turris: la Cittanovese più forte del Bari, Bari che non ci ha mai messo in difficoltà!
Mister Fabiano commenta la pesantissima vittoria della Turris nello scontro playoff di Cittanova, che permette ai corallini di blindare il secondo posto: “La Cittanovese è stata la squadra che ci ha dato più filo da torcere in questo campionato. Avversario rivelatosi per noi più duro anche del Bari, con tutto il rispetto per i puglesi, che tra andata e ritorno non ci hai mai messo in difficoltà. La gara di oggi è stata di grante intensità da ambo le parti. Nel primo tempo abbiamo sofferto un po’, mentre nella ripresa abbiamo collezionato tre occasioni importanti contro una sola tra le fila locali, meritando a mio avviso di portare a casa i tre punti. A Messina avevamo fatto una brutta figura, ma nelle gare successive la squadra ha dato risposte importanti, dimostrando anche oggi la sua forza al netto di assenze importanti come quelle di Longo, Cunzi e Varchetta”.

Sull’impatto decisivo di Guarracino: “Fabrizio è un giocatore che si mette sempre a disposizione. Aveva dato tanto col Bari, mentre aveva sofferto in altre situazioni. Meritava però questo gol, anche perché non è facile entrare dalla panchina ed essere decisivo”.     
tuttoturris.com



25.02.19 - L'Acireale, esultanza negli spogliatoi
L'Acireale esulta per il pareggio al San Nicola, che ha il sapore di vittoria. I ragazzi granata, a fine partita, si sono fatti immortalare nello spogliatoio. Ecco la foto divulgata dal profilo Facebook del club siciliano: in bella vista, naturalmente, la lavagna luminosa, con su impresso il risultato di
tuttobari.com



25.02.19 - Bari dai due volti, decisivi i cambi. Episodi dubbi: ma quale sudditanza!
Il pareggio ottenuto contro l'Acireale non ha di certo frenato le ambizioni di un Bari sempre in testa alla classifica, che lo vede stabilmente al comando con ben nove lunghezze sulla Turris.

Onore al merito. Prima di analizzare al dettaglio la prestazione offerta dai padroni di casa, è quantomeno doveroso sottolineare l'ottima gara disputata dai siciliani, che al 'San Nicola' hanno confermato quanto di buono fatto negli ultimi due mesi. Per nulla intimoriti dal blasone nemico, l'Acireale è scesa in campo sicura, ordinata e con le idee ben chiare su quello che sarebbe dovuto essere il suo atteggiamento, positivo e propositivo soprattutto nella prima mezz'ora. Il gol del momentaneo vantaggio, arrivato al 20', ha di fatto suggellato una prova sin a quel momento all'altezza delle aspettative.

Sopraffatto dall'avversario, il Bari è riuscito solo nella ripresa ad alzare i giri di un motore che, nei primi 45', ha viaggiato parecchio a folle, con la capolista apparsa molle, prevedibile, a tratti svogliata. Un approccio alla partita tutt'altro che rabbioso, come successo spesso in questo campionato. Presa la sberla, i biancorossi sono tornati in campo più decisi. A fare però la differenza sono stati gli ingressi in campo di Simeri e soprattutto Iadaresta, autore della rete che ha permesso ai ragazzi di mister Cornacchini di mantenere inalterata l'imbattibilità casalinga.

A fine match non sono mancati i mugugni. Non tanto per il risultato di parità, quanto per la prova offerta dal Bari nei primi 50 minuti di partita in cui, complici anche le non perfette condizioni di Floriano e la prestazione sottotono di uno spento Pozzebon, i biancorossi non sono mai riusciti a rendersi pericolosi.

Ma quale sudditanza. Mai come questa volta, ad incidere sull'andamento (e sul risultato) del match è stata anche la conduzione arbitrale, con il Bari che più di una volta ha recriminato per falli da rigore non concessi. Ed in un paio di occasioni, le proteste dei padroni di casa sono sembrate più che legittime e condivisibili. Questo in barba a chi, nel recente passato, si è permesso di accusare le varie terne arbitrati di soffrire psicologicamente  i biancorossi, che al contrario hanno patito più di una volta alcune discutibili decisione dei direttori di gara. Come contro l'Acireale.
tuttobari.com

 

 

24.02.19 - Iadaresta salva il Bari. Simeri, errore che costa caro. Floriano non si accende. Le pagelle
Primo pareggio casalingo nel 2019 per il Bari che non va oltre l’1-1 contro l’Acireale. Nella prima frazione i biancorossi sono risultati poco brillanti e gli ospiti ne hanno approfittato con la marcatura di Manfrè. Ripresa d’assalto dei padroni di casa che hanno trovato il pari grazie al neo entrato Iadaresta. Sono 9 ora le lunghezze di vantaggio sulla Turris, oggi vincente 1-0 sul campo della Cittanovese.

Di seguito le pagelle:

MARFELLA 6 Incolpevole sul vantaggio ospite. Per il resto, ordinaria amministrazione;

BIANCHI 5.5 Nella mezz’ora di gioco in cui è campo, non sembra essere particolarmente in giornata;

DI CESARE 6 Tiene a bada le punte ospiti. Non disdegna avanzate nella metà campo avversaria;

MATTERA 6 Vedi Di Cesare. Attento sugli attaccanti siciliani, spesso tenta la giocata del lancio sull’esterno;

QUAGLIATA 6 Ottima prestazione in fase di spinta ma dal suo lato arriva il gol di Manfrè;

BOLZONI 5.5 Alterna giocate utili ad altre meno brillanti. Esce anzitempo dal rettangolo verde;

HAMLILI 5.5 Recupera tanti palloni ma è poco lucido quando deve imbastire la manovra;

PIOVANELLO 6 Nella ripresa si accende e serve a Simeri un pallone che deve solo depositare in rete;

BRIENZA 6 Nei primi 45 minuti non risulta particolarmente brillante. Nella ripresa serve un assist al bacio per Iadaresta ma nel finale si fa espellere per doppio giallo;

FLORIANO 5 Stranamente non in giornata. Tanti errori nella scelta del passaggio e quasi mai in grado di saltare l’uomo. Leggero nella marcatura su Manfrè in occasione dello 0-1;

POZZEBON 5 Si divora la rete del pareggio. Per il resto 45 minuti in ombra;

ALOISI 6 Entra nel corso della prima frazione. Svolge i propri compiti di spinta e di copertura in modo sufficiente;

SIMERI 5 Entra ad inizio di seconda frazione, vivacizzando il reparto avanzato. Imperdonabile l’errore a pochi centimetri dalla porta che avrebbe regalato al Bari il meritato vantaggio;

IADARESTA 7 Ingresso devastante. Evita il terzo ko stagionale con una splendida incornata, imprendibile per Biondi. Sfiora il 2-1, sempre di testa;

NEGLIA sv

NANNINI sv

CORNACCHINI 6 Il suo Bari è sfortunato nella ripresa e complessivamente avrebbe meritato i tre punti. Pesa e non poco il primo tempo blando in cui i galletti non sono riusciti quasi mai a rendersi pericolosi. Indovina il cambio Bolzoni-Iadaresta che permette di agguantare il pari.
tuttobari.com



24.02.19 - Bari-Acireale, il dato spettatori
Il Bari non ha trovato il successo nella sfida casalinga con l'Acireale, ma il pubblico ha risposto ancora una volta presente. Se Brienza e compagni non sono andati oltre l'uno ad uno, il tifo barese ha risposto alla chiamata: sono stati 1797, infatti, gli spettatori paganti, al quale va aggiunto il numero degli abbonati.
tuttobari.com

 

 

24.02.19 - Cornacchini: "Le critiche? Massacrano anche Allegri. Forse Bari si aspettava un allenatore con blasone. Mi ricordo ad agosto..."
Nel corso della conferenza stampa andata in scena oggi, Cornacchini ha analizzato la sua esperienza in biancorosso e il possibile futuro... "Vincere a Bari è troppo bello. Al futuro non ci penso assolutamente. Non è una decisione mia. Alleno questa squadra da qualche mese, mi sento partecipe di quello che stiamo facendo. La realtà è che il merito in assoluto va alla società: se non sei protetto si fa fatica, e poi ci sono i calciatori che determinano. La differenza la fanno i calciatori. L'allenatore deve fare meno danni possibili. Le critiche? Fan parte di tutto. Stanno massacrando Allegri che ha vinto l'impossibile. Se la società deciderà di tenermi sarò contento, non mi creo problemi se il tifoso o il giornalista dice che non posso allenare in C. Bari è una città che ha visto calcio importante e probabilmente vive ancora di ricordi: se non c'era De Laurentiis qualche difficoltà poteva esserci, ancora non ci si rende conto dell'importanza di questa società. Probabilmente si aspettavano un allenatore di blasone, io non ci posso fare niente, cerco di dare quel che posso, i risultati parleranno e sono molto sereno. Qualche difficoltà c'è stata e c'è tuttora: devi vincere assolutamente e convincere, non è sempre facile. Però bisogna lavorare in continuazione e migliorarsi, sia personalmente che a livello di gruppo. Mi ricordo che siam partiti ad agosto a Roma che venivano calciatori uno dietro l'altro, cercare di far convivere tutti i calciatori non è semplice, non li conosci personalmente a parte due o tre. Loro ti giudicano immediatamente, è piacevole, è un lavoro che mi sta dando soddisfazioni".
tuttobari.com



24.02.19 - SSC Bari: Iniziativa Gran Finale, hanno aderito in ...
"Già in 500 hanno aderito all’iniziativa Gran finale lanciata dal Bari per permettere ai tifosi di seguire le ultime gare interne a prezzi scontati. La prima domani con l’Acireale (alle 14,30)". Repubblica aggiorna sull'affluenza al San Nicola e sulla reazione dei tifosi alle ultime iniziative della società.
tuttobari.com

 

 

23.02.19 - Da Napoli: "ADL vuole il Bari in A, ci prende in giro"
L'ex capo della curva B del Napoli Gennaro Montuori, intervenuto ai microfoni di Tele A, ha attaccato duramente il presidente del Bari e della squadra partenopea Aurelio De Laurentis. Queste le sue parole, riprese da Areanapoli.it: "Il presidente del Napoli ci sta prendendo in giro. Dice che vuole portare il Bari in Serie A. Io non capisco: non è il figlio a guidare la compagine pugliese? De Laurentiis deve cambiare atteggiamento...".
tuttobari.com



23.02.19 - Lo strano caso di De Luca: dal Cluj alla serie...
E' già finita l'avventura di Giuseppe De Luca nella formazione rumena del Cluj. L'ex punta biancorossa, si legge su tuttomercatoweb.com, dopo il mancato passaggio all'Ascoli nel mercato invernale, è rientrato alla Virtus Entella, formazione di serie C e si allenerà con il gruppo di Boscaglia. La zanzara sarà così disponibile per dare una mano ai biancocelesti nella corsa alla serie B.
tuttobari.com

 

 

22.02.19 - Cornacchini, resta o va via? Al momento...
Il Bari nelle ultime due partite ha ritrovato la confidenza con le vittorie. Contro Marsala e Locri sono arrivati sei punti, che hanno ridato il sorriso ai ragazzi di Cornacchini e hanno fatto tirare un bel sospiro di sollievo proprio al mister biancorosso. Chiariamo, la sua panchina non è mai stata in bilico. Ma le due sconfitte, arrivate nel giro di tre settimane, hanno sicuramente creato più di qualche grattacapo al “Condor”. I tifosi, del resto, si erano ben abituati all’imbattibilità, durata ininterrottamente per 19 giornate di campionato. Non un record, ma poco ci manca, anche se “solo” in serie D.

Per Cornacchini, il peggio pare essere passato. Durante il periodo no del Bari, ha dovuto affrontare molte critiche. Piovute soprattutto per il rendimento non sempre all’altezza della squadra in trasferta, con prove a tratti opache e senza mordente. Nella sconfitta arrivata in casa della Turris, si è quasi rischiato di riaprire un campionato ampiamente chiuso con tanti punti di vantaggio, e di ridare entusiasmo alla squadra campana.

Nella giornata successiva, tutto è girato per il verso giusto. Con il Bari che è tornato trionfante, con una prova di sostanza e cuore contro il Marsala, e il contemporaneo brusco stop della Turris in casa del Messina, terminato con il risultato roboante ed in rimonta per 5-2. Forse, proprio in questa giornata si è deciso il campionato. Con la porta che dà accesso al primo posto, richiusa a tripla mandata dal Bari. Merito anche del mister, che è riuscito a ridare stimoli e serenità alla squadra.

Cornacchini, però, non è ancora riuscito ad esprimere quel gioco bello e veloce richiesto a gran voce dai tifosi, che non vedono l’ora di riassaporare calcio professionistico. Una volta chiuso anche aritmeticamente il campionato, magari il mister potrebbe tentare di regalare anche questa gioia al pubblico barese, che da sempre possiede un palato fine. Ma, onestamente, è difficile chiedere di più al mister. Scelto dalla proprietà proprio per la sua grande esperienza e pragmatismo, molto adatto per questa categoria. Doveva traghettare il Bari in serie C, senza possibilmente creare sussulti e spaventi, sta per raggiungere l’obiettivo richiesto. Non gli si è mai domandato bel gioco, ma semplicemente risultati. Fondamentali e mai facili da raggiungere, in qualsiasi categoria.

Ecco perché il discorso allenatore per l’anno prossimo potrebbe rimanere aperto. Spetterà alla società l’arduo compito della risoluzione del dilemma: decidere se continuare a puntare su Cornacchini e supportarlo fino in fondo (dato che il grande salto in serie C non è mai riuscito a compierlo definitivamente) o se trovare un nuovo allenatore, con il quale, magari, aprire un ciclo più a lungo termine.
tuttobari.com



22.02.19 - Balata: "No a nuovi casi Bari. Nel 2020 B a 18 club"
"Non si devono più ripetere i casi della scorsa estate che hanno portato all’esclusione di tre piazze importanti come Bari, Cesena e Avellino. Per questo stiamo monitorando con attenzione l’evolversi del caso Palermo pronti a intervenire in mancanza di soluzioni chiare. Il campionato, dopo 17 anni, tornerà al formato originario a 20 squadre e se ci saranno posti vacanti andranno a società cadette retrocesse per scorrimento della classifica. E dal 20-21 arriveremo al format a 18 che i nostri club hanno votato all’unanimità". Queste le parole del presidente della Lega B, Maurizio Balata.
tuttobari.com

 

 

21.02.19 - Mini abbonamenti e ultime partite al 40% per...
Sei un abbonato SSC Bari?
Ottieni subito 2 coupon per l'acquisto di mini-abbonamenti scontati del 50% e 2 buoni sconto per l'acquisto di biglietti scontati del 40% per le ultime 5 partite casalinghe dei galletti. Regala il Bari a prezzo agevolato ad amici e parenti!
Sei titolare di SSC Bari Fan Card?

Ottieni subito 2 buoni sconto del 40% per te e per i tuoi amici e parenti per acquistare i biglietti delle prossime partite casalinghe dei galletti.
sscalciobari.it



21.02.19 - Bari forza otto. Promozione blindata
"Bari forza otto. La squadra di Cornacchini conquista l’ottavo successo esterno, il diciottesimo stagionale, lanciando un altro significativo segnale al campionato. Con 11 punti di vantaggio sulla Turris la promozione è praticamente blindata". Il Corriere dello Sport celebra la marcia del Bari, ad un passo dal traguardo.
tuttobari.com

 

 

20.02.19 - Tifoso caduto a Locri: è in viaggio verso Bari
Aggiornamenti su Nicola, il supporter barese caduto dagli spalti a Locri. La società informa che il tifoso, che da domenica era sotto osservazione in ospedale a Reggio Calabria, dopo due risonanze di controllo che hanno confermato la frattura cervicale, sta rientrando a Bari in ambulanza.
tuttobari.com



20.02.19 - Tifosi Acireale verso Bari in grande massa
Acireale è in fermento per la trasferta dell’anno. Circa 500 supporter sono pronti a mettersi in viaggio per raggiungere il capoluogo pugliese: un entusiasmo palpabile, che si evince dallo striscione comparso nelle scorse ore in città, con la quale si invitano tutti i tifosi ad assistere alla gara di domenica prossima al San Nicola contro il galletti.

Sono già stati allestiti alcuni pullman, per altro riempiti in poche ore. I tifosi siciliani si stanno inoltre organizzando con macchina, piccoli pullmini e voli aerei.
tuttobari.com

 

 

 

19.02.19 - FilmAuro, numeri in rosso: in calo il fatturato del Napoli. Ma la holding dei De Laurentiis ora è più larga: dentro Bari e...
FilmAuro in rosso. Ma nessun allarmismo. Il rendimento finanziario della holding della famiglia De Laurentiis, che ha di recente inserito nella sua rete anche la Ssc Bari, è in calo.

Come riportato da areanapoli.it ma precedentemente pubblicato da Calcioefinanza.it, "dopo l’utile di 69 milioni dello scorso esercizio la holding ha chiuso il bilancio al 30 giugno 2018 con una perdita di 5 milioni. Numeri a livello consolidato quindi strettamente legati all’andamento del Napoli. Il valore della produzione ammonta a 240,8 milioni di euro, in calo del 28% circa rispetto ai 335,9 milioni di euro dell’esercizio 2017. Un calo dovuto alla contrazione dei ricavi del Napoli (-32%, con -74 milioni dalle plusvalenze e -28 milioni di ricavi dalle competizioni internazionali) e anche ai proventi derivanti dalla produzione e distribuzione di prodotti cinematografici (-11%). I ricavi del Napoli valgono tuttavia l’87% dei ricavi consolidati della FilmAuro, in lieve calo rispetto al 91% del 2017. La sola FilmAuro ha avuto nell'esercizio 2017/18 ricavi per 22,5 milioni di euro, in calo rispetti ai 25,2 milioni del bilancio precedente. Nel dettaglio, i ricavi dall'attività cinematografica sono scesi a 11,9 milioni di euro (15,4 nel nel 2017), mentre i ricavi dell'attività theatrical sono diminuiti a 2,7 milioni (2,9 nel 2017). Inoltre, il business della FilmAuro si è allargato anche all'alimentare (oltre alla vendita di autovetture di pregio) con l'acquisto del 51% della GreenRoof, che produce e vende i gelati col marchio Steccolecco, mentre tra le controllate ora compare anche la SSC Bari, acquistata la scorsa estate da De Laurentiis".
tuttobari.com



19.02.19 - Le condizioni di Nicola, il supporter caduto a Locri
Continuano a destare preoccupazione le condizioni di Nicola, il tifoso barese vittima di un incidente rocambolesco dopo il gol di Di Cesare. Nell'esultanza, il supporter è caduto dagli spalti nello stadio di Locri. Stando a quanto raccolto dalla nostra redazione, il tifoso si è fratturato il dente dell'epistrofeo, la seconda vertebra della colonna vertebrale. Non un incidente di poco conto, che sarebbe potuto sfociare in qualcosa di peggiore. La situazione, ci raccontano persone a lui vicine, non è ancora del tutto tranquilla, dopo ore di attesa all'ospedale di Locri per un'ambulanza, ora è in ospedale a Reggio Calabria in terapia intensiva. Ha passato la notte sotto osservazione, mentre domani effettuerà una risonanza. Lo raccontano immobilizzato, tanto dolorante, ma vigile.
tuttobari.com

 

 

17.02.19 - Floriano show, Di Cesare versione goleador. Simeri, che impatto! Le pagelle
Grazie ad una ripresa super, il Bari torna al successo in trasferta. Finisce 0-3 in quel di Locri grazie alle reti di Di Cesare, Simeri e Floriano. Biancorossi a più 11 sulla Turris, fermata in casa sullo 0-0 dal Marsala.

Di seguito le pagelle:

MARFELLA 6.5 Ad inizio gara, nell’unica vera occasione da gol creata dalla formazione di casa, si oppone alla grande;

BIANCHI 6.5 Tiene a bada il suo diretto avversario e tenta qualche sortita offensiva;

DI CESARE 7 Ha il merito di farsi trovare nel posto giusto al momento giusto. E’ il valore aggiunto nella classica dei marcatori biancorossi: sono cinque le reti messe a segno in questo campionato;

MATTERA 6.5 Sicuro palla al piede e mai scavalcato dagli attaccanti calabresi;

QUAGLIATA 6.5 Positivo in entrambe le fasi. In crescita l’intesa con Floriano sulla corsia sinistra;

BOLZONI 6.5 Sradica una miriade di palloni a metà campo e avvia le principali azioni biancorosse;

HAMLILI 6.5 Svolge un gran lavoro d’interdizione ma non è lucido sotto porta quando Floriano gli offre un pallone da depositare in rete;

FLORIANO 7.5 Semplicemente imprendibile. Sulla sinistra fa quello che gli pare. A segno per l’undicesima volta in campionato;

NEGLIA 6.5 Nel primo tempo non sembra in giornata. Nettamente più vivace nei secondi 45 minuti;

PIOVANELLO 7 Prestazione superba dell’ex Padova. Splendido l’assist con cui manda in porta Floriano in occasione dello 0-3;

POZZEBON 6 Prende tante botte dai difensori avversari ma resta il meno lucido dei biancorossi finchè resta sul rettangolo verde. Grossolano l’errore con cui avrebbe potuto portare in vantaggio i suoi;

SIMERI 7 Entra alla grande in partita segnando con un pregevole pallonetto;

NANNINI sv

CACIOLI sv

LANGELLA sv

TURI sv

CORNACCHINI 7 A Locri si è rivisto il Bari versione diesel del girone d’andata. Primo tempo di studio e seconda frazione in cui biancorossi hanno asfaltato gli avversari. Rilancia Bianchi e inserisce Simeri al momento giusto. L’allungo in classifica sulla Turris potrebbe essere quello decisivo.
tuttobari.com

 
Copyright © 2019 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! รจ un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

DAI IL VOTO ALLA CAMPAGNA ACQUISTI DEL BARI

CHE VOTO DAI (DA 1 A 10) ALLA CAMPAGNA ACQUISTI DEL BARI FINO A QUESTO MOMENTO?