Come diventare massaggiatore professionista

 

corso-massaggiatori

Il massaggiatore professionista  è colui che compie sul corpo delle pressioni con le mani  o con delle apparecchiature meccaniche o elettriche per favorire il benessere psico-fisico delle persone.

Fare questo particolare mestiere vuol dire essere in grado di spaziare in varie tecniche di massaggio, da quelli distensivi, a quelli muscolari, senza dimenticare quelli antidolorifici, drenanti e anticellulite.

Qualsiasi sia la tecnica in cui si specializza, il massaggiatore professionista deve essere in grado di compiere le esatte manovre sequenziali in modo preciso, rispettando la diramazione delle fibre muscolari e quella della circolazione venosa.

Colui il quale decide di intraprendere la professione di massaggiatore professionista, non solo si dovrà affacciare ad un approccio di contatto con il cliente, ma anche ad un’apertura colloquiale e confidenziale, perché dovrà saper ascoltare le necessità della persona, sia a livello psichico che corporale. Dovrà poi avere la capacità di guarirlo massaggiandolo.

Un percorso prima e una professione poi ricca di soddisfazioni, che parte dalla conoscenza approfondita del massaggio quale forma di terapia corporea più antica.

Ma cosa bisogna fare per compiere questo excursus professionale? Semplice, per diventare massaggiatori professionisti c’è bisogno di seguire un corso interamente dedicato alle tecniche di massaggio, che insegni le manovre di manipolazione e le diverse categorie di massaggio oggi esistenti.

 

 

Corsi per massaggiatori

diventare-massaggiatore

I corsi per massaggiatori sono sempre più frequenti,  grazie alle smoderate richieste di formazione fatte dalle persone, sempre più affascinate da un settore che si sta popolando di figure professioniste e che tende ormai da qualche tempo a offrire insegnamenti sulle tecniche specialistiche.

Tali tecniche specialiste sono quelle maggiormente richieste dai pazienti e che anche i massaggiatori prediligono, perché coscienti di poter contare, così, su una conoscenza specifica che mira a risolvere quelle esigenze di terapia e di domanda fatte dalla clientela.

Coloro che vogliono incominciare la professione di massaggiatore dovranno quindi in prima battuta seguire dei corsi base di massaggio, che mettono in atto sia lezioni teoriche che pratiche sulle più antiche tecniche di manipolazione del corpo, partendo proprio dai movimenti base per poi arrivare a manovre molto più specifiche.

Il massaggio è sempre stato una fonte di alleviamento per lo stress, i dolori della muscolatura e, in alcuni casi in grado anche di alleggerire le ansie e le tensioni muscolari psico-somatiche.

E così pure oggi, le diverse tecniche di massaggio sono aumentate ampliando sempre più il proprio margine di competenze, partendo dalla fisioterapia si arriva poi ai massaggi antidolorifici adatti anche alle patologie dell’apparato muscolo-scheletrico, senza poi dimenticare i trattamenti estetici dei massaggi anticellulite o linfodrenanti. O ancora tecniche di massaggio olistico, shiatsu, ayurvedico, thai, etc. per il benessere proveniente dalla medicina alternativa.

Inoltre, a gentile richiesta stanno aumentando anche i massaggiatori sportivi, che devono saper predisporre gli atleti per ottimali performance e per la decontrazione muscolare dopo le gare.

I corsi per massaggiatori hanno dunque lo scopo di formare degli operatori professionalmente qualificati, in particolare capaci di individuare le necessità del paziente, sapendo mettere in atto il massaggio più adatto alla soluzione delle sue esigenze (qui trovate maggiori informazioni diabasi.it).

Tra le materie insegnate nei corsi per massaggiatori ci sono l’anatomia, la fisiologia, lo studio dei sistemi respiratorio, circolatorio, etc., le tecniche base di massaggio e anche alcune tecniche avanzate per massaggi dimagranti e per massaggi orientali.

 

La tecnica del massaggio

massaggiatrice

Il massaggiatore professionista dovrà avere la preparazione giusta per lavorare con manovre ben mirate a seconda delle tecniche, ma che devono comunque focalizzarsi sulle fibre muscolari e sul sistema circolatorio.

Le manovre di massaggio si applicano seguendo la direzione dal basso verso l’alto, oppure verso il centro, per giungere dagli arti al cuore rispettando la direzione circolatoria.

Attraverso poi manipolazioni rapide e decise, si ottiene un effetto tonificante dei massaggi mentre se si vogliono compiere massaggi con effetto rilassante, pensati per sciogliere i muscoli e lo stress, le manovre saranno lente, fatte di sfioramenti delicati mirati a rilassare i punti di contrazione.

 

 

La legge per diventare massaggiatore professionista

La figura di massaggiatore viene considerata legittima ai sensi della Costituzione Italiana (artt. 3, 4, 35, 41) e dal Codice Civile (artt. 2060, 2061, 2229). Oltretutto si applica anche la legge 4 del 14 gennaio 2013 denominata  “libertà nell’esercizio delle professioni non organizzate in ordini o collegi”.

Il massaggiatore professionista può sia lavorare come dipendente, co.co.pro e con i voucher sia essere un libero professionista dotato di partita IVA potendo svolgere la sua attività in centri massaggio, in uno studio proprio. Ma anche alle terme, in una spa, nei centri fitness, negli hotel, e così via.

 
Copyright © 2018 BARITUBE - FC Bari 1908 calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.