Indice
STADI CALCIO
VAI ALLO STADIO LUIGI FERRARIS (GENOVA), ARTEMIO FRANCHI (FIRENZE), DALL'ARA (BOLOGNA), SANT'ELIA (CAGLIARI)
VAI ALLO STADIO MASSIMINO (CATANIA), ARTEMIO FRANCHI (SIENA), ATLETI AZZURI D'ITALIA (BERGAMO), TARDINI (PARMA)
VAI ALLO STADIO RENZO BARBERA (PALERMO), FRIULI (UDINE), BENTEGODI (VERONA), ARMANDO PICCHI (LIVORNO)
VAI ALLO STADIO AZTECA (CITTA' DEL MESSICO), OLYMPIASTADION (BERLINO), CAMP NOU (BARCELLONA), MARACANA' (RIO DE JANEIRO)
VAI ALLO STADIO SANTIAGO BERNABEU (MADRID), OLD TRAFFORD (MANCHESTER), WEMBLEY (LONDRA), ALLIANZ ARENA (MONACO)
VAI ALLO STADIO DEL CONERO (ANCONA), DEL DUCA (ASCOLI PICENO), RIGAMONTI (BRESCIA), MANUZZI (CESENA)
Tutte le pagine

STADI DI CALCIO

 

CLICCA E SCEGLI LO STADIO DA VISITARE VIRTUALMENTE! Una vasta rassegna di stadi di calcio italiani e stranieri. Descrizione della struttura, della capienza, fila e settori, inoltre sono presenti video, immagini, informazioni su come raggiungere i campi sportivi ed inoltre una breve storia dalla nascita ai giorni nostri.

 

 

 

CLASSIFICA CAPIENZA STADI ITALIANI

 

CLASSIFICA CAPIENZA STADI DEL MONDO: I TOP 13

                     NOME                              CAPIENZA           CITTA'           

1)         Estadio  Azteca                        114 465            Mexico City
2)         Jornalista Mário Filho               103 045            Rio de Janeiro
3)         L'Estadi Camp Nou                   98 934             Barcelona
4)         FNB Stadium (Soccer City)       94 700              Johannesburg
5)         Stadio Giuseppe Meazza            85 700             Milano
6)         Isidro Romero Carbo                85 000             Guayaquil
7)         Luzhniki Stadion                       84 745             Moscow
8)         Stadion NSK Olimpiyskiy           83 160             Kiev
9)         Stadio Olimpico Roma               82 307             Roma
10)       Estádio Magalhães Pinto           81 987             Belo Horizonte
11)       Signal Iduna Park                     81 264             Dortmund
12)       Santiago Bernabeu                   80 354             Madrid
13)       Stade de france                        79 959             Parigi






STADI SERIE A

 

 

 

 

STADIO SAN SIRO  (GIUSEPPE MEAZZA) - MILANO

 

SCHEDA TECNICA STADIO GIUSEPPE MEAZZA

Capienza: 84.309  posti

Primo anello: 30.058 posti
Secondo anello: 33.174 posti
Terzo anello: 19.723 posti

Inaugurazione: 1926
Ristrutturazione: 1990

Dimensioni del campo: 105 x 68 m
Indirizzo: Via Piccolomini, 5, 20151 Milano
Proprietario: Comune di Milano



SETTORI E MAPPA STADIO MEAZZA





STORIA STADIO GIUSEPPE MEAZZA

Lo Stadio Giuseppe Meazza, noto principalmente come Stadio San Siro dal quartiere in cui è stato situato, è lo stadio di calcio della città di Milano, nonché uno degli impianti calcistici più famosi e prestigiosi d'Europa (tanto da essere stato soprannominato La Scala del Calcio). Ospita le partite casalinghe delle due squadre di calcio cittadine, il Milan e l'Inter.
A partire dagli anni settanta lo stadio ha ospitato numerosi concerti di artisti di grande richiamo internazionale, e e nel corso degli anni è stato teatro delle esibizioni dei maggiori gruppi della storia del rock, come Rolling Stones e U2.
È noto principalmente con il nome di San Siro per via del quartiere milanese nel quale è stato costruito, che prese tale nome a sua volta da una piccola chiesa dedicata a quel Santo, ormai scomparsa. Tale, in effetti, fu il suo nome fino al 1980, anno in cui fu intitolato a Giuseppe Meazza (Milano 1910-1979), storico calciatore dell’Inter (con una piccola parentesi al Milan) e campione del mondo con la nazionale italiana di calcio nel 1934 e nel 1938. I tifosi - soprattutto quelli milanisti, dati i trascorsi prevalentemente nerazzurri di Meazza - tuttavia, continuano a chiamarlo familiarmente San Siro.
L'edificazione iniziò nel dicembre 1925 sotto il patrocinio dell'allora Presidente del Milan Piero Pirelli; lo stadio fu ufficialmente inaugurato il 19 settembre 1926, con la partita Inter-Milan 6-3. Inizialmente, lo stadio era di proprietà del Milan. L'Inter non avendo uno stadio di proprietà giocava le sue partite all'Arena Civica e iniziò a giocare a San Siro solo a partire dal 1947, 21 anni dopo la sua inaugurazione, quando l’impianto era già diventato proprietà del Comune di Milano, che lo acquisì dal Milan nel 1935. È uno stadio a 5 Stelle UEFA.
Nel 2009 è stato inserito al secondo posto nella classifica del Times sugli stadi più belli al mondo.
Il 14 novembre 2009 lo stadio ha ospitato anche un incontro internazionale di rugby, tra la Nazionale italiana e gli All Blacks neozelandesi; il test match, terminato 20-6 per gli ospiti, ha fatto registrare un'affluenza di più di 80.000 spettatori, record italiano per un incontro di rugby.
La prima versione del Meazza prevedeva 4 tribune non collegate tra loro con una capienza totale di 35.000 persone. Il progetto di Alberto Cugini ed Ulisse Stacchini comportò una spesa equivalente a circa 1.8 milioni di euro di oggi.
1925: iniziano i lavori di costruzione dello stadio.
1926: San Siro viene inaugurato con un derby amichevole fra Milan ed Inter, concluso sul punteggio di 3-6.
1935: lo Stadio Meazza viene acquistato dal Comune che tre anni dopo inizia i lavori di ampliamento progettati da Giuseppe Bertera e dall'architetto Perlasca. I lavori si concludono nel 1939 e lo stadio presenta a quel punto la forma di un catino, in cui le tribune sono continue ed uniformi sui 4 lati. La capienza ufficiale sale a 55.000 posti.
1955: viene completata la costruzione del secondo anello, su progetto degli architetti Armando Ronca e Ferruccio Calzolari. La capienza arriva inizialmente a 90.000 spettatori, successivamente ridotti ad 85.000 (nel 1962).
1957: viene posto il primo sistema di illuminazione notturno d'Italia.
1967: viene inaugurato il primo tabellone elettronico.
1979: viene ristrutturato il 2° anello, costruito nel 1955, e completamente sostituito l'impianto di illuminazione.
1980: lo stadio viene intitolato a Giuseppe Meazza, ex calciatore di Inter e Milan scomparso l'anno prima.
1986: si procede al posizionamento dei seggiolini in tutto il primo anello; questo riduce la capienza di San Siro a 76.400 posti circa.
1990: in occasione dei Mondiali di calcio, viene inaugurato il terzo anello, ed in contemporanea si completa il posizionamento dei seggiolini di plastica per tutti i settori. La capienza di San Siro è ora di 85.700 posti, tutti al coperto e tutti a sedere. Il progetto della ristrutturazione è dell'architetto Giancarlo Ragazzi della società Edilnord.
1996: viene inaugurato, all'interno dello stadio, il museo San Siro sul calcio.
2002: vengono costruiti i primi 200 Sky Box. La capienza scende a 82.955 posti.
2006: viene spostato il boccaporto, che dalla parte sud-est dello stadio passa sotto la tribuna centrale.
2008: vengono sostituiti tutti i seggiolini con nuovi modelli con lo schienale. Leggera diminuzione della capienza, ora di poco superiore agli 80.000 posti.
2009: dopo quasi vent'anni, vengono rimosse le reti dietro alle due porte.




FOTO STADIO SAN SIRO


 
Stadio San Siro nel 1934                                            interno stadio San Siro

 
esterno stadio San Siro                                           Panoramica stadio San Siro

VIDEO STADIO SAN SIRO



Milano: Stadio San Siro (Stadio Giuseppe Meazza)

 

COME RAGGIUNGERE LO STADIO SAN SIRO

MEZZI PUBBLICI 
Metropolitana:
Linea MM1 (rossa) fermata LOTTO, poi si prosegue a piedi lungo viale Caprilli fino allo Stadio. In occasione delle partite di calcio esiste un servizio di navette dalle fermate di LOTTO e di LAMPUGNANO (parcheggio di interscambio) della linea MM1.
Autobus:
Linea 49 da piazza Tirana (stazione FS San Cristoforo) a piazzale Lotto, fermata di piazza Axum;
Linea 78 da via Govone a via Lorenteggio, fermata di via Tesio.
 Tram:
Linea 16 da piazza Fontana (Duomo) a San Siro, fermata al capolinea di via Dessiè.
Solitamente, nei giorni di partite interne di Inter e Milan, viene allestito un servizio navetta da Piazzale Lotto (fermata MM1 - rossa).


TRENO
STAZIONE CENTRALE – P.TA GARIBALDI - LAMBRATE
Prendere la linea metropolitana MM2 in direzione Famagosta fino alla fermata CADORNA FN. Proseguire poi con la linea metropolitana MM1 in direzione Molino Dorino fino alla fermata LOTTO.
STAZIONE PORTA GENOVA
Prendere la linea metropolitana MM2 in direzione Cologno - Gessate fino alla fermata CADORNA FN. Proseguire poi con la linea metropolitana MM1 in direzione Molino Dorino fino alla fermata LOTTO.


AUTO
A1 (Autostrada del Sole): dopo la barriera di Melegnano prende la Tangenziale Ovest in direzione Malpensa e uscire a Milano Via Novara. Seguire poi le indicazioni per San Siro.
A4 (Milano-Torino): alla barriera di Milano Nord prendere la Tangenziale Ovest in direzione Linate e uscire a Milano Via Novara. Seguire poi le indicazioni per San Siro.
A4 (Milano-Venezia): alla barriera di Milano Nord proseguire per Milano e prendere l'uscita Milano Certosa. Seguire poi le indicazioni per San Siro.
A7 (Milano-Genova): alla barriera di Milano Sud prendere la Tangenziale Ovest in direzione Malpensa e uscire a Milano Via Novara. Seguire poi le indicazioni per San Siro.
A8 (Milano-Laghi): alla barriera di Milano Nord prendere la Tangenziale ovest in direzione Linate e uscire a Milano Via Novara. Seguire poi le indicazioni per San Siro.


AEREO
MILANO LINATE
Prendere l'autobus linea 73 fino a San Babila MM1. Proseguire poi con la linea metropolitana MM1 in direzione Molino Dorino, e scendere alla fermata LOTTO
MILANO MALPENSA
Utilizzare il collegamento ferroviario Malpensa Express fino a Cadorna FN. Proseguire poi con la linea metropolitana MM1 in direzione Molino Dorino, e scendere alla fermata LOTTO.
MILANO ORIO AL SERIO
Utilizzare servizio autobus di linea fino a Milano Stazione Centrale
Proseguire poi con la linea metropolitana MM2 in direzione FAMAGOSTA, e scendere alla fermata CAIROLI. Interscambio con la linea metropolitana MM1 in direzione Molino Dorino, e scendere alla fermata LOTTO.
sansiro.net

 


Biglietti Inter calcio: rivendite autorizzate

Prenoticket: acquista per telefono al n° 02-54914
L'acquisto tramite webank è riservato ai clienti Banca Popolare di Milano e Banca di Legnano
I biglietti per le partite disputate in casa sono disponibili sia presso le agenzie di Banca Popolare di Milano sia presso gli sportelli di Banca di Legnano, noche' presso le ricevitorie Lottomatica abilitate.

 


Biglietti Milan calcio: rivendite autorizzate
vendita biglietti: in qualsiasi filiale del gruppo Intesa Sanpaolo.
Allo stadio: casse aperte per la vendita dei biglietti a partire dalle ore 17.30.

NB: per acquistare i biglietti in vendita libera in banca non è vincolante essere titolari di Cuore Rossonero. I titolari della Carta dovranno tuttavia presentare il loro numero di Cuore Rossonero all’atto dell’acquisto per vedere riconosciuto il punteggio Stella relativo alla partita acquistata.
acmilan.it


 
 

STADIO OLIMPICO TORINO (STADIO COMUNALE VITTORIO POZZO)





SCHEDA TECNICA STADIO OLIMPICO TORINO


Capienza: 27.500

Dimensioni del campo: 105x68 m

Indirizzo: Corso Sebastopoli, 10136 Torino

Anno di costruzione: 1932

Anno di ristrutturazione: 2005

Proprietà: Comune di Torino




SETTORI E MAPPA STADIO OLIMPICO TORINO

 
Curva Maratona
Con il nome di Curva Maratona si conosce al settore dello stadio occupato tradizionalmente durante le gare casalinghe dai nuclei più accesi della tifoseria organizzata del Torino. Tale nome è stato attribuito per la presenza, già dai tempi dello Stadio Comunale, nell'area retrostante la curva stessa, di una alta torre denominata appunto "Torre Maratona", nei pressi della quale si apriva l'ingresso riservato agli atleti partecipanti all'omonima gara atletica.

Curva Filadelfia
Curva Filadelfia è il nome con il quale è tradizionalmente conosciuto il settore dell'impianto - opposto a quello della Curva Maratona - occupato durante le gare casalinghe dai nuclei più accesi della tifoseria organizzata della Juventus. Tale nome è originato dal nome della via verso la quale si affaccia.
A partire dalla riapertura al calcio dell'impianto dopo le olimpiade invernali nel 2006, la Curva Filadelfia viene ribattezzata (quando gioca il Torino) Curva Primavera in onore alle squadre giovanili granata, mentre durante le gare casalinghe della Juventus tale settore è conosciuto come Curva Scirea Sud (in modo simile alla Curva Sud dello Stadio Delle Alpi) [5] e la Curva Maratona è nota come Curva Scirea Nord.

Tribuna Est
La Tribuna Est (Distinti Est quando gioca il Torino) dello Stadio Olimpico di Torino sono stati il punto di incontro delle famiglie all'interno dell'impianto. Nella parte destra (sinistra quando gioca il Torino) è presente un settore separato riservato ai tifosi delle squadre ospiti.

Tribuna Ovest
La Tribuna Ovest è stato il più costoso stand dello Stadio Olimpico. Il suo secondo livello è riservato esclusivamente per la stampa, commentatori e personaggi importanti avendo escluso palchi d'onore.

 

STORIA STADIO OLIMPICO TORINO



Lo Stadio Olimpico di Torino, già Stadio Comunale Vittorio Pozzo e prima ancora Stadio Benito Mussolini, è stato la sede delle cerimonie d'apertura e di chiusura dei XX Giochi olimpici invernali, svoltesi rispettivamente il 10 e il 26 febbraio 2006, e delle cerimonie d'apertura e chiusura dei IX Giochi Paralimpici Invernali, svoltasi dal 10 marzo al 19 marzo 2006. Al termine degli eventi è stato riconvertito al calcio per ospitare le gare interne delle squadre di calcio cittadine. Si trova nel quartiere di Santa Rita, nella zona sud di Torino.
Originariamente intitolato a Mussolini, venne costruito per decisione del capo del Governo per ospitare i Giochi Littoriali dell'anno XI, svoltisi nel 1933, e i Campionati Internazionali Studenteschi.Dopo gli eventi inaugurali, nel 1934 ospitò alcuni incontri dei Campionati Mondiali di calcio svoltisi in Italia. Dalla stagione 1934-35 iniziò ad ospitare le partite del campionato di calcio: per i primi anni, soltanto quelle della Juventus, in quanto all'epoca il Torino giocava nello Stadio Filadelfia, di sua proprietà. Dalla fine degli anni Cinquanta ha ospitato le gare interne di entrambe le squadre torinesi fino al 1989/90 quando venne abbandonato per lo Stadio delle Alpi, costruito per Italia '90.
In questo stadio la Juventus ha festeggiato tra il 1934 e il 1986 ben 16 titoli di campione d'Italia, ed uno il Torino, nel 1976
In seguito agli accordi con il Comune lo Stadio Comunale venne assegnato gratuitamente al Torino, in cambio dell'impegno di ristrutturarlo in tempo per ospitare le cerimonie di apertura e chiusura delle Olimpiadi di Torino 2006. Tuttavia, in seguito al fallimento della società granata il Comune è tornato proprietario dell'impianto e ha dovuto finanziare la ristrutturazione.
Nel 2006 lo stadio è tornato ad ospitare le partite di calcio delle due squadre cittadine, il Torino e la Juventus. Si prevede che a partire dal 2011 lo stadio Olimpico ospiterà soltanto le partite dei granata, in quanto la Juventus si trasferirà nel suo stadio di proprietà sorto dalla demolizione dello Stadio delle Alpi. Al termine della "coabitazione", se il Torino decidesse di acquistare l'impianto potrebbe rinominarlo "Stadio Grande Torino", stando alle parole pronunciate da Mario Pescante all'atto dell'inaugurazione dello stadio ristrutturato.

Pur essendo stata fisicamente eliminata la pista d'atletica (al suo posto vi è un tappeto in erba sintetica), la distanza tra gli spalti e il terreno di gioco non è cambiata (provocando delusione tra i tifosi, che avrebbero preferito avere gli spalti a ridosso del campo come in uno stadio "all'inglese"). Tuttavia in sede di ristrutturazione è stato costruito un nuovo parterre, che avvicina di qualche metro gli spettatori delle prime file. I posti riservati agli spettatori disabili in carrozzina sono 80, di cui 64 dislocati in due tribunette poste nel parterre del primo anello dei distinti centrali, 12 nella tribuna centrale e 4 nei palchi.

Lo stadio Olimpico è stato il primo stadio in Italia a rispettare interamente i dettami della "Legge Pisanu" in merito alla sicurezza negli stadi. Sono state installate oltre 80 telecamere di videosorveglianza, consentendo alle forze dell'ordine di individuare e identificare i colpevoli degli atti di violenza. La recinzione vetrata, che separa il campo dalla zona spettatori, è mobile; è alta 2,2 metri, ma nelle partite che non destano rischi di ordine pubblico può essere abbassata a 1,1 metro. Inoltre il ricorso alla tecnologia è stato elevato: sotto al terreno di gioco sono state poste delle serpentine per il riscaldamento del campo in caso di temperature rigide e, in caso di pioggia, un sistema automatico provvede a tendere dei teloni a copertura del terreno.

Nei suoi primi 2 anni di utilizzo, dal 2006 al 2008, essendo state inserite due distinte fasce di sicurezza per separare le tifoserie ospiti, la capienza effettiva è risultata limitata a 25.500 posti. Durante l'estate del 2008 si sono svolti lavori di ampliamento dei posti disponibili, in vista del ritorno della Juventus in Champions League. Sono stati installati circa 1350 nuovi posti, su quattro file, a ridosso della prima fila di distinti e tribuna, creando un nuovo anello sullo spazio dove era posizionata la vecchia pista, e per favorire la visibilità di queste nuove file di spettatori, nei settori Ovest ed Est le barriere sono state abbassate a 110 cm, rispetto ai 220 cm della conformazione precedente. Infine, sono stati recuperati 650 posti con il ridimensionamento del settore ospiti. La capienza è così diventata di circa 27.500 posti.

Durante l'estate 2009 sono stati effettuati nuovi lavori, il parapetto di separazione è stato abbassato a metri 1,10 in tutti i settori e 444 nuovi posti sono stati aggiunti nella zona parterre, portando la capienza complessiva dello stadio a 27.994 posti.

FOTO STADIO OLIMPICO TORINO


interno stadio olimpico Torino                       esterno stadio olimpico Torino

 

VIDEO STADIO OLIMPICO TORINO



COME RAGGIUNGERE LO STADIO OLIMPICO DI TORINO

Itinerari consigliati per arrivare allo stadio Olimpico di Torino (Distanza dal centro: Km. 7)

In treno:    
dalla stazione Torino Porta Nuova: linee 4 / X4
dalla stazione Torino Porta Susa: linee 10 / X10C
dalla stazione Torino Lingotto: linea X82
dalla stazione Torino Dora: linea 10

autobus:
linee 4 / X4 / 10 / X10C

In auto:
Da nord:
parcheggio P1 + linea 4
parcheggio P2 + linea X9C
parcheggio P3 + linea X9C

Da sud:
parcheggio P5 + linea X18C
parcheggio P6 + linee 4 / X4 / 10 / X10C / X18C
parcheggio P7 + linea 4 / X4
parcheggio P8 + linea X4
parcheggi P9/P10/P11 + linea X82

Da ovest:
parcheggio P3 + linea X9C
parcheggio P4 + linea M1 fino a Porta Susa + linee 10 / X10C
parcheggio P5 + linea X18C

Da est:
parcheggi P9/P10/P11 + linea X82

 

Biglietti Juventus calcio: rivendite autorizzate
I biglietti sono in vendita presso le rivendite Lottomatica autorizzate.




 
 
 

STADIO OLIMPICO ROMA






SCHEDA TECNICA STADIO OLIMPICO

Capienza: 72,698 posti

Posti spettatori seduti: n° 72.145

Dimensioni del campo: 105 x 68 m

Indirizzo: Foro Italico, 00194 Roma

Anno di costruzione: 1928

Proprietà: Comune di Roma




SETTORI  E MAPPA STADIO OLIMPICO


Tribuna autorità, tribuna d'onore, tribuna stampa, palco, tribuna monte mario, tribuna monte mario top, tribuna centrale, tribuna tevere, distinti nord, distinti ospiti, distinti sud, curva nord, curva sud.



STORIA STADIO OLIMPICO

Lo Stadio Olimpico è il principale e più capiente impianto sportivo di Roma. Sorge all'interno del complesso sportivo del Foro Italico, nella parte settentrionale della città. Patrimonio del CONI, la struttura è destinata principalmente al calcio (vi si svolgono le gare interne di Lazio e Roma ed è la sede della finale di Coppa Italia) e all'atletica leggera, ma occasionalmente ospita concerti di musica leggera e altri eventi di vario genere. Nel corso della sua storia è stato sottoposto a tre sostanziali ristrutturazioni e ad un completo restyling.
1937, lo Stadio dei Cipressi
Nella sua prima forma lo stadio (all'epoca chiamato Stadio dei Cipressi) fu progettato e costruito nell'ambito del più ampio progetto della Città dello Sport chiamata Foro Mussolini (rinominata Foro Italico dopo la guerra).
I lavori iniziarono nel 1928, ad opera dell'ingegnere torinese Angelo Frisa e dell'architetto Enrico Del Debbio, per concludersi, dopo alcune varianti, nel 1932. Non erano prevista la realizzazione di opere murarie, ma solo la sistemazione del gigantesco invaso e delle tribune costituite da terrazze erbose.
Nel 1933 si decise di dotare lo stadio di gradinate in muratura e anche fuori terra, al fine d'incrementarne la capienza (35.000 spettatori seduti, 55.000 spettatori in piedi, 65.000 in caso di supercapienza). Il progetto fu affidato allo stesso Frisa, all'architetto Luigi Walter Moretti e all'ingegnere Achille Pintonello, e terminarono nel 1937.
L'impianto ospitò manifestazioni ginnico-sportive, oltre che adunate fasciste, la più nota delle quali fu in occasione della visita di Adolf Hitler il 7 maggio 1938. Per l'occasione, fu iniziata la costruzione di un secondo anello di gradinate, ma i lavori si interruppero nel 1940 a causa dello scoppio del conflitto bellico.
1953, lo Stadio dei Centomila
A dicembre del 1950 si riaprì il cantiere per il completamento dello stadio. Il progetto fu affidato all'ingegnere Carlo Roccatelli, membro del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, che si avvalse dei consigli dell'architetto Cesare Valle anch'egli membro dell'alto consesso ministeriale. In un primo momento, si pensò di costruire una struttura più complessa di quella effettivamente realizzata, ma la scarsità di fondi e le caratteristiche ambientali della zona indussero a una versione meno ambiziosa. Alla morte di Roccatelli nel 1951, la direzione dei lavori fu affidata all'architetto Annibale Vitellozzi. Si raggiunge così la capienza di circa 100.000 persone (da cui la denominazione Stadio dei Centomila, con la quale l'impianto fu chiamato prima del 1960), in vista della XVII Olimpiade.
La struttura venne inaugurata il 17 maggio 1953 con la partita di calcio Italia - Ungheria.
1960, lo Stadio Olimpico
Durante le Olimpiadi del 1960 lo stadio fu la sede delle cerimonie di apertura e di chiusura, e delle competizioni di atletica leggera. Furono eliminati i posti in piedi, con il risultato di portare la capienza effettiva a 65.000 spettatori. In seguito ospitò varie edizioni dei campionati italiani di atletica leggera, i Mondiali di atletica leggera del 1987 e tuttora ospita annualmente il meeting del "Golden Gala".
La principale caratteristica dello stadio fu la sua sorprendentemente bassa elevazione da terra, a dispetto della sua rilevante capienza. Questo risultato fu ottenuto grazie alla parziale sottoelevazione del terreno di gioco, sfruttando inoltre la forma naturale a conca del terreno attorno ad esso. Grazie a questi accorgimenti l'impianto si integrava perfettamente con l'ambiente circostante, offrendo un impatto visivo estremamente gradevole e contenuto. I seggiolini furono inizialmente costruiti in legno, sostituiti in seguito da altri in pietra di colore verde chiaro. Non era presente una copertura delle gradinate, ad eccezione di una piccola struttura (aggiunta in seguito) che, oltre a coprire una piccola parte della Tribuna Monte Mario, ospitava i giornalisti per le Radiocronache e le sale stampa. L'unica critica mossa negli anni allo stadio fu l'eccessiva lontananza delle curve dal campo di gioco, che penalizzava notevolmente la visione delle partite di calcio, dovuta alla presenza della pista di atletica e alla necessità di ricalcare il perimetro della struttura preesistente.
1990, ristrutturazione e copertura dello stadio
In vista dei Mondiali di calcio di Italia '90, dei quali l'Olimpico era lo stadio principale, l'impianto fu oggetto di radicali interventi di ristrutturazione. A causa dei lavori, durante il campionato 1989/90 le squadre capitoline della Lazio e della Roma giocarono le loro gare interne allo Stadio Flaminio. I lavori furono affidati a un'imponente squadra di progettisti, fra cui lo stesso progettista originario Annibale Vitellozzi. Dal 1987 al 1990 il piano di intervento subì numerose modifiche, con la conseguente lievitazione dei costi. In definitiva, l'impianto fu interamente demolito e ricostruito in cemento armato, ad eccezione della Tribuna Tevere ampliata con l'aggiunta di ulteriori gradinate; le curve furono avvicinate al campo di nove metri. Tutti i settori dello stadio furono integralmente coperti con una copertura in tensostruttura bianca. Furono installati seggiolini senza schienale in plastica azzurra. Due maxischermi, costruiti nel 1987 per i Mondiali di atletica, furono montati all'interno delle curve.
Al termine dei lavori la nuova versione dell'Olimpico superò gli 80.000 posti, e fu così il 14° stadio al mondo per numero di posti tra gli stadi usati per il calcio, il 29° fra tutti gli stadi ed il secondo in Italia, di poco dietro allo stadio Meazza di Milano. I lavori di ristrutturazione, pur con il risultato di un impianto indubbiamente imponente e affascinante, non tennero conto dell'impatto sull'ambiente circostante. L'innalzamento delle gradinate e la realizzazione della copertura stravolsero completamente i principi secondo i quali il precedente stadio era stato pensato e costruito.
L'Olimpico ospitò le prime 5 partite dell'Italia nel Mondiale (arrivarono 5 vittorie) e la finale tra Germania Ovest e Argentina, che consacrò i tedeschi campioni del Mondo.
Con la stessa conformazione del 1990, il 22 maggio 1996 lo Stadio Olimpico ospitò la finale di Champions League tra Juventus e Ajax, che vide prevalere i primi ai calci di rigore.
2008, restyling dello stadio
Nel 2007 è stato avviato un vasto piano di restyling dell'interno dello stadio, per renderlo conforme alle norme UEFA, in vista della finale di Champions League 2009. I lavori, conclusi nel 2008, hanno contemplato la messa a norma delle strutture - con miglioramenti per la sicurezza - l'adeguamento di spogliatoi e sala stampa, la sostituzione completa dei sedili, l'installazione di nuovi maxischermi digitali ad alta definizione, l'arretramento delle panchine, la parziale rimozione delle barriere in plexiglas tra gli spalti e il terreno di gioco, e una riduzione dei posti, fino alla capienza attuale di 72.698 spettatori. Al fine di aumentare il comfort degli spettatori una parte dei lavori di ammodernamento dello stadio hanno riguardato l'aumento dei punti di ristoro e l'adeguamento dei servizi igienici.
Questi interventi hanno permesso allo Stadio Olimpico di rientrare nella categoria "Elite" degli stadi europei.



FOTO STADIO OLIMPICO


interno stadio olimpico Roma

VIDEO STADIO OLIMPICO



COME RAGGIUNGERE LO STADIO OLIMPICO

IN AUTO     
Arrivando da Milano, Firenze, Bologna (Autostrada A1)    Uscire sul G.R.A. direzione Flaminia, prendere l’uscita N° 5 (Flaminia), quindi seguire le indicazioni per lo stadio (Foro Italico)
Arrivando da Pescara, l’Aquila (Autostrada A24)    Uscire sul G.R.A. direzione autostrada Roma-Firenze (A1), prendere l’uscita N° 5 (Flaminia), quindi seguire le indicazioni per lo stadio (Foro Italico)
Arrivando da Napoli (Autostrada A2)    Uscire sul G.R.A. direzione autostrada Roma-Firenze (A1), prendere l’uscita N° 5 (Flaminia), quindi seguire le indicazioni per lo stadio (Foro Italico)
Arrivando da Fiumicino - Aeroporto "Leonardo da Vinci"    (Autostrada per Fiumicino). Uscire sul G.R.A. direzione Cassia-Flaminia, prendere l’uscita N° 5 (Flaminia), quindi seguire le indicazioni per lo stadio (Foro Italico).
IN TRENO     
Arrivando alla Stazione Termini (6 km di distanza)    Prendere la Metropolitana A direzione Ottaviano e scendere al capolinea; da qui prendere l’autobus N° 32 e scendere alla fermata Piazzale della Farnesina. Oppure prendere la Metropolitana A direzione Ottaviano e scendere alla fermata Flaminio; da qui prendere il tram N° 225 e scendere al capolinea: Piazza Mancini
Arrivando alla Stazione Tiburtina    Prendere la Metropolitana B direzione Laurentina fino alla fermata di Termini. Qui effettuare il cambio di linea con la Metropolitana A direzione Ottaviano e seguire le indicazioni precedenti
Arrivando alla Stazione Ostiense    Prendere la Metropolitana B (a Piramide) direzione Rebibbia fino alla fermata di Termini. Qui effettuare il cambio di linea con la Metropolitana A direzione Ottaviano e seguire le indicazioni precedenti.
IN AEREO     
Arrivando all’Aeroporto Leonardo da Vinci - Fiumicino (40 km di distanza).
Prendere i treni per Termini, Ostiense, Tiburtina. E da qui seguire le indicazioni precedenti.
Oppure con l’automobile prendere l’Autostrada per Fiumicino e seguire le indicazioni precedenti.sslazio.it

 

Biglietti Roma calcio: rivendite autorizzate
 80132   Galleria Umberto I 17       Napoli (Na)
 80129      Via Merliani 118      Napoli (Na)
 80125      Via F. Galeota 19      Napoli (Na)
 80047      C.so V. Emanuele 55      San Giuseppe Vesuviano
 65126      Via Benedetto Croce 199      Pescara (Pe)
 65100      Via Rio Sparto 108      Pescara
 63100      Via Monticelli, 282 /C      Ascoli Piceno (Ap)
 63100      Via del Commercio, 52      Ascoli Piceno (Ap)
 63100      Via Napoli 128      Ascoli Piceno (Ap)
 67100      Via N. Persichetti 36      Aquila (Aq)
 58100      Via Giusti, 111      Grosseto (Gr)
 55043      Viale Europa 178      Lido di Camaiore (Lu)
 20155      Viale Certosa 36      Milano (Mi)
 05100      Viale Trieste 49      Terni (Tr)
 04100      Via della Stazione 184      Latina (Lt)
 03100      Via P. Luigi da Palestrina, 32      Frosinone (Fr)
 02100      Via Borsellino 1/3      Rieti (Ri)
 01100      Via Vicenza 1      Viterbo (Vt)
 00199      Viale Libia 127      Roma (Rm)
 00198      Piazza G.Verdi 2      Roma (Rm)
 00198      C.so Trieste 17      Roma (Rm)
 00198      V.le Regina Margherita 4/6      Roma (Rm)
 00195      Piazza Prati Strozzi 33      Roma (Rm)
 00194      Via Orti della Farnesina 154      Roma (Rm)
 00192      Via M.Colonna 37      Roma (Rm)
 00191      Via Marco Besso 12/14      Roma (Rm)
 00191      C.so Francia 211/D      Roma (Rm)
 00191      Viale Tor di Quinto snc - Gran Teatro      Roma (Rm)
 00189      Via Grottarossa 137      Roma (Rm)
 00185      Via Riccardo Birilli 7      Roma (Rm)
 00187      Via Sicilia 245      Roma (Rm)
 00184      Via dei Serpenti 165      Roma (Rm)
 00183      Piazzale Appio 9      Roma (Rm)
 00183      Via Populonia 22      Roma (Rm)
 00183      Via Fregene 59      Roma (Rm)
00183       Via Gallia 11/B       Roma (Rm)
 00182      Via Biella 18      Roma (Rm)
 00182      Via Taranto 192/D      Roma (Rm)
 00179      Via Rocca Priora 23      Roma (Rm)
 00176      Via Casilina 377      Roma (Rm)
 00175      Via S. M. del Buon Consiglio 55      Roma (Rm)
 00175      Via Mazzaccolo 10      Roma (Rm)
 00173      Via Antonio Ciamarra 237/239      Roma (Rm)
 00169      Piazza Delle Starne 8/10      Roma (Rm)
 00168      Via Federico Borromeo 25      Roma (Rm)
 00168      Via Torrevecchia 222/A      Roma (Rm)
 00168      Via di Torrevecchia 579      Roma (Rm)
 00168      Via Pietro Maffi 40      Roma (Rm)
 00167      Via Calisto II 20      Roma (Rm)
 00166      Via di Selva Candida 320      Roma (Rm)
 00166      Via Monchiero 8      Roma (Rm)
 00166      Via Aurelia 1255      Roma (Rm)
 00165      Via di Porta Cavalleggeri 9      Roma (Rm)
 00161      Via Nomentana 879      Roma (Rm)
 00159      Via T. Cartella      Roma (Rm)
 00159      Via Casal Bertone 187      Roma (Rm)
 00159      Via Tiburtina 532      Roma (Rm)
 00159      Via Camesena 10      Roma (Rm)
 00158      Via di Pietralata 469      Roma (Rm)
 00156      Via Casale San Basilio 319/323      Roma (Rm)
 00156      Via Casal De Pazzi 74/C      Roma (Rm)
 00155      Via di Tor Sapienza 56      Roma (Rm)
 00155      V.le Sacco e Vanzetti 175/179      Roma (Rm)
 00153      Piazza Ippolito Nievo 1      Roma (Rm)
 00153      Viale Trastevere 345      Roma (Rm)
 00153      Viale Aventino 127      Roma (Rm)
 00153      Via Del Moro 39      Roma (Rm)
 00153      Viale Trastevere 110/B      Roma (Rm)
 00152      Via di Monteverde 1 ang. Piazza Dunant 11      Roma (Rm)
 00152      Via Fonteiana 80      Roma (Rm)
00151       Via Isacco Newton 84       Roma (Rm)
 00151      Via di Monteverde 172      Roma (Rm)
 00148      Via Portuense 710      Roma (Rm)
 00148      Via del Trullo 250/252      Roma (Rm)
 00148      Via Casetta Mattei 333/335      Roma (Rm)
 00148      Via del Trullo 468      Roma (Rm)
 00147      Via Poggio Ameno 10      Roma (Rm)
 00146      Via della Magliana 259      Roma (Rm)
 00146      Viale Marconi 411      Roma (Rm)
 00145      Via Gaspare Gozzi 13      Roma (Rm)
 00145      Largo delle Sette Chiese 8/A      Roma (Rm)
 00144      V.delle Montagne Rocciose 96      Roma (Rm)
 00144      Via Pianeta Venere 131/135      Roma (Rm)
 00142      Via Benedetto Croce 25/A      Roma (Rm)
 00142      Via Salvatore di Giacomo 8      Roma (Rm)
 00142      Via Guido De Ruggiero 3      Roma (rm)
 00141      Via Nomentana 565/567      Roma (Rm)
 00141      Via Val Padana 97      Roma (Rm)
 00139      Via Monte Cervialto 86      Roma (Rm)
 00139      Via della Bufalotta 262      Roma (Rm)
 00139      Via Stampalia 7      Roma (Rm)
 00137      Via Domenico Comparetti 49      Roma (Rm)
 00137      Via Luigi Capuana 62      Roma (Rm)
 00136      Via Galimberti 36/38      Roma (Rm)
 00134      Via di Castel di Leva 240      Roma (Rm)
 00133      Via T. di Torrenova 146/C-148      Roma (Rm)
 00133      Via A. Marabini 53      Roma (Rm)
 00133      Via Torrenova 116      Roma (Rm)
 00132      Via Rocca Cencia 50\52      Roma (Rm)
 00128      Via Caduti della Resistenza 713      Roma (Rm)
 00127      Via S. Arcangelo di Romagna 38/A      Roma (Rm)
 00126      Via Andrea Da Garessio 14      Roma (Rm)
 00125      Via di Saponara 209      Roma (Rm)
 00124      P.le Macedone 18      Roma (Rm)
 00123      Via Cassia 1646/A      Roma (Rm)
00123       Via Cassia 1745       Roma (Rm)
 00122      C.so Regina Maria Pia 35      Ostia (Rm)
 00121      Via F.Storelli 9      Ostia (Rm)
 00121      V.le Vasco Gamma 253/59      Ostia (Rm)
 00062      Via Principe di Napoli 121      Roma (Rm)
 00060      Via Tiberina 63/A      Capena (Rm)
 00054      Via Torre Clementina 112/114      Fiumicino (Rm)
 00048      Via della Liberazione 110      Nettuno (Rm)
 00046      Via della Costituente 16      Grottaferrata (Rm)
 00045      Corso Don Minzoni 61      Genzano Di Roma (Rm)
 00044      Via S. Francesco D’Assisi 26      Frascati (Rm)
 00044      Largo Panizza 8      Frascati
 00043      Via di Morena 73      Ciampino (Rm)
 00043      Via 2 Giugno n° 5      Ciampino (Rm)
 00042      Porto Innocenziano 25      Anzio (Rm)
 00041      Corso Matteotti 12      Albano Laziale (Rm)
 00040      Via Appia Nuova 106 Km 20      Frattocchie di Marino (Rm)
 00040      Via Salvo D’acquisto 70      Pomezia (Rm)
 00040      Via Roma 38      Monteporziocatone (Rm)
 00040      Via IV Novembre 14      Ariccia (Rm)
 00040      Via Litoranea km 25,800      Ardea (Rm)
 00040      Via Tuscolana km 26.900      Montecompatri (Rm)
 00039      V.le Ungheria 3      Zagarolo (Rm)
 00038      P.zza della Repubblica 14      Valmontone (Rm)
 00036      P.zza Regina Margherita 18      Palestrina (Rm)
 00034      Via G. di Vittorio 107      Colleferro (Rm)
 00033      Via Pio XII 44      Cave (Rm)
 00028      Via Cavour 9      Subiaco (Rm)
 00019      Via di Villa Adriana 90      Tivoli (Rm)
 00012      C.so Italia 7      Guidonia Montecelio (Rm)
 00015      Via Salaria 221/P      Monterotondo
 00010      Via Nomentana 445/447      Fonte Nuova (Rm)
 00012      Corso Italia 7      Guidonia Montecelio
asroma.it

 

Biglietti Lazio calcio: rivendite autorizzate
Per informazioni sull'acquisto dei biglietti  con internet http://www.listicket.it/categorie/?categoria=1〈=IT&S=&Submit=Invia

Ecco gli indirizzi dei Lazio Style 1900:

· LAZIO STYLE 1900 PARCO LEONARDO - tel. + 39.06.65.49.98.01 - viale Bramante,19 - Parco Leonardo 00054 Fiumicino (RM) - Mercoledì alla Domenica dalle 10:00 alle 20:00;

· LAZIO STYLE 1900 ROMA – tel. + 39.06.32.54.17.45 - via Guglielmo Calderini 66/C – 00196 Roma (RM) – Lunedì dalle 16:00 alle 20:00 – dal Martedì al Sabato dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 20.00 - la Domenica, in occasione delle gare casalinghe della S.S.Lazio a partire da 5 ore prima della gara;

· LAZIO STYLE 1900 VALMONTONE - tel. + 39.06.95.99.51.63 - via della Pace snc - località Pascolaro - 00038 Valmontone (RM) - dal Lunedì al Venerdì dalle 09.00 alle 20.00 – Sabato e Domenica dalle 09:00 alle 21:00

· LAZIO STYLE 1900 FROSINONE – tel. + 39.0775.20.31.58 - via Armando Fabi, 177 - Centro Comm.le Pam 03100 - Frosinone (FR)

· LAZIO STYLE 1900 SORATTE – tel. + 39.0761.57.99.28 – piazza Felice Abballe, 1 –Soratte Outlet Shopping - 00060 Sant’Oreste – Roma – Autostrada A1 uscita Ponzano Romano/Soratte 



 

 

STADIO SAN PAOLO - NAPOLI




SCHEDA TECNICA STADIO SAN PAOLO

Capienza: 76.824

Dimensioni del campo: 105x68 m

Indirizzo: Piazzale Vincenzo Tecchio, 80125 Napoli

Anno di costruzione: 1948

Anno di ristrutturazione: 1990

Proprietà: Comune di Napoli




SETTORI E MAPPA STADIO SAN PAOLO



PLANIMETRIA ANELLO INFERIORE: CURBA B, DISTINTI, CURVA A, SETTORE OSPITI, TRIBUNA, TRIBUNA NISIDA;

 

 

 

PLANIMETRIA ANELLO SUPERIORE: CURBA B, DISTINTI, CURVA A, SETTORE OSPITI, TRIBUNA, TRIBUNA STAMPA, TRIBUNA NISIDA;

 

STORIA STADIO SAN PAOLO

Lo Stadio San Paolo di Napoli sorge nel quartiere di Fuorigrotta ed è il principale impianto polisportivo della città. Conosciuto soprattutto dal punto di vista calcistico, essendo sede delle partite interne del Calcio Napoli che vanta un pubblico molto caloroso e numeroso. Lo stadio è in realtà una struttura polisportiva, con palestre polifunzionali e di arti orientali, oltre a un campo da basket.
Battezzato come Stadio del Sole, cambiò successivamente denominazione per celebrare la tradizione secondo la quale San Paolo avrebbe raggiunto l'Italia attraccando nella zona dell'attuale Fuorigrotta. La struttura venne inaugurata il 6 dicembre 1959, con la gara di campionato fra Napoli e Juventus, terminata 2-1 per gli azzurri.

Il progetto iniziale prevedeva solo un anello, quello attualmente al livello superiore, ma su specifiche richieste ne fu aggiunto uno inferiore, al di sotto del livello stradale, che ne aumentò la capienza in modo significativo portandola ad 87.500 spettatori in piedi. Le tribune erano in travertino sia nell'anello inferiore che in quello superiore.

Parzialmente riammodernato in occasione dei campionati europei del 1980 e dei campionati mondiali di calcio ospitati dall'Italia nel 1990, lo stadio è stato oggetto di ulteriori lavori di ristrutturazione che hanno compreso la costruzione della copertura e della nuova tribuna stampa su progetto strutturale dell'ingegner Luigi Corradi, il riammodernamento della pista di atletica e dell'impianto di illuminazione e l'adeguamento alle norme di sicurezza richieste dalla FIFA. Successivamente venne costruito un terzo anello, direttamente collegato alla struttura di sostegno della copertura, che portò la capienza dello stadio a 76.824 posti. Il suddetto anello, tuttavia, venne poi inibito agli spettatori poiché, ogni volta che il Napoli segnava una rete, gli spettatori esultanti provocavano una miriade di vibrazioni che poi, attraverso i piloni di sostegno della copertura, si diramavano nel terreno, propagandosi successivamente ai fabbricati adiacenti allo stadio e causando non pochi problemi agli abitanti (si sono verificate perfino lesioni all'interno degli appartamenti). Lo stesso assessore allo sport del comune di Napoli, Alfredo Ponticelli, ha più volte affermato che a causa di questo disagio il terzo anello verrà smontato e rimosso, unitamente alla copertura. Alla fine degli anni '80 più volte è ventilata l'ipotesi di intitolare l'impianto ad Attila Sallustro, storico campione degli anni '30, ma l'idea non è mai stata attuata.

Il 6 dicembre 2009, in occasione del 50° anniversario dell'inaugurazione dell'impianto, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha consegnato, prima dell'inizio della gara in programma Napoli-Bari, una maglia azzurra con il numero "50" a tre protagonisti della gara inaugurale contro la Juventus, ovvero Luís Vinício, Elia Greco e Dolo Mistone.
Molte critiche sono state espresse per la ristrutturazione alla quale lo stadio venne sottoposto in occasione dei mondiali del 1990: secondo alcuni, tra le altre cose, la struttura della copertura avrebbe irrimediabilmente snaturato la singolare bellezza architettonica dell'impianto, considerando anche che non vi era nessuna norma della FIFA che prevedesse la copertura obbligatoria degli impianti utilizzati; l'aggiunta della copertura, inoltre, comportò la rimozione del preesistente tabellone elettronico che era posto sulla sommità fra i settori distinti e curva A, sostituito da uno scarno e semplice display elettronico sulla balaustra dell'anello superiore del settore "distinti", che fu utilizzato, peraltro, solo durante i mondiali; sono stati criticati anche i lavori che vennero svolti all'esterno dello stadio, come quelli alle aree fra l'impianto e l'adiacente Mostra d'Oltremare: la pavimentazione era stata realizzata con vecchie traversine di legno di derivazione ferroviaria, già di per se altamente tossiche causa il loro originario utilizzo. La cosa fu di estrema gravità, sia perché si trattava di aree pedonali, sia perché la pericolosità dei materiali utilizzati fu totalmente ignorata dai progettisti che invece pensarono ad un originale preziosismo di natura coreografica. Le traversine vennero poi rimosse soltanto quando iniziarono a deformarsi a causa degli agenti atmosferici, sollevandosi così dal terreno e rendendo di fatto pericoloso il passaggio a piedi su di esse. Inoltre, non vennero realizzati tombini e strutture adeguate per lo sversamento dell'acqua piovana: quest'ultimo fattore sarà causa di problemi futuri della struttura (vedi sotto Problemi).

La vicenda è stata oggetto del vaglio della magistratura, al fine di chiarire i dubbi sulla effettiva sussistenza di un complesso sistema di truffe e corruzioni che - ove accertato - sarebbe risultato enorme. Tale vicenda processuale, iniziata già nel 1991, ha trovato una sua conclusione nel 2006: la I sezione del Tribunale di Napoli è pervenuta ad una sentenza complessa. Essa ha infatti accertato l'esistenza del fenomeno di tangenti e corruttela, ritenendo responsabili cinque degli innumerevoli imputati (tra cui molti noti politici, amministratori ed imprenditori): per questi, tuttavia, la condanna non è scattata grazie al maturare della prescrizione.
Per tutti gli altri imputati - pur coinvolti in un processo durato complessivamente 15 anni - vi è stata un'assoluzione completa.



FOTO STADIO SAN PAOLO


esterno stadio San Paolo                                    interno stadio San Paolo

 


VIDEO STADIO SAN PAOLO




COME RAGGIUNGERE LO STADIO SAN PAOLO

AUTO
Per chi arriva dall’autostrada, la distanza dal casello è di circa 20Km, che richiedono approssimativamente 30 minuti ad essere percorsi. All’uscita del casello bisogna seguire le indicazioni per la Tangenziale; una volta in Tangenziale bisogna proseguire in direzione Pozzuoli. L’uscita per lo Stadio San Paolo è quella di Fuorigrotta, che si trova a poche centinaia di metri dallo stadio
    
TRENO
Per chi arriva con il treno, la distanza dalla Stazione Centrale è circa 10/12Km ed il modo più semplice e comodo per arrivare alla stadio è sicuramente la Metropolitana, con la quale bisogna scendere alla fermata Campi FlegreiI; altrimenti, lo stadio è raggiungibile anche con la Cumana (linea tranviaria) scendendo alla fermata Mostra. In alternativa, si può usufruire delle linee di autobus ordinarie e, per determinati eventi straordinarie
    
AEREO
Per chi arriva dall’aeroporto (distanza 10km) o dal porto (distanza 4km), il modo più semplice di arrivare allo stadio è sicuramente rappresentato dall’autobus, ma il mezzo più veloce, per quanto antieconomico è il taxi

 

Biglietti Napoli calcio: rivendite autorizzate
I biglietti si potranno acquistare ai Botteghini 1 e 3 dello stadio San Paolo (ore 9-13/15-19) e nelle abituali ricevitorie autorizzate.
PUNTI VENDITA AUTORIZZATI
AFRAGOLA    VIA DARIO FIORE, 115/119    80021    NA
ARZANO    VIA NAPOLI, 141    80022    NA
ARZANO    VIA PROVINCIALE CASANDRINO, 24    80022    NA
AVELLA    VIA NAZIONALE DELLE PUGLIE, 25    83021    AV
AVERSA    VIA VITO DI JASI, 39     81031    CE
BATTIPAGLIA    VIA BELVEDERE, 148/150    84091    SA
BATTIPAGLIA    VIA BELVEDERE, 64    84091    SA
BENEVENTO    VIA NAPOLI, 78    82100    BN
CAIVANO    C.SO UMBERTO, 211/213    80023    NA
CAIVANO    VIA ATELLANA,72    80023    NA
CARDITO    VIA DONADIO, 238    80024    NA
CARINARO    VIA CAMPO, 28    81032    CE
CASALNUOVO DI NAPOLI    C.SO UMBERTO I, 354    80013    NA
CASORIA    VIA F.PETRARCA, 6    80026    NA
CASORIA    VIA BENEDETTO CROCE, 51/53    80026    NA
CERCOLA    VIA NUOVA CARAVITA, 182    80040    NA
CRISPANO    VIA PIGNA, 10    80020    NA
ERCOLANO    VIA WINCKELMANN, 50/52    80056    NA
FORIO    VIA SPINE SANTE, 27    80075    NA
FRATTAMAGGIORE    VIA P.M.VERGARA, 58    80027    NA
GIUGLIANO IN CAMPANIA    C.SO CAMPANO, 223    80014    NA
GIUGLIANO IN CAMPANIA    C.SO CAMPANO, 528    80014    NA
LATINA    VIA DELLA STAZIONE, 184    04100    LT
LAURO    P.ZA MUNICIPIO, 21    83023    AV
LUSCIANO    VIA ACERBO, 69    81030    CE
MADDALONI    VIA PONTI A VALLE, 1    81024    CE
MARANO DI NAPOLI    C.SO VITTORIO EMANUELE, 14    80016    NA
MARIGLIANO    VIA GIANNONE, 9    80034    NA
MONDRAGONE    VIA GENERALE GIARDINO, 32    81034    CE
MONTE DI PROCIDA    C.SO GARIBALDI, 209    80070    NA
MUGNANO DI NAPOLI    VIA DEI FIORI, 8    80018    NA
NAPOLI    VIA DIOCLEZIANO, 166    80125    NA
NAPOLI    VIA NUOVA BAGNOLI    80125    NA
NAPOLI    VIA G. LEOPARDI, 138    80125    NA
NAPOLI    VIA CONSALVO, 107/F    80126    NA
NAPOLI    VIA CATENA, 30 - PIANURA    80126    NA
NAPOLI    VIA G.DE RUGGIERO, 100    80128    NA
NAPOLI    VIA D.FONTANA, 16    80128    NA
NAPOLI    VIA MENZINGER, 23    80129    NA
NAPOLI    VIA SCARLATTI, 14    80129    NA
NAPOLI    VIA NICOLARDI, 1/3    80131    NA
NAPOLI    VIA P.E.IMBRIANI, 22    80132    NA
NAPOLI    VIA SANTA LUCIA, 20/D    80132    NA
NAPOLI    PIAZZA DANTE, 78    80135    NA
NAPOLI    VIA G.GIGANTE, 21    80136    NA
NAPOLI    VIA C.DE MARCO,1    80137    NA
NAPOLI    P.ZA CARLO III, 58    80137    NA
NAPOLI    C.SO GARIBALDI, 163    80142    NA
NAPOLI    C.SO MERIDIONALE, 20    80143    NA
NAPOLI    C.SO SECONDIGLIANO, 289    80144    NA
NAPOLI    VIA DANTE, 94    80144    NA
NAPOLI    VIA NUOVA CASORIA, 112/116    80145    NA
NAPOLI    VIA E.SCAGLIONE, 102    80145    NA
NAPOLI    C.SO CHIAIANO, 1/B    80145    NA
NAPOLI    VIA S.MARIA A CUBITO, 850/A    80145    NA
NAPOLI    C.SO S.GIOVANNI A TEDUCCIO, 934    80146    NA
NAPOLI    VIA BOTTEGHELLE, 455    80147    NA
NOCERA SUPERIORE    VIA PARETI, 3    84015    CE
OTTAVIANO    VIA PAPPALARDO, 1    80044    NA
PAGANI    VIA A.DE GASPERI, 347    84016    NA
PALMA CAMPANIA    P.ZA UMBERTO I, 1/2    80036    NA
PIANO DI SORRENTO    C.SO ITALIA, 153    80063    NA
POMIGLIANO D'ARCO    VIA LOCATELLI, 65    80038    NA
POMPEI    VIA MESSIGNO, 305    80045    NA
POMPEI    VIA LEPANTO, 191    80045    NA
PORTICI    P.ZA GRAVINA, 15/BIS    80055    NA
POZZUOLI    VIA N.FASANO, 1/A    80078    NA
ROCCARAINOLA    P.ZA S.GIOVANNI, 14/B    80030    NA
SAN CIPRIANO D'AVERSA    VIA RONA, 101    81036    NA
SANTA MARIA CAPUA VETERE    VIA A.MORO, 74    81055    NA
SANT'ANTIMO    VIA TRIESTE E TRENTO, 4    80029    NA
SARNO    VIA ROMA, 50    84087    NA
SAVIANO    VIA A.CICCONE, 7    80039    NA
SORRENTO    P.TA CAPO, 102/106    80067    NA
SORRENTO    V.LE DEGLI ARANCI, 69/71    80067    NA
TORRE ANNUNZIATA    C.SO UMBERTO I, 61    80058    NA





 

 

STADIO LUIGI FERRARIS (MARASSI) - GENOVA

 

 

 





SCHEDA TECNICA STADIO LUIGI FERRARIS



Capienza: 41.197 posti

Inaugurazione: 1911

Ristrutturazione: 1989

Dimensioni del campo: 105 x 68m

Indirizzo: Via Giovanni de Prà, 1 - 16139 Genova

Proprietà: Comune di Genova



SETTORI E MAPPA STADIO LUIGI FERRARIS





STORIA STADIO LUIGI FERRARIS

Lo stadio comunale Luigi Ferraris è un impianto calcistico che si trova a Genova, nel quartiere di Marassi; inaugurato nel 1911 è uno dei primi e più antichi impianti tuttora in uso per il calcio ed altri sport.
Ospita fin dalla sua nascita le partite interne del Genoa, società costruttrice e già proprietaria dello stadio. In epoca successiva passò di proprietà al Comune di Genova e, dal 1946, ospita anche la Sampdoria.
A parte il calcio, ha ospitato anche incontri di rugby della Nazionale italiana e, più raramente, alcuni concerti musicali.
Probabilmente questo è uno degli stadi più carismatici del mondo, dove gli spalti sono molto vicini al terreno di gioco e la sua forma ed estetica particolare gli conferiscono una singolarità unica. Nel 1933, a festeggiamento del quarantennale lo stadio viene intitolato alla memoria di Luigi Ferraris, storico capitano della formazione del Genoa, caduto durante la prima guerra mondiale, l'anno successivo, in occasione dei mondiali di calcio del 1934 (vinti dall'Italia) il Marassi ospita la partita Spagna-Brasile terminata 3-1. Tra il 1988 e il 1989 lo stadio viene completamente ricostruito in occasione dei mondiali Italia 90, la sua capacità definitiva è di circa 40.000 spettatori.

 


FOTO STADIO LUIGI FERRARIS

 
interno stadio Marassi                                  esterno stadio Marassi

 

VIDEO STADIO LUIGI FERRARIS

La pacifica invasione dei 5000 baresi a Genova per Sampdoria - Bari, primo incontro tra le due squadre da quando le due tifoserie sono gemellate.



COME RAGGIUNGERE LO STADIO MARASSI

AUTO
Uscita Genova-Est: proseguire direzione Stadio 1 km dall'uscita autostrada.
TRENO
Scendere alla Stazione Genova-Brignole proseguire per circa 1 km direzione Stadio,
oppure in autobus n. 12 13 14 47 82
AEREO
Aereoporto Cristofolo Colombo 10 km di Taxi.



Biglietti Sampdoria calcio: rivendite autorizzate
SAMPDORIA POINT             VIA CESAREA 107/R     16121    GENOVA    GE
RIVENDITA CAMPANELLA MAURO     VIA XII OTTOBRE 148/R     16121    GENOVA    GE
RIVENDITA POGGI VILMA     PIAZZA PORTELLO 2/R     16124    GENOVA    GE
RIVENDITA SIGNORELLO GIUSEPPE     CORSO TORINO 5     16129    GENOVA    GE
RIVENDITA STALTARI ROSANNA     CORSO TORINO 123/R     16129    GENOVA    GE
RIVENDITA BERTONI GIAMPIERO     VIA SANTA ZITA 17/R     16129    GENOVA    GE
RIVENDITA GIGLIO GIOVANNI     PIAZZA TOMMASEO 34/R     16129    GENOVA    GE
RIVENDITA GAGGERO LUCIANO     PIAZZA VILLA 32/R     16133    GENOVA    GE
RIVENDITA CORVAGLIA ANITA     VIA G.B. D'ALBERTIS 91/R     16143    GENOVA    GE
RIVENDITA BADALACCO ANDREA     VIA MANUZIO 16/R     16143    GENOVA    GE
RIVENDITA GIULIANO MAURIZIO     VIA PAOLO GIACOMETTI 60 R     16143    GENOVA    GE
RIVENDITA CARLETTI CRISTINA     VIA FERREGGIANO 209 A R     16144    GENOVA    GE
RIVENDITA PORZIO SERENA     PIAZZA LEONARDO DA VINCI 14R     16145    GENOVA    GE
RIVENDITA MASSA DANIELE     VIA SAN BARTOLOMEO DEL FOSSATO 215/R     16149    GENOVA    GE
RIVENDITA PASTORINO GIORGIO     VIA BURANELLO 4     16149    GENOVA    GE
RIVENDITA FORTUNATO MARIA TERESA     VIA CARLO ROLANDO 5 R     16151    GENOVA    GE
RIVENDITA PATRONE ERMANNO     VIA CORNIGLIANO 394/R     16152    GENOVA    GE
RIVENDITA IACCHEO SIMONE     VIA BORZOLI 94C/R     16153    GENOVA    GE
RIVENDITA GUANO             VIALE CANEPA, 20R     16153    GENOVA    GE
RIVENDITA GENTILE FABIO     VIA SESTRI 234 R     16154    GENOVA    GE
RIVENDITA NOVELLI ADELMIRA     VIA VIANSON 3/R     16156    GENOVA    GE
RIVENDITA SCHINTU FABRIZIO     PIAZZETTA AMATORE SCIESA 38/R     16157    GENOVA    GE
RIVENDITA RAZZANO FABRIZIO     PIAZZA GIACOMO VENEZIAN 4/R     16157    GENOVA    GE
RIVENDITA PATRONE SABRINA     VIA DON GIOVANNI VERITA' 20/R     16158    GENOVA    GE
RIVENDITA MARELLA PAOLA     VIA SERGIO PIOMBELLI 24/R     16159    GENOVA    GE
RIVENDITA LONGO DONATELLA     VIA GIOACCHINO ROSSINI 54/R     16159    GENOVA    GE
RIVENDITA SCABINI CARLO     VIA COSTANTINO RETA 7/R     16162    GENOVA    GE
RIVENDITA REMERSARO             VIA CAMPOMORONE 44/R     16164    GENOVA    GE
RIVENDITA TRAVERSO ALFIO     VIA PAOLO ANFOSSI 192/R     16164    GENOVA    GE
RIVENDITA BOSSINI BAROGGI ROBERTO     VIA STRUPPA 28/A/R     16165    GENOVA    GE




Biglietti Genoa calcio: rivendite autorizzate
I biglietti sono in vendita presso il Genoa Store (orario 9-13 e 15-19) e le rivendite Lottomatica autorizzate. Nelle ricevitorie Lottomatica abilitate verrà applicata la prevendita di 1,00 €.
genoacfc.it




 
 

STADIO  ARTEMIO FRANCHI

 
 

SCHEDA TECNICA STADIO ARTEMIO FRANCHI


Capienza: 47,300 posti

Posti spettatori seduti: n° 39.300

Dimensioni del campo: 105 x 68 m

Indirizzo: Viale Manfredo Fanti 14, 50137 Firenze

Anno di costruzione: 1931

Proprietà: COMUNE - Gestione: ACF Fiorentina




SETTORI E MAPPA STADIO ARTEMIO FRANCHI



curva Fiesole - maratona laterale - maratona - parterre di mararatona - settore ospiti - curva ferrovia - parterre di tribuna -

 

STORIA STADIO ARTEMIO FRANCHI - FIRENZE

Lo stadio Artemio Franchi è di proprietà del Comune di Firenze e risale al 1931. Fu costruito in pieno periodo fascista, per ospitare le partite in casa della Fiorentina e rimpiazzare il vecchio campo sportivo di via Bellini. L'opera si potè realizzare grazie al contributo del Marchese Luigi Ridolfi. Lo stadio era per quei tempi una vera e propria struttura d'avanguardia, firmata dal grande architetto Pier Luigi Nervi. Dapprima nacque col nome di Giovanni Berta, in onore ad un fascista fiorentino caduto, nel dopoguerra prese semplicemente il nome di stadio Comunale.
I settori sono rispettivamente la Tribuna centrale, la Tribuna Maratona sovrastata dalla già citata torre, la Curva Fiesole, che riunisce la parte principale e più vecchia del tifo organizzato fiorentino, e la Curva Ferrovia.
I nomi delle curve sono dovuti alla direzione cui sono poste, dato che Fiesole è un centro vicino Firenze e la ferrovia, invece, è quella nazionale che passa molto vicino allo stadio. La Curva Ferrovia, dopo la scomparsa di Mario Cecchi Gori, ha anche preso per alcuni anni il nome di Curva Marione, in onore dell'ex presidente della Fiorentina.
Il settore ospite, una porzione tra la Curva Ferrovia e la Tribuna Maratona, viene chiamato dai locali il formaggino, a causa della sua forma a spicchio.
Dal 1990, a seguito dell'ampliamento di capienza, sono presenti anche i Parterre al posto della pista d'atletica.



FOTO STADIO ARTEMIO FRANCHI

interno stadio Artemio Franchi Firenze  esterno stadio Artemio Franchi Firenze


VIDEO STADIO ARTEMIO FRANCHI



COME RAGGIUNGERE LO STADIO ARTEMIO FRANCHI

AUTO
Per chi percorre l’autostrada A1 Milano-Napoli, uscire all’uscita Firenze Sud. Percorrere l’intero viadotto di Varlungo Marco Polo, quindi seguire le indicazioni “STADIO” presenti agli incroci. Distanza dall’uscita dell’autostrada: 4.6 km. - Mappa
TRENO
La fermata più vicina è quella di Firenze Campo di Marte (400 metri dallo stadio): all’uscita della stazione percorrere Largo Gennarelli fino al semaforo. Per chi arriva alla fermata di Firenze Santa Maria Novella, prendere un treno che si dirige verso la stazione Campo di Marte. - Trenitalia
AUTOBUS
Dal centro di Firenze (stazione Santa Maria Novella o Piazza San Marco) servirsi delle linee 7, 17 o 20 (nei giorni delle gare sono attivate corse supplementari) - Ataf Firenze orari e percorsi

 


Biglietti Fiorentina calcio: rivendite autorizzate
Acquista on line sul sito TicketOne.it il tuo biglietto per assistere alle partite della Fiorentina in casa.
http://www.ticketone.it/nc_id285456_pt529_ACF-Fiorentina.html
violachannel.it




 
 

STADIO RENATO DALL'ARA BOLOGNA

 

 

SCHEDA TECNICA STADIO RENATO DALL'ARA

Capacità: 39.300 posti

Posti spettatori seduti: n° 39.300

Dimensioni del campo: 105 x 68 m

Indirizzo: Via Andrea Costa 174, 40134 Bologna

Anno di costruzione: 1927

Proprietà: COMUNE - Gestione: Bologna F.C. 1909




SETTORI E MAPPA STADIO RENATO DALL'ARA






STORIA STADIO RENATO DALL'ARA

Lo Stadio "Renato Dall'Ara" è il maggiore impianto sportivo della città di Bologna ed è intitolato alla memoria di Renato Dall'Ara, presidentissimo del Bologna deceduto tre giorni prima dello spareggio valido per lo scudetto 1963-64 tra il Bologna e l'Inter. Ospita regolarmente le partite casalinghe del Bologna.
Il Bologna Football Club ha uno stadio la cui storia comincia nel 1927, con la partita di inaugurazione tra le nazionali di Italia e Spagna, Italia-Spagna 2-0. In Nazionale giocava anche il capitano del Bologna Della Valle, autore di un gol.
L'impianto fu costruito dall'amministrazione cittadina con il nome di Stadio Littoriale. La sua capacità era di 50.100 posti e i suoi muri, realizzati con il tipico mattone rosso e le finestre ad arco, lo rendevano un apprezzabile edificio.
Un ulteriore nota di carattere fu aggiunta con la costruzione della torre di Maratona nel settore opposto alla tribuna coperta. Infine, lo stadio, fu collegato al porticato più lungo del mondo, il Portico di S.Luca, risalente al Settecento.

Lo Stadio Littoriale era un campo Internazionale e così fu scelto nel 1934 per la fase finale dei Campionati Mondiali, per poi rimanere uno dei migliori campi italiani, seppur cambiando il proprio nome in Stadio Comunale, al termine della guerra.
Una ultima e definitiva modifica al nome fu fatta nel 1983: stadio Dall'Ara, in memoria dell'amato presidente Renato Dall'Ara, che diresse il Bologna dal 1934 al 1964, anno in cui i rossoblù riuscirono a vincere il loro ultimo scudetto. Il grande Presidente, però, non riuscì a gioire del titolo, essendo morto solo 3 giorni prima della grande sfida spareggio con l'Inter.

Lo stadio fu completamente ristrutturato per i Mondiali del 1990. Furono introdotte nuove uscite di sicurezza, rifatta la pista di atletica, e aggiunte nuove file di seggiolini alzando la vecchia struttura. Infine fu costruito un nuovo tetto per la tribuna, ripulite tutte le facciate, rivisto l'impianto di illuminazione e installato un nuovo tabellone.
L'attuale capienza è di 38.279 posti a sedere. la curva Nord è chiamata "Giacomo Bulgarelli" ed è sede degli ultras del Bologna Football Club (la curva si è chiamata "Andrea Costa" fino al 17 maggio 2009 quando è stata intitolata al grande Giacomo Bulgarelli, giocatore e capitano del Bologna F. C. dal 1959 al 1975); la curva Sud invece "San Luca", di cui una parte di essa è riservata alle tifoserie ospiti .



FOTO STADIO RENATO DALL'ARA


interno stadio Dall'Ara


VIDEO STADIO RENATO DALL'ARA

 



COME RAGGIUNGERE LO STADIO RENATO DALL'ARA


In auto

Autostrada A14, uscita al segnale "Bologna/Casalecchio/Tangenziale/Aeroporto/Fiera". Voltare a destra e immettersi in Viale Pietro Nenni. Proseguire per la rampa sino ad arrivare in Via Giuseppe Saragat. Entrare nelle rotonda e uscire su Viale Mohandas Karamchand Gandhi, percorrerlo tenendo la sinistra per Via Tolmino, poi di nuovo a sinistra per Via Sabotino, voltare a destra in Via Della Crocetta, poi a sinistra in Via Andrea Costa, dove è sito lo Stadio.

In treno

Dalla Stazione FS di Bologna, servirsi degli appositi servizi di navetta che congiungono la Stazione allo Stadio nei giorni di campionato, oppure dei mezzi di linea Atc numeri 21 e 37.

 

Biglietti Bologna calcio: rivendite autorizzate
Prevendita biglietti Bologna calcio
- Presso le filiali Carisbo di Bologna e provincia da venerdì 12 (venerdì 12 riservata agli abbonati) sino alle ore 13.30 di venerdì  19 febbraio
 
- A Bologna e provincia, presso i punti vendita del circuito IPTicket di questo elenco da venerdì 12 (venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 riservata agli abbonati ) sino a sabato 20 febbraio (sabato, domenica e festivi secondo orario di apertura)
GUERNELLI MAURO c/o BOLOGNA CLUB ANZOLA 22567 PIAZZA GIOVANNI XXIII 23 40011 '3294162553 ANZOLA DELL'EMILIA BOLOGNA
B &B S.A.S DI BARLETTA RAFFAELA & C. 23096 via galliera 145 40050 '051861433 ARGELATO BOLOGNA
IL MELOGRANO SNC 22839 VIA AMEDEO GORDINI 24 40053 '051831354 BAZZANO BOLOGNA
051 Sicurezza di Marco Padiglioni 16392 VIA BEROALDO 57/B 40127 '051500110 BOLOGNA BOLOGNA
CAMPAZZI E QUERCIAGROSSA SNC 22731 VIA ACHILLE GRANDI 1 40133 '051569503 BOLOGNA BOLOGNA
EDICOLANDIA SAS 22599 VIA BENTIVOGLI 38/A 40138 '051309970 BOLOGNA BOLOGNA
LANDI PIERLUIGI 23660 VIA DELLE MOLINE 11/E 40126 '051248303 BOLOGNA BOLOGNA
L'ANGOLO DEI TABACCHI S.R.L. 18835 VIA 2 MADONNE 6-2-A 40139 '0516271931 BOLOGNA BOLOGNA
OFFICIAL CORNER SRL 23432 VIA A. COSTA 226 40134 '05119982963 BOLOGNA BOLOGNA
DENTE VITO 21242 VIA PORRETTANA 385-3 40033 '051592896 CASALECCHIO DI RENO BOLOGNA
LEAL SAS 22824 VIA MARCONI 30 40033 '051572160 CASALECCHIO DI RENO BOLOGNA
CAFFETTERIA DEL CORSO snc 22072 VIA MATTEOTTI 169 40014 '051981294 CREVALCORE BOLOGNA
MONDOCALCIO SAS 22529 VIA ROMA 51 40014 '051982671 CREVALCORE BOLOGNA
PENTA SERVICE SRL 13582 VIALE ITALIA 87/95 40014 '0516800795 CREVALCORE BOLOGNA
FOTO STUDIO ANNA DI GALUZZI ANNA E GHELFI STEFANO S.N.C. 24016 VIA DANTE ALIGHIERI 1/C 40015 '051812651 GALLIERA BOLOGNA
CAVICCHI FABIO 22829 VIA SAN DONATO 209/2 40057 '051761388 GRANAROLO DELL'EMILIA BOLOGNA
PUNTA E BASTA SRL 21235 VIA I MAGGIO 86/B 40026 '0542643846 IMOLA BOLOGNA
DIGITAL CENTER DI VOLTA EUGENIO 14977 VIA ROMA 23 40050 '0516545314 LOIANO BOLOGNA
ALBERANI SIMONA 11418 VIA MARIO MUSOLESI 2 40043 '051932306 MARZABOTTO BOLOGNA
RE ARTU 2 DI GHEZZI GUIDO 17492 VIA MARCONI 14-16-18 40062 '051881333 MOLINELLA BOLOGNA
ANNA COPY CENTER 9284 VIA TALARA DI SOPRA 57/59 40064 '0510796059 OZZANO DELL'EMILIA BOLOGNA
ALE & SIMO PASTICCERIA NASCETTI DI NASCETTI S. SNC 22028 PIAZZA GARIBALDI 5 40065 '051774280 PIANORO BOLOGNA
BAR ALEXANDRA SAS DI MORANI ALESSANRA & C. 22306 CIRCONV.NE LEVANTE 55 40066 '051975225 PIEVE DI CENTO BOLOGNA
CARTOLERIA TABACCHERIA GALVANI DI ANDREOLI STEFANIA 11370 VIA GALVANI 7/A 40017 '0516871153 SAN GIOVANNI IN PERSICETO BOLOGNA
IL BARONE E LA STREGA DI RAGONE MONIA 20736 VIA ALTEDO 4417 40018 '051811933 SAN PIETRO IN CASALE BOLOGNA
EDICOLA CENTRO DI GURIERI DAVIDE E ZAGNONI ROBERTO SNC 11505 VIA PORRETTANA 260/2 40037 '051842119 SASSO MARCONI BOLOGNA
STAZIONE SERVIZIO ESSO PERRI FRANCO 11278 VIA PORRETTANA - FRAZ.PONTECCH 63 40037 '051845092 SASSO MARCONI BOLOGNA

 
- Nel resto d'Italia, a partire da lunedì 15 e fino a sabato 20, presso i punti vendita del circuito IPTicket  http://www.indexpoint.net/italy/default.aspx (è possibile ricercare i punti vendita qui selezionando il servizio "IPTicket")
 
- On-line con pagamento a mezzo carta di credito sul sito Best Ticket da venerdì 12 sino alle ore 9.00 di venerdì 19 febbraio (curve e ridotti di tutti i tipi esclusi).

Curva Ospiti
- a Torino e provincia, da venerdì 12, presso i punti vendita del circuito IPTicket di questo elenco
- a Bologna e provincia, da lunedì 15,presso i punti vendita elencati alla sezione "Prevendita"
- nel resto d'Italia, a partire da lunedì 15, presso i punti vendita del circuito IPTicket (è possibile ricercare i punti vendita qui selezionando il servizio "IPTicket")
A seguito delle lmitazioni imposte dal CASMS può essere acquistato al massimo 1 tagliando a persona ed i biglietti acquistati sono incedibili. bologna.it


 
 

STADIO SANT'ELIA CAGLIARI




SCHEDA TECNICA STADIO SANT'ELIA CAGLIARI

Capienza: 23,500 posti

Inaugurazione: 1970

Riadattamento: 1990

Dimensioni del campo: 105 x 66.5 m

Indirizzo: Via Vespucci, 09126 Cagliari

Proprietà: Comune di Cagliari



SETTORI E MAPPA STADIO SANT'ELIA CAGLIARI


         



STORIA STADIO SANT'ELIA CAGLIARI

Lo Stadio Sant'Elia è il maggiore stadio di calcio della città di Cagliari. Ospita regolarmente le partite casalinghe del Cagliari Calcio.
La sua costruzione risale al 1970, all'indomani della vittoria dello scudetto da parte del Cagliari, prendendo così il posto del vecchio Stadio Amsicora.
Lo stadio poteva ospitare fino a circa 60.000 spettatori (il record di presenze, 70.000 ca., venne registrato in occasione dei sedicesimi di finale di Coppa dei Campioni 1970-1971 contro il Saint Etienne e in occasione della gara con la Sampdoria che valse la promozione in Serie A nel 1979).
La struttura dovette in seguito subire profonde modifiche e ristrutturazioni in occasione della Coppa del Mondo 1990, cambiamenti che portarono il Sant'Elia ad avere una capienza massima di 39.905 spettatori. Per l'occasione fu costruito adiacente alla Tribuna Centrale un Pallone Geodetico,che per la manifestazione fu adottato come sala stampa, mentre ancora oggi è un impianto polivalente cittadino.
Il Sant'Elia è stato utilizzato anche per manifestazioni sportive extra-calcistiche come i campionati italiani assoluti ed il meeting Terra Sarda di atletica leggera.
Il restyling degli anni 2000
Prima dell'inizio della stagione 2002-03, a causa della decisione della Lega Calcio di non dare l'agibilità allo stadio stante le condizioni di pericolo di crollo riguardante i settori delle curve e dei distinti, la società Cagliari Calcio decise (con il consenso del Comune che stipulò con il presidente Cellino una convenzione di 11 anni) di investire a tempo di record tre milioni di euro, l'impianto venne quindi modificato: sopra la pista di atletica leggera furono piazzate delle tribune in tubi innocenti (anche dietro le porte del campo di gioco) in modo da diminuire così la distanza tra le vecchie gradinate ed il campo da gioco, rimase invece intatta la tribuna centrale.
Il nuovo formato dello stadio, progettato per una capienza quasi dimezzata (23.486 posti) rispetto a quella del '90, subì aspre critiche dopo che, il 18 novembre 2002, durante la partita tra il Cagliari e il Messina, un esagitato riuscì a scavalcare le recinzioni, eludendo le forze di sicurezza, e sferrò un pugno al portiere siciliano Emanuele Manitta. Per risolvere questi problemi sono state notevolmente rivoluzionate le barriere tra spalti e campo di gioco: furono infatti rimosse le ringhiere in ferro,sostituite con dei pannelli in plexiglass.
Ulteriori migliorie vennero effettuate per consentire una maggiore e comfortevole visione agli spettatori dei settori Poltroncine, difatti fu creato un fossato e le panchine furono interrate nel terreno.
In seguito alle piccole modifiche dovute alle nuove norme introdotte nella legge del 17 ottobre 2005, n. 210 (Legge Pisanu) la capienza scende a 20.270 posti.



FOTO STADIO SANT'ELIA CAGLIARI


esterno stadio Sant'Elia                                  interno stadio Sant'Elia


VIDEO STADIO SANT'ELIA CAGLIARI




COME RAGGIUNGERE LO STADIO SANT'ELIA CAGLIARI


In Nave
vi porta la polizia in pullman con grandissima scorta, comunque dal porto si esce in via Roma, si prende viale Colombo e da lì dritti per circa 2 km e si è arrivati.

In aereo
prendere la statale 131 in direzione Cagliari, si arriva al porto e poi si seguono le informazioni che ho dato su relative all'arrivo dal porto.

 

Biglietti Cagliari calcio: rivendite autorizzate
Biglietterie
Cagliari Point, Viale La Playa 15 biglietteria@cagliaricalcio.net; - Cagliari      Telefono: 070.6042080
I Viaggi Di Litta S.I.S.L. , Via Cocco Ortu 28 - Cagliari     Telefono: 070.498943
TICKETONE - Mousike', Via Gramsci 48 - Nuoro     Telefono: 0784208008
TICKETONE - Cisalpina Tours, Viale Colombo 108 - Quartu S.E.     Telefono: 070 8808087
TICKETONE - Media World Cagliari, Strada Statale 131 KM 7,650 - Sestu     Telefono: 070.22881
TICKETONE - Box Office Sardegna, V.le R. Margherita 43 - Cagliari     Telefono: 070/657428
TICKETONE - Ticketok, Via Tempio 65/a - Sassari     Telefono: 079.278275
TICKETONE - Messaggerie Sarde Libri e Cose, Piazza Castello 11 - Sassari     Telefono: 079.230028
TICKETONE - Media World Sassari, Viale Porto Torres - Sassari     Telefono: 079.2851111
http://www.ticketone.it, -     Telefono:
TICKETONE Movida Cafè, Via Nazionale 52 - 07025 - pinnagianni@libero.it - Luras (OT)     Telefono: 079-648032
TICKETONE Media World Cagliari , Strada Statale 131 KM 7,650 - 09028 - Sestu (CA)     Telefono: 070-22881
TICKETONE Traffic Viaggi, Via Brunelleschi 12 - 09170 - Oristano     Telefono: 0783-299103
TICKETONE - Cinemastore, Viale Aldo Moro 282 - Olbia     Telefono: 078950008
TICKETONE - Ricevitoria Banco Lotto n°13, Via Balilla 92 - Cagliari     Telefono: 070502462


 
 
 
 

 

STADIO ANGELO MASSIMINO CATANIA (CIBALI)

 

 

 





SCHEDA TECNICA STADIO ANGELO MASSIMINO

Capienza: 40.000 posti

Posti a sedere: 30.000

Inaugurazione: 1937

Ristrutturazione: 1997

Dimensioni del campo: 105 x 68 m

Indirizzo: Piazza Vincenzo Spedini, 95125 Catania

Proprietario: Comune di Catania



SETTORI E MAPPA STADIO ANGELO MASSIMINO





STORIA STADIO ANGELO MASSIMINO

Lo Stadio "Angelo Massimino" di Catania, detto anche Stadio Cibali dal nome del quartiere catanese nel quale è collocato, è lo stadio polisportivo che ospita le partite casalinghe del Calcio Catania. Dal 2002 è dedicato ad Angelo Massimino, il presidente che guidò i rossazzurri a più riprese tra il 1969 e il 1996. È stato anche lo stadio della Jolly Componibili Catania, la squadra di calcio femminile che ha vinto lo scudetto 1978.
Fu costruito nel 1935 e inaugurato il 27 novembre del 1937 in occasione della partita di Serie C tra ACF Catania e il Foggia, che si concluse 1-0 per i padroni di casa. Da subito battezzato Cibali, nel 1941 fu dedicato a Italo Balbo, salvo poi riassumere il primo nome alla caduta del fascismo.
Sin dal 1960, dopo la seconda promozione in Serie A, la dirigenza del Catania inizia ad avanzare l'ipotesi di lasciare l'impianto per costruire un nuovo stadio in località Pantano d'Arci. L'accusa principale rivolta al Cibali era (ed è tutt'ora) che la pista d'atletica impediva la visione della partita. Sulla rivista il Catania calcio del febbraio 2002 vennero addirittura elencati 20 buoni motivi per cui lo stadio fosse inadeguato. In ogni caso, sono state realizzate decine di progetti, ma ancora non è stata posta neanche la prima pietra del nuovo stadio. Nel 2007 la piazza Spedini antistante lo stadio, dalla quale si accede alla Curva Nord ed alla Tribuna A coperta, è stata teatro degli scontri che hanno portato alla morte dell'ispettore Filippo Raciti.
Ristrutturato nel 1991 e poi nel 1997, ha ospitato due partite della Nazionale (nel 1998 contro la Slovacchia e nel 2002 contro gli Stati Uniti), alcune gare di vari sport, la manifestazione di chiusura delle Universiadi estive del 1997 e le gare principali dei Giochi Mondiali Militari nel 2003. È dotato di pista d'atletica a 8 corsie, di un campo di allenamento (il Cibalino), un campo di pallavolo (il PalaSpedini, dove giocarono sia la Paoletti che l'Alidea, che hanno vinto rispettivamente lo scudetto maschile e femminile di pallavolo), un campo esterno di pallacanestro (il PalaSpedini esterno) e vari uffici.
Dalla stagione sportiva 2008-2009 è dotato di tabellone contapunteggio.

CAPIENZA STADIO MASSIMINO (CIBALI)
La capienza dello stadio sembrerebbe alquanto incerta. Dopo l'ultima ristrutturazione, con l'aggiunta del settore ospiti e il rifacimento della Curva Sud, si sono perse molte zone utili. Negli anni sessanta, in Serie A, si arrivava ai 35.000 tifosi sugli spalti.
Parlando di dati concreti, tra il 2000 e il 2006 il numero massimo di paganti (compresi gli abbonati) si è raggiunto il 14 settembre 2002 (Catania-Genoa 3-2) con circa 23.200 persone; il 28 maggio 2006 (Catania-AlbinoLeffe 2-1) si è raggiunto il tutto esaurito con appena 21.327 spettatori paganti anche se sugli spalti ve ne erano molti di più grazie anche al par-terre molto capiente della Tribuna B e delle curve (nord e sud) che insieme alla Tribuna A compongono i settori dello stadio.



FOTO STADIO ANGELO MASSIMINO


interno stadio Massimino                           esterno stadio Massimino

 

VIDEO STADIO ANGELO MASSIMINO

PROMOZIONE CATANIA IN SERIE A - STADIO MASSIMINO




COME RAGGIUNGERE LO STADIO ANGELO MASSIMINO

In auto
Dall’autostrada A18 Messina-Catania, usciti al casello di S. Gregorio girate subito a destra per “Catania Centro“. Proseguite fino all’uscita per “Catania Ovest”.Vi ritroverete sulla circonvallazione che percorrerete fino all’ incrocio con via San Nullo, scendete a sinistra, proseguite poi per via Casagrandi, girate a sinistra in via Cibele e arrivate a Piazza Bonadies. Scendete a destra per via Cantone e arriverete allo stadio di Piazza Spedini.

Dall’autostrada A19 Palermo-Catania seguite la segnaletica per la Tangenziale ovest e uscite allo svincolo “Misterbianco - Catania circonvallazione“. Lasciatevi alle spalle la zona commerciale di Misterbianco ed immettetevi sulla circonvallazione. Girate a sinistra all’incrocio con via San Nullo, scendete a destra, proseguite poi per via Casagrandi, girate a sinistra in via Cibele e arrivate a Piazza Bonadies. Scendete a destra per via Cantone e arriverete allo stadio di Piazza Spedini.

In treno
- Scendete alla fermata “Catania centrale“. Prendete la metropolitana e scendete alla stazione “Borgo“.A piedi arrivate in via Etnea, scendete fino a Piazza Cavour, girate a destra per via San Nicolò al Borgo, proseguite dritto per via Cesare Beccaria fino al semaforo. Svoltate a destra e arriverete allo stadio dal lato di via Cifali.

In autobus
- Da piazza Giovanni XXIII (Stazione centrale FS), esiste la linea diretta “Stazione Centrale - Stadio” ed è il citybus “4-7″ il capolinea è esattamente davanti all’uscita della stazione. La frequenza è di 10 minuti. I biglietti si possono acquistare presso l’edicola all’interno della stazione e l’arrivo sarà a Piazza Spedini, davanti lo stadio.

In aereo
- Voli diretti ogni giorno da tutte le maggiori città europee per l’aeroporto Fontanarossa di Catania. Da li proseguite in autobus, con la linea 457 fino alla stazione centrale, oppure in taxi fino a piazza Spedini.alecatania.com

 

Biglietti Catania calcio: rivendite autorizzate
Le Prevendite dei biglietti LOTTOMATICA                    
RICEVITORIA LOTTO - CORSO INDIPENDENZA 103 - 95122 CATANIA
RICEVITORIA LOTTO - CORSO DELLE PROVINCE,10/D - 95129 CATANIA
RICEVITORIA LOTTO - VIA RE MARTINO 185 95021 - ACI CASTELLO (CT)
RICEVITORIA LOTTO - CORSO ITALIA 224 - 95014 GIARRE (CT)
RICEVITORIA LOTTO - C.DA FALLIRA - 97100 RAGUSA
RICEVITORIA LOTTO - VIA GARIBALDI 414 95045 MISTERBIANCO (CT)
RICEVITORIA LOTTO - VIA PRINCIPE NICOLA 54 - 95126 CATANIA ospiti
RICEVITORIA LOTTO - VILL. S. AGATA ZONA B, 133/134/135 - 95121 CATANIA
RICEVITORIA LOTTO - V.LE MARIO RAPISARDI,711 - 95123 CATANIA
RICEVITORIA LOTTO - VIA PRINCIPE NICOLA,12 - 95126 CATANIA
RICEVITORIA LOTTO - CORSO ITALIA 58 - 95047 PATERNO' (CT)
RICEVITORIA LOTTO - PIAZZA LUCIA MANGANO,3 - 95037 SAN GIOVANNI LA PUNTA (CT)
RICEVITORIA LOTTO - VIA G. FAVA, 69 - CATANIA
RICEVITORIA LOTTO - VIA ENNA, N. 5 - 95040 RAMACCA (CT)
RICEVITORIA LOTTO - VIA GALLIANO, 24 - 95018 RIPOSTO (CT)
RICEVITORIA LOTTO - VIA M. DI SANGIULIANO, 40 - 95024 ACIREALE (CT)
RICEVITORIA LOTTO - VIA CARONDA 432/A - 95128 CATANIA
RICEVITORIA LOTTO - VIA FELICE PARADISO - 95024 ACIREALE (CT)
RICEVITORIA LOTTO - VIA GUATTANI, 8 - 00161 ROMA
PUNTO VENDITA - VIA GUGLIELMO OBERDAN, 95 - 95129 CATANIA (CT)
RICEVITORIA LOTTO - LARGO DEI CADUTI DI EL ALAMEIN, 9 - 00173 ROMA

Per poter cedere il titolo acquistato (abbonamento o biglietto) bisogna effettuare telematicamente il cambio utilizzatore direttamente dal sito www.listicket.it.
Andare nella categoria calcio e accedere alla fase cambio utilizzatore per aggiornare il nome del titolo. Questa procedura va fatta per ogni gara che si intende cedere ad altro utilizzatore. catania.it


 
 

STADIO COMUNALE ARTEMIO FRANCHI SIENA




SCHEDA TECNICA STADIO ARTEMIO FRANCHI SIENA

Capienza: 15.373 posti

Dimensioni del campo: 105 x 68 m

Indirizzo: Via Mille, 3, 53100 Siena

Anno di costruzione: 1923

Proprietà: Comune di Siena

DATI TECNICI
    * Capienza totale:15.373
    * Posti tribuna autorità: 0
    * Posti tribuna d'onore: 0
    * Posti tribuna vip: 138
    * Posti tribuna coperta: 0
    * Posti gradinata: 4.081
    * Curva Robur: 4.700
    * Curva San Domenico: 2.212
    * Curva ospiti: 3
    * Posti tribuna stampa: 75
    * Area disabili: 41



SETTORI E MAPPA STADIO ARTEMIO FRANCHI SIENA





STORIA STADIO ARTEMIO FRANCHI SIENA

L'Artemio Franchi - Montepaschi Arena è il principale impianto sportivo di Siena, costruito nel 1923.
Attualmente è concesso in uso al Siena.
Con la delibera comunale del 12 settembre 2007, venne aggiunta un'altra denominazione "Montepaschi Arena", in seguito alla sponsorizzazione dell'omonima banca senese; è il secondo caso di sponsorizzazione di uno stadio di calcio in Italia, dopo lo Stadio del Giglio di Reggio Emilia.
La struttura venne inaugurata l'8 dicembre 1938 con un'amichevole contro l'Empoli e venne intitolato a Rino Dauss.
Successivamente, fu denominato Del Rastrello, per poi essere intitolato ad Artemio Franchi.
Ha dovuto subire un adeguamento coerentemente con le prescrizioni del regolamento degli stadi ammessi dalla Lega Calcio alla Serie A e nei lavori di ristrutturazione vennero realizzate nuove tribune, servizi igienici e postazioni aggiuntive per giornalisti e disabili.
La capienza è stata portata da 10.560 agli attuali 15.373 posti.



FOTO STADIO ARTEMIO FRANCHI SIENA



VIDEO STADIO ARTEMIO FRANCHI SIENA

 


COME RAGGIUNGERE LO STADIO ARTEMIO FRANCHI SIENA

TRENO
Dalla Stazione ferroviaria, dal lato opposto in direzione centro, le linee che raggiungono lo Stadio Artemio Franchi Montepaschi Arena sono la numero 9 e la numero 3, con fermata in viale Curtatone (Hotel Chiusarelli).

Tutte le altre linee che passano dalla Stazione si fermano sempre o in piazza Gramsci o in piazza del Sale. In particolare, la linea numero 10 (sempre proveniente dalla Stazione) scende in piazza Gramsci.


AUTO
Per chi viene in automobile dal Nord
Dall'autostrada A1 direzione Roma:
• uscita Firenze Certosa
• superstrada Firenze - Siena
• uscita "Siena Ovest" (quindi seguire le indicazioni per il centro)

Per chi viene in automobile dal Sud
Dall'autostrada A1 direzione Firenze:
• uscita Valdichiana
• superstrada Bettolle - Siena
• uscita "Siena Ovest" (quindi seguire le indicazioni per il centro)

DOVE PARCHEGGIARE
Arrivati a Siena, potrete pa
rcheggiare in "Viale Fruschelli" e "Pannilunghi", vicino alla Fortezza Medicea, oppure usufruire dei parcheggi dislocati in tutta la fascia periferica della città, da dove è possibile raggiungere il centro storico con il mezzo pubblico, il cosiddetto "Pollicino" in tempi molto brevi, al costo di 0,80 euro.

Parcheggi a pagamento:
• Parcheggio "Santa Caterina", Via Esterna di Fontebranda, si trova vicino alla chiesa di S. Domenico e al Santuario Cateriniano.
• Parcheggio "San Francesco" (con risalita meccanica), Via B. Peruzzi.
• Parcheggio "La Stazione", piazzale Fratelli Rosselli.

Parcheggi con sbarre: 1,30 Euro all'ora.
Parcheggi senza sbarre: 0,65 Euro all'ora.
Riduzione del 50% dell'importo ai possessori di Siena Card.acsiena.it

 

Biglietti Siena calcio: rivendite autorizzate
I biglietti possono essere acquistati presso una delle seguenti Prevendite Autorizzate A.C.Siena

    * Fabbri Emanuele& C., Via Pantaneto, 154 – tel. 0577.284352
    * Siena Club Fedelissimi, Via Mencattelli, 11 – tel. 0577.236677 (dalle 21.30 alle 24)
    * Sogno Siena, Via dei Termini, 54 – tel. 0577/225703
    * Tabaccheria Narghilè, Via Aretina, 6 – tel. 0577.247641
    * Disco Laser, Via Montanini, 96 – tel. 0577.289340
    * Tabaccheria Scacciapensieri, via Orlandi 6 - tel. 0577.334040
    * Bar Acquacalda, via delle Province 14 - tel. 0577.51568
acsiena.it




STADIO ATLETI AZZURRI D'ITALIA BERGAMO ATALANTA

 

 

SCHEDA TECNICA STADIO ATLETI AZZURRI D'ITALIA

Capienza: 26.393 posti

Posti tribuna stampa: n° 116

Dimensioni del campo: 110 x 70 m

Indirizzo: Piazzale GOISIS, 24100 Bergamo

Anno di costruzione: 1928

Proprietà: COMUNE - Gestione: BERGAMO SPORT

Distanza dal centro: Km 1



SETTORI E MAPPA STADIO ATLETI AZZURRI D'ITALIA



STORIA STADIO ATLETI AZZURRI D'ITALIA

Lo stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo, che ospita le partite dell'Atalanta, sorge in Viale Giulio Cesare. Fu costruito nel 1928 con il nome di Mario Brumana, un fascista originario della Valle Imagna caduto a Gallarate, nel varesotto, durante i moti che precedettero l’avvento del regime. L'impianto venne inaugurato in due cerimonie separate: la prima, non ufficiale, il 1º novembre, in occasione della partita Atalanta - Triestina, la seconda, ufficiale, il 23 dicembre, alla presenza di numerose autorità.
Il complesso occupava, e occupa tuttora, un'area di 35.000 m², e comprendeva il terreno di gioco per il calcio e il rugby, di 120x70 m, contornato da una pista in cenere per l'atletica; lungo i lati maggiori sorgevano le due tribune: quella ad ovest, coperta, e quella ad est, scoperta, che avevano una capienza totale di 12.000 posti. Nell'area oggi occupata dalla curva Pisani c'erano i campi da tennis e dalla parte opposta sorgevano le piscine.
Con il passare degli anni lo stadio, oltre a cambiare il nome in quello odierno, subì numerose ristrutturazioni fino ad assumere la conformazione attuale. Sono state aggiunte le due curve e la copertura della tribuna ad est, è scomparsa la pista di atletica per far posto a nuove tribune e delle vecchie strutture sportive non c'è praticamente più traccia. Dopo le ultime modifiche la capienza dello stadio è di 24.726 posti.



FOTO STADIO ATLETI AZZURRI D'ITALIA

interno stadio Azzurri d'Italia          esterno stadio Azzurri d'Italia    

 

VIDEO STADIO ATLETI AZZURRI D'ITALIA

 


COME RAGGIUNGERE LO STADIO ATLETI AZZURRI D'ITALIA

AUTO
Uscita Bergamo e imboccare la circonvallazione in direzione Valli di Bergamo. Alla rotonda proseguire seguendo l'indicazione stadio e imboccare Viale Giulio Cesare
AEREO
All'uscita dall'aeroporto seguire le indicazioni per Bergamo centro. Proseguire quindi sulla circonvallazione in direzione Valli di Bergamo. Alla rotonda proseguire seguendo l'indicazione stadio e imboccare Viale Giulio Cesare. L'aeroporto è inoltre raggiungibile con i servizi pubblici tramite i nuovi "aereobus" che collegano l'aereostazione con il centro della città in pochi minuti. Una volta raggiunta la stazione degli autobus in centro lo stadio è facilmente raggiungibile con gli ATB n° 9/B e 9/C
TRENO
Giunti alla stazione dei treni prendere l'autobus n° 9/C o 9/BATB Azienda dei Trasporti di Bergamo Tel. 035.364.222 Per informazioni: www.atb.bergamo.it

 

 

Biglietti Atalanta: rivendite autorizzate
L'Atalanta BC comunica che per tutte le gare interne di campionato SERIE A TIM, i biglietti per il settore ospiti saranno in vendita presso tutte le ricevitorie Lottomatica d'Italia autorizzate alla vendita di eventi sportivi. Qualora vi fossero variazioni o divieti di vendita verranno comunicati nel corso della relativa settimana.

 I tagliandi d'ingresso saranno in vendita per tutta la stagione presso:
- Punti autorizzati LIS Lottomatica (elenco completo all'interno del ns. sito)
PUNTI SPECIALI ATALANTA
- Biglietteria Stadio (vedi spazio riservato)
- Sede Credito Bergamasco - Porta Nuova (orari apertura sportelli banca)
- Club Amici Atalanta - Via Novelli, 2 Bergamo (orario 15:00-18:00)
(per Atalanta - Chievo aperto da giovedì 18 a sabato 20 febbraio)
- ACQUISTO ON-LINE
(per Atalanta-Chievo dalle 16:00 di lunedì 15 febbraio alle 20:00 di venerdì 19 febbraio)


La biglietteria dello stadio (Zona Tribuna Centrale) sarà aperta nei seguenti giorni e orari:
da giovedì 18 a sabato 20 febbraio dalle ore 15:00 alle ore 18:00
Il giorno della gara (domenica 7 febbraio) saranno attive le biglietterie di Largo dello Sport (container) dalle 12:00 alle 15:00

Elenco ricevitorie autorizzate vendita biglietti
Pulinetti Lorenzo      Albino      Piazza Santuario, 3
Cocci Claudio     Bergamo     Via IV Novembre, 79
Rossi Maria Rosa     Bergamo     Piazza E.Filiberto, 3b
Gritti Paolo     Bergamo     Via Papa Giovanni XXIII, 58
Gavazzi Giulio     Bergamo     Via S.Colombano, 29/a
Gamba Gianluca     Bergamo     Via Garibaldi, 1/b
Ghirardelli Anna Maria     Bergamo     Via Redorta, 20/H
Perez     Bergamo     Via Pignolo, 23
Colombelli Ruggero     Calusco D'Adda     Via Marconi, 40
Signorelli Paola     Castelli Calepio     Via dei Mille, 22
Rossetti Daria Lucia     Cisano Bergamasco     Via Mazzini, 32
Calvaruso Jhonni     Ciserano     Corso Europa, 65 - Fr Zingonia
Portesi caterina     Costa Volpino     Via Nazionale, 23
Von Wunster Alberto     Curno     Via Fermi, 1
Lavetti Renato     Dalmine     Via V.Veneto, 13
Gusmini Paolo     Grassobbio     Via Vespucci, 5/a
Mete Marco     Grumello Del Monte     Piazza Camozzi, 7
Morosini Elisabetta     Martinengo     Piazza Maggiore, 23
Cipolla Erminio     Martinengo     Via Tadino, 44
Menini Marino     Osio Sotto     Via Milano, 23
Zanotti Fiorenzo     Ponte S.Pietro     Via Roma, 4
Ferrandi Massimo     San Giovanni Bianco     Via Castelli, 4
Masnada Roberto     S.Omobono Imagna     Via V.Veneto, 173
Tagliaferri Ruggero     Scanzorosciate     Via Isonzo, 6
Gennati Itala     Stezzano     Via Caroli, 8
Finazzi Stefania     Telgate     Piazza Vittorio Veneto, 7
Brevi Roberto     Trescore Balneario     Via Roma, 1
Carioli Stefano     Treviglio     Via Oriano, 18
Bosis Giuseppina     Urgnano     Via Colleoni, 11
Gualtieri Carmelo     Villa D'Almè     Via Mazzini, 45
Pagani Martino     Villongo     Via Grumelli, 29
atalanta.it

 





 STADIO ENNIO TARDINI PARMA





SCHEDA TECNICA STADIO ENNIO TARDINI
 

Capienza: 28,000

Inaugurazione: 1923

Dimensioni del campo: 105 x 68m

Indirizzo: Viale Partigiani d'Italia, 43100 Parma

Proprietà: Comune di Parma





SETTORI E MAPPA STADIO ENNIO TARDINI





Tribuna Centrale Petitot n°7.178 posti
Tribuna Est n°2.635 posti
Curva Nord n°6.500 posti
Curva Sud Casa n°2.500 posti
Curva Sud Ospiti n°1.873 posti
(attualmente sotto sequestro dalla Magistratura per l’incidente mortale di Parma/Vicenza scorsa stagione)
Curva Sud Centrale n°2.199 posti
(attualmente utilizzata come Settore Ospiti in attesa del dissequestro del Settore ufficiale)
Capienza Totale Autorizzata: n°22.885


 
 
STORIA STADIO ENNIO TARDINI
 

Lo Stadio Ennio Tardini di Parma è stato costruito dall'idea di Ennio Tardini. Ennio Tardini si è laureato in Giurisprudenza, il suo lavoro era la politica però la sua passione era la sport. Infatti fu suo il progetto dello stadio, che si trova vicino al centro di Parma, tra il quartiere Centro e quello Cittadella, fu finito nel 1923 e il nome iniziale dello stadio era Stadio Comunale, però è stato cambiato dopo la morte di Ennio Tardini, il quale non ha nemmeno visto realizzato il suo progetto. Lo stadio ha subito molte modifiche importanti iniziando dagli anni ‘90. Fino agli anni ‘80 nello stadio non si svolgevano importanti gare sportive e perciò non c’era bisogno di ristrutturarlo. Nel 1990 il Parma Associazione Calcio S.p.A è promosso per la prima volta nella massima serie del campionato italiano, la Serie A. Lo stadio fino ad allora poteva contenere solo 13500 spettatori, ma per legge doveva contenerne almeno 30000, e, per questo, si è iniziato a pensare ad uno stadio alternativo. La prima proposta fu di costruire lo stadio fuori Parma, a Baganzola. Successivamente, però, l'idea fu accantonata e il 29 maggio del 1991 fu deciso di ristrutturare il vecchio impianto. La Tribuna Petitot è la prima parte dello stadio che venne ristrutturata, la tribuna più importante, poi toccò alla Curva Nord, dopo la vittoria della squadra del Parma in Coppa Italia. È uno degli stadi italiani più antichi ancora in funzione, dopo il Luigi Ferraris (Genova, 1911) e l'Arena Garibaldi (Pisa, 1919).
Lo stato attuale
In uso attualmente alla locale compagine calcistica, il Parma Football Club, in passato lo stadio fu utilizzato anche dalle due squadre di rugby cittadine, il Rugby Parma e l'Amatori, prima che ad esse venisse destinato lo stadio Sergio Lanfranchi. Il completamento dello stadio risale a inizio anni novanta, quando il Parma fu promosso in serie A per la prima volta. Nell'estate 2006 è stata rimossa la parte superiore della Tribuna Est (i cosiddetti distinti), fatta di tubi Innocenti, per una nuova tribuna anch'essa provvisoria. La parte inferiore della tribuna ha i sedili gialli e la parte superiore ha i sedili blu. Durante gli incontri del Parma la tifoseria di casa occupa abitualmente la curva Nord "Matteo Bagnaresi", mentre quella ospite siede in curva Sud. Ci sono ancora dei progetti per ampliare la curva Est, grazie alla quale si potrebbero raggiungere i 30000 posti. Alla fine dei lavori negli anni ‘90 la superficie totale dello stadio era di 36725 m2 e misurava 105x65 metri con 14 metri di altezza, le dimensioni per adesso sono rimaste invariate. A fine agosto nel 1997 i posti a sedere erano 29200 e sempre nello stesso anno sono state rimesse le sedie gialle e blu, i colori della squadra del Parma. Attualmente lo stadio è la sede ufficiale della Parma Football Club S.p.A., ma ci sono alcuni problemi di parcheggio e di gestione del traffico, che si cerca di risolvere al più presto.
Posizionato in Viale Partigiani d'Italia, a pochi minuti dal centro cittadino, lo stadio Tardini ha una capienza di 28.000 posti.

 


FOTO STADIO ENNIO TARDINI

 
 interno stadio Tardini                                 esterno stadioTardini
 
 

VIDEO STADIO ENNIO TARDINI

OMAGGIO VIDEO ALLO STADIO ENNIO TARDINI

Questo video, realizzato da Settore Crociato, è un omaggio allo stadio Ennio Tardini, patrimonio dei tifosi crociati, di Parma e della sua gente. Nella prima parte del video alcune immagini dello stadio, nella seconda alcune interviste ai tifosi del Parma che spiegano il loro legame affettivo con il Tardini. Fra queste una signora inglese che in modo obiettivo da un suo giudizio sul Tardini e sui tifosi crociati

 
 
 
COME RAGGIUNGERE LO STADIO ENNIO TARDINI
 
AUTO

Dall’uscita dell’autostrada A1 di Parma: prendere la Tangenziale Nord direzione centro città, uscire in Via Mantova, girare a destra in Viale Partigiani d’Italia.

Dall’uscita dell’autostrada A15 di Parma: proseguire lungo la Via Emilia Ovest in direzione Parma, poi prendere la Tangenziale verso il centro della città, quindi uscire in Via Mantova, ed infine girare a destra in viale Partigiani d’Italia.

AEREO
Dall’aeroporto di Parma: prendere la Tangenziale direzione centro città, uscire in Via Mantova, ed infine girare a destra in Viale Partigiani d’Italia.

TRENO
Dalla stazione di Parma: prendere Viale Mentana, proseguire fino alla rotonda imboccando Viale San Michele, e alla rotonda girare a sinistra in Viale Partigiani d’Italia.
E’ previsto il trasporto allo stadio dal parcheggio scambiatore dell’autostrada in corrispondenza dell’uscita A1, con il servizio di Pullman per i tifosi provenienti da fuori città.

 

 

Biglietti Parma calcio: rivendite autorizzate
Gli orari delle biglietterie:

Le biglietterie davanti al Tardini sono aperte nei seguenti giorni e orari: lunedì 25, martedì 26, mercoledì 27, giovedì 28, venerdì 29 e sabato 30 gennaio dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 19,30. Domenica 31, il giorno della partita dalle 10 in poi.

I punti vendita in città e provincia:

A Parma tabaccheria Gigante viale Solferino 30/B tel. 0521 960508, tabaccheria Guglielmino via Emilio Lepido 1/A tel. 0521 244366, bar tabacchi Lottici piazza Ghiaia, 33/D tel. 0521 235692, Mediaworld presso l’Eurotorri tel. 0521/79600, a Collecchio tabaccheria Salati piazza Partigiani d’Italia 2 tel. 0521 805603, a Fornovo Taro tabaccheria La dea bendata via XXIV Maggio, 28 tel. 0525 3584. I biglietti disponibili nel circuito Ticket one sono la curva ospiti e i tre settori di tribuna Petitot. fcparma.com

 




 

 

 

STADIO RENZO BARBERA (LA FAVORITA) PALERMO

 

 

 


 


SCHEDA TECNICA STADIO RENZO BARBERA

Capienza: 36.422 posti

Dimensioni del campo: 105 x 68 m

Indirizzo: Viale del Fante, 11, 90146 Palermo

Anno di costruzione: 1932

Proprietà: Comune di Palermo




SETTORI E MAPPA STADIO RENZO BARBERA



Tribuna montepellegrino, settore ospiti, curva sud, tribuna, curva nord




STORIA STADIO RENZO BARBERA

Lo stadio comunale Renzo Barbera, anche noto con il vecchio nome de La Favorita, è il più grande impianto sportivo di Palermo.
Inaugurato nel 1932 e sottoposto a diverse ristrutturazioni, la più recente delle quali nel 2006, è da sempre l'impianto degli incontri interni della squadra di calcio del Palermo.
Lo stadio fu inaugurato il 24 gennaio 1932, sostituendo lo storico campo precedente, lo Stadio Ranchibile, per la partita fra il Palermo e l’Atalanta, gara vinta dai padroni di casa per 5-1, tutto questo preannunciò la storica prima promozione in serie A che sarebbe arrivata al termine della stagione.
Il primo nome dell'impianto fu "Littorio" e fu costruito in breve tempo dal regime fascista, intenzionato a sostituire l'ormai vecchio campo sportivo "Ranchibile". Ai bordi del campo dello stadio "Littorio" di Palermo inizialmente era presente una pista di atletica leggera, mentre non erano state costruite le due curve, avendo lo stadio solo i settori di tribuna e gradinata. All'epoca infatti gli spettatori delle curve non avevano posti a sedere, vi era solo un terreno degradante per permettere la visione. Il “Littorio” cambiò nome nel 1936 per essere intitolato a "Michele Marrone", militare caduto nella Guerra civile spagnola. Lo stadio portò questa denominazione fino alla fine della Seconda guerra mondiale.
In seguito l'impianto prese la denominazione di stadio La Favorita, dal nome della tenuta di Ferdinando I di Borbone che sorge presso lo stadio. Nel 1948 l'impianto fu soggetto alla prima grande ristrutturazione: abolita la pista di atletica leggera, furono nel contempo costruite le due curve. La capienza passò a circa 30.000 spettatori.
Nel 1984 venne eseguita una seconda grande ristrutturazione, con la costruzione del secondo anello attorno alle curve e alla gradinata. La capienza, quindi, fu portata a poco meno di 50.000 spettatori: l'impianto registrò il tutto esaurito solo nel big-match del Girone B della Serie C1, vinto contro il Messina.
Alla vigilia dei Mondiali di calcio Italia 1990, lo stadio della Favorita venne restaurato per la terza volta, con il rifacimento delle fondamenta. Fu inoltre ridotta la capienza dell'impianto a 37.000 posti a sedere (compresa tribuna stampa) per rientrare nelle norme vigenti per la sicurezza e l'agibilità degli impianti. Nelle opere di restauro cinque operai persero la vita in un crollo avvenuto il 30 agosto 1989. A venti anni di distanza, l'Unione Sportiva Città di Palermo ha voluto rendere omaggio ai caduti con una nota sul poprio sito internet.
L'inaugurazione del nuovo impianto avviene la sera del 30 maggio 1990 a pochi giorni dall'avvio dei mondiali in occasione della finale di Coppa Italia di Serie C, partita persa contro la Lucchese.
Dal 18 settembre 2002 lo stadio è intitolato a Renzo Barbera, presidente del Palermo nel decennio 1970-1980.
Nel 2005 in virtù della partecipazione in Coppa UEFA del Palermo lo stadio ha avuto una profonda rivisitazione, è stato creato un nuovo settore ospiti di circa 5.000 posti tra la Tribuna Montepellegrino e la Curva Sud. Il settore è stato protetto da alte reti e pareti in vetro antintrusione e viene soprannominato generalmente "la gabbia".
Nel 2006 vengono fatti nuovi lavori di ammodernamento, dopo che la Legge Pisanu ha imposto l'utilizzo dei tornelli all'ingresso dello stadio: grazie ad una lungimirante visione, il "Renzo Barbera" fu uno dei primi stadi a norma.



FOTO STADIO RENZO BARBERA

interno stadio La Favorita                              esterno stadio La Favorita



VIDEO STADIO RENZO BARBERA




COME RAGGIUNGERE LO STADIO RENZO BARBERA

Per raggiungere lo stadio Renzo Barbera di Palermo, basta seguire i consigli sotto riportato per chi quindi arriva:
In Auto
Dalla A19 (Palermo - Catania), A20 (Palermo - Messina) o A29 (Palermo - Trapani):
Appena usciti dall`autostrada, vi trovate in viale Della Regione Siciliana.
Uscite allo svincolo di via Belgio, dopo 200-250 mt. circa svoltate per via Empedocle Restivo, quindi a sinistra per via Alcide De Gasperi.
In fondo alla strada troverete lo stadio.

Dal porto:
Girate a destra e vi trovate in Via Francesco Crispi. Superate il carcere, al semaforo proseguite diritto per Via Montepellegrino, quindi al successivo semaforo continuate per Via Isaac Rabin.
Alla fine di via Rabin, alla rotonda girate a sinistra per Via Martin Luther King, quindi proseguite dritto per Via Imperatore Federico.
Alla fine di via Imperatore Federico, girate a destra al semaforo per viale del Fante quindi proseguite dritto fino a quando, sulla destra, troverete il "Renzo Barbera.
Dalla Stazione Ferroviaria:
Imboccate Via Roma, quindi proseguite dritto per Via Giuseppe Puglisi Bartolino, Via Isidoro Carini, Via Pasquale Calvi, Via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, Via Marchese di Villabianca e Via Marchese di Roccaforte.
Giunti in Piazza Don Bosco, girate a destra, poi al semaforo andate a sinistra per Viale del Fante quindi proseguite dritto fino a quando, sulla destra, troverete il `Renzo Barbera`.

Con i mezzi pubblici
Dall`aeroporto:
Prendete la navetta Aeroporto - Città e scendete a Piazza Politeama, poi prendete la linea urbana n. 101.
In alternativa prendete il Trinacria Express fino alla Stazione Centrale, poi prendete la linea urbana n. 101 oppure la metropolitana fino alla fermata Stadio quindi proseguite a piedi per Viale del Fante.

Dal Porto:
Imboccate a piedi Via Emerico Amari, quindi arrivate fino a Piazza Luigi Sturzo.
Poi prendete la linea urbana n. 101.
Dalla Stazione Ferroviaria:
Prendete la linea urbana n. 101 oppure la metropolitana fino alla fermata Stadio quindi proseguite a piedi per Viale del Fante.  fantacalciomania.it

 




 

STADIO FRIULI - UDINE





SCHEDA TECNICA STADIO FRIULI

Capienza: 41.652 posti

Dimensioni del campo: 105 x 68 m

Indirizzo: P.le Repubblica Argentina, 3 loc. Rizzi, 33100 Udine

Anno di costruzione: 1971

Proprietà: Comune di Udine



SETTORI E MAPPA STADIO FRIULI



Curva nord, distinti centrali, distinti laterali sud, curva sud, settore ospiti, tribuna laterale sud, tribuna centrale sud, tribuna centrale nord, tribuna laterale nord, curva nord.



STORIA STADIO FRIULI
Lo Stadio "Friuli" è il maggiore stadio di calcio della città di Udine e del Friuli Venezia-Giulia, ospita le partite casalinghe dell'Udinese Calcio e numerosi concerti durante tutto l'anno.
Progettato da Giuliano Parmegiani e Lorenzo Giacomuzzi Moore per sostituire il glorioso Stadio Moretti, lo stadio Friuli fu costruito per volere dell'allora sindaco di Udine, Angelo Candolini, che voleva dare una nuova e più moderna struttura alla squadra della città, la quale da troppo tempo arrancava in categorie che non le competevano per le sue potenzialità. Fu utilizzato ancora incompiuto e senza nome per la prima partita di serie C tra Udinese-Seregno il 26 settembre 1976, appena 10 giorni dopo la scossa del Terremoto del Friuli. Durante la medesima partita ci fu una scossa di assestamento che fece tremare l'arco del Friuli ma non tutti i 15.000 presenti all'interno dell'impianto, intenti a seguire il gioco, se ne accorsero.
STRUTTURA
All'apertura dello stadio gli unici spalti in cemento erano quelli della tribuna coperta, il resto, vale a dire le curve e i distinti, erano composti di terra infatti la prima fila di settori è stata costruita sfruttando il terreno a conca (anche lo Stadio Olimpico di Roma sfrutta lo stesso principio), questo all'epoca riduceva notevolmente l'impatto ambientale, poi con il completamento sono stati costruiti i vari settori usando delle travi di cemento armato prefabbricato e montato sul posto.
L'arco dello Stadio Friuli è lungo circa 200 metri e alto 33,80 metri, è costituito da una serie di 19 blocchi in cemento armato. In quei tempi era stato installato dietro l'attuale curva nord il tabellone segnapunti; tolto nel 1990, oggi ne resta solo la base a cui era appoggiato.
Interventi di rinnovamento
1990:Un importante intervento di restyling è stato fatto prima dei Mondiali di Italia '90. La rimodernizazione è costata circa 5 miliardi di lire; sono stati costruiti i parcheggi (5.000 posti auto), creata una nuova sala stampa, montati nuovi seggiolini, rimodernato il sistema d'illuminazione, sono state costruite le due torrette poste sopra le due curve per effettuare le riprese televisive di tutto l'impianto con un colpo d'occhio notevole e inoltre è stata costruita all'esterno dello stadio, dietro la tribuna, una tendostruttura esterna chiamata "pallone" (ne è presente una fedele copia allo Stadio Sant'Elia di Cagliari) dentro la quale sono presenti numerosi spazi. Tuttavia, molti dei fondi destinati al rinnovamento dello stadio vennero utilizzati per la costruzione dello Stadio Nereo Rocco di Trieste.
2005:Per ottenere l'omologazione della UEFA in vista della partecipazione alla Champions League, nelle due curve vennero installati dei seggiolini con schienale di colore blu-azzurro, dove prima vi erano solamente gradoni in cemento. Vennero smantellate le barriere tra gli spalti e il terreno di gioco (rimaste nel settore ospiti per motivi di sicurezza), consentendo allo stadio di essere ad oggi l'unico impianto professionistico italiano privo di barriere.




FOTO STADIO FRIULI


esterno stadio Friuli                                      interno stadio Friuli


VIDEO STADIO FRIULI




COME RAGGIUNGERE LO STADIO FRIULI

AUTO
Dall' autostrada A 23 uscire al casello "Udine Sud" e prendere la tangenziale in direzione nord. Dopo 5 minuti di percorso c'è l'uscita per lo Stadio Friuli.

TRENO
Dalla Stazione Ferroviaria di Udine, girare a destra in viale delle Ferriere, poi ancora a destra in viale Duodo, proseguire sempre dritto in Viale Ledra fino a viale Bassi. All'incrocio con via Martignacco proseguire nella via suddetta in direzione "Località Rizzi" e seguire le indicazioni per lo stadio Friuli (nelle vicinanze immediate).

AUTOBUS
Dalla Stazione Ferroviaria di Udine, servirsi dell'autobus di linea numero 2 (il servizio termina alle 20.00). I giorni delle partite sono previste navette di collegamento allo Stadio Friuli.   fantagazzetta.com

 

Biglietti Udinese calcio: rivendite autorizzate

Punti vendita nella provincia di Udine:
ANGOLO DELLA MUSICA SRL VIA AQUILEIA 89 33100 0432/505745 UDINE
OSTERIA ALLE RISORGIVE DI DE TINA SNC VIA DELLE ACACIE 2 33033 0432/904491 CODROIPO
BAR ALLO STADIO VIA DELLE SCUOLE 6 33100 0432/543089 UDINE
BAR LIBERTÀ DI SCHIAVO MANUELA VIALE LIBERTÀ 67 33170 0434/40058 PORDENONE
TICKETPOINT SRL CORSO ITALIA 6/C 34121 040/8276349 TRIESTE
RIVENDITA TABACCHI 3 DI MORETTI NADIA VIA MERCATOVECCHIO 33, UDINE '0432 505734'
CARTOLERIA SAN MARCO VIA MORES DI SOTTO 33 AZZANO DECIMO
BAR AL CACCIATORE Via S.Antonio 15 TRICESIMO
GILCOLOR snc VIA MONTEGRAPPA 4 33081 '0434660507 AVIANO
ORLENI FAUSTO VIA SANTISSIMA TRINITA' 140 33070 '0434613490 BRUGNERA
MORASSUTTI DI MORASSUTTI GIANANGELO VIA PASOLINI 31/A 33072 '043486157 CASARSA DELLA DELIZIA
STAZIONE DI SERVIZIO ESSO DI MORETTO FEDERICO VLE VENEZIA 25 33072 '043486246 CASARSA DELLA
DELIZIA
SCARAMUZZO MASSIMO. CARTOLIBRERIA IL SOGNO VIA SAN PIETRO 1 33084 '0434931352 CORDENONS
SIMEONI ODILLA VIA MAZZINI GIUSEPPE 60 33084 '0434585127 CORDENONS
VANICH BAR DI PETOZZI MANUELA VIA MONTELIETO 13 33092 '0427777928 FANNA
MAZZARIOL GIULIO VIA GIUSEPPE GARIBALDI 8 33074 '0434999826 FONTANAFREDDA
CUZZOLIN DANIELE VIA COLVERA 78 33085 '0427816562 MANIAGO
FUTURA SAS DI LIUT GIOVANNI & C. VIA DELL'OMO 47/B 33085 '0427799703 MONTEREALE VALCELLINA
CASTAGNETO CARLA Via del Porto 9 33080 '0434367069 PORCIA
LADY CAFFE' DI BORTOLUSSI ANTONIETTA VIA ROMA 7 33080 '0434923191 PORCIA
CAMOL GIOVANNI VIA POLCENIGO 12/A 33170 '0434366635 PORDENONE
DI TUTTO DI PIU' DI MIO BERTOLO MONICA VIA GEMELLI AGOSTINO 8/B 33170 '0434571004 PORDENONE
MIANI MARA VIA L. PIRANDELLO 31/A 33170 '0434572739 PORDENONE
PASTICCERIA GELATERIA DA MIRKO DI PICCIN MIRKO VIA GIOSUE' CARDUCCI 35 33170 '0434571037
PORDENONE
EDICOLA CARTOLIBRERIA AIRONE DI SANDRE CRISTINA VIA PANIGAI 7-9 33076 '0434645201
PRAVISDOMINI
LOBE SNC VIA MARTIRI SFRISO 10 33077 '0434782338 SACILE
ZANETTI RODOLFO & C SNC VIA SAN LIBERALE 11 33077 '043471320 SACILE
BAR AL CAPRICCIO DI FORNASIER RENZO PZZA I MAGGIO 18 33090 '042791100 SEQUALS
PowerService S.n.c.area di servizi carburanti di Marzio Daniel e Tambosso Stefano VIA DELL'OSPEDALE 1/D
33097 '0427419066 SPILIMBERGO
BANDIERA ELISA VIA GIULIA AUGUSTA 9 33051 '0431919147 AQUILEIA
BBB snc VIA GIULIA AUGUSTA 17 33051 '0431918986 AQUILEIA
MODOTTI LUCIA V.CORECIANc/oC.COMM.ARCOBALENO 66 33031 '0432849330 BASILIANO
TAL CAFE' snc PIAZZA INDIPENDENZA 10 33040 '0431999023 CAMPOLONGO AL TORRE
MR. G DI MINOTTO ERMENEGILDO VIA G.B. TIEPOLO 2/A 33010 '0432881343 CASSACCO
VESPERINI BRUNA VIA GIUSEPPE ELLERO 1/A 33050 '0432768479 CASTIONS DI STRADA
BUDAI VALERIO PZZA INDIPENDENZA 32 33052 '0431365450 CERVIGNANO DEL FRIULI
DELLA MEA ANNA MARIA VIA VAL RACCOLANA 8 33010 '043352009 CHIUSAFORTE
L'OMBELICO DI BACCO DI PASQUALIS ALESSANDRA VIA DELLA VILLA 7 33030 '0432951002 DIGNANO
BON ALESSANDRO VIA GRAMSCI 3 33050 '0431970794 FIUMICELLO
SUPERMERCATO SFEA SRL Via biagio marin 6 33050 '043132131 FIUMICELLO
SERAVALLI MAURO & C SNC VIA TABOGA 52 33013 '0432972288 GEMONA DEL FRIULI
ZANELLO GIULIO VIA TAGLIO 8/A 33057 '0432928450 PALMANOVA
FRIULI BAR-TRATTORIA DI DE SABBATA ALDO & C. S.N.C. VIA ROMA 1 33050 '0432675042 PAVIA DI UDINE
FERUGLIO MARIA VIA VERDI 37 33040 '0432666042 POVOLETTO
GATTESCO LUCA VIA MONTE BIANCO 2 33100 '0432283066 POVOLETTO
DISTRIBUZIONE CEB SAS P.ZZA 4 NOVEMBRE 1 33050 '0432560735 POZZUOLO DEL FRIULI
RAPSODIA CAFE' DI IETRI VALERIA VIA ROMA 34 33043 '0432641031 PRADAMANO
MARCATO MICHELE PIAZZA MARCHET 1 33020 '0433749022 PREONE
FOTO COCCO snc VIA UMBERTO I 75 33050 '0432775108 RIVIGNANO
TABACCHERIA AL CHANTON DI ZAMPIERI IGOR VIA GORIZIA 6 33050 '0431973879 RUDA
TRILLI DI BATTISTELLA ELISA VIA UNIVERSITA' CASTRENSE 21 33058 '0431620121 SAN GIORGIO DI
NOGARO
VECCHIATTO WALTER VIA PALMARINA 38 33048 '0432757624 SAN GIOVANNI AL NATISONE
BAR BIRRERIA CRISALIDE DI PITTICCO MASSIMO PIAZZA VENEZIA 6 33039 '0432916005 SEDEGLIANO
BIRRERIA IL PANINO DI CLABASSI FABIO VIA MASSIMO D'AZEGLIO 1 33030 '0432916016 SEDEGLIANO
VIDEOTIME S.N.C. DI MORGANTE GIORGIO & C. VIA DANTE 114 33017 '0432792088 TARCENTO
RIGHINI ANTONIO PZZA LIBERTA' 4 33010 '04321900210 TAVAGNACCO
PIZZERIA LA GENZIANELLA SNC DI IOB GIULIO E CIANI TERESA VIA MONTE PIANA 10 33028 '0433929112
TOLMEZZO
TRATTORIA DA MARIA snc VIA NUOVA 8 33028 '04332103 TOLMEZZO
MATTIUSSI MIRIAM E C. SAS P.ZA DELLA FONTANA 8 33050 '043192039 TORVISCOSA
VIDONI TARCISIO SNC PIAZZA UNITÃ D'ITALIA 1 33010 '0432984192 TRASAGHIS
F.LLI SANTELIA SAS VIA M. BUONARROTI 30 33019 '0432851711 TRICESIMO
BAR OLIVO SAS VIA ROMA 10 33050 '0432999186 TRIVIGNANO UDINESE
ALESSANDRO DI ALESSANDRO MASCI VIALE VENEZIA 165 33100 '0432530565 UDINE
BAR BIRI DI SALGHER SIMONA VIA PIEMONTE 84 33100 '0432482366 UDINE
DEL BIANCO RIZZARDO EZIO PIAZZALE CHIAVRIS 63 33100 '0432545354 UDINE
FRIULCHEF DI PERNA MASSIMILIANO SNC VIA CORTAZZIS 4 33100 '0432297962 UDINE
MANSUTTI GIORGIO VIA GORIZIA 34/A 33100 '0432470846 UDINE
SALVESTRIN PAOLA VIA PADOVA 3 33100 '0432523126 UDINE
ZORZUTTI LORENZO VIA POSCOLLE 47 33100 '0432507046 UDINE
ZUCCOLO FABRIZIO VIA ANTONIO CACCIA 53 33100 '0432287112 UDINE
Punti vendita in Veneto:
BAR ROMA S.N.C. DI CANAL PAOLA E DAMADEI DANILO VIA ROMA 3 32015 PUOS D'ALPAGO BL
COLLET NIKI VIA VITTORIO VENETO presso c/c 277 32100 BELLUNO BL
F.LLI GOLIN s.a.s. DI ZANDONELLA G. STEFANO & C. VIA ROMA 82 32040 COMELICO SUPERIORE BL
IL DADO snc P.ZA CESARE BATTISTI 14 32016 FARRA D'ALPAGO BL
TORMEN CLAUDIA VIA I MAGGIO 17/19 32100 BELLUNO BL
ZANON GILDA VIA LIZZONA 42 32014 PONTE NELLE ALPI BL
BERTELLI MICHELE VIA ALBERI 28 35044 MONTAGNANA PD
BOTTIN MASSIMILIANO & C. snc VIA GARIBALDI 66 35020 CORREZZOLA PD
CARTOLERIA FRANCO DI PINTON MAURIZIO VIA GARIBALDI GIUSEPPE 30 35010 CADONEGHE PD
CENTRO TELC. SNC VIA CIRO MENOTTI 22 35010 TREBASELEGHE PD
DUEPI DI PALIURI ACHIELLE & ANTONELLA SNC VIA DESMAN 336 35010 BORGORICCO PD
GALLO GRAZIELLA VIA GARIBALDI 24 35028 PIOVE DI SACCO PD
GAZZOLA CLAUDIO VIA ROMA 20 35010 BORGORICCO PD
MIOTTO SAMUELE VIA MICHIEL 5 35028 PIOVE DI SACCO PD
ONLINE BUSINESS & COMMUNICATION S.A.S. DI BAZZI NICOLA & C. VIA TIZIANO ASPETTI 166 35133
PADOVA PD
OPTIMA GAME DI BASSO LAURA P.ZA ANTONIO BARATELLA 1 35010 LOREGGIA PD
PIAZZA ANITA via martignon 16 35035 MESTRINO PD
VOLTAN ROLANDO VIA RONCHI DEL VOLO 12/A 35020 CASALSERUGO PD
ZANELLA MAURIZIO LARGO TRAIANO 5 35036 MONTEGROTTO TERME PD
ACERBI LAURO VIA GIOVANNI XXIII 166 45020 LUSIA RO
BAR SPORT DI CASELLATO ANNA VIA L. SAVOIA 8/D 45014 PORTO VIRO RO
GREEN APPLE SAS PIAZZALE ROVIGNO 1 45011 ADRIA RO
PEZZUOLO VALERIO VIA BATTISTI 2 45026 LENDINARA RO
PIZZERIA ARDENTI DI ZAMBELLO PAOLO VIA ROMANA 2006 45030 FRASSINELLE POLESINE RO
ADDIS ABEBA DI SPIRONELLI LAILA VIA BELVEDERE 88 31010 FARRA DI SOLIGO TV
AGENZIA PEDRONETTO snc di Forest Arrigo & c. VIALE G. MATTEOTTI 50 31015 CONEGLIANO TV
AL TROPICAL sas VIA MONTEGRAPPA 63 31010 MORIAGO DELLA BATTAGLIA TV
BAR CARDINAL CAFFE DI STRAGLIOTTO LUIGINA VIA CIRCONVALLAZIONE OVEST 17 31033
CASTELFRANCO VENETO TV
COLLOT LUIGINO VIA MADONNA 19 31015 CONEGLIANO TV
CONTESSOTTO GIANFRANCO VIA ROMA 14 31010 CIMADOLMO TV
EDICOLA - TABACCHERIA PIVETTA DI PIVETTA GIOVANNI VIA ROMA 159 31020 VILLORBA TV
ELIOPIU' DI CIETTO DARIO VIA GIACOMO BATTISTELLA 24 31053 PIEVE DI SOLIGO TV
F.LLI GRANZOTTO s.n.c. di Gianni e Gianfranco VIA CONEGLIANO 13 31058 SUSEGANA TV
F.LLI GUARISE SNC VIA SAN PANCRAZIO 34/40 31037 LORIA TV
HI-FI MOTTA TONET CLAUDIO & C. SNC VIA PIAVE 6 31045 MOTTA DI LIVENZA TV
IL GIARDINO DELL'EDEN DI ZORZI GIOVANNI VIA FONTANE 2/B 31050 PONZANO VENETO TV
JOLLY SNC PIAZZA IV NOVEMBRE 2 31040 PEDEROBBA TV
JOLLY-BAR sas V.LE ITALIA 203 31040 SEGUSINO TV
MARCON MAURO & GIUSEPPE snc VIA BOSCHETTA 20 31014 COLLE UMBERTO TV
MINERVINI MAURIZIO VIA ADIGE 2 31100 TREVISO TV
OROSINTESI DI BETTIOL DANILO VIA CONTEA 26 31055 QUINTO DI TREVISO TV
PIZZERIA RISTORANTE AL CAVALLINO SNC DI MAURO E DENIS STOCCO & C. VIA CASTELLANA 60 31023
RESANA TV
SAMOGIN ITALO VIA TEMPIO VOTIVO 28 31058 SUSEGANA TV
TABACCHERIA RUBATTO DI RUBATTO ALESSIO VIALE LUIGI LUZZATTI 36 31100 TREVISO TV
TABACCHERIA ZENNARO DI ZENNARO LUCA VIA TORNI 30 31021 MOGLIANO VENETO TV
VANZETTO ORIANO VIA CORNIANI 32 31059 ZERO BRANCO TV
VEDELAGO LUCIO & C. SNC VIA S.PIO X 32 31036 ISTRANA TV
BAR PIZZERIA DA POMPEO DI PANIZZOLO DAMIANO VIA ROMA 72 30030 PIANIGA VE
CAMPIGOTTO RENZO VIA LA BOVA 19 30033 NOALE VE
CARTOLERIA TABACCHERIA MARILIN DI PADOAN DIEGO VIA ANTONIO NACCARI 2 30015 CHIOGGIA VE
GEL BOY DI VILLAS MARIO VIA DANIELE MANIN 52 30174 VENEZIA VE
JOLLY ITALIA DI ZANOTTO ITALIA VIALE VIAREGGIO 36 30038 SPINEA VE
NET SOLUTIONS SAS DI TOFFOLO SILVIA & C VIA NEGROPONTE 7/A 30126 VENEZIA VE
PEPE LOPEZ di Monica De Poli PIAZZA VITTORIO EMANUELE II 1 30020 NOVENTA DI PIAVE VE
SERVICE POINT DI CIMADOMO NUNZIA VIA SAN PIETRO 44 30023 CONCORDIA SAGITTARIA VE
TABACCHERIA CIVICO 70 DI UBERTONI ANTONIO VIA ONARO 70 30037 SCORZE' VE
TEMPIO DELLA BELLEZZA SAS VIA MONSIGNOR P. L. ZOVATTO 31/35 30020 ANNONE VENETO VE
TRENTA ZERO QUATTRO snc VIA RISORGIMENTO 33 30034 MIRA VE
VERBESSELT CATHERINE VIA SABBIONA 29/C 30034 MIRA VE
VIANELLO GENNY VIA CHIESA 1 30025 TEGLIO VENETO VE
Z D SNC VIA CHIESANUOVA 82 30027 SAN DONA' DI PIAVE VE
ZANE LUCIANO SANTA CROCE 644/E 30135 VENEZIA VE
AGENZIA BORDIGNON S.N.C. DI BERTOLLO MARIAGRAZIA & C. VIA ENRICO FERMI 4/B 36043 CAMISANO
VICENTINO VI
ARARAT GREEN LINE DI ILIK KEMAL VIA DELLA PACE 122 36100 VICENZA VI
CARTOLIBRERIA BERICA S.N.C. DI ZAVAGNIN MARISTELLA & C. VIA RIVIERA 16 36024 NANTO VI
DE ROIT ROBERTO VIA ROMA 31 36040 TORRI DI QUARTESOLO VI
FILIPPI MAURO VIA ALBINONI TOMASO 2 36100 VICENZA VI
FREE NEWS s.n.c. di Cavalli Laura e Fedele Federico VIA PIO X 60 36022 CASSOLA VI
IBS - Informatica Bassanese Servizzi Snc VIA BASSANO DEL GRAPPA 29 36030 SARCEDO VI
MEXS Sas di CAMPAGNOLO MICHELE VIA MARINI 143 36022 CASSOLA VI
PANARETTO S.N.C. DI CARIOLATO SIMONE & C. VIA M. ORTIGARA 34 36073 CORNEDO VICENTINO VI
SELLA RENZO C.SO S. FELICE E FORTUNATO 360 36100 VICENZA VI
SMANIA PAOLA VIA VITTORIA SS 248 103 36065 MUSSOLENTE VI
SUPERMERCATO DAVIDE srl VIA ASTICHELLO 69 36030 MONTECCHIO PRECALCINO VI
TABACCHERIA N.102 DI VANFRETTI SARA VIA ARNALDO TORNIERI 99 36100 VICENZA VI
A & L BAR S.A.S. DI CALIARI ANDREA E LORETTA VIA CAVRIANA 8 37137 VERONA VR
BAR ARCHIMEDE DI CHIERICATO EMILIANO VIA ARCHIMEDE 34 37139 VERONA VR
BAR LUXOR DI DE VESZELKA ALBERTO VIA 11 APRILE 1848 39 37014 CASTELNUOVO DEL GARDA VR
BAR MADINELLI S.N.C. DI CAMPAGNARI KETY & C. VIA POIANO 12 37029 SAN PIETRO IN CARIANO VR
BAU' DENIS VIA DANTE ALIGHIERI 12/14 37060 TREVENZUOLO VR
BON BON BAR DI NORO NADIA & C. S.N.C. VIA MASO 21 37054 NOGARA VR
CARTOLERIA PUCCI DI MICHELETTI MILENA VIA XX SETTEMBRE 33 37036 SAN MARTINO BUON ALBERGO
VR
FASOLI NICOLA VIA ALESSANDRO POERIO 7/B 37124 VERONA VR
GIGIO'S TABACCHI DI GARIGGIO ANDREA VIALE DEL LAVORO 27/A 37135 VERONA VR
GUARIENTO GIUSEPPINA VIA SAN VITO 36 37024 NEGRAR VR
INVIDIA SRL PIAZZA IV NOVEMBRE 8/E 37064 POVEGLIANO VERONESE VR
LA SFINGE DI LEONARDI MARCO VIA PIER FORTUNATO CALVI 12 37135 VERONA VR
NICE & HAPPY TOUR Srl VIA CASE NUOVE 1 37060 SONA VR
NOSIDE DI ROSSATO GIOVANNI VIA MADONNA 152 37051 BOVOLONE VR
PERBELLINI ALBERTO VIA CASTELLO 19 37060 CASTEL D'AZZANO VR
PETRA ANTICA SRL PIAZZA VITTORIO EMANUELE 12 37015 SANT'AMBROGIO DI VALPOLICELLA VR
RIBOLI MARIACRISTINA VIA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA SN 37026 PESCANTINA VR
SEVEN STARS VIAGGI DI DE VINCENZI LUCIANO VIA CHIARENZI 48 37059 ZEVIO VR
SNACK BAR VALPANTENA SAS VIA VALPANTENA 18/H 37142 VERONA VR
SUPERMERCATO ADAMI snc VIA BUSSOLENGO 14 37066 SOMMACAMPAGNA VR
Nella provincia di Milano:
DYLAN'S CAFE' DI BOSCO ADLERO 24121 VIA AMATORE SCIESA 12/14 20081 '0294699356 ABBIATEGRASSO
MILANO
TOURIST ITALBANKE SNC di VANESSA E SAMANTA GIRANI 18353 VIA DEI PLATANI 6 20020 '029384121
ARESE MILANO
RA.RO SNC 22598 VIA ADUA 25/b 20010 '0290379392 ARLUNO MILANO
SE.A. POINT DI FIUMANO' BARTOLOMEO 22594 VIA GUGLIELMO MARCONI 102 20010 '0290377786 ARLUNO
MILANO
NON SOLO EDICOLA DI CARLI DANIELE 21055 VIA ROMA 78 20010 '0290362155 BAREGGIO MILANO
CARTOLAND DI ELENA DI FRANCO 20731 VIA KENNEDY 94 20021 '0233262110 BOLLATE MILANO
DI.GO. S.N.C. DI SANTE E DOMENICO DI LUCCA 16514 VIA OSPITALETTO SN 20021 '023511430 BOLLATE
MILANO
KU-RUKA VIAGGI snc 22968 VIA ANGELO COMOTTI 1 20040 '0295349101 CAMBIAGO MILANO
COYOTE SRL 21540 VIA ENRICO TOTI 24 20010 '0331412048 CANEGRATE MILANO
MONTALBANO FRANCESCO 18851 via S. Giovanni Bosco 22 20010 '0331414262 CANEGRATE MILANO
SELF VIDEO DI FERRARIO LUCA 18391 VIA MANZONI 68 20010 '0331410020 CANEGRATE MILANO
CARTOLERIA BERGANTINO snc 21277 VIA PARTIGIANI 107 20092 '0289076986 CINISELLO BALSAMO MILANO
CO.CO. ICE DI AVERNA CONCETTA ADELE 14801 PIAZZA ANDREA COSTA 15 20092 '0266014050 CINISELLO
BALSAMO MILANO
L'EDICOLA SAS 24632 VIA GARIBALDI 31 20092 '0297383337 CINISELLO BALSAMO MILANO
SMAL S.A.S. DI BUCCIARELLI LAURA & C. 17478 VIA FABIO FILZI 2 20093 '0236514116 COLOGNO MONZESE
MILANO
CARLINI ALESSIA 23964 VIA GARIBALDI 78 20010 '029362520 CORNAREDO MILANO
GHEZZI EMILIANA 20764 PIAZZA DELLA LIBERTA' 42 20010 '029362529 CORNAREDO MILANO
B & B SRL 23019 VIA TOGLIATTI 1 20094 '0245109152 CORSICO MILANO
LOGOS MUSIC SHOP SAS 22924 VIA TRIESTE 147 C 20064 '0236542407 GORGONZOLA MILANO
ALBERGO MILANO SNC 24608 VIA MILANO 78 20025 '0331542011 LEGNANO MILANO
EREDI FIORNI BRUNA DI NEGRI DANIELA & C SAS 11467 VIA FABIO FILZI 75 20025 '0331442458 LEGNANO
MILANO
IL TEMPERINO DI MARINONI GABRIELE 23630 VIALE CADORNA LUIGI 35 20025 '0331450370 LEGNANO
MILANO
BLUES CAFE' S.A.S. DI FRIGO LUCIANO & C. 19978 VIA REPUBBLICA 117 20077 '029835031 MELEGNANO
MILANO
BAR GIRASOLE DI HONG WEIWEI 21918 VIA VOLTRI 6 20142 '0289121188 MILANO MILANO
BAR TITANIC SAS 24669 CORSO DI PORTA TICINESE 1 20123 '02804706 MILANO MILANO
BRESCIA LUCA 21944 VIALE JENNER 54 20159 '0266802293 MILANO MILANO
CAFFETTERIA - GELATERIA DOLOMITI DI FOTI SANTO 23415 VIA PETROCCHI 34 20127 '0226809191 MILANO
MILANO
DURANTE SNC DI BALDINI MASSIMO E DURANTE ENRICO 10056 VIA SANTA RITA DA CASCIA 35 20143
'028130224 MILANO MILANO
F.LLI LEONCINI SNC 24535 VIA PALIZZI 119F 20157 '0239264294 MILANO MILANO
FUOCHI SABRINA 23362 VIA DARIO NICCODEMI 6 20156 '0239217376 MILANO MILANO
GAMBERINI MAURO 24713 CORSO LODI 62 20139 '0257404410 MILANO MILANO
GIROLO EUGENIO 18360 C.SO PLEBISCITI f.te OVIESSE 21 20129 '02733326 MILANO MILANO
LA LIBRERIA WEB SRL 24393 VIALE LOMBARDIA 25 20131 '0274281293 MILANO MILANO
LA STUZZICHERIA SRL 22920 CORSO GENOVA 15 20123 '028356446 MILANO MILANO
MI.BA. SNC 24213 VIA LORENTEGGIO 35 20146 '0247715916 MILANO MILANO
MOSKYPOINT DI MOSCHIANO MARIA ROSARIA 23743 VIA BARTOLOMEO EUSTACHI 48 20129 '0229409856
MILANO MILANO
NERA MARIA ROSA SAS 23022 PIAZZA S. MATERNO 16 20131 '0226826864 MILANO MILANO
NICOLA DI MANZI NICOLA 22852 VIALE MONTE NERO 63 20135 '025513134 MILANO MILANO
OGLIARI ANTONIO 20980 VIA LUIGI CANONICA 72 20154 '0233107036 MILANO MILANO
PIANU LESIO 24242 CORSO LODI 1 20135 '0255192074 MILANO MILANO
PIRODA SRL 23494 VIA ANFITEATRO 4 20121 '0236556393 MILANO MILANO
POLLINI TIZIANA 21888 VIALE ABRUZZI 86 20131 '0229514778 MILANO MILANO
RAVARA LORENZO 22504 VIA DELLE BETULLE 2/A 20152 '024599935 MILANO MILANO
TABACCHERIA FIAMMA DI FASULO FRANCESCO 20154 VIA GALVANO FIAMMA 17 20129 '0270126393
MILANO MILANO
UNION FOTOMARKET SPA 23823 VIALE CERTOSA 36 20155 '0239277277 MILANO MILANO
VALUETIME SNC 24362 VIA PRIMATICCIO SN 20146 '024151155 MILANO MILANO
WU GUANGHAI 21927 VIA DEI PANIGAROLA 2 20139 '0256805335 MILANO MILANO
L'EDICOLA DI DI GIOIA SERENA ARIANNA 24239 VIA REALI 69 20037 '029102934 PADERNO DUGNANO
MILANO
SAMOVAR DI LUE' SIMONE 23173 VIA SAN MARTINO 1 20037 '0299048457 PADERNO DUGNANO MILANO
DUE VELE SNC DI OTTONELLO LAURA E C. 22010 PIAZ. AUTOSTRADA MI-TO KM 122 SNc 20016
'0238102894 PERO MILANO
SERVIZI E SOLUZIONI SAS 24715 VIA DANTE 1 20068 '025472493 PESCHIERA BORROMEO MILANO
EDICOLA MASCHERPA DI MASCHERPA ALESSIO 24737 CORSO EUROPA 38 20060 '0295740607 PESSANO
CON BORNAGO MILANO
RUSVIT CARTOLERIA DI BATTISTI LUCIANA 12665 VIA DEI PINI 22/A 20090 '0290722111 PIEVE EMANUELE
MILANO
CARTOLIBRERIA DI TOMAI FRANCESCO 8902 via L.Capuana SNC 20017 '0293182077 RHO MILANO
CARTOLIBRERIA MUSAZZI SNC di Musazzi Mario & C. 24612 VIA MARTIRI DI BELFIORE 1 20017 '029302990
RHO MILANO
WLF MEDIA SERVICE DI AGRATI CRISTIANO 21954 CORSO EUROPA 97 20017 '0230911914 RHO MILANO
EDIZIONI PER SEMPRE DI FABIO LARCHER 24707 VIA DANTE ALIGHIERI 21/23 20097 '0237644500 SAN
DONATO MILANESE MILANO
RAVELLI CORNELIA 23178 VIA LIBERTA' 106 20097 '025275183 SAN DONATO MILANESE MILANO
PEGASO TEAM S.N.C. DI GATTO ANDREA E CASATTA DAVID 20007 VIA SAN REMO 3 20098 '0298241666 SAN
GIULIANO MILANESE MILANO
LE FORNARINE S.A.S. DI BASELLINI


 

 

STADIO MARCANTONIO BENTEGODI VERONA



SCHEDA TECNICA STADIO BENTEGODI

Capienza: 44.758

Dimensioni del campo: 105x68 m

Indirizzo: piazzale Olimpia, 37138 Verona

Anno di costruzione: 1963/64

Anno di ristrutturazione: 1989/90

Proprietà: Comune di Verona



SETTORI E MAPPA STADIO BENTEGODI





STORIA STADIO BENTEGODI
Lo Stadio Marcantonio Bentegodi di piazzale Olimpia è l'impianto comunale della città di Verona in cui si disputano le partite delle due squadre di calcio professionistiche cittadine, Hellas Verona Football Club e Associazione Calcio ChievoVerona; ospita inoltre le partite di Champions Femminile del Bardolino Verona e alcuni incontri di squadre giovanili, manifestazioni di atletica leggera e altri sport e saltuariamente anche concerti musicali, come quello di Renato Zero il 10 giugno 2004 per il suo tour "Cattura, Figli del sogno".
Inaugurato il 15 dicembre 1963, ha sostituito il vecchio stadio comunale situato nella zona di piazza Cittadella (oggigiorno al posto del vecchio stadio sorge un parcheggio): a pianta ellittica, dotato di pista di atletica, conta 39.211 posti distribuiti su un parterre (di cui solo la parte est è aperta al pubblico, limitatamente ai disabili e ai loro accompagnatori, che in ogni caso devono accreditarsi dato l'esiguo numero di posti disponibili) e tre anelli sovrapposti (poltronissime, tribuna e tribuna superiore) più 160 di tribuna stampa per un totale di 39.371 posti.

Progettato per rimpiazzare il vecchio stadio Bentegodi (inaugurato nel lontanissimo 1910), che ospitò numerose gare di calcio, di atletica (vedi le imprese del campione mondiale e olimpionico Adolfo Consolini) e, addirittura, di motociclismo, il "nuovo" stadio Bentegodi venne inaugurato il 15 Dicembre 1963: gli scaligeri vennero sconfitti in casa dal Venezia per 0-1 (campionato di serie B). Soprannominato "stadio del miliardo" o anche "stadio dei quarantamila", il "Bentegodi", che ha ospitato la festa dello scudetto-miracolo del Verona allenato da Osvaldo Bagnoli nonché alcune partite del Mondiale del 1990, si presenta all'interno come un ampio anfiteatro a forma ellittica.

La curva sud è storicamente riservata ai tifosi di casa, la curva nord ai tifosi ospiti, le tribune sul lato ovest (lato delle panchine) sono attrezzate per la stampa. Il terreno di gioco misura 105x67 metri.

È intitolato alla memoria di Marcantonio Bentegodi, storico benefattore dello sport veronese del XIX secolo.

Nella stagione 1984-1985 è stato il teatro principale della conquista dello scudetto da parte del Verona, e nell'ambito dei Mondiali di calcio Italia 1990 ha ospitato il gruppo E (Belgio, Corea del Sud, Spagna, Uruguay) e l'ottavo di finale fra Spagna e Jugoslavia; per quell'occasione era stato ristrutturato e dotato del terzo anello e di una copertura.

Tra luglio e dicembre 2009 il Bentegodi è stato dotato di un tetto fotovoltaico, diventando così il primo stadio solare d'Italia ed il più grande impianto fotovoltaico d'Italia su una struttura sportiva, grazie all'installazione di 13.328 pannelli solari; con il ricavato dall'energia prodotta vengono coperti ampiamente i costi di manutenzione dell'impianto sportivo.



FOTO STADIO BENTEGODI

esterno stadio Bentegodi


interno stadio Bentegodi

 

VIDEO STADIO BENTEGODI

Hellas Verona-Portosummaga 1-1: la curva intona il coro su Zigoni




COME RAGGIUNGERE LO STADIO BENTEGODI

In aereo      
AEROPORTO VALERIO CATULLO - Verona Villafranca
circa 15 minuti auto
 
In treno
FERROVIE DELLO STATO - Stazione Centrale di Porta Nuova, Verona
circa 10 minuti a piedi, 3 in auto
 
In auto
AUTOSTRADA A4 BRESCIA - VERONA

Verona Casello VR Nord:
circa 6 minuti in auto

Verona Casello VR Sud:
circa 12 minuti in auto

 

Biglietti Chievo calcio: rivendite autorizzate
VENDITA BIGLIETTI SETTORI “POLTRONISSIME/POLTRONE/CURVA SUD LOCALI”
Da lunedì 8 a venerdì 12 febbraio, i tagliandi dei settori “Poltronissime”, “Poltrone” e “Curva Sud Locali”, saranno in vendita esclusivamente presso le agenzie del Banco Popolare di Verona S.G.S.P. di Verona, provincia e di tutto il territorio nazionale, con esclusione della regione Toscana.
Sabato 13 febbraio la vendita proseguirà presso il bigoncio 7 dello stadio Bentegodi dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15 alle ore 19. Domenica 14 febbraio la vendita verrà effettuata esclusivamente presso la nuova biglietteria, sita nel park A, dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 13 fino ad inizio gara.
Domenica l’apertura dei cancelli di ingresso allo stadio è prevista per le ore 13:30 circa.
SI RICORDA CHE:
* Per acquistare tutte le tipologie di biglietto, sarà necessario esibire un documento valido di riconoscimento con foto in originale (carta d'identità, patente, passaporto, certificato dell'anagrafe con foto per i minori under 14 oppure autocertificazione dell’adulto accompagnatore).
* Una singola persona potrà acquistare al massimo 4 biglietti e dovrà esibire i 4 documenti di riconoscimento degli utilizzatori.
* Anche il bambino under 14, per l’ingresso allo stadio, dovrà essere in possesso del titolo di accesso. Il tagliando gratuito sarà possibile ritirarlo allo stadio esclusivamente nei giorni di sabato 13 e domenica 14 durante l’orario di vendita dei biglietti.
* Come da normative vigenti, il settore Ospiti non sarà in vendita il giorno della gara.






 

STADIO ARMANDO PICCHI LIVORNO


 


SCHEDA TECNICA STADIO ARMANDO PICCHI

Capienza: 19.000

Inaugurazione: 1935

Dimensioni del campo: 107 x 68m

Indirizzo: Piazzale Montello, 57128 Livorno

Proprietà: Comune di Livorno




SETTORI E MAPPA STADIO ARMANDO PICCHI







STORIA STADIO ARMANDO PICCHI
Lo Stadio "Armando Picchi" è un impianto sportivo di Livorno e ospita le partite casalinghe dell'A.S. Livorno Calcio. La capienza totale è di 19.238 posti (la capienza scende a 14.752 posti nel caso di competizioni europee UEFA).

La struttura è facilmente raggiungibile sia dalla Variante Aurelia (uscita Livorno Sud e Livorno Montenero per i tifosi ospiti) sia dalla stazione ferroviaria di Livorno Centrale con la linee 1 o 8R di autobus urbani o da quella di Livorno Antignano proseguendo verso lo stadio sempre con la linea 1 di autobus.
Nel settembre del 1932 la Società Sportiva Livorno bandisce un appalto concorso per la costruzione dello stadio cittadino: la zona viene individuata in un'area di espansione nei pressi dell'Accademia Navale, ai margini del quartiere Ardenza.

Alla fine del 1932 la commissione esaminatrice sceglie, tra i 13 progetti presentati, quello di Raffaello Brizzi e il 2 aprile dell'anno successivo, dopo che l'Amministrazione aveva provveduto alla rettifica e all'interramento del Rio Maggiore, vengono ufficialmente avviati i lavori.

Nell'autunno del 1933 il cantiere subisce una sosta, ma lo stadio viene comunque ufficialmente inaugurato incompleto ed intitolato ad Edda Ciano Mussolini. Nell'estate del 1934, grazie all'interessamento dell'Amministrazione Comunale che si assume l'onere della spesa di completamento, i lavori vengono ripresi e pochi mesi dopo conclusi. È la prima opera pubblica costruita in calcestruzzo armato a Livorno.

Dal 1990 l'impianto è intitolato all'indimenticato campione livornese Armando Picchi, capitano della Grande Inter, prematuramente scomparso nel 1971.

Dal 16 al 19 luglio 2008 lo stadio è stato sede del Main Stage (ossia del palco principale) dell'avvenimento "Italia Wave Love Festival", grande festival musicale e culturale che per la prima volta approda a Livorno dopo essersi tenuto per diversi anni ad Arezzo come "Arezzo Wave" e, nel 2007, a Sesto Fiorentino (FI). Sono stati ospitati diversi concerti con artisti di notevole importanza come Elio e le Storie Tese, Sud Sound System, Gnarls Barkley, The Chemical Brothers e tanti altri. L'evento si è ripetuto nel 2009.




FOTO STADIO ARMANDO PICCHI

interno stadio Picchi                                          esterno stadio Picchi



VIDEO STADIO ARMANDO PICCHI

Livorno: presentazione squadra 2008 2009

Il 7 agosto 2008 alo stadio Armando Picchi c'è stata la presentazione della squadra del Livorno 2008 2009. Più di 4000 tifosi hanno accolto i giocatori, entusiasmo alle stelle!

 

COME RAGGIUNGERE LO STADIO ARMANDO PICCHI

Come Raggiungere lo stadio:
Superare il cartello "Livorno Porto", girare a sinistra e proseguire per la variante Aurelia.
Superare il cartello "Livorno Sud", girare a destra e proseguire per la S.P.5.
Girare a destra e poi proseguire per la S.S.1 (viale Giovanni Boccaccio). Proseguire per viale Nazario Sauro e poi girare a destra su via dei Pensieri.
Svoltare a destra per arrivare a piazzale Montello.


Partendo dalla Stazione: due possibili percorsi:

1) Prendete la linea "8R" e scendete in piazza XI Maggio (piazza san Marco).
A questo punto prendete la linea "5" che vi porterà diretti allo Stadio.

2) Prendete la linea "1" e scendete ad Ardenza Mare.
Poi proseguite a piedi verso lo Stadio che dista circa 100 metri.
fantacalciomania.it

 


Biglietti Livorno calcio: rivendite autorizzate

Questi i punti vendita dei biglietti:

·          "Punto Amaranto" c/o Stadio in piazzale Montello (orario 10.00-12.00 / 16.00-19.00)

·          punti vendita "Booking Show" a Livorno e provincia:

·         Toto Terzo in piazza Mazzini, 81 a Livorno

·         Chiosco Livorno c/o Centro Commerciale Fonti del Corallo in via G.Graziani, 5 a Livorno

·         Bar Caffé Paradiso in via Maggi, 113 a Livorno

.        Tabaccheria Cioni Tamara in via Roma, 133 a Livorno

·         Tabaccheria Magnani in piazza Gramsci, 2 a Piombino

·         Agenzia Picasso in via Indipendenza, 168 a Venturina

 


 

 

 

STADIO AZTECA CITTA' DEL MESSICO

 

 

 

ESTADIO AZTECA - STADIUM IN MEXICO CITY

 

 

 

SCHEDA TECNICA STADIO AZTECA

Capienza:115.500

Inaugurazione: 1966

Dimensioni del campo: 105 x 68m

 

 


STORIA STADIO AZTECA

Lo Stadio Azteca è uno stadio calcistico di Città del Messico, attualmente il più capiente del mondo. Ospita le partite interne del Club América e, solitamente, della Nazionale di calcio messicana.

Lo Stadio è intitolato anche a Santa Úrsula (in quanto sorge nell'omonimo quartiere) e a Guillermo Cañedo: è infatti conosciuto anche come Coloso de Santa Úrsula e Estadio Guillermo Cañedo. Tuttavia il nome ufficiale Azteca gli venne attribuito in onore della storica civiltà degli Aztechi.
I lavori di edificazione dello Stadio Azteca ebbero inizio nel 1963, in vista della XIX Olimpiade che Città del Messico avrebbe ospitato nel 1968. L'impianto sarebbe stato adibito durante i Giochi a sede delle gare di calcio, per poi essere utilizzato quale stadio casalingo della locale squadra del Club América e quale sede abituale delle gare interne della Nazionale messicana.

Quale materiale da costruzione furono utilizzate rocce laviche residuate di un'antica eruzione del vicino vulcano Xitle, per un totale di 180mila tonnellate di pietra. A ciò si aggiunsero oltre 100.000 tonnellate di cemento, rafforzato da 8mila tonnellate di infissi di ferro. I lavori, sotto la supervisione degli architetti Pedro Ramirez Vasquez e Rafael Mijares, furono affidati ad un corpo lavorativo composto da 10 architetti, 34 ingegneri, 15 tecnici e circa 800 operai. Dopo 7 milioni di ore di lavoro di operaio, l'impianto venne ultimato ed inaugurato nel 1966.

Due anni dopo i Giochi Olimpici, l'Azteca fu il principale impianto, nonché sede della finale dei mondiali di Messico '70, la gara che consacrò il Brasile di Pelè campione del mondo per la terza volta a spese dell'Italia.

Ma fu soprattutto una partita di quel mondiale a rendere famoso l'Azteca nel mondo. Qui si disputò infatti la celebre semifinale tra Italia e Germania Ovest, vinta dagli azzurri con un rocambolesco 4-3 ai supplementari dopo un match altamente spettacolare, tanto che i messicani fecero erigere a ricordo di quella partita una targa che recita: "El Estadio Azteca rinde homenaje a las selecciones de Italia (4) y Alemania (3) protagonistas, en el Mundial de 1970, del PARTIDO DEL SIGLO. 17 de junio de 1970".
La targa commemorativa della semifinale tra Italia e Germania Ovest del 17 giugno 1970.

Nel 1986 l'impianto fu nuovamente adibito a sede dei mondiali. Oltre alla finale tra Argentina e Germania Ovest, l'Azteca ospitò in quell'occasione un'altra gara passata alla storia del calcio, il quarto di finale tra i sudamericani e l'Inghilterra. Il match vide come protagonista assoluto Diego Armando Maradona, che segnò due goal: il primo di mano (che lo stesso Pibe de oro descrisse come la mano de Dios), il secondo dopo una stupenda azione solitaria, che vide il fuoriclasse argentino partire dalla propria metà campo e superare una serie di avversari, prima di depositare il pallone nella porta avversaria (il cosiddetto Gol del Secolo).

Principale impianto casalingo della Nazionale di calcio messicana, nel 1999 ospitò la Confederations Cup che vide il trionfo dei padroni di casa in finale contro il Brasile (4-3).

Nel corso della sua storia l'Azteca è stato adibito anche ad ospitare eventi non di carattere sportivo. Oltre a concerti (tra gli altri artisti di fama mondiale che qui si sono esibiti si ricordano Madonna, Michael Jackson, gli U2, i Queen, Elton John e Robbie Williams), fu sede dell'ultima visita di Papa Giovanni Paolo II in Messico nel 1999.

STRUTTURA
L'Azteca ha forma ellittica. Potendo contenere 115.500 spettatori a sedere è, in seguito alla riduzione del Maracanã di Rio de Janeiro, il più grande stadio del mondo dopo lo stadio fatto costruire per i Mondiali del 2002 della capitale della Corea del Nord (che poi non partecipò all'organizzazione della competizione). Il terreno di gioco, in erba, è lungo 105 metri e largo 68.

Gli spalti sono completamente coperti e strutturati in 3 anelli. Vi si accede attraverso i 127 tunnel, ai quali sono disposti agenti di polizia per il controllo degli spettatori. La disposizione dei posti a sedere è tale che anche nelle parti più alte si gode di un'ottima visibilità del terreno di gioco.

L'impianto è dotato di un ottimo sistema di illuminazione e di 2 megaschermi (installati nel 1998) proiettanti il risultato del match, ma pure i replay dei goal.

Lo stadio possiede un'apposita area per i diversamente abili, facilmente raggiungibile in carrozzella e anch'essa dotata di ottima visibilità.

È inoltre circondato da un amplissimo parcheggio (capace di ospitare 4850 veicoli) e collegato con i punti principali di Città del Messico attraverso un servizio di autobus.

 

 

FOTO STADIO AZTECA

 Esterno stadio Azteca

 

 Interno stadio Azteca

 

 Panoramica stadio Azteca

 

 Vista globale stadio Azteca

 

 

VIDEO STADIO AZTECA

Estadio Azteca, Mexico, DF

 

 

 

STADIO OLIMPICO BERLINO - OLYMPIASTADION

 

 

SCHEDA TECNICA STADIO OLIMPICO BERLINO

Capienza: 74.400

Inaugurazione: 1936

Ristrutturazione:     2004

Dimensioni del campo: 105 x 72m


 

 

STORIA OLYMPIASTADION

Lo Stadio olimpico di Berlino (Olympiastadion) è il principale stadio di Berlino. Sul luogo dove sorge sono esistiti due stadi, quello attuale ed uno precedente che avrebbe dovuto ospitare i mai disputati Giochi della VI Olimpiade. Entrambi vennero progettati da membri della stessa famiglia, Otto March e il figlio Werner March.
Lo "Stadio Tedesco" venne costruito tra il 1912 e il 1913 all'interno dell'area dell'ippodromo di Charlottenburg, vicino alla Foresta di Grunewald. All'epoca, la capacità di 40.000 posti lo rendeva il più grande stadio sportivo del mondo, concepito per essere lo stadio principale delle olimpiadi estive del 1916 (poi annullate per lo scoppio della Grande guerra), che erano state assegnate a Berlino. Dopo la I guerra mondiale, lo stadio divenne sede del "Collegio di Educazione Fisica".
Quando i Giochi della XI Olimpiade vennero assegnati a Berlino, inizialmente fu progettata una ristrutturazione del Deutsche Stadion. Comunque, con l'ascesa al potere del partito nazista, che riconobbe il prestigio dei Giochi olimpici, fu ordinata la costruzione di uno stadio nuovo sullo stesso sito. L'Olympiastadion venne costruito tra il 1934 e il 1936, come parte della nuova Olympischer Platz, e aveva spazio per 110.000 spettatori.
In seguito alla ristrutturazione in occasione dei mondiali di calcio del 2006, dove si disputò anche la finale, vinta dalla Nazionale Italiana, lo stadio presenta una capacità di 74.400 posti.
Attualmente ospita le partite dell'Hertha BSC Berlin, squadra della Bundesliga.

 

 

SETTORI E MAPPA OLYMPIASTADION

 

 

FOTO OLYMPIASTADION

 

 

interno Olympiastadion                                                     interno stadio Olimpico Berlino

 

foto antica Olympiastadion, 1936                                        esterno Olympiastadion    

 

VIDEO OLYMPIASTADION

 





STADIO CAMP NOU BARCELLONA

 

SCHEDA TECNICA STADIO AZTECA

Capienza: 98.772

Inaugurazione: 1957

Dimensioni del campo: 105 x 72m

 

 

STORIA STADIO CAMP NOU


Il Camp Nou, conosciuto anche come Nou Camp, è uno stadio di calcio sito a Barcellona, in Spagna. Con una capacità di 98.772 spettatori è il più capiente stadio di Spagna e di tutta l'Europa, davanti al nuovo impianto londinese di Wembley (90.000) e allo Stadio Lužniki di Mosca (84.745).
Lo stadio ospita le partite casalinghe della prima squadra calcistica del Futbol Club Barcelona. Il nome ufficiale della struttura fu fino alla stagione 2000-2001 Estadi del Futbol Club Barcelona. Un referendum tra i soci decretò il cambiamento del nome ufficiale in Camp Nou, denominazione con la quale l'impianto era indicato informalmente dal 1957, anno della sua costruzione in sostituzione del vecchio stadio di Les Corts. Vicino all'imponente struttura sono presenti altre installazioni del club come La Masia e il Mini Estadi, lo stadio in cui giocano il Futbol Club Barcelona Atlètic e la nazionale di Andorra.
Il Camp Nou è stato spesso utilizzato anche per eventi extra-calcistici, numerose star internazionali come Michael Jackson, U2, Pink Floyd e Bruce Springsteen si sono esibite in concerto al Camp Nou. Molti altri artisti, fra cui lo stilista Dirk Bikkembergs, hanno avuto la possibilità di utilizzare l'impianto per mostre e sfilate.
Il Camp Nou fu inaugurato il 24 settembre 1957, tre anni dopo la posa della prima pietra, sotto la presidenza di Francesc Miró-Sans, che spese 288 milioni di pesetas per sostituire il vecchio impianto di Les Corts e per rispondere al Real Madrid che da poco aveva eretto l' Estadio Santiago Bernabéu. Per l'occasione fu organizzata una amichevole contro il Legia Varsavia battuto per 4-2, il primo gol segnato nel nuovo stadio fu di Eulogio Martínez. Inizialmente era previsto che il nuovo stadio portasse il nome del fondatore del club Joan Gamper ma viste le opposizioni di molte autorità dell'epoca, la giunta direttiva optò per un nome più sobrio: Estadio del Club de Fútbol Barcelona. Nel 2001 con Joan Gaspart il nome dello stadio fu ufficialmente cambiato in Camp Nou. Il nuovo stadio sostituiva il Campo de Les Corts e consentiva uno spettacolare incremento della massa sociale del FC Barcelona. Nacque dalla matita degli architetti Francesc Mitjans, Lorenzo García Barbón e Josep Soteras. La capacità iniziale era di 93.053 posti che fu aumentata a 121.749 in occasione dei Mondiali del 1982, e successivamente ridotta agli attuali 98.772.
Il Camp Nou ha ospitato due finali di Coppa dei Campioni/UEFA Champions League: il 24 maggio 1989 quando il Milan di Arrigo Sacchi travolse la Steaua Bucarest per 4-0 e il 26 maggio 1999 in occasione della roccambolesca finale tra Manchester United e Bayer Monaco. In totale sono cinque le finali europee svoltesi al Camp Nou a cui si aggiungono le numerose finali di Coppa del Re e le partite delle fasi finali dell' Europeo del 1964 e del Mondiale del 1982. Lo stadio ospita El Museu del Barça, inaugurato nel 1984 sotto la presidenza di Josep Lluís Nuñez, è il museo più visitato della Catalogna.

Ristrutturazione
Sarà l'architetto inglese Norman Foster a rinnovare l'impianto catalano, che nel 2012 passerà da 98.000 a 116.000 posti. I lavori, che inizieranno nel 2009, non impediranno ai blaugrana di continuare a giocare nella loro storica "casa".
L'intera facciata dello stadio sarà ricoperta da un mosaico che riprenderà i colori della squadra (blu e granata) e i colori della bandiera catalana (giallo e rosso). Per il mosaico Foster si è dichiaratamente ispirato a Gaudí, riscoprendo la tecnica centennale del trencadís, resa celebre proprio dal grande artista spagnolo.



SETTORI E MAPPA STADIO CAMP NOU



FOTO STADIO CAMP NOU

 

 interno stadio Camp Nou                                          progetto futuro Camp Nou

 

 esterno stadio Camp Nou                                     interno Camp Nou

 

 

VIDEO STADIO CAMP NOU

 


 

 

STADIO SANTIAGO MARACANA'  RIO DE JANEIRO

Stadio Mário Filho

 

 

SCHEDA TECNICA STADIO MARACANA'
 

 

Capienza: 92.000

Inaugurazione: 1950

Dimensioni del campo: 110X75m



 

STORIA STADIO MARACANA'

Lo Stadio Mário Filho (port. Estádio Jornalista Mário Filho) è uno stadio calcistico di Rio de Janeiro, in Brasile, più noto per il suo originario nome di Maracanã.

Messo in cantiere nel 1948 in previsione del campionato del mondo 1950, in occasione del quale fu inaugurato, il Maracanã ha una struttura che copre un'area complessiva di 304.284 m², che ne fanno uno degli impianti sportivi più estesi del mondo.

Originariamente previsto per una capienza tra i 140.000 e i 160.000 spettatori (anche se sono documentati casi in cui si superarono ampiamente i 200.000 accessi), dopo le ristrutturazioni che richiedevano solo posti a sedere, la capienza si è ridotta a circa 95.000 spettatori.
È di pianta circolare con accessi in direzione nord e sud, due anelli ed al suo interno comprende il Museo dello Sport intitolato a Garrincha. Il terreno di gioco è in erba e circondato da un fossato profondo 3 metri. La proprietà è condivisa fra la prefettura di Rio de Janeiro e la CBF, la federazione brasiliana di calcio benché siano iniziate le pratiche di vendita ai privati.

Una particolarità unica al mondo dello stadio è quella di avere 20.000 posti coperti del primo anello (le cosiddette «cadeiras perpetuas») che su idea dell'allora vicepresidente della FIFA e del presidente della FIGC Ottorino Barassi (che supervisionò i lavori di costruzione) furono venduti in anticipo nel 1948 come abbonamenti speciali per finanziare la costruzione dell'impianto, e che danno tuttora diritto ai possessori degli stessi ad assistere gratuitamente a tutte le partite giocate al Maracanã (comprese quelle della nazionale brasiliana) per 100 anni fino al 16 giugno 2050. Per questo motivo il numero di biglietti venduti per le partite è sempre appunto ridotto di 20.000.
Costruito originariamente con una capienza di 165.000 spettatori (100.000 a sedere non numerati nel secondo anello, 35.000 a sedere numerati nel primo e altri 30.000 in piedi nel parterre) durante l'ultimo incontro del Mondiale del 1950 si stima che ospitò un numero di spettatori pari a 200.000, a tutt'oggi un record mondiale per gli sport di squadra; lo conferma lo stesso Havelange ex-presidente FIFA quel giorno comune spettatore. Successivamente l'impianto ha visto la sua capienza diminuire gradatamente per omologarlo ai sempre maggiori standard di comfort e sicurezza internazionali e anche per le limitazioni imposte per via del degrado delle infrastrutture. Ad oggi è stato superato in capienza da vari impianti ma resta sempre comunque lo stadio più grande del mondo come struttura.
Sito in Rio de Janeiro nel quartiere di Maracanã (zona nord della città), fu inaugurato il giorno 16 giugno 1950. La partita inaugurale in quello che allora si chiamava «Municipal» si svolse tra le rappresentative di Rio de Janeiro e quella di San Paolo finita 1 a 3 a favore di questi ultimi: il primo gol segnato nello storico impianto fu di Didi.

Il vero obiettivo del suo architetto, l'ing. Paulo Pinheiro Guedes, era quello di realizzare un impianto adatto ad ospitare il primo mondiale di calcio del dopoguerra del 1950. Il numero di posti eccezionale per l'epoca si giustifica proprio per la grande attesa da parte delle autorità brasiliane per l'evento che avrebbe dovuto - a detta di molti - incoronare la nazionale padrone di casa campione del mondo per la prima volta nella sua storia. Le cose non andarono per il verso giusto data la sconfitta dei brasiliani allora allenati da Flavio Costa. In occasione della finale dei mondiali del 50 lo stadio Maracana arrivò ad ospitare più di 227000 spettatori, e dopo la sconfitta dei padroni di casa per 2-1, 7 tifosi brasiliani si suicidarono. Nel 1964 fu ribatezzato "Estadio Mario Filho", giornalista che appoggiò con forte entusiasmo la sua costruzione, e solo l'anno dopo fu finalmente completato dopo ben 15 anni dalla sua inaugurazione.

Fu successivamente soprannominato «Maracanã» in onore sia del fiume che scorre nel quartiere sia di una specie di pappagalli presente nella zona.

In questa struttura Pelé realizzò su rigore il suo goal numero 1.000 al '34 dell'incontro fra il suo Santos ed il Vasco da Gama (2-1) il 19 novembre 1969. Fra i tanti campioni che hanno giocato in questo stadio si ricordano i due più grandi idoli e cannonieri di sempre delle due maggiori squadre di Rio, Zico del Flamengo (autore di 333 reti in 435 incontri giocati al «Maracanã» negli anni '70-80 con le maglie del Mengo e della Seleção), e l'amico-rivale Roberto Dinamite del Vasco da Gama (che con 190 gol segnati dal 1971 al 1992 detiene il record di marcature del campionato brasiliano).

L'ultimo decennio: ristrutturazione e vendita
Dopo una ristrutturazione durata circa 9 mesi, i tifosi brasiliani hanno potuto assistere alla parziale riapertura dell'impianto (dato che il primo anello era ancora chiuso) il 22 gennaio 2006 in occasione del derby Botafogo - Vasco da Gama 5-3. La struttura versava ancora in una situazione quanto mai pessima tanto che il presidente della Federcalcio brasiliana Texeira ha pensato di abbatterlo e di venderne al pubblico i mattoni come avvenuto per il celebre stadio Wembley di Londra. A questa idea si è opposto pubblicamente Pelé stesso ma senza ottenere risultato, tant'è che il giorno 17 ottobre 2007 l'impianto sportivo ha ospitato l'ultimo incontro della nazionale brasiliana (Brasile - Ecuador). La vendita ai privati avrà inizio subito dopo il match a causa dei numerosi debiti pattuiti, come preannunciato il 26 gennaio dello stesso anno dall'assessore al Turismo di Rio, Eduardo Paes.

Al «Maracanã» si sono disputate le gare di cartello che necessitano di impianti più grandi di quelli di proprietà delle squadre di prima divisione di Rio (Botafogo, Flamengo, Fluminense e Vasco da Gama), oltre a molti della nazionale di calcio brasiliana. Nel 2000 lo stadio ha anche ospitato le partite più importanti della prima edizione del Mondiale per Club. Il 2 luglio 2008, dopo 10 anni, è tornato ad ospitare una finale della Coppa Libertadores, essendo la sede della sfida di ritorno fra Fluminense e LDU Quito. Tra i futuri usi sportivi ci sono sicuramente i Mondiali 2014 (finale e altre partite) e le Olimpiadi 2016 (cerimonie di apertura e chiusura).

 

 

FOTO STADIO MARACANA'

 

 

 

VIDEO STADIO MARACANA'

 


 

 

 

STADIO SANTIAGO BERNABEU

 

 

 

 

 

 

SCHEDA TECNICA STADIO SANTIAGO BERNABEU


Capienza:80.354

Inaugurazione: 1947

Dimensioni del campo: 106 x 70m

 

 

STORIA STADIO SANTIAGO BERNABEU

Il Santiago Bernabéu è uno stadio di calcio situato a Madrid in Spagna, utilizzato per le partite casalinghe del Real Madrid, una delle squadre più titolate al mondo. La struttura è una delle più importanti e storiche d'Europa, assieme al Camp Nou di Barcellona,all' Old Trafford di Manchester, lo Stadio Olimpico di Roma, e il Meazza in San Siro di Milano e pochi altri.
Ideato dall'architetto José María Castell, i lavori di costruzione iniziarono il 27 ottobre 1944. Originariamente chiamato Nuovo Stadio Chamartin, fu inaugurato 14 dicembre 1947 e fu ribattezzato con l'attuale nome il 4 gennaio 1955 in onore del grande presidente Santiago Bernabéu. All' interno dell'impianto è presente il museo ufficiale del Real Madrid, oltre i numerosi ristoranti e la sede di Real Madrid Channel. Il Bernabéu è raggiungibile in Metropolitana con l'omonima fermata sulla linea 10.
La capacità dello stadio è stata frequentemente modificata arrivando sino a 120.000 posti nel 1953. Sono poi state apportate diverse modifiche per modernizzare la struttura, arrivando ad una capienza di circa 70.000 posti a sedere (come previsto dai regolamenti UEFA che impediscono posti in piedi per le proprie competizioni). Nel 2003 la capacità dello stadio fu incrementata di 6.000 posti, arrivando agli attuali 80.354. Negli ultimi anni è stato preparato e annunciato un piano per dotare l'impianto di un tetto retraibile.
Da quando è stato abbattuto il glorioso stadio di Wembley, considerato da tutti “la cattedrale del calcio mondiale”, l’impianto del “Santiago Bernabéu” (inaugurato nel 1947) è diventato una meta di pellegrinaggio ambitissima per migliaia di maniaci del football.
Soprattutto per via del museo che ospita al suo interno, creato nel 1997 in occasione del cinquantenario della nascita dello stadio e interamente consacrato al Real Madrid. La celebre squadra spagnola il 6 marzo 2002 ha festeggiato i 100 anni di vita ed è stato proclamato dalla Fifa “miglior club del ventesimo secolo”.
Predisposto su due piani, il museo è costituito principalmente da vetrine, nelle quali vengono mostrati i 65 trofei conquistati nella sua storia centenaria, nelle seguenti competizioni: Liga spagnola, Coppa del Re, Supercoppa di Spagna, Coppa della Liga, Coppa dei Campioni, Coppa Uefa e Coppa Intercontinentale. Gli eroi di questi storici trionfi sono immortalati sulle pareti in mirabilissime fotografie. Per gli amanti del calcio è possibile quindi tornare indietro nel tempo agli anni Sessanta, quando attaccanti come Alfredo Di Stefano, Ferenc Puskas e Francisco Gento portarono a suon di gol il Real Madrid sul tetto del mondo. Protagonisti delle ultime due generazioni, sono invece Emilio Butragueno, il pallone d’oro Luis Figo e Raul Gonzales Blanco, a cui è dedicata un’ampia sezione fotografica.sapere.it

 

 

FOTO STADIO SANTIAGO BERNABEU

 

 interno stadio Santiago Bernabeu         esterno stadio Santiago Bernabeu

 

 

VIDEO STADIO SANTIAGO BERNABEU

 




STADIO OLD TRAFFORD MANCHESTER

 

 

 

SCHEDA TECNICA STADIO OLD TRAFFORD

Capienza: 76.212

Inaugurazione: 1910

Dimensioni del campo: 105 x 68m





STORIA STADIO OLD TRAFFORD

L'Old Trafford è il più famoso stadio di calcio di Manchester, nonché lo stadio di casa del Manchester United F.C., il club più vittorioso della città e uno dei più blasonati del Regno Unito.
Lo stadio si trova nel borgo di Trafford, nella Greater Manchester, e vi gioca il Manchester United, sin dal 1910. Nel 1941 a causa dei bombardamenti, fu reso inagibile per alcuni anni, e così il Manchester United dovette condividere il campo con il Manchester City, ossia il Maine Road, sino al 1949, quando fu completata la ricostruzione dell'Old Trafford. Lo stadio si trova a circa mezzo miglio dall'omonimo stadio di cricket e vicino alla fermata di tram della Manchester Metrolink.
Fino al completamento del nuovo stadio di Wembley, l'Old Trafford è stato lo stadio inglese più capiente, con 76.212 posti tutti a sedere (dopo la recente espansione, inaugurata dalla partita amichevole Manchester United-Sevilla 3-0). Inoltre lo stadio è conforme ai requisiti per la sicurezza della struttura e ai suoi futuri sviluppi; stilati nel Taylor Report, nei primi anni Novanta. Lo stadio detiene il record di presenze per una partita del campionato inglese con 76.078 presenze (Manchester United-Aston Villa 3-1, 13 gennaio 2007).
Attualmente lo stadio più capiente del Regno Unito è lo stadio Millennium di Cardiff in Galles. Lo stadio ospita spesso una semifinale di F.A. Cup, e finché Wembley non fu completato, l'Old Trafford ospitò alcune partite della nazionale di calcio inglese; tra l'altro in questo stadio si sono giocati alcuni incontri dei mondiali di calcio del 1966 e la storica finale di Coppa Campioni 2002-2003, giocata da due squadre italiane e vinta dal Milan contro i rivali della Juventus.
Nel 2012 lo stadio verrà utilizzato anche per ospitare alcuni incontri preliminari di calcio delle Olimpiadi di Londra, sia nel torneo maschile che in quello femminile.




PIANTINA E SETTORI STADIO OLD TRAFFORD

North west quad, north east quad, east stand, south stand, west stand

 

 

FOTO STADIO OLD TRAFFORD

 

 interno stadio Old Trafford                              stadio Old Trafford esterno

 

stadio Old Trafford interno                           stadio Old Trafford antico 1926





VIDEO STADIO OLD TRAFFORD

 





STADIO WEMBLEY LONDRA (NUOVO STADIO 2007)

 

 



SCHEDA TECNICA STADIO WEMBLEY

Capienza: 90.000

Inaugurazione: 2007

Dimensioni del campo: 105 x 70m





STORIA STADIO WEMBLEY

Wembley Stadium (2007)
Il nuovo Stadio di Wembley, nell'omonimo sobborgo di Londra, è l'impianto che sostituisce il vecchio Wembley Stadium, demolito nel 2003. Completato nel 2007 con la spesa record di 757 milioni di sterline, il nuovo Wembley è lo stadio più costoso mai costruito. È pensato come un unico, grande catino, capace di ospitare 90 000 spettatori tutti con posto a sedere, secondo stadio per capienza in tutta Europa dopo il Camp Nou di Barcellona.

Nonostante sia stato concepito principalmente per il calcio, il rugby ed i concerti musicali, il nuovo Wembley è in grado di ospitare anche manifestazioni internazionali di atletica. Per garantire la visibilità, la pista di atletica verrà montata solo quando necessario, coprendo una parte del terreno di gioco e dei posti (la capienza si ridurrà a circa 70.000 spettatori), e rimossa una volta terminato l'evento.

Così come le twin towers sono state per 80 anni i simboli del vecchio impianto, a rappresentare il nuovo Wembley in tutto il mondo è indubbiamente l'arco d'acciaio costruito sopra la North Stand, la tribuna principale. Alto 133 metri e lungo 315, ha modificato sensibilmente la skyline di Londra ma la sua funzione non è solo estetica: deve sorreggere la copertura dello stadio. Un altro dei simboli del vecchio stadio, il palco reale, è stato ricostruito in posizione identica (in mezzo alla sopracitata tribuna principale).

Lo stadio, al fine di testare la capienza, ha ospitato il 17 marzo 2007 un evento di "mini-football" cui hanno partecipato alcuni "celebrity team", mentre la prima manifestazione ufficiale (ma con capienza ridotta per motivi di sicurezza) è stata, il 24 marzo 2007, l'amichevole fra la nazionale di calcio inglese Under-21 e la controparte italiana, finita 3-3, con una tripletta del giovane Pazzini, che ha anche segnato il primo goal della storia del nuovo stadio a soli 28 secondi dall'inizio della partita. Il 19 maggio ha ospitato di nuovo la finale di FA Cup, dopo 6 anni nei quali la partita si è disputata al Millennium Stadium di Cardiff. Il primo concerto che si è tenuto a Wembley è stato quello di George Michael, il 9 giugno 2007. La prima band invece che ha suonato sono stati i Muse, con due serate "tutto esaurito" il 16 e 17 giugno 2007. Nel luglio dello stesso anno ha inoltre ospitato il Live Earth (che però si è tenuto anche in altre città del mondo). Il 28 ottobre ha ospitato la prima partita ufficiale di NFL tenutasi in Europa, tra i Miami Dolphins e i New York Giants; nel 2009 ci sarà la seconda partita di tale sport, sempre in NFL. l'1, 3, 4 e 5 luglio 2009 ha ospitato le date finali londinesi del "The circus tour" dei Take That, da "tutto easurito" con più di 80.000 spettatori a sera
Lo stadio sarà sede della finale di UEFA Champions League nel 2011 ed ospiterà anche alcuni incontri del torneo di calcio dei Giochi della XXX Olimpiade.



PIANTINA E SETTORI STADIO WEMBLEY



Club Wembley entrance, western approach, tours entrance, eastern approuch.

 

 

FOTO STADIO WEMBLEY


interno stadio Wembley                                                  esterno stadio Wembley

 

 

VIDEO STADIO WEMBLEY

Wembley Stadium 2008

Google Developer Day happened to be at Wembley Stadium on September 16th 2008, and I had the pleasure of speaking, and hearing the roars as the tour came out :)

 


 

 

 

STADIO ALLIANZ ARENA MONACO DI BAVIERA



SCHEDA TECNICA STADIO ALLIANZ ARENA

Capienza: 69.901

Inaugurazione:  2005

Dimensioni del campo:  105X68m





STORIA STADIO ALLIANZ ARENA

L'Allianz Arena è uno stadio destinato al calcio e situato nel quartiere di Fröttmaning alla periferia settentrionale di Monaco di Baviera, in Germania.

Le due squadre più importanti di calcio di Monaco di Baviera, ovvero il Bayern Monaco e il TSV 1860 Monaco, hanno incominciato a giocarci dalla stagione calcistica 2005/2006 e si sono divisi a metà i costi della costruzione. Entrambe le squadre giocavano in precedenza allo Stadio Olimpico di Monaco; il Bayern Monaco dal 1972 e il TSV 1860 Monaco dagli anni novanta.

Il gruppo Allianz, una grande industria finanziaria, ha comprato i diritti sul nome per 30 anni. Lo stadio è stato anche chiamato FIFA World Cup Stadium Munich durante il Campionato mondiale di calcio 2006. Il Bayern Monaco è anche obbligato a chiamare lo stadio Munich Arena durante competizioni europee come la Coppa dei Campioni e la Coppa UEFA a causa dei voleri della UEFA.

Poco dopo la sua costruzione, la sua forma particolare ha dato all'Allianz Arena il soprannome, Schlauchboot (Gommone).
Lo stadio ospiterà la finale di UEFA Champions League del 2012.

In occasione dei preparativi per i Campionati del Mondo di calcio del 2006, fu avviata da parte delle istituzioni pubbliche bavaresi, congiuntamente alle due principali società calcistiche cittadine, una verifica per l'attuazione di un profondo intervento di recupero ed adeguamento normativo-funzionale dell’esistente Olympiastadion (progettato da Frei Otto e Günther Benisch per i giochi Olimpici del 1972) al fine di conformarlo ai requisiti normativi della FIFA. Tale indagine portò alla constatazione, con la consulenza dello stesso Behnisch, dell’impossibilità di trasformare l’impianto esistente in uno stadio adeguato agli attuali standard prestazionali. Il concorso ad inviti, concluso nel 2001, vide ricadere la scelta sul progetto degli svizzeri Herzog & de Meuron. L’intervento, collocato nella periferia nord della città, oltre al progetto dello stadio, coinvolge un’ampia zona limitrofa rivisitandone i percorsi e le destinazioni d’uso. Si è creato per lo stadio una sorta di boulevard verde attrezzato con percorsi pedonali, ciclabili, spazi gioco per i bimbi, chioschi e zone per l’allestimento di piccoli spettacoli all’aperto. Inferiormente a tale boulevard vi è il più grande parcheggio coperto d'Europa, spazi commerciali, punti di ristoro e spazi diversificati per lo svago ed il tempo libero. Lo stadio, che prende il nome dalla multinazionale Allianz, principale finanziatore dell’impianto, è concepito come impianto destinato al solo calcio, ma al tempo stesso ampiamente utilizzato, in segmenti temporali indipendenti dallo svolgimento di manifestazioni sportive, con la presenza di sale conferenza, ristoranti, negozi sportivi, spazi per l’intrattenimento, kinder-garden, ecc…

I 69.901 posti a sedere si sviluppano su tre anelli di uguale capienza ma diversa pendenza, il livello più basso, leggermente rialzato dal piano del terreno di gioco, ha una pendenza maggiore (24°) per garantire una migliore visione. I tre anelli, di cui solamente due visibili all’esterno, sono organizzati su sette livelli, i due livelli inferiori sono una sorta di prosecuzione dell’adiacente parcheggio, mentre il terzo livello rappresenta la naturale prosecuzione del boulevard esterno. La distribuzione tra i vari livelli avviene con 16 corpi scala collocati sulla parte esterna, a ridosso della facciata, che permettono di accedere al disotto delle tribune e quindi agli spalti in modo radiale.

Nel primo livello trovano posto le zone di accoglienza vip, i locali destinati agli addetti ai lavori (sala stampa, zona mista per le interviste, locali per i funzionari della sicurezza, infermerie), quelli destinati agli atleti (spogliatoi, palestre e sale massaggi) ed una zona di parcheggio riservata. Il secondo livello è totalmente destinato a parcheggi per gli addetti ai lavori con l’esclusione di una piccola area destinata all’accoglienza vip. Il terzo livello rappresenta la prosecuzione naturale del boulevard esterno con l’inserimento di 16 “isole” destinate a chioschi, negozi, ed ai servizi igienici. Nel quarto e quinto livello trovano posto locali riservati all’area vip, sale conferenza, al catering ed ai negozi delle due società calcistiche che utilizzano l’impianto. Il sesto livello rappresenta il diretto prolungamento dei due inferiori con la differenza di offrire la diretta percezione dello spazio di gioco creando così 106 palchi riservati per 1.200 spettatori con visione contemporanea del campo di gioco e la fruizione di servizi privilegiati. Al settimo livello sono riproposte le 16 isole destinate a chioschi ed ai servizi igienici oltre alla distribuzione all’ultimo anello.

La struttura principale dell’impianto è in calcestruzzo armato gettato in opera combinato con elementi prefabbricati che costituiscono i solai e le gradinate. La copertura è invece realizzata con struttura metallica a traliccio disposta in modo radiale aggettante e permettendo così l’assenza di elementi di sostegno che possano disturbare la visione da qualsiasi punto delle gradinate. Il paramento, sia verticale che superiore, è costituito da cuscini pneumatici in membrana trasparente (politetrafluoroetilene o PTFE) indeformabile, ignifugo e resistente. Ognuna delle 2.874 losanghe è dotata d’illuminazione artificiale interne di tre diversi colori secondo la squadra che utilizza l’impianto: colore bianco per le gare della Nazionale tedesca, colore rosso per le gare del Bayern Monaco e colore blu per le gare del Monaco 1860. Sul livello di copertura 24 “cuscini” dispongono di un sistema di sollevamento tale da garantire la ventilazione.

 

 

PIANTINA E SETTORI STADIO ALLIANZ ARENA

 

FOTO STADIO ALLIANZ ARENA

 

stadio Allianz Arena esterno                   stadio Allianz Arena interno

 

 

VIDEO STADIO ALLIANZ ARENA

The channelling of thousands of spectators determines the geometry of the landscape leading to the football stadium.
A winning competition entry in collaboration with Herzog and de Meuron Architects to create a 66,000 spectator football stadium in Munich to be opened for the 2006 World Cup. 2002

 
 

 

 

STADIO DEL CONERO ANCONA

 

 

 





SCHEDA TECNICA STADIO DEL CONERO

Capienza: 23.976 posti

Dimensioni del campo: 105x68m

Indirizzo: Località Passo Varano, 60100 Ancona

Inaugurazione: 1992

Proprietà: comune di Ancona

 



SETTORI STADIO DEL CONERO
* Capienza totale 23.976
    * posti per disabili 100
    * tribuna stampa 100
    * tribuna VIP autorità 357
    * tribuna centrale 3.241
    * gradinata 3.318
    * distinti est 2.431
    * distinti nord/ovest 2.088
    * distinti sud/est 2.753
    * distinti sud/ovest 2.416
    * Curva nord (tifosi locali) 3.583
    * Curva sud (tifosi ospiti) 3.589



STORIA STADIO DEL CONERO
Lo stadio "Del Conero" è situato nella località Passo Varano, ad Ancona. Il nome deriva dal vicino Monte Conero ed ospita le partite casalinghe dell'A.C. Ancona. Vicino al PalaRossini, e alla stazione di Varano e 3 km dal casello di Ancona sud - Osimo, lo stadio è dotato di un parcheggio molto limitato. È stato inaugurato il 6 dicembre 1992, con la partita Ancona - Inter del campionato di seria A 1992/1993 (terminata 3 a 0 per i locali) con la curva nord ancora in costruzione e anche i settori nord-ovest e nord-est dei distinti laterali. Lo stadio è stato poi ampliato raggiungendo la capacità attuale di 23.976 posti.

Il record di presenze e di incassi dello stadio è stato raggiunto in occasione della partita Ancona-Juventus del 18 ottobre 2003 del campionato di serie A 2003-2004 con 23.306 spettatori tra paganti ed abbonati. Seguono Ancona-Milan della serie A 2003/2004 del 1 settembre 2003 con 22.746 spettatori. Dietro Ancona-Milan (ottavi di finale Coppa Italia anno 2002) con 21.498 spettatori, Ancona-Roma serie A 2003/2004 con 20.850 spettatori e Ancona-Venezia della Serie B 2002/2003 con 19.006 spettatori. Quest'ultima partita ha avuto il particolare di essere una partita fondamentale per l'Ancona per l'aritmetica promozione in serie A.

Oltre all'Ancona Calcio, lo stadio ha ospitato alcune partite della nazionale di calcio dell'Italia e della nazionale di calcio dell'Italia Under-21. Lo stadio ha inoltre ospitato alcune partite della nazionale italiana cantanti e quella dei piloti. Anche papa Giovanni Paolo II per due volte ha celebrato all'interno della struttura. Allo stadio del Conero, oltre allo sport, si sono tenuti anche concerti e spettacoli di Renato Zero, Claudio Baglioni, Vasco Rossi, Eros Ramazzotti, Ligabue, Jovanotti, Fiorello e i REM.



FOTO STADIO DEL CONERO

stadio Del Conero vista interna                      stadio De Conero vista esterna




VIDEO STADIO DEL CONERO
Splendida cornice del pubblico anconetano che trasforma lo stadio in un catino biancorosso.
Non a caso è nella categoria spettacolo.

 

COME RAGGIUNGERE LO STADIO DEL CONERO

* Auto: uscita Ancona sud dell'Autostrada A14, in direzione Ancona, prendere l'asse nord-sud, uscire alla zona Baraccola e seguire le indicazioni per impianti sportivi o stadio Del Conero.

Uscita Ancona nord, prendere la superstrada in direzione sud, uscire alla zona Baraccola e seguire le direzioni per lo stadio.

* Treno: dalla stazione ferroviaria di Varano è possibile raggiungerlo a piedi vista la vicinanza degli impianti che è di soli 500m.

Dalla stazione di Ancona centrale, distante circa 9km, prendere nel piazzale Rosselli, antistante, la linea 43 Ancona-Varano oppure usufruire del servizio taxi.

* Aereo: dall'aeroporto Raffaello Sanzio di Falconara Marittima, imboccare la superstrada in direzione Ancona sud, seguire poi indicazioni per impianti sportivi o stadio Del Conero.



Biglietti Ancona calcio: rivendite autorizzate

Area servizio - Esso di Mazzoni & Luzietti
Viale Della Vittoria 12
Ancona
Tel.: 07153666
Edicola
Via Cristoforo Colombo 50
Ancona
Tel.: 071894301
Edicola Europa SaS
Piazzale Europa 5
Ancona
Tel.: 0712814735
Moretti Ric.Lotto 1208
Via Flaminia 378
Ancona
Tel.: 071888240
Tabaccheria Scacco Matto
C.so Amendola 43/A
Ancona
Tel.: 071205121
Area servizio - IP di Frontalini Roberto
Via Direttissima del Conero 54
Camerano
Tel.: 071959618
Anymore Cafè
Via Romolo Murri 109/E
Castelfidardo
Tel.: 071780336
Supermercato GS
Via Brodolini 105
Fabriano
Tel.: 0732629703
Emili Vittorio &C. Sas
Bissolati 7
Falconara Marittima
Tel.: 0719188145
Sapori Mediterranei
Via Nino Bixio 37
Falconara Marittima
Tel.: 0719174772
Albanesi Emanuele
Via Montoro Nuovo 55
Filottrano
Tel.: 0717222645
Marinelli Mattia
Via Marconi 22
Genga
Tel.: 073290038
Alimentari Tabacchi
Via San Giovanni Bosco 64
Loreto
Tel.: 071977280
Guerrieri Moreno
via Dell'Arengo 67
Offagna
Tel.: 0717107070
Tra le righe di Carletti Maria
Via L.Einaudi 17
Osimo
Tel.: 0717131846
Tabacchi Lotto - Piccoli Marina
P.zza Bartolo 15
Sassoferrato
Tel.: 0732959186

 
 
 
 

STADIO CINO E LILLO DEL DUCA ASCOLI







SCHEDA TECNICA STADIO DEL DUCA

Capienza:  20.550 posti

Dimensioni del campo: 105 x 68 m

Indirizzo: Via delle Zeppelle, 1 63100 Ascoli Piceno

Inaugurazione: 1962

Proprietà: Comune di Ascoli Piceno




SETTORI E MAPPA STADIO DEL DUCA

Piantina: Poltroncine, distinti ovest, curva nord, distinti est, tribuna est, distinti est, curva sud, distinti ovest, parterre.



STORIA STADIO DEL DUCA

Lo stadio Cino e Lillo Del Duca è l'impianto calcistico comunale di Ascoli Piceno. Ospita le gare casalinghe dell'Ascoli Calcio ed è intitolato a due noti fratelli editori piceni, fondatori del quotidiano Il Giorno. Nel 1955 Cino Del Duca divenne presidente onorario della società ascolana, non ancora approdata alla massima serie.

Occasionalmente l'impianto viene chiamato anche stadio delle Zeppelle dal nome della via in cui è sito.
La costruzione dello stadio Del Duca, su progetto di Costantino Rozzi, iniziò nel 1955 per conto dell'amministrazione comunale di Ascoli Piceno. L'impianto fu inaugurato nel 1962 con un incontro fra le rappresentative dilettantistiche di Italia e Inghilterra.

Nel 1974, con la promozione dell'Ascoli in Serie A, lo stadio fu sottoposto a lavori di ampliamento che portarono la capienza a 40.000 posti, risultando tra i primi impianti dell'intero panorama nazionale.[senza fonte] Nel corso degli anni tale capienza è stata ridotta prima a 28.000 (anni novanta), poi a 24.058 (agosto 2005) e infine a 20.550 posti.

L'impianto ascolano ha ospitato partite di rilievo, come Italia-Portogallo (2-0, 3 aprile 1985), e vari spareggi di campionato, come quello della stagione 1991-92 fra il Taranto e la Casertana per evitare la retrocessione in C1. Il più recente, Chieti-Catanzaro, ha decretato il ritorno in B dei calabresi.

La stagione 2005-06 ha visto il ritorno dell'Ascoli in Serie A, il rifacimento del manto erboso, e l'applicazione dello stemma della società sul fondo dell'ex pista di atletica che circonda il campo di gioco.

Dopo gli scontri di Catania del 2 febbraio 2007 anche il Del Duca è stato interessato da modifiche strutturali volte a migliorarne il livello di sicurezza. Sono stati posizionati tornelli all'entrata e una rete di telecamere. I lavori hanno anche offerto l'occasione per rinnovare la verniciatura dei gradoni e delle ringhiere. Tali modifiche hanno lasciato inalterata la struttura complessiva, ma hanno contribuito al ringiovanimento anche estetico dell'impianto.

Nel 2008 si pensò a tale impianto per ospitare uno dei tre test match autunnali dell'Italia di rugby, quello contro i Pacific Islanders del 22 novembre 2008 che poi si tenne a Reggio Emilia; un anno più tardi il Del Duca ha ospitato uno dei test autunnali del 2009, tra Italia e Samoa.




FOTO STADIO DEL DUCA


interno stadio Del Duca Ascoli               esterno stadio Del Duca Ascoli




VIDEO STADIO DEL DUCA

Italia vs Samoa


Test Match di Rugby Domenica 29/11/2009 Stadio del Duca Ascoli Piceno. Solidarietà per l'Aquila  







COME RAGGIUNGERE LO STADIO DEL DUCA

Aereo
Gli areoporti più vicini sono quelli di:
ANCONA (km 130)
PESCARA (km 100)
ROMA (km 210)

Auto
Per chi proviene da Roma: Strada Salaria (s.s. 4) direzione per Ascoli Piceno, uscita Ascoli Piceno CENTRO (Porta Cartara).

Per chi proviene da nord (Ancona) o da sud (Pescara/Bari): Autostrada A14 o Statale Adriatica direzione San Benedetto del Tronto, arrivati qui prendere il raccordo autostradale Ascoli Mare direzione Ascoli Piceno, uscita Ascoli Piceno CENTRO (Porta Cartara).

Treno
Ferrovia dorsale Adriatica, arrivo alla stazione di San Benedetto del Tronto, da qui si prende la littorina per Ascoli Piceno (chiusa nei giorni festivi). Per Informazioni rivolgersi a: Trenitalia

Autobus
La città di Ascoli Piceno è capolinea di diverse linee di autobus provenienti da: Roma (Start), Firenze e Perugia (Sena Autolinee), Pescara (Arpa), Ancona (Trasporto Locale Marche), San Benedetto del Tronto (Start).



Biglietti Ascoli calcio: rivendite autorizzate

http://www.listicket.it/puntivendita/index.php?idOrganizzazione=129&idCanale=1


Al Battente - Via del Commercio, 52 Ascoli – chiuso domenica 9 agosto

Via Napoli, 128 Ascoli – chiuso domenica 9 agosto

Viale Treviri, 159 Ascoli – chiuso domenica 9 agosto

Viale Indipendenza, 14-16 Ascoli – chiuso domenica 9 agosto

Via A.Costa, 270 Porto S. Giorgio - chiuso domenica 9 agosto

Via V.Emanuele II, 75 Spinetoli - aperto anche domenica 9 agosto

Via Ischia, 193/195 Grottammare - chiuso domenica 9 agosto

Viale della Repubblica, 31 Roccafluvione - aperto anche domenica 9 agosto

Via Piceno Aprutina, 14 Ascoli - aperto anche domenica 9 agosto

Via Zeppelle, 7 Ascoli - aperto domenica 9 agosto dalle 17:30 alle 20:45

Viale S.Vellei, 7 Ascoli - chiuso domenica 9 agosto

Via Ceci, 2 Ascoli – domenica aperto dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22

Viale C.Rozzi Ascoli - chiuso domenica 9 agosto

Lungomare Trieste, 251 Porto S. Elpidio - aperto anche domenica 9 agosto

Via Salaria Inf. Brecciarolo – chiuso dal 6 al 9 agosto
Corso Mazzini, 223 Ascoli

C.S. Città di Ascoli - Via Bonifica Ascoli – aperto domenica dalle 17 alle 20:30

 
 
 
 

STADIO MARIO RIGAMONTI BRESCIA





SCHEDA TECNICA STADIO RIGAMONTI

Capienza:  posti 27.592, attualmente ridotti a 16.308

Dimensioni del campo: 105 x 68 m

Indirizzo: Via Giovanni Novagani, 8

Inaugurazione : 1959

Proprietà: Comune di Brescia





SETTORI E MAPPA STADIO RIGAMONTI



I settori del Mario Rigamonti sono otto, qui elencati (in parentesi l'attuale capienza ridotta):

    * Tribuna Centrale Numerata (1.735 posti)
    * Tribuna Laterale Numerata (1.931 posti)
    * Tribuna Parterre (1.003 posti)
    * Curva Nord (3.830 posti)
    * Curva Sud ospiti (2.125 posti)
    * Curva Sud Brescia (2.000 posti)
    * Gradinata Numerata (3.684 posti)
    * Gradinata Bassa (non agibile)




STORIA STADIO RIGAMONTI

Lo stadio Mario Rigamonti è un impianto sportivo di Brescia, terreno di gioco interno dell'omonimo club calcistico.
Negli anni cinquanta l'amministrazione comunale deliberò di costruire un nuovo stadio in sostituzione di quello all'epoca esistente, lo Stadium di viale Venezia.
Nell'aprile del 1956 iniziarono dei lavori di ampliamento ad un impianto preesistente del 1928, l'attuale Rigamonti, che si conclusero tre anni più tardi (nel 1959), dando così la possibilità alla compagine locale di giocare nel nuovo impianto il campionato di Serie B.
Fu così chiamato in memoria del giocatore bresciano Mario Rigamonti, militante nel Grande Torino e morto nella tragedia di Superga del 1949.
La sua capienza è di 27.592 posti (di cui 45 in tribuna stampa), recentemente ridotta, dopo il giro di vite contro la violenza negli stadi, a 16.308.





FOTO STADIO RIGAMONTI


interno stadio Rigamonti

 

esterno stadio Rigamonti

 

 

VIDEO STADIO RIGAMONTI

Brescia-Livorno - finale playoff serie B (14 giugno 2009)

Coreografia iniziale ripresa dalla Curva Sud dello Stadio Rigamonti di Brescia





COME RAGGIUNGERE LO STADIO RIGAMONTI

Per arrivare al Rigamonti, si può fare in due modi:
    * Con l'auto dall'A1, A4 e A21 uscire al casello di Brescia Ovest.
    * Con l'auto dall'aeroporto di Montichiari prendere la tangenziale verso Milano e uscire a Val Trompia.
    * Con i mezzi pubblici, dalla stazione di Brescia lo stadio è raggiungibile con la linea 1.
    * Dal 2012 sarà raggiungibile anche tramite la metropolitana, che avrà una stazione ad hoc per lo stadio.





Biglietti Brescia calcio: rivendite autorizzate

PUNTI VENDITA BIGLIETTI BRESCIA CALCIO
I biglietti sono in vendita presso i punti vendita IP TICKETdel circuito BEST UNION per consultare l'elenco di Brescia e provincia

BARBIERI srl PIAZZA DANTE 9 25020 '0309748448 AZZANO MELLA BRESCIA
IL GIRASOLE DI LONATI PAOLA GRAZIELLA & C. S.A.S. VIA ANTONIO GRAMSCI 113 25021 '030621260 BAGNOLO MELLA BRESCIA
TELE.COM SRL VIA MAZZINI 59 25043 '0364321756 BRENO BRESCIA
ARGOTTI MARIA LUIGIA E C. SNC VIALE DUCA DEGLI ABRUZZI 32 25124 '0302427693 BRESCIA BRESCIA
BAR ALBO DI COMINELLI CORRADO VIA ANGELO INGANNI 10/A 25121 '03045392 BRESCIA BRESCIA
BARONE ALESSANDRA VIALE CADUTI DEL LAVORO 91 25127 '030321703 BRESCIA BRESCIA
BILACCHI LUISA VIA GALILEO GALILEI 37 25128 '030381979 BRESCIA BRESCIA
GERRI SRL - HOTEL MILANO VIA VALCAMONICA 3 25126 '030311566 BRESCIA BRESCIA
SANDRINI SARA ViA MONTEGRAPPA 12/A 25126 '030380978 BRESCIA BRESCIA
STILE UOMO ACCONCIATURE DI SCIORTINO FRANCESCO VIA GUGLIELMO MARCONI 67 25128 '030396286 BRESCIA BRESCIA
GRECHI ANDREA VIA GIACOMO MATTEOTTI 187/A 25014 '0302131190 CASTENEDOLO BRESCIA
IL NEGOZIO DIETRO L'ANGOLO sas VIA MARTIRI DELLA LIBERTA' 9/11 25030 '0307722936 COCCAGLIO BRESCIA
TIN CARD DI ANNA BRUNA MAFFESSOLI PIAZZA ITALIA 10 25060 '0302512466 COLLEBEATO BRESCIA
HOBBY SHOP DI MARINO ALESSIO & C SAS VIA ROMA C/O C.le LE TORBIERE 78 25040 '030984618 CORTE FRANCA BRESCIA
CARTOLERIA F.LLI FALETTI S.R.L. VIA NAZIONALE 43 25047 '0364536017 DARFO BOARIO TERME BRESCIA
GELATISSIMO S.N.C. DI ANDREOLI P. & C. VIA ALCIDE DE GASPERI 8/A 25047 '0364534931 DARFO BOARIO TERME BRESCIA
IL MUSICISTA DI DUCOLI SERGIO VIA DANTE ALIGHIERI 10 25047 '0364533981 DARFO BOARIO TERME BRESCIA
CONSUELO SRL VIA DOSSOLO 27 25085 '036531482 GAVARDO BRESCIA
TABACCHERIA CUCCHI di COLLA Marco VIA TERNI 60 25085 '0365372720 GAVARDO BRESCIA
BAR SPORT DI ZOPPINI DALMINA & C. S.N.C. VIA XX SETTEMBRE 49 25016 '0309050359 GHEDI BRESCIA
LA CORTE DEI GOLOSI SNC CASCINA OSTERIA 7 25023 '030951010 GOTTOLENGO BRESCIA
COMPUTER T.M. DI MASCARELLO TIZIANO E C. s.n.c. VIA PIEMONTE 28 25024 '0302060070 LENO BRESCIA
BAR ST. GREGORY DI GIACALONE FABIO VIA GIUSEPPE MAZZINI 168 25065 '030829562 LUMEZZANE BRESCIA
LUI LEI DI CANDITO EROS VIA BRESCIA 36/I 25065 '030871635 LUMEZZANE BRESCIA
MAX & COPANY SNC VIA ROMA 21 25065 '0308925688 LUMEZZANE BRESCIA
AVANZI EMANUELA E C. S.N.C. VIA ROMA 37 25080 '0365552312 MANERBA DEL GARDA BRESCIA
GATTA CARLA VIA CADUTI 6 25040 '030652305 MONTICELLI BRUSATI BRESCIA
MARANGONI VANESSA VIA GIUSEPPE GARIBALDI 36 25080 '030691248 NUVOLENTO BRESCIA
BAR BRESCIA sas VIA BRESCIA 130 25035 '030640236 OSPITALETTO BRESCIA
MINELLI LORETTA PIAZZA LIBERTA' 27 25050 '0306857144 PADERNO FRANCIACORTA BRESCIA
FORNERIA E ALIMENTARI ZANARDI PAOLINO & C. snc VIA GUGLIELMO MARCONI 27 25030 '0309465379 POMPIANO BRESCIA
MARTINELLI GIUSEPPINA & C. S.A.S. VIA GAMBARA 5 25020 '0309521210 PRALBOINO BRESCIA
MPM di Guerriero Maria Pia Clelia e c. s.n.c. VIA GIORGIO LA PIRA 1/A 25080 '0365654378 PUEGNAGO SUL GARDA BRESCIA
PANIFICIO FANELLI DI FANELLI PIETRO snc VIA MANDOSSOLA 1/3 25030 '030318653 RONCADELLE BRESCIA
TAVERI VIRGILIO VIA LOMBARDIA 24 25038 '0307700365 ROVATO BRESCIA
BERICCHIA RENATO PIAZZA MUNICIPIO 3 25010 '036562040 SAN FELICE DEL BENACOBRESCIA
LIBRI COLORI E FANTASIA DI CORIONI BARBARA PIAZZA ALDO MORO 6 25020 '0309979602 SAN PAOLO BRESCIA
MUSCIO ROBERTO VIA MARTIRI DELLA LIBERTA' 14/E 25030 '0302150504 TORBOLE CASAGLIA BRESCIA
ARALDI GIACOMO PIAZZA S. MARCO 8 25088 '0365641900 TOSCOLANO-MADERNO BRESCIA
GAME-HOUSE DI CETARA GIAN PAOLO VIA DEGLI ARTIGIANI 96 25029 '030932064 VEROLAVECCHIA BRESCIA
BARUZZI S.A.S. DI BARUZZI ANGELO VIA POSTA 12 25079 '0365597570 VOBARNO BRESCIA

 

 

 
 

STADIO DINO MANUZZI CESENA

 
 
 
SCHEDA TECNICA STADIO DINO MANUZZI

Capienza:  posti 23.860

Dimensioni del campo: 105 x 68 m

Indirizzo: via Rotonda dello Stadio, 124


Inaugurazione : 1957

Proprietà: Comune di Cesena
 
 
 
SETTORI E MAPPA STADIO MANUZZI
 
 
Capienza Tribuna 1.844
. Gradinata EST 9.592
Gradinata NORD 6.212
Gradinata SUD 6.212
Totale 23.860
.
Superficie Locali
(Spogliatoi, Depositi)
mq. 1.050
. Aree Attrezzate Coperte
(Tribuna - Gradinate coperte)
mq. 7.750
Aree Scoperte
(Campo di gioco, aree esterne)
mq. 11.500

.

 

Stadio "VILLA SILVIA"
Capienza Tribuna 1.400
.
Superficie Locali
(Spogliatoi, Depositi)
mq. 500
. Aree Attrezzate Coperte
(Tribuna - Gradinate coperte)
mq. 300
Aree Scoperte
(Campo di gioco, aree esterne)
mq. 14.500
 
 
 
 
STORIA STADIO MANUZZI CESENA
 

Lo Stadio Dino Manuzzi è un impianto calcistico di Cesena ed è situato nella zona orientale della città, nell'area cosiddetta "La Fiorita", nel quartiere Fiorenzuola. Si tratta dell'impianto sportivo all'aperto più grande e importante della Romagna.
Lo stadio fu costruito nel 1957 per ospitare la gare dell'Associazione Calcio Cesena. Era originariamente costituito da una tribuna coperta, cui nel tempo, si aggiunsero una gradinata (situata sul lato opposto) e due curve: una sul lato Sud (in cui si situano i supporters della squadra locale, chiamata anche "Curva Mare"); l'altra sul lato Nord (riservata ai tifosi della squadra ospite, chiamata anche "Curva Ferrovia"). La gradinata e le curve furono poi notevolmente ampliate, per mezzo di ponteggi, tanto che lo stadio arrivò ad avere una capienza superiore ai 30.000 posti.

Il terreno di gioco è tra i più apprezzati in Italia e misura 105x68m.
Lo stadio, di proprietà dell'amministazione comunale, prese originariamente il nome dalla zona in cui era collocato, La Fiorita. Fu intitolato a Dino Manuzzi (presidente del Cesena dal 1964 al 1980) dopo la sua morte, avvenuta il 29 maggio 1982.
Nel 1988  lo Stadio è stato rinnovato radicalmente: del vecchio impianto è rimasta intatta solo la tribuna, anche se (nel progetto originario) anch'essa avrebbe dovuto essere demolita e poi ricostruita. Esso, oltre alla tribuna (comunque rinnovata) che può ospitare 1.844 spettatori, è costituito dalla gradinata est (dotata di 9.592 posti a sedere) e due curve (capaci di contenere 6.212 spettatori ciascuna): questi ultimi tre settori sono progettati a doppio anello e sono tra loro contigui. Nell'attuale assetto lo Stadio può ospitare 23.860 spettatori.

Nel 1999 ha ospitato anche gli incontri di Intertoto della Juventus, la quale ha disputato nell'impianto anche numerosi incontri amichevoli.

Il 28 ottobre 2009 uno dei vicepresidenti del Cesena Calcio, Luca Mancini, durante una trasmissione televisiva locale, ha affermato di stare organizzando una cordata di capitali privati per realizzare l'ultimazione dello stadio Manuzzi con la costruzione della tribuna mancante rispetto al progetto originale del riammodernamento attraverso un'operazione di project financing, con l'obiettivo di potere proporre la candidatura dello stadio cesenate come uno degli impianti che potrebbero ospitare il Campionato europeo di calcio 2016, qualora venissero affidati all'Italia.

Dopo i controlli e le selezioni effettuate dalla FIGC nel mese di dicembre 2009, lo stadio e la città di Cesena sono ufficialmente inserite nel lotto delle città italiane candidate ad ospitare gli Europei di calcio del 2016, sempre nel caso dovessero essere affidati all'Italia. Nel dossier consegnato alla federazione, è stato ufficialmente presentato il progetto di riammordernamento dell'impianto romagnolo: la capienza passerà dagli attuali 23.929 a 31.597 posti, comprendendo spazi per autorità, stampa, vip e sky boxes. L'importo complessivo dell'intervento è stato stimato in 27,5 milioni di euro.



 
 
FOTO STADIO MANUZZI
Stadio Manuzzi interno dello stadio
 
 
 
VIDEO STADIO MANUZZI
 
Video dello stadio Dino Manuzzi
 
 
 
 

COME RAGGIUNGERE LO STADIO MANUZZI

Lo Stadio Dino Manuzzi è un impianto calcistico di Cesena ed è situato nella zona orientale della città, nell'area cosiddetta "La Fiorita", nel quartiere Fiorenzuola in via Rotonda dello Stadio, 124.

 
 

PUNTI VENDITA BIGLIETTI CESENA CALCIO
BIGLIETTERIE STADIO DINO MANUZZI (dalle ore 9 alle ore 12,00, dalle ore 15,00 alle ore 19,00. Il giorno della gara dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 fino all'orario d'inizio della partita)

SEDE COORDINAMENTO CLUBS CESENA - Via Cavalcavia 745 - CESENA (tel. 0547/632502) (dalle ore 16,00 alle ore 20,00)

FOTO Ottica CESENA IN VISTA - Viale Matteotti, 353 - CESENA (tel. 0547/602474) (dalle ore 09,00 alle ore 12,30  e dalle 15,30 alle 19,30);

COLLEZIONAMI SHOP - Via Campo di Marte, 198 - FORLI' (tel. 0543/60596) (dalle ore 16,00 alle ore 19,30);

FOTO VIDEO FIORE -  Via Ho Chi Min, 34/F - FORLIMPOPOLI (tel. 0543/744070) (mattino h.10,30 -12,30; pomeriggio h.15,30 - 19,30 - chiuso il mercoledì pomeriggio);

EDICOLA STAZIONE - Piazzale Stazione - GATTEO MARE (cell. 345/7038935) (mattino h. 08,00 - 12,00; pomeriggio h. 15,30 - 17,30);

BAR DA DONDO - Via Corzani, 37 - 47021 - Bagno di Romagna (FC) ) (Tel. 0543/903723)

CARTOLERIA IL FOGLIO - Via Roma, 1 - MELDOLA (FC) (tel. 0543/493739);

BAR LA CAFFETTERIA - Via Rimini, 13 - SAN MAURO PASCOLI (FC) (tel. 0541/810036).


 
 
Copyright © 2017 BARITUBE - FC Bari 1908 calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.