Tutto il CALCIOMERCATO del Bari!

 

Le operazioni di calciomercato condotte dall'SSC Bari (ex as Bari calcio, ex FC Bari 1908) sino a questo momento. Aggiornamenti continui su cessioni, acquisti, trasferimenti, calciomercato estivo ed invernale. Le ultime notizie sulla squadra dei galletti, statistiche, probabili formazioni, interviste a giocatori, allenatore e dirigenti.

 

CALCIOMERCATO BARI

 

 

bari fc 1908 facebook

 

28.03.20 - Salgono a 1334 i contagiati in Puglia. Emiliano: "Speriamo che gli...
Salgono a 1334 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 1182 di ieri. A renderlo noto è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 1042 test in tutta la regione, di cui 152 sono risultati positivi.

I casi positivi sono cosi suddivisi: 57 in Provincia di Bari; 7 in Provincia Bat; 3 in Provincia di Brindisi; 20 in Provincia di Foggia; 38 in Provincia di Lecce; 4 in provincia di Taranto, su tre è da attribuire la provincia di appartenenza. Sono stati registrati 4 decessi, 1 a Foggia, 1 a Taranto, 1 a Brindisi, 1 a Lecce. Salgono a 25 i pazienti guariti.

Aggiornamento del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulle forniture da parte della Protezione civile nazionale, dei dispositivi di protezione individuale (DPI) destinati a tutti coloro che stanno svolgendo servizi essenziali, come medici, personale sanitario, 118, medici di famiglia e farmacisti: "La notte scorsa sono arrivate qualche migliaio di mascherine dopo le nostre pressioni. Abbiamo il necessario per andare avanti un altro giorno, ma abbiamo anche la promessa da parte del Governo e del commissario Arcuri di ottenere consegne quotidiane. Più in generale - aggiunge Emiliano - ci auguriamo che anche gli ordini per 32 milioni di euro di mascherine, tute, occhiali e ventilatori che abbiamo fatto come Regione Puglia sul mercato parallelo possano andare a buon fine".
tuttobari.com



28.03.20 - All. Reggina: "Non si può cancellare l'annata, giusto che i verdetti premino chi è in testa"
L'allenatore della Reggina Domenico Toscano, in una diretta Instagram con il giornalista Alfredo Pedullà, si è confidato su vari temi, tra cui la ripresa del campionato. Queste le sue dichiarazioni, riportate da strettoweb.com: "Speriamo di tornare presto a far divertire la nostra gente. Non sarà sicuramente il 3 aprile la data giusta per tornare ad allenarci, mi auguro di giocare il prima possibile. Un’annata non si può cancellare, e non lo dico da diretto interessato, ma è giusto che i verdetti premino chi è in testa. Anche un primo posto senza aver giocato le ultime otto giornate avrebbe il sapore della soddisfazione".
tuttobari.com

 

 

27.03.20 - Coronavirus, ipotesi cassa integrazione per i giocatori di C
L'attenzione delle società calcistiche, in queste ore, non è rivolta solo alla possibile ripresa dei campionati, ma anche alle conseguenze economiche che questo lungo stop potrebbe avere sulle casse dei club. L'intenzione della FIGC, stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, è quella di tutelare i più deboli, ragion per cui sarà chiesta al governo la cassa integrazione per i giocatori, principalmente di B e C, che guadagnano meno di 50.000 euro.
tuttobari.com




27.03.20 - Salgono a 1182 i contagiati in Puglia, oggi 17 decessi. Emiliano: "Ad oggi ...
Salgono a 1182 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 1093 di ieri. A renderlo noto è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 968 test in tutta la regione, di cui 89 sono risultati positivi.

I casi positivi sono cosi suddivisi: 28 in Provincia di Bari; 13 in Provincia Bat; 3 in Provincia di Brindisi; 12 in Provincia di Foggia; 12 in Provincia di Lecce; 17 in provincia di Taranto, su quattro è da attribuire la provincia di appartenenza. Sono stati registrati 17 decessi: 1 in provincia di Lecce (77 anni), 6 in provincia di Brindisi (77, 71, 82, 54, 87, 79 anni), 8 in provincia di Foggia (86, 92, 80, 77, 57, 89, 74, 75 anni) , 2 in provincia di Bari (92 e 74 anni).

"Fino ad oggi la sanità pugliese è andata avanti solo con le proprie scorte di DPI (dispositivi di protezione individuale, ndr)": così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano dopo aver partecipato alla riunione odierna del comitato operativo di protezione civile. Emiliano riferisce che: "È evidente che ci sono stati problemi a livello centrale sia nel trasporto dei DPI, che non hanno consentito l'arrivo di ciò che era previsto, sia nel dimensionamento della nostra parte di DPI. Qualcuno ha pensato, sbagliando e devo dire che hanno subito corretto, che il quantitativo dovesse essere legato alla virulenza dell'epidemia e quindi al numero dei casi", si legge su regione.puglia.it.

Il Sindaco di Bari Decaro, in un post sul proprio profilo Facebook, si è infuriato contro dei mercanti che non rispettavano le regole sulla distanza da far osservare ai clienti, intralciando anche il lavoro della polizia locale. Questo il suo commento: "Mi hanno segnalato che nel mercato di Santa Scolastica alcuni operatori mercatali non solo non rispettano le regole, ma si permettono anche di intralciare il lavoro della Polizia Locale. Allora sono andato a controllare di persona per dire in faccia a queste persone due cose molto chiare. Credetemi, resterei volentieri a casa con la mia famiglia invece di uscire a fare queste sfuriate. Ma se continuo a intervenire di persona è perché spero che possa servire da esempio per far capire a tutti che continuare a sottovalutare il problema cercando ogni giorno stratagemmi per evitare le regole, sarà la causa della morte di molte persone. Noi possiamo ancora fermarla. Possiamo farlo se tutti facciamo il nostro dovere".
tuttobari.com

 

 

26.03.20 - Schira: "ADL spinge per far salire in B il Bari, oltre le tre capoliste. In alternativa potrebbero esserci 6 promozioni"
Importante indiscrezione offerta dal giornalista Nicolò Schira. Secondo la fonte, la proposta di molti club di Serie A prevede blocco delle retrocessioni più promozione dalla B delle prime due: torneo a 22 squadre con 4 retrocessioni per i prossimi 2 anni in modo da tornare al format da 20 nel 2022. Stessa cosa in B e Lega Pro che passerebbero a 24/25 e 66 club.

In Serie B dunque sarebbero promosse le prime tre capoliste. A tal proposito Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli e proprietario del Bari, starebbe spingendo per far salire anche i biancorossi, che sono attualmente la migliore seconda (sebbene con tre gare in più rispetto agli altri due gironi). Le altre seconde non ci stanno e quindi potrebbe prendere piede l'ipotesi di far salire anche tutte le seconde, avendo così sei promozioni.
tuttobari.com



26.03.20 - Salgono a 1093 i contagiati in Puglia. Lopalco professa cauto ottimismo, Emiliano: "Non riusciamo a fare tutti i tamponi"
Salgono a 1093 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 1005 di ieri. A renderlo noto è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 878 test in tutta la regione, di cui 88 sono risultati positivi.

I casi positivi sono cosi suddivisi: 32 in Provincia di Bari; 3 in Provincia Bat; 13 in Provincia di Brindisi; 32 in Provincia di Foggia; 3 in Provincia di Lecce; 5 in provincia di Taranto, su dieci è da attribuire la provincia di appartenenza. Sono stati registrati 4 decessi: 2 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Bari e 1 in provincia di Lecce.

A preoccupare i vertici regionali, desiderosi di aumentare ancora il numero di tamponi, ora c'è la penuria di materiale per effettuarli. "Non ci sono i reagenti per fare i tamponi, neanche a quelli che ne avrebbero diritto - ha detto il presidente della Regione Michele Emiliano alla TgR edizione Puglia, come riportato da Repubblica edizione Bari -. Possiamo farne al massimo 800-900. Oggi ho fatto un appello all'università di Bari, ma che estendo a tutti coloro che dispongono di macchine pcr (termociclatori) in grado di fare queste analisi e che hanno reagenti di chiamarmi e di mettere a disposizione questi macchinari, in modo da aumentare il numero di tamponi".

E' leggermente ottimista il professor Pier Luigi Lopalco, responsabile del coordinamento epidemiologico della Regione Puglia, commentando l'andamento della crescita di casi positivi al Covid-19 (Coronavirus) nella regione. "In Puglia si conferma il trend dei giorni scorsi. Stiamo tenendo. Martedì 24 marzo siamo a mille. Mercoledì 25 probabilmente salirà fino a 1100-1150 al massimo, come previsione. Stiamo crescendo di 100 al giorno. I numeri sono molto di sotto di quella che era la previsione pessimistica che avevamo dato all'inizio. E questo ci consola, non poco". L'età mediana dei casi è 58 anni, l'età media dei deceduti è di 80 anni, "come anche a livello nazionale", aggiunge Lopalco. I maschi sono in numero maggiore (59,65) che le femmine (40,4%).

Salgono a due i decessi per Coronavirus all'ospedale di Altamura, e a 18 i casi di contagio accertati. L'ultimo aggiornamento sulla situazione arriva poco dopo le 13 dalla sindaca Rosa Melodia, sulla propria pagina Facebook. Fino a ieri sera, i casi erano 16, e uno il decesso registrato. A questi, come comunica Melodia, si sono aggiunti oggi un nuovo decesso e altri due casi, come si legge su Baritoday.it.
tuttobari.com



26.03.20 - Catanzaro, Auteri: "Alla ripresa mini-torneo in cui si azzera classifica"
Gaetano Auteri, tecnico del Catanzaro, in un'intervista a lanuovacalabria.it, propone una nuova formula per la ripresa dei campionati : "Quando si riprenderà si potrebbe fare un minitorneo in cui si azzera la classifica. Si potrebbe pensare a dei play-off e play-out partendo da privilegi che le squadre hanno. Compilare delle medie adeguate, logiche, rispettando la classifica precedente e ripartire con un nuovo calendario di andata e ritorno. Per il Catanzaro, ad esempio, un minitorneo dal quarto al settimo posto. E chi vince a quel punto sarebbe legittimato. Al momento non c’è nessuna legittima. Non ci sono le condizioni per terminare il campionato che sotto tanti punti di vista era ancora da giocare. Qualcuno dovrà decidere cosa fare e prendere le decisioni eque".
tuttobari.com

 

 

24.03.20 - Salgono a 906 i contagiati in Puglia. 72 operatori sanitari ospedalieri sono positivi, in arrivo 100mila mascherine
Salgono a 906 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 786 di ieri. A renderlo noto è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 601 test in tutta la regione, di cui 120 sono risultati positivi.

I casi positivi sono cosi suddivisi: 37 in Provincia di Bari; 10 in Provincia Bat; 2 in Provincia di Brindisi; 14 in Provincia di Foggia; 29 in Provincia di Lecce; 5 in provincia di Taranto, 2 riguardano residenti fuori regione, su ventuno è da attribuire la provincia di appartenenza. Sono stati registrati 6 decessi: 1 nella provincia di Brindisi, 4 nella provincia di Foggia, 1 nella provincia di Lecce.

In Puglia 72 operatori sanitari ospedalieri sono stati contagiati dal Coronavirus: il dato emerge da un documento trasmesso lo scorso 21 marzo dalla task force regionale alle Asl, ospedali, Irccs e laboratori di analisi. Come si legge su Repubblica edizione Bari, nel documento si evidenzia il rischio che proprio negli ospedali - le strutture più a rischio - possano accendersi dei focolai, come già accaduto in Lombardia, in provincia di Bergamo e nel Lodigiano. Nel frattempo dei 220 ventilatori e monitor chiesti dalla Regione Puglia per far fronte all'emergenza Coronavirus e allestire le terapie intensive, ad oggi ne sono arrivati solamente nove. Allo stesso tempo però entro la giornata di oggi arriveranno in Puglia circa 100mila mascherine dalla Cina.

Pierluigi Lopalco, epidemiologo e responsabile della struttura di progetto per il Coordinamento delle emergenze epidemiologiche della Regione Puglia, ha rassicurato i pugliesi all'Adnkronos: "In Puglia è un aumento stabile: è la migliore notizia che possiamo avere per il momento. Finché si tratta di piccole fluttuazioni - sottolinea Lopalco - non sono assolutamente significative. Siamo lontani per adesso dallo scenario peggiore perché questo incremento è costante, ogni giorno si aggiunge lo stesso numero di casi. Questo ci dà un pò di respiro. Ci sono i primi segni che le misure di contenimento in qualche maniera, almeno in Italia, hanno rallentato la corsa, su quello possiamo essere sicuri. In Lombardia purtroppo era troppo tardi".
tuttobari.com



24.03.20 - Grassani: "Annullamento o cristallizzazione classifiche? Ipotesi non codificate"
Intervenuto ai microfoni del Corriere Adriatico, Mattia Grassani, avvocato specializzato nel diritto sportivo, si è espresso circa un possibile annullamento della stagione in corso o, in alternativa, una conclusione del campionato utilizzando le classifiche attuali: "Nessuna delle due ipotesi è codificata dallo statuto, dal Codice di Giustizia o dalle Noif. Stiamo parlando di un eventuale rimedio assolutamente senza precedenti. Tutto può essere possibile perché tutto è il contrario di tutto. Allora perché non finire la stagione a dicembre? La mia chiaramente è una provocazione ma in questa fase vale tutto. Parlare di annullamento e cristallizzazione, oggi, è offensivo verso chi sta lavorando perché l'Italia possa ripartire. Strascichi legali? Porterebbe contenziosi legali non di poco conto. Senza giocare ci sarebbero società danneggiate, chi più chi meno. Le derive di una situazione che non consenta di valorizzare un criterio meritocratico sarebbero infinite e farebbero il male del calcio. Sono ipotesi premature e non voglio neanche pensarci".
tuttobari.com

 

 

23.03.20 - Salgono a 786 i contagiati in Puglia. Il Governo vieta gli spostamenti fuori dai Comuni, Emiliano: "Condivido, impegniamoci a restare a casa". Continuano le denunce
Salgono a 786 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 675 di ieri. A renderlo noto è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 543 test in tutta la regione, di cui 111 sono risultati positivi.

I casi positivi sono cosi suddivisi: 37 in Provincia di Bari; 17 in Provincia Bat; 6 in Provincia di Brindisi; 22 in Provincia di Foggia; 17 in Provincia di Lecce; 6 in provincia di Taranto, 1 riguarda residenti fuori regione, su cinque è da attribuire la provincia di appartenenza. Sono stati registrati 2 decessi: uno nella provincia di Lecce e uno nella provincia di Foggia.

Arrivano novità da Castellaneta, dove un medico risultato positivo al Coronavirus aveva taciuto sul suo stato febbrile, contagiando di fatto altri suoi colleghi. Come si legge su Repubblica edizione Bari, al momento ci sono nove casi positivi al Covid-19, tra medici e infermieri, all’interno della struttura sanitaria. Sono il risultato di 131 tamponi eseguiti su tutto il personale ospedaliero, sulle persone ricoverate e i loro contatti. Ma si è in attesa di altri risultati. Sono quasi 500, infatti, i test realizzati in questi giorni, da quando si è avuta la notizia della positività del medico prima, dirigente della stessa struttura, e di altri sette tra primari e infermieri, poi.

Il Governo ha deciso che da questo momento è vietato ogni spostamento dei cittadini dal Comune ove attualmente si trovano. E' d'accordo col provvedimento il governatore Emiliano, che commenta così sul suo account Facebook: "Lo ha deciso il Governo e condivido questa scelta. Da Presidente della Regione Puglia attraverso il ministro degli Affari regionali Boccia, avevo richiesto al Governo di intervenire e siamo stati ascoltati. Tutti restano dove sono e non si possono più muovere. La Puglia è stata la prima Regione alle 2.31 del mattino dell’8 marzo ad emanare l’ordinanza che ha fatto scuola che prevedeva l’obbligo di auto segnalazione e di porsi in quarantena in isolamento presso il proprio domicilio. Ora dobbiamo tutti impegnarci a restare a casa, perché le nuove stringenti limitazioni per contrastare la diffusione del Coronavirus comporteranno sacrifici enormi per l'economia del nostro Paese e non dobbiamo vanificarle con condotte irresponsabili che costituiscono reato".

Più di 1900 persone sono state denunciate su un totale di 31.441 controlli negli ultimi dieci giorni. Come riporta Baritoday.it, i dati della Prefettura di Bari mostrano come si perpetuino sul territorio i comportamenti pericolosi dei residenti, che così facendo potrebbero far avanzare il contagio di Covid-19. Dati a cui si aggiungono quelli della Procura: sono decine di decreti penali di condanna che la Procura di Bari sta trasmettendo all'ufficio gip per violazione dell'art.650, che riguarda in particolare i divieti di assembramento. Non solo, le denunce sono partite anche per la violazione degli articoli 495 e 496 del codice penale, cioè i reati di false attestazioni o dichiarazioni a pubblico ufficiale e false dichiarazioni sulla identità.
tuttobari.com



23.03.20 - Oliva: "Stagione Bari? Si può parlare di fallimento...
Alessandro Oliva, ex tecnico della Pro Patria, ha parlato del campionato della formazione biancorossa a tuttoc.com: "Nel Girone C penso che la candidata fosse il Bari, ma è a 9 punti dalla vetta perché paga un avvio difficile. Ci sono poi delle belle realtà, come il Potenza ma anche la Virtus Francavilla. Quando si ha alle spalle una società forte, tutto riesce più facile e i risultati prima o poi arrivano. Se poi non riesci a raggiungere i tuoi obiettivi, come sembra possa accadere al Bari, allora si può parlare di delusione e forse anche di fallimento. Ma il Bari ha tempo di rimediare".

Sull'emergenza coronavirus e il futuro della stagione: "Il cuore in questo periodo è triste. Chi vive di calcio 24 ore al giorno non può stare senza, però bisogna essere razionali e pensare che c'è gente che rischia la sua vita per salvare quella degli altri. Quando sarà tutto finito bisognerà inchinarsi a loro: stanno facendo un lavoro immane per il prossimo. Ritorno al calcio giocato? Non si sa, ma ora la priorità è uscire dall'emergenza. E' stato giusto fermare l'Europeo, credo che fermeranno anche le Olimpiadi. C'è il tempo per finire i campionati: si giocherà ogni 3 giorni e poi si inizierà la stagione successiva".
tuttobari.com

 

 

22.03.20 - Salgono a 675 i contagiati in Puglia. Quasi 25.000 i rientri dal Nord, ma Lopalco rassicura: "La crescita non è esponenziale"
Salgono a 675 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 581 di ieri. A comunicarlo è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 828 test in tutta la regione, di cui 94 sono risultati positivi.

I casi positivi sono cosi suddivisi: 29 in Provincia di Bari; 2 in Provincia Bat; 10 in Provincia di Brindisi; 27 in Provincia di Foggia; 15 in Provincia di Lecce; 2 in provincia di Taranto, 8 per residenti fuori regione e uno da attribuire la provincia di appartenenza.

Continua il rientro dei fuorisede pugliesi dalle regioni del Nord Italia (e non solo). Come si legge su Repubblica edizione Bari, nelle ultime 24 ore - secondo i dati della Regione - sono state 254 le persone che hanno segnalato di essere tornate in Puglia compilando il modulo messo a disposizione dall’amministrazione regionale. Da domenica 8 marzo invece - cioè da quando è entrato in vigore il decreto del premier Giuseppe Conte che ha ‘chiuso’ la Lombardia - sono stati 18.078 i pugliesi che hanno dichiarato di essere tornati a casa con le stesse modalità. Quasi 25 mila (24.895, per la precisione) da quando la Regione ha attivato la piattaforma online per monitorare gli arrivi dalle aree italiane più colpite dall’epidemia del Coronavirus.

 La situazione appare però sotto controllo. Lo conferma all'ANSA il professore Pierluigi Lopalco, epidemiologo dell'Università di Pisa scelto dal governatore pugliese, Michele Emiliano, per guidare la task force scientifica della Regione Puglia per l'emergenza Coronavirus: "Abbiamo avuto qualche segnale, ad esempio qualche studente rientrato in Puglia dal nord Italia che ha contagiato i propri genitori, però non è una bomba". Lopalco prosegue: "Da un punto di vista sanitario preoccupa di più la situazione negli ospedali che il rientro di 23mila persone. Al momento - rileva -, facendo tutti gli scongiuri del caso, l'andamento dei casi di contagio è più lento di quello di una crescita esponenziale, ormai abbiamo dati consolidati. Quindi, senza essere troppo ottimisti, possiamo certamente dire che, per ora, la crescita è decisamente più rallentata anche rispetto alle nostre previsioni".

Il Sindaco Decaro è passato alle misure estreme per cercare di disciplinare i suoi cittadini. Con il solito post serale quotidiano, Decaro ha annunciato di aver sigillato piazze e panchine: "Questi nastri bianchi e rossi, con i quali stiamo sigillando piazze, giardini e panchine, sono il simbolo di un fallimento. Del mio fallimento. Ho provato in tutti i modi a dirvi di uscire di casa il meno possibile, a convincervi di non stare per strada a chiacchierare, di evitare capannelli, bivacchi, assembramenti. Guardo quei nastri bianchi e rossi e sento dentro un grande magone. Fallirò ancora, forse, ma non mi stancherò mai di ripeterlo: dobbiamo impegnarci tutti, dal primo all’ultimo, per evitare che il contagio dilaghi. Per poter un giorno togliere insieme quei nastri e sventolarli come fossero festoni. Tocca a noi. Tocca a ognuno di noi. Adesso. Forza".
tuttobari.com



22.03.20 - Nuovi seggiolini San Nicola, finiti i lavori in Tribuna Est
Si sono conclusi i lavori in Tribuna Est relativi ai nuovi seggiolini biancorossi. A comunicarlo la società che mostra le foto del nuovo look dell'Astronave.

La Tribuna Est è finita!
Sappiamo che vi manca il San Nicola, ma la sosta del campionato era necessaria per il bene di tutti. Queste settimane però sono state utili per continuare a lavorare sulla “nostra casa” e ultimare la sostituzione dei seggiolini in Tribuna Est.

Un grazie va al Comune di Bari e agli operai che hanno lavorato con dedizione in un momento così difficile.
Lunedì si comincia con i lavori in Tribuna Ovest. Forza Bari sempre
tuttobari.com

 

 

21.03.20 - Spinesi: "Ho grossi dubbi che il calcio riprenda. La Reggina? Era inferiore al Bari, però..."
Intervistato da tuttoreggina, Spinesi - ex attaccante biancorosso - dice la sua sullo stop forzato per il Coronavirus: "Ho grossi dubbi che il calcio e la scuola possano riprendere. Questa è una pandemia a livello mondiale e speriamo che non arrivi in Africa perché lì ci sono posti dove non c'è nemmeno l'acqua e sarebbe un disastro. Rimaniamo a casa e atteniamoci alle regole, se tutti lo facessero per un mese finirebbe tutto".

Sul campionato e il Bari... "La Reggina sulla carta era, insieme alla Ternana, un palmo quasi due sotto il Bari ad inizio campionato. Quando devi vincere c'è un trucco, puoi essere una grande rosa ma devi diventare anche una grande squadra e lì puoi importi: la Reggina lo ha fatto fin da subito. Ha avuto anche la fortuna che il Bari ha pagato lo scotto dell'inesperienza di Cornacchini come allenatore, con il senno di poi forse sarebbe servito un tecnico vincente. Gli amaranto sono diventati squadra fin da subito, stanno strameritando di vincere il campionato contro una squadra più forte come il Bari. Quando arrivi prima della Juventus in Serie A sei andato al di sopra delle proprie possibilità, questo è il merito di tutti dalla società alla squadra".
tuttobari.com



21.03.20 - Corvino: "40 mln per Castrovilli? Sì, per una gamba! Quando era a Bari erano piombati diversi club, chiusi la trattativa grazie a..."
Gaetano Castrovilli è una delle sorprese più belle di questa stagione di Serie A. Su l'ex Bari sono tantissimi i club interessati ad accaparrarsi le sue prestazioni, Napoli in primis. Il club di Aurelio De Laurentiis pare intenzionato ad offrire 40 milioni per il suo cartellino. Una cifra che, secondo Pantaleo Corvino, è troppo bassa, come spiegato in un'intervista a TuttoSport: "Quaranta milioni per Castrovilli? Sì, ma solo per una gamba!".

Corvino ha svelato i retroscena della trattativa che portò Castrovilli da Bari a Firenze nel gennaio del 2017, essendo all'epoca ds dei viola: "Io sono di Lecce, lui di Bari e da tempo in zona si parlava di Gaetano come un ragazzo dalle potenzialità importanti. Quando poi c’è stato da chiudere, visto che sul giocatore erano piombati diversi club, forte del rapporto che avevo con Sogliano e Paparesta sono riuscito a portarlo a Firenze dove ha iniziato a giocare in Primavera. La sua più grande qualità era la destrezza, ma all'inizio aveva anche qualche difetto di coordinazione: lo chiamavo spesso per incitarlo a lavorare su quell'aspetto e lui è stato bravo a correggersi. Questo dimostra quanta voglia ci abbia messo e i sacrifici che ha fatto per arrivare".
tuttobari.com

 

 

20.03.20 - Coronavirus - Salgono a 478 i contagiati in Puglia. Contagiato un medico di Bari, Decaro denuncia degli indisciplinati
Salgono a 478 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 438 di ieri. A comunicarlo è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 613 test in tutta la regione, di cui 40 sono risultati positivi.

Di questo numero 466 sono attribuiti a residenti nelle province della regione; 2 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia; 10 attribuiti a residenti di altre regioni. Il totale di contagiati tra i residenti a ieri era di 424, con gli altri 14 da stabilire la provenienza.

Nuovo medico contagiato dal Coronavirus in Puglia. Come si legge su Repubblica edizione Bari, a risultare positivo al test del tampone è stato un medico endoscopista in servizio all'ospedale oncologico "Giovanni Paolo II" di Bari. Il professionista non avrebbe contratto il virus in ospedale, ma in famiglia. Continua l'emergenza mascherine. L’autonomia è di quattro, cinque giorni al massimo. Dopodiché il personale sanitario pugliese rischia di andare in corsia a combattere il Coronavirus senza protezioni. Mancano mascherine, guanti, camici. La Protezione civile li ha promessi da giorni ma ancora nulla.

Sulla sua pagina Facebook il Sindaco Decaro annuncia di aver denunciato alcuni suoi concittadini per aver creato assembramenti: "Nel caso non fosse ancora chiaro è assolutamente vietato uscire di casa, se non per motivi di estrema necessità. Le persone che vedete in foto stamattina sono state rintracciate e denunciate dai Carabinieri per violazione dell'art. 650 del Codice di procedura penale. Ora rischiano l'arresto fino a 3 mesi e una ammenda fino a 206 euro. Ma se volete, continuate pure a uscire di casa. Vi stiamo aspettando".
tuttobari.com



20.03.20 - Il Bari ai domiciliari. LDL ha prolungato l'obbligo a non allontanarsi da Bari
"Il Bari ai domiciliari. Nessuno può muoversi da casa. Il presidente Luigi De Laurentiis ieri ha prolungato sino al 3 aprile l’obbligo per tutta la squadra a non allontanarsi da Bari, compreso il ds Matteo Scala, l’allenatore Vincenzo Vivarini e l’intero staff tecnico che non potranno raggiungere le proprie famiglie". Il Corriere dello Sport aggiorna sulle decisioni in casa Bari nei giorni dell'emergenza Coronavirus.
tuttobari.com

 

 

19.03.20 - Patti (Reggina): "Non si può mettere in discussione il nostro primo posto"
In casa Reggina c'è una grande voglia di concludere il campionato. Il team manager Matteo Patti, intervistato dai canali ufficiali della società amaranto, ha provato a spiegare le sensazioni per questo momento d'astinenza dal calcio giocato: "Non vediamo l'ora di ritornare giù anche per quello che si era creato e stavamo vivendo. Adesso dopo i primi giorni a casa, inizia a mancarti tutto, il campo, l'adrenalina, non vediamo l'ora di tornare a Reggio. La decisione presa dall'Uefa ci darebbe la possibilità di completare i nostri campionati - riporta citynow.it - noi vogliamo concludere un'opera grandiosa. I ragazzi sono tranquilli, questo è un gruppo eccezionale. I calciatori hanno totale fiducia nella società, alla ripresa ci saranno tutte le condizioni per stare sereni".

Sulla stagione in corso: "Quello che stiamo ottenendo forse va oltre le aspettative, ma qui si sono battuti tanti record, tutti partecipano a questo percorso tra chi gioca di più e chi gioca meno, ma tutti coinvolti. Abbiamo un presidente che ci mette a disposizione qualsiasi cosa. Quando si ottengono risultati importanti i meriti sono di tutti e grazie alle risorse del massimo dirigente il Ds acquista i calciatori, il tecnico li allena, loro vanno in campo per vincere".

Pochi dubbi, infine, sul raggiungimento dell'obiettivo promozione in Serie B: "Nessuno può mettere in discussione il primo posto, soprattutto il nostro visto che abbiamo più punti di tutte le prime degli altri gironi, anche se con qualche partita in più giocata".
tuttobari.com



19.03.20 - Ghirelli: "Vogliamo quattro promozioni dalla C. In questo momento dico che i play-off si giocano"
Ospite di Criscitiello e Pedullà su Sportitalia, il presidente della Lega Pro si è espresso sulla prosecuzione della stagione del campionato di Serie C. Queste le parole di Ghirelli riportate da sport.strill.it: "Vogliamo arrivare alla fine del campionato, questo significa avere promozioni e retrocessioni. Malauguratamente, bisogna rispettare promozioni e retrocessioni. Classifica attuale come criterio? Io mi auguro che andiamo più avanti, quella nel caso in cui dovessimo interrompere. Al momento attuale diamo una speranza a tutti quanti. Salgono le prime quattro. Da dove esce la quarta? Dai play-off. Se non si possono giocare, vediamo. Io ancora in questo momento dico che giochiamo i play-off”".
tuttobari.com

 

 

18.03.20 - Coronavirus - Salgono a 407 i contagiati in Puglia, 35 in più nel barese. Convertito il Miulli, Decaro: "Anche oggi...
Salgono a 394 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 320 di ieri. A comunicarlo è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 460 test in tutta la regione, di cui 74 sono risultati positivi.

I casi positivi sono cosi suddivisi: 35 in Provincia di Bari; 14 in Provincia Bat; 11 in Provincia di Brindisi; 18 in Provincia di Foggia; 7 in Provincia di Lecce; 01in provincia di Taranto.

Malgrado il continuo richiamo delle autorità al rispetto delle prescrizioni per il contrasto alla diffusione del Coronavirus, continuano ad essere numerose le violazioni anche in Puglia. Come si legge su Repubblica edizione Bari, sono oltre 500 i cittadini denunciati in tutta la regione. A tal proposito continuano i video di Decaro sulla sua pagina Facebook dove invita i baresi a restare a casa. Questo il commento del Sindaco di Bari: "Anche oggi tutti impegnati a combattere contro la stupidità delle persone. Un impegno che potevamo dedicare all'emergenza e alle persone che in queste ore hanno bisogno di aiuto. Ora torno a casa pure io".

Terminate le opere di conversione del Miulli a centro per il Coronavirus. Come riporta Baritoday, l'ospedale di Acquaviva delle Fonti è stato quindi 'spacchettato' con una riconfigurazione dell'organizzazione e dei percorsi, destinandone la metà, un settore di 4 piani, all’assistenza sanitaria dei pazienti Covid. Per quanto riguarda il Policlinico di Bari invece, è attivo il padiglione Asclepios per i primi pazienti affetti da Covid-19. Saranno a disposizione cinque piani per gestire l'emergenza.
tuttobari.com



18.03.20 - Corona Virus: Dopo la Casertana anche il Catania non paga gli stipendi. La nota del club
Momento di grande difficoltà per i club di Serie C. Dopo la Casertana, anche il Catania ha comunicato in giornata di non riuscire a pagare gli stipendi ai suoi tesserati. Di seguito la nota del club etneo.

"Con riferimento alla scadenza degli adempimenti di cui all’articolo 85 delle Norme Organizzative Interne della Federazione Italiana Giuoco Calcio, ed in particolare alle prescrizioni relative agli emolumenti dovuti per il quarto bimestre in favore dei tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati, il Calcio Catania rende noto di aver rappresentato al Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio Gabriele Gravina, alla Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche ed alla Lega Italiana Calcio Professionistico, ieri, l’impossibilità di provvedere al pagamento tempestivo.

Il Calcio Catania comunica di aver contestualmente richiesto la sospensione di tali adempimenti, sottolineando l’immediatezza e la logicità di un simile provvedimento d’urgenza alla luce delle numerose e coerenti disposizioni, governative e delle autorità calcistiche, che riconoscono l’emergenza economica del sistema. [...] Il perdurare della situazione di difficoltà generale ha impedito ulteriori interventi da parte dei soci di riferimento. Pertanto, il Calcio Catania attende con fiducia l’accoglimento della richiesta formulata".
tuttobari.com

 

 

17.03.20 - Coronavirus - Salgono a 320 i contagiati in Puglia, 26 in più nel barese. Iniziato il piano della regione, Decaro chiude i circoli ricreativi. Emiliano elenca i numeri
Salgono a 320 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 248 di ieri. A comunicarlo è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 327 test in tutta la regione, di cui  72 sono risultati positivi.

I casi positivi sono cosi suddivisi: 26 in Provincia di Bari; 1 in Provincia Bat; 10 in Provincia di Brindisi; 29 in Provincia di Foggia (comprensivi di 12 di ieri non comunicati); 1 in Provincia di Lecce; 5 in provincia di Taranto.

E' iniziato il piano della regione Puglia per contrastare l'avanzare del Coronavirus. Come si legge su Repubblica edizione Bari, l'obiettivo è avere duemila posti letto in più rispetto a quelli ordinari per i pazienti gravi e per quelli in via di guarigione. Inoltre si continua la ricerca spasmodica di mascherine e ventilatori e si è avviato in alcuni ospedali l'utilizzo del farmaco anti artrite sperimentale. In totale vengono schierate 32 unità operative di terapia intensiva. Attualmente i posti già pronti sono circa 300. Ma sono in corso di allestimento in totale 306 posti di terapia intensiva, 527 di pneumologia e 382 di infettivi. In totale potenzialmente sono a disposizione 1.200 posti letto.

Questa mattina c'è stata la conferenza stampa del governatore Emiliano. Di seguito un'estratto delle sue parole riportate da telebari: "In questo momento in Puglia contiamo in tutto 18 deceduti e 34 persone in terapia intensiva. A Bari i casi positivi sono 63. L'età media dei casi positivi nella nostra regione è 58. Ma abbiamo registrato anche due casi nella fascia 0-9 anni. Per il 70% si tratta di casi asintomatici. Guardando al futuro, lo scenario prospettato prima del massiccio rientro dal Nord era di circa duemila contagiati. Adesso inevitabilmente dobbiamo pensare ad un numero più alto. Abbiamo lavorato per aumentare di 1000 unità i posti negli ospedali e del 10-15% quelli di terapia intensiva".

Continuano le misure stringenti del sindaco di Bari Decaro, come scrive sulla sua pagina Facebook: "Ho dovuto disporre la chiusura dei distributori automatici h24, visto che i gestori se ne infischiavano degli assembramenti. Ho anche chiesto al Questore e al Comandante della Polizia locale di METTERE I SIGILLI a tutti circoli ricreativi aperti, denunciando le persone presenti. In questi giorni ho chiuso impianti sportivi, parchi, giardini e cimiteri. Le porte di casa vostra non posso chiuderle ma voglio che teniate gli occhi bene aperti. Se continuate a comportarvi irresponsabilmente, a uscire, a incontrarvi, a passeggiare e a cenare insieme, rischiamo la vita TUTTI. Non solo gli anziani, i malati, i più deboli. È una PANDEMIA. Ripeto: RISCHIAMO LA VITA TUTTI. È più chiaro adesso?".
tuttobari.com



17.03.20 - Ds Reggina: "Chi è in vetta deve essere promosso, gli altri faranno i playoff"
Come concludere la stagione 2019-2020? Questo il pensiero di Massimo Taibi, direttore sportivo della Reggina, a La Gazzetta dello Sport: "I provvedimenti del Governo sono giusti e bisogna rispettarli. Ipotizzo che per fine aprile, inizio maggio riprenderà il campionato. Mi auguro che si torni a giocare con il pubblico. Il presidente Ghirelli è stato categorico - riporta tuttoc.com - i campionati finiranno con promozioni e retrocessioni. Chi è in vetta deve essere promosso, gli altri eventualmente faranno i playoff. La cosa più logica è finire i tornei, riprendere a maggio significa chiudere a giugno".
tuttobari.com

 

 

16.03.20 - Bari migliore seconda della C: il salto diretto è più di un'ipotesi
Senza più match i biancorossi si ritroverebbero dietro le capoliste.


«La priorità è riprendere e concludere la stagione secondo il regolamento vigente: se non produrremo risultati, il virus ci avrà segnato il più doloroso dei gol». Con queste parole, il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha descritto alla Gazzetta del Mezzogiorno le intenzioni riguardanti il torneo di serie C.
Impossibile sbilanciarsi in tempistiche concernenti la ripresa dell’attività agonistica, data la gravità dell’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del coronavirus. Più facile, invece, prevedere quanto tempo servirà per concludere la stagione regolare ed i playoff.

Otto sono le gare che nel girone C mancano al termine della regular season, mentre dieci sono le sfide degli spareggi promozione che partono con due turni all’interno di ogni raggruppamento con sfide in gara secca, per poi sfociare nella fase nazionale, con ottavi, quarti, semifinali e finale previste con andata e ritorno. Un programma piuttosto fitto, quindi. Che difficilmente può essere smaltito in meno di due mesi. La Lega Pro, tuttavia, si sta già attrezzando per provare a rendere l’impresa possibile.

Stagione allungata - L’ipotesi data per certa è allungare la stagione fino al 30 giugno, termine per perfezionare le iscrizioni al prossimo torneo, nonché scadenza dei contratti degli atleti vincolati fino al termine del campionato 2019-20. Si tratta del mezzo più semplice da mettere in campo, visto che, salvo rarissimi casi, i calciatori di serie C non sono impegnati in competizioni internazionali. Da non escludere di estendere i contratti annuali fino al 31 luglio e magari di utilizzare persino una decade di luglio stesso per rispettare alla lettera il regolamento. In tal caso, ci sarebbero i margini per aggiustare il resto dell’estate, garantendo le vacanze ai calciatori per poi avviare il torneo 2020-21 a settembre inoltrato.

Sfoltimento dei play off - Un’altra idea sarebbe giocare gli otto turni di regular season e alleggerire i playoff. Non abolendo la fase all’interno dei gironi poiché significherebbe privare del sogno promozione compagini che hanno sul campo ottenuto il diritto a partecipare agli spareggi per la B. Non è da escludere, invece, che sia accorciata la fase nazionale eliminando gli incontri di ritorno e disputando ogni sfida in un unico match, programmandolo in campo neutro oppure su quello della migliore classificata. Non è un’eventualità che entusiasmi i vertici della Lega Pro, la cui intenzione sarebbe mantenere l’equilibrio studiato dal regolamento. Tuttavia, se non ci fosse alternativa, sarebbe comunque un modo che conserverebbe il giudizio dato dal campo e non a tavolino.

Stop dei tornei - Al momento è l’ipotesi più lontana. Tuttavia, se l’epidemia non dovesse regredire, non si potranno escludere le conseguenze estreme. Che, tuttavia, dovrebbero comunque produrre risultati. Ghirelli sul punto è stato chiaro: «Ogni campionato deve portare promozioni e retrocessioni». Dunque, si troverebbe un criterio per decretare i verdetti del campionato.
«Il cammino del Bari» La situazione del Bari è tra le più particolari della C. Nel senso che i galletti sono attualmente a nove punti dalla vetta del girone C, occupata dalla Reggina. Un gap difficilmente colmabile in otto giornate. Attenzione, però. Il Bari con 60 punti è anche la migliore seconda dei tre gironi, sebbene conti tre gare in più rispetto ai gruppi A e B. I galletti, tuttavia, sono matematicamente irraggiungibili da qualsiasi compagine del girone A, mentre nel girone B potrebbero essere sorpassati da Reggiana e Carpi. Possibile uno spareggio con le compagini che teoricamente possono concorrere all’ultima promozione? Sarebbe un’opzione decisamente complicata. I biancorossi, intanto, hanno sancito un nuovo record. Come ricorda lo storico, Gianni Antonucci, infatti, il gol di Antenucci a Catanzaro dopo soli 26 secondi è il più veloce in trasferta della storia dei galletti, nonché il terzo in assoluto, preceduto dalla rete di Spinesi (nove secondi) in Bari-Empoli 2-2 del settembre 2001 e da quello di Catalano (18 secondi) in Bari-Catanzaro del settembre 1962.
lagazzettadelmezzogiorno.it

 

 

14.03.20 - Coronavirus - Salgono a 158 i contagiati in Puglia, 12 in più nel barese. Positivo un medico di Bari, Decaro chiude i parchi
Salgono a 158 i casi di Coronavirus registrati in Puglia, dopo i 108 di ieri. A comunicarlo è il Presidente della Regione Emiliano che, sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato che oggi sono stati effettuati 180 test in tutta la regione, di cui 50 sono risultati positivi.

I casi positivi sono cosi suddivisi: 12 in Provincia di Bari; 8 in Provincia Bat; 4 in Provincia di Brindisi; 18 in Provincia di Foggia; 6 in Provincia di Lecce; 2 in provincia di Taranto.

E' notizia di oggi il contagio di un medico di medicina generale di Bari città ,che lavora in una guardia medica in provincia. A confermare la notizia è la Fimmg di Bari: "Il medico è risultato positivo al tampone - dice il segretario Nicola Calabrese, come si legge su Repubblica edizione Bari - il collega sta bene. Ma ora è diventato impellente fornire ai medici i dispositivi necessari per proteggerli". Buone notizie invece dal Policlinico di Bari: il primo paziente barese ammalato è guarito ed è stato dimesso.

Continuano gli ammonimenti del Sindaco Decaro verso coloro i quali non rispettano gli avvertimenti di restare alle proprie case. Il numero uno di Bari ha dovuto chiudere i parchi della città e con un video sul proprio account Facebook ha commentato: "Forse non ci siamo capiti. Questa è una emergenza non una vacanza. Tutti a casa. I parchi da oggi sono chiusi".
tuttobari.com



14.03.20 - Coronavirus, fermi campionati e allenamenti. Bari, nessuna data per la ripresa
Il Coronavirus ha fermato l'intero paese, paralizzando anche il mondo del calcio. Fermi i campionati, fermi gli allenamenti: la necessità ora è rallentare il contagio, che ha toccato anche la Serie A. È infatti arrivata la notizia della positività dei primi due calciatori del massimo torneo nazionale, ovvero Daniele Rugani della Juventus e Manolo Gabbiadini della Sampdoria.

È fermo anche il Bari, che ha sospeso gli allenamenti fino a data da destinarsi: se altre società di C hanno posto una data per il rientro in campo, non l'hanno fatto gli uomini di Vincenzo Vivarini. Tutto questo ammesso e non concesso che il campionato prosegua, poiché nonostante l'intenzione del presidente Ghirelli sia quella di proseguire il torneo, non è affatto scontato che questo giunga alla sua naturale conclusione. Lo stesso però ha ammesso ai nostri microfoni che la possibilità di un annullamento o di una rimodulazione dei playoff e dei meccanismi per promozioni e retrocessioni c'è, soprattutto se l'emergenza dovesse protrarsi anche nelle prossime settimane.

Ma la decisione di sospendere tutti i tornei trova unanime consenso nel mondo del calcio. Vincenzo Vivarini, ad esempio, subito dopo la partita con il Catanzaro aveva dichiarato: "Stiamo parlando di cose gravi, è giusto fermarsi".

Per uscirne in fretta, però, è necessario il rispetto delle regole da parte di tutti. L'appello è arrivato dall'ex Ciccio Caputo, che nell'ultima gara disputata in Serie A ha esposto un cartello invitando i cittadini a restare a casa. Sulla stessa scia anche Micai, che ha ironizzato postando il video di una sua uscita a vuoto, chiedendo a tutti di non uscire.
tuttobari.com

 

 

11.03.20 - Comunicato ufficiale Juventus, giocatore positivo al Coronavirus, ecco chi è!
Il difensore bianconero è attualmente asintomatico: il club ha attivato le procedure di isolamento previste dalla normativa
TORINO - Daniele Rugani è risultato positivo al Coronavirus-COVID-19 ed è attualmente asintomatico. Juventus Football Club sta attivando in queste ore tutte le procedure di isolamento previste dalla normativa, compreso il censimento di quanti hanno avuto contatti con lui.

Una notizia clamorosa che apprendiamo in questi minuti. Fortunatamente il difensore della Juventus al momento è asintomatico, dunque sta bene. Nessun sintomo, ma Rugani è comunque risultato positivo al tampone del Coronavirus Covid-19.

Una situazione che rischia molto seriamente di far saltare l’intero campionato e anche Champions League ed Europa League. La prossima settimana infatti la Juve dovrebbe giocare contro il Lione nel ritorno degli ottavi, ma il rischio che possa avere contagiato i compagni è altissimo. Oltre che gli avversari. Ricordiamo che Rugani ha giocato, seppur era in panchina, contro l’Inter. Rugani è il primo calciatore di Serie A risultato positivo al Coronavirus.

 

 

11.03.20 - Ghirelli: "Se la stagione non finisse? Dovremo valutare norma sulle promozioni"
Il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, ospite di Tv2000, ha fatto il punto sulla questione del blocco ai campionato professionistici: "E' chiaro che si va verso una sospensione del campionato. Abbiamo messo la salute al primo posto. Il calcio e lo sport vengono molto dietro. Non bisogna sottovalutare nessun elemento perché il calcio non doveva essere l'acceleratore di paure. C'è una catena di comando che deve essere rispettata e chi fa questo mestiere deve solo 'Obbedire'. Abbiamo preferito sospendere le partite nelle zone a rischio ma anche in Toscana per mantenere uniformità nel girone B. Abbiamo invece continuare a giocare nel Girone C per non alimentare le paure. Successivamente abbiamo palesato il problema di giocare a porte chiuse era un problema sia perché non è calcio, ma anche per i problemi legati al sostentamento dei club senza gli incassi dei botteghini. Recuperare? Abbiamo chiesto al presidente federale Gravina di spostare la data per l'iscrizione al prossimo campionato al 29 giugno. In questo modo avremo tempo per recuperare le gare fino al 28. Se non dovessimo riuscire ad ultimare la stagione dovremo valutare una norma che riguarda promozioni e retrocessioni" riporta tuttomercatoweb.com.
tuttobari.com



11.03.20 - UFFICIALE - Allenamenti sospesi fino al 20 marzo. La nota della Lega Pro
Non solo un mese di pausa dal campo giocato, ma anche stop agli allenamenti in Serie C. In seguito all’accordo tra Lega e Aic è stato infatti deciso di interrompere ogni attività, compresi gli allenamenti, fino al 20 marzo. Questa la nota della Lega Pro: "Dal giorno 11 marzo a tutto il 20 marzo 2020 non saranno consentite alcune attività sportive, anche di allenamento. In conseguenza dell'emergenza epidemiologica Covid-19 e dei provvedimenti assunti dal Presidente del Consiglio dei Ministri con DPCM del 08/03/2020 e del 09/03/2020”, la Lega Pro ha raggiunto un accordo con l'Associazione Italiana Calciatori. In tale periodo i tesserati interessati saranno chiamati ad osservare le restrizioni imposte dai predetti DPCM del 08/03/2020 e del 09/03/2020 anche in tema di spostamenti. Resta comunque ferma, ma soltanto con l’accordo dei calciatori, la possibilità di ridurre la durata della sosta”.
tuttobari.com



11.03.20 - Dall'Umbria: "Lutto Cornacchini: la madre positiva al Coronavirus"
Emergono ulteriori dettagli sulla scomparsa della mamma di Giovanni Cornacchini, ex tecnico biancorosso. Come riferisce il sito del Corriere dell'Umbria, "82 anni, commerciante molto conosciuta a Fano dove gestiva il noto negozio di pelletteria "Cornacchini", era risultata positiva al Coronavirus il 26 febbraio dopo la visita di un nipote di Milano".
tuttobari.com

 

 

10.03.20 - Lega Pro, Paolucci: "Sospensione Serie C? Se venisse deliberata..."
L'idea di sospendere i campionati italiani a causa dell'emergenza Coronavirus aleggia già da qualche giorno. Come raccolto da TuttoC.com, il segretario generale di Lega Pro Paolucci ha presentato una lettera indirizzata ai 60 club di Serie C. Di seguito parte del testo: "Qualora il Consiglio Federale dovesse deliberare la sospensione dell’attività ufficiale per l’emergenza epidemiologica da Covid-19, si raccomanda ogni necessaria – e comunque opportuna - valutazione in ordine alla dislocazione sul territorio nazionale dei luoghi di residenza dei rispettivi tesserati. Sarà infatti necessario considerare con attenzione i divieti di spostamento attualmente in essere per le zone in cui sono state adottate “misure urgenti per il contenimento del contagio"; oltretutto, essendo l’intera vicenda “in divenire”, non è escluso che le predette “zone” vengano estese anche ad altre regioni o province, circostanza questa che renderebbe non possibile lo spostamento dei tesserati, se abitanti all’interno di un’area in cui è/sarà previsto il divieto di spostamenti".
tuttobari.com



10.03.20 - Antenucci implacabile, Simeri si divora l'impossibile. Bene Costa, disattento Perrotta. Le pagelle
Ennesima occasione sprecata in trasferta per il Bari che, al Ceravolo, non va oltre il pari. Dopo soli trenta secondi Antenucci apre il match con un preciso diagonale. Il pari del Catanzaro giunge nella ripresa grazie all’incornata vincente di Kanoutè. I biancorossi raggiungono quota 60 punti e possono dire addio al sogno primo posto.

Di seguito le pagelle:

FRATTALI 6.5 Salva i suoi in un paio di circostanze. Provvidenziale;

CIOFANI 5.5 Perde il suo diretto avversario nell’azione che porta al pari. Meno brillante rispetto ad altre occasioni;

PERROTTA 5 Perde la marcatura di Kanoutè in occasione dell’1-1. Non dà sicurezza al reparto;

SABBIONE 5.5 Alterna giocate positive ad altre rischiose. Non sempre impeccabile;

COSTA 6.5 E’ l’ultimo ad arrendersi. E’ una spina nel fianco della squadra di casa sull’out sinistro;

BIANCO 6 Imposta e fa legna nel migliore dei modi nei primi 45 minuti. Meno brillante nella seconda frazione;

SCHIAVONE 6 Come Bianco cala alla distanza dopo un primo tempo in cui sfoggia le sue qualità;

MAITA 6 Il suo ritorno da ex al Ceravolo coincide con una prestazione sufficiente. Sfiora il gol nel primo tempo;

LARIBI 6 Quando tocca palla dà sempre l’impressione di poter far male alla difesa di casa. Cala nella ripresa;

ANTENUCCI 7 Lesto a sfruttare l’errore della retroguardia giallorossa e ad infilare Bleve;

SIMERI 5 I suoi movimenti creano non pochi problemi agli avversari ma si divora almeno due ghiotte opportunità;

D’URSI 5.5 Entra ma non dà la scossa. Ancora una volta non riesce ad incidere;

DI CESARE sv

HAMLILI sv

COSTANTINO sv

SCAVONE sv

VIVARINI 6 Al Ceravolo il Bari è croce e delizia: ad un gran primo tempo segue una seconda frazione con varie disattenzioni, in primis sul gol di Kanoutè. La sua squadra continua a viaggiare a corrente alternata: vince in casa e pareggia lontano dal San Nicola. Troppo poco per impensierire una Reggina sin qui quasi perfetta e meritatamente vicinissima al traguardo.  
tuttobari.com



10.03.20 - I biancorossi impattano a Catanzaro, la Reggina ora è a +9. Risultati e classifica
Un Bari sciupone, nonostante una buona prestazione e molte occasioni da gol, impatta 1-1 a Catanzaro, e lascia alla capolista Reggina un vantaggio di 9 punti in graduatoria.

Alla rete di Antenucci, dopo pochi secondi dal via, risponde il giallorosso Kanoute, al 52’. I biancorossi mantengono il secondo posto. Il Monopoli, terzo, ora dista tre lunghezze.  Nel pomeriggio di oggi, pari a reti bianche tra Cavese e Potenza. Ora stop alle gare, per il Coronavirus, almeno fino al 3 aprile. Di seguito, risultati e classifica.

Domenica 8 marzo ore 15

Avellino-Ternana 2-0

Bisceglie-Catania 0-1

Monopoli-Casertana 0-1

Picerno-Reggina 0-2

Domenica 8 marzo ore 17:30

Sicula Leonzio-Rende 1-0

Teramo-Virtus Francavilla 0-1

Viterbese-Rieti 0-1

Lunedì 9 marzo ore 17:30

Cavese-Potenza 0-0

Lunedì 9 marzo ore 20:45

Catanzaro-Bari 1-1

Classifica

Reggina 69, Bari 60, Monopoli 57, Potenza 56, Ternana 51, Catania 47, Catanzaro 43, Teramo 41, Avellino, Virtus Francavilla 40, Vibonese, Viterbese 39, Cavese, Casertana 38, Paganese 36, Picerno 32, Sicula Leonzio 29, Bisceglie 20, Rende 18, Rieti 15.

* una gara in meno

Rieti – 5 punti di penalizzazione
tuttobari.com

 

 

08.03.20 - Coronavirus: in chiaro tutte le partite di Serie C e quindi anche del Bari
Accordo tra il presidente Ghirelli e la piattaforma Eleven Sport
Da oggi e fino al 3 aprile le partite di calcio della Serie C saranno disponibili in chiaro sulla piattaforma di Eleven Sports. Lo rende noto all'ANSA una nota della Lega Pro. Il presidente Francesco Ghirelli ed Eleven Sports Italia, infatti, hanno firmato oggi un accordo che dà la possibilità agli italiani di assistere gratuitamente e in diretta streaming alle partite di calcio delle 60 squadre di Serie C. La RAI, che trasmette in diretta televisiva le partite di Serie C del posticipo del lunedì sera, ha dato la sua piena disponibilità all'operazione.
corrieredellosport.it



08.03.20 - Verso Catanzaro: rientra Di Cesare, Laribi in dubbio, Hamlili stuzzica...
In vista del posticipo di lunedì sera contro il Catanzaro, Vivarini avrà a disposizione un giorno in più per poter scegliere accuratamente gli 11 titolari da schierare in campo; i risultati dei ballottaggi saranno determinati dalle dimostrazioni che i giocatori daranno durante gli allenamenti.

Le prestazioni un po’ sottotono di Frattali nelle ultime partite non dovrebbero condizionare la scelta del mister biancorosso, che, a meno di sorprese, lo confermerà anche per la trasferta in Calabria. In difesa, con il rientro del capitano Di Cesare, l’unico dubbio riguarda l’altro posto da centrale; il ballottaggio è tra Sabbione e Perrotta, con il primo favorito. Sulle fasce si va verso la conferma di Ciofani e Costa.

A centrocampo la cabina di regia dovrebbe essere affidata, come al solito, a Bianco, con Maita e Schiavone a completare il trittico. Al posto di quest’ultimo, Vivarini valuterà se rilanciare dal primo minuto Hamlili, che, nonostante il recupero dall'infortunio, non ha ancora 90 minuti nelle gambe.

Davanti l'unico punto interrogativo è Laribi, che, come dichiarato da Vivarini, ha preso un pestone e deve provare a recuperare; il suo primo sostituto è Terrani. In attacco sicuramente agiranno i gemelli del gol Simeri e Antenucci.
tuttobari.com

 

 

07.03.20 - Masiello: "Calcioscommesse? Ho vissuto anni bui ma ho riconquistato la fiducia dei tifosi"
La squalifica per calcioscommesse nel 2012 ai tempi del Bari rimarrà sempre una macchina indelebile nella storia di Andrea Masiello. Il difensore, attualmente al Genoa, è così tornato su quel periodo in un'intervista a Il Secolo XIX: "Ho vissuto anni bui. Ognuno può pensare quello che vuole, io ho cercato di ricostruirmi una fiducia e un futuro, non mollando un centimetro e stando lontano da eventi negativi. Sono stati anni brutti, che non auguro a nessuno, ma con voglia e determinazione, affetto della famiglia e degli amici, sono riuscito a guardare avanti, a pensare positivo, a non perdere quella condizione fisica che mi ha poi permesso negli anni di ritornare in forma. Ho dimostrato a chi non mi voleva più in questo mondo che Masiello c’è e non ha mollato. Non è stato facile, il percorso è stato lungo e faticoso, ma sono dell’idea che con lavoro si possono ottenere grandi risultati. Non è stato facile riconquistare la fiducia dei tifosi ma alla fine ci sono riuscito".
tuttobari.com



07.03.20 - Sabbione: "Non avere i tifosi peserà. Coronavirus? Lo staff medico ci ha parlato..."
Dal sito ufficiale biancorosso, le parole di Sabbione: "Domenica non possiamo che puntare alla vittoria, loro vengono da un periodo non positivo, ma dobbiamo pensare solo a noi. Contro l'Avellino abbiamo ottenuto una vittoria importante mettendo sul piatto una prestazione fatta di bel calcio, ma anche di concretezza e sostanza; la priorità è sempre quella di ottenere il risultato. Giocare a porte chiuse dispiace, non avere al fianco i tifosi, soprattutto in casa peserà non avere il loro sostegno, ma dobbiamo essere bravi a rimanere concentrati sul nostro obiettivo, affrontando anche questa difficoltà. La situazione derivante dall'emergenza coronavirus è atipica, ma in squadra siamo sereni, lo staff medico ci ha parlato e spiegato come dobbiamo comportarci".
tuttobari.com

 

 

06.03.20 - Ceduti a gennaio: Floriano, Neglia e Ferrari, rendimento al top. Awua e Kupisz titolari in B
Il mercato di gennaio ha visto arrivare a Bari cinque elementi, Maita, Laribi, Ciofani, Pinto e Costantino, giunti nel capoluogo pugliese per rinforzare la rosa a disposizione di mister Vivarini. A questi acquisti hanno fatto da contraltare ben sette cessioni.

Il terzino destro Bruno Cascione è rimasto in Puglia, dopo aver rescisso il suo contratto con i galletti, firmando per il Taranto, ma non ha ancora esordito con la nuova maglia. Medesimo destino per il difensore centrale Giuseppe Esposito, attualmente alla Fermana, e sempre relegato in panchina finora.

Diverso il discorso per Samuele Neglia, anche lui finito nella compagine marchigiana. Per il ventottenne torinese, infatti, le prime quattro presenze in maglia gialla sono state di altissimo livello, condite da 3 gol ed un assist. Poi, lo stop forzato al campionato a causa del Coronavirus.

In serie B, invece, sorprende il rendimento di Franco Ferrari nel Livorno. L’argentino ha collezionato finora 5 gettoni in maglia amaranto, con due segnature nelle ultime due gare, contro squadre quotate come Chievo e Frosinone.

Nei toscani, ultimi in classifica in cadetteria, gioca anche Theophilus Awua. Per il nigeriano, finora, 3 partite, senza particolari acuti. Ma il fatto che sia stato in campo per tutti i 90’ negli ultimi due turni, fa pensare che possa aver guadagnato un posto da titolare.

Tomasz Kupisz, che fu il primo innesto dei biancorossi durante la sessione estiva, è diventato una pedina fondamentale del Trapani, con 7 incontri disputati fin qui.

Una citazione a parte merita Roberto Floriano, che in serie D, a Palermo, sta facendo faville. Otto match disputati e sei reti per lui, reduce da una tripletta rifilata al Nola, in un incontro casalingo terminato 4-0.
tuttobari.com



06.03.20 - Siparietto Del Piero-Caputo, l'ex Juve: "A quota 20 gol ti svelerò qualche segreto"
Un curioso siparietto è andato in scena ieri tra l'ex bomber del Bari Ciccio Caputo e una leggenda come Alessandro Del Piero. Tutto nasce dalle parole dell'attaccante del Sassuolo in un'intervista alla rivista Am motori e stili di vita: "Da bambino non avevo un idolo vero e proprio, però apprezzavo tantissimo Del Piero. Oltre che per le straordinarie qualità tecniche, mi è sempre piaciuto per l'equilibrio mentale e l'attaccamento alla maglia della Juventus. Mi piacerebbe ancora incontrarlo, sarebbe il regalo perfetto nel caso in cui dovessi chiudere il campionato a quota 20 gol".

E così l'ex numero 10 della Juve ha accettato l'invito, rispondendo in questo modo via Social: "Caro Ciccio Caputo, ai 20° gol cena pagata al N10 a Milano e ti svelerò anche qualche segreto... Inizia il countdown: -9".
tuttobari.com

 

 

05.03.20 - Coronavirus, porte chiuse fino al 3 aprile. Anche per la C
Il calcio chiude le porte. Il caso coronavirus ha imposto una misura dura, ma inevitabile. Potranno andare in scena eventi sportivi solo senza la presenza di pubblico.

Gli effetti del provvedimento toccano tutte le discipline, ad ogni ordine. E' interessata anche l'attività della Serie C, comprese dunque le partite del Bari che non saranno aperte agli spettatori. La misura è estesa fino al 3 aprile.
tuttobari.com



05.03.20 - Quando in vantaggio mai una rimonta subita: la solidità del Bari quando sblocca il match
24 risultati utili non si ottengono per caso ed il Bari di Vivarini ha mostrato nell’arco di questo tempo diverse caratteristiche e peculiarità che hanno permesso di compiere un lungo percorso da imbattuta.

Un dato da sottolineare si rifà alle volte in cui il Bari è passato in vantaggio in questo campionato: in 21 occasioni i biancorossi hanno siglato la prima rete del match e, per 15 volte, la gara si è poi conclusa con una vittoria dei Galletti. Il dato assume maggior valore se si considera che i biancorossi non hanno mai perso una volta dalla situazione di vantaggio: i pareggi sono stati 6 ma le rimonte subìte zero.

Un aspetto da non sottovalutare che sottolinea una solidità tattica e mentale che scatta il più delle volte negli uomini di Vivarini capaci ed abili nel gestire il vantaggio senza mai perdere la bussola. Le gare in cui si son subìte rimonte parziali sono state quelle dei pareggi interni con Monopoli, Vibonese e Teramo e le gare esterne sempre col Gabbiano pugliese oltre alle ultime due prima dell’Avellino contro Cavese e Ternana.
tuttobari.com

 

 

04.03.20 - Decaro sullo stadio: "Possibile riduzione dei posti a sedere. Riqualificazione?
Antonio Decaro, sindaco di Bari, ha parlato del futuro dello stadio San Nicola a margine della conferenza stampa con l'ex angelo Carbone. Ecco le sue parole sottolineate da tuttocalciopuglia.com: "Si discute della possibilità di ridurre i posti a sedere. Dobbiamo accedere a determinati finanziamenti e se non dovessimo procedere con la rifunzionalizzazione proveremo a ripristinare il prima possibile le coperture. Faremo delle verifiche con le società di Renzo Piano per verificare la fattibilità ed i costi per attuare il piano. Altrimenti si procederà con la riqualificazione di quello che, ricordo, è uno dei migliori stadi in Italia".
tuttobari.com

 
Copyright © 2020 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! รจ un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

DAI IL VOTO ALLA CAMPAGNA ACQUISTI DEL BARI

CHE VOTO DAI (DA 1 A 10) ALLA CAMPAGNA ACQUISTI DEL BARI FINO A QUESTO MOMENTO?