Vendere oro usato: come, quando, dove

 

Ad oggi vendere il proprio oro usato è diventata una trattativa realmente semplice, basta presentare un documento di identità e acconsentire ad essere trascritto nell’apposito registro, per riuscire a vendere con maggiore sicurezza e garanzia il proprio oro usato. L’oro viene considerato un bene rifugio, dato che non subisce svalutazione eccessiva nel tempo, nonostante però ci siano delle oscillazioni sulla quotazione giornaliera.

 

Ecco perché la vendita di oro usato è una delle migliori modalità per riuscire a recuperare del denaro in contanti. Ma per riuscire a vendere oro nella massima trasparenza e sicurezza diventa indispensabile tenere conto di alcuni accorgimenti.

In ogni città sono numerosi i negozi di “compro oro” che ritirano materiali preziosi come argento e platino, oltre all’oro. Per vendere presso i compro oro autorizzati (elenco Operatori Professionali in oro) vi forniremo alcuni consigli per non incappare in situazioni spiacevoli.

 

 

Quando vedere l’oro usato?

come-vendere-oro-guida

La vendita di oro usato è una realtà piuttosto diffusa, ma non tutti sanno quale possa essere il momento migliore per riuscire a piazzare i propri gioielli. Esistono delle quotazioni giornaliere che consentono di avere ogni dettaglio sul valore dell’oro, quotazioni di mercato stabilite a Londra due volte al giorno.  Sicuramente non si tratta di crolli o importanti risalite, ma ugualmente incidono sul valore dell’oro al momento della vendita.

È pur vero che il mercato dell’oro è realmente imprevedibile e sapere effettivamente quando potrebbe essere il momento ideale per vendere un gioiello in oro non è poi così scontato. Generalmente però è consigliabile recarsi presso uno dei compro oro autorizzati presenti nel territorio per vendere oro solo quando si nota che le quotazioni sul mercato sono superiori alla media.

 

Come e dove vendere oro?

Vendere gioielli in oro usato è realmente semplice, in tutte le città esistono dei negozi di compro oro che ritirano oro usato, oltre a diversi altri materiali preziosi. Per poter vendere un qualsiasi oggetto in oro però è fondamentale presentare un documento di riconoscimento, oltre a dover indicare i propri dati personali che dovranno essere inseriti sul registro compravendite degli oggetti preziosi usati.

Operazioni che consentono di poter scambiare oro nell’assoluta legalità e trasparenza, disposizioni nate proprio per contrastare attività illegali. In questo modo ogni transazione viene comunicata alle forze dell’ordine che potranno controllare eventuali operazioni illecite.

Oltre a compilare un modulo ed indicare i propri dati personali, dovranno essere fornite informazioni riguardo la natura degli oggetti o gioielli venduti al compro oro, dal peso, alla qualità, all’elenco di particolari caratteristiche.

Subito dopo aver firmato tutta la documentazione sarà possibile ricevere l’importo concordato con il compro oro, che sarà obbligato per legge a tenere almeno 10 giorni l’oggetto venduto prima di poterlo rivendere.

È bene precisare che è possibile effettuare pagamenti in contanti esclusivamente per cifre che non superano i 999€, oltre questa cifra sarà necessario utilizzare il bonifico come metodo di pagamento tracciabile, o anche un assegno bancario.

 

 

Tutti i consigli per vendere oro usato

come-vendere-oro-consigli

Sicuramente a causa della crisi economica che si sta vivendo ormai da diversi anni il costo dell’oro è svalutato rispetto a qualche anno fa quando un grammo di oro puro veniva venduto ad almeno 30€. Oggi necessariamente la compravendita di oro non è assolutamente vantaggiosa come un tempo, ma tenendo conto di alcune accortezze è possibile ricavare un bel gruzzolo di denaro.

Controllare da casa le quotazioni prima di recarsi dal compro oro (come qui ad esempio su https://www.oro-express.it) consente di conoscere il reale costo dell’oro, in modo tale da poter cogliere il momento migliore per effettuare la vendita, ma soprattutto per evitare raggiri da un compro oro poco affidabile.

Non lasciarsi abbindolare da pubblicità che potrebbero rivelarsi solamente uno specchio per allodole, dato che troppo spesso dietro un’offerta troppo vantaggiosa ci  potrebbe essere una truffa. Non bisogna mai crearsi delle false aspettative sul possibile guadagno ottenuto dalla vendita dell’oro.

Diventa fondamentale conoscere il peso dell’oro che si sta cercando di vendere, meglio pesarlo con una propria bilancia che arrivi fino a 3 cifre decimali di pesatura, prima di recarsi dal compro oro. Tenendo sempre in considerazione che spesso i gioielli contengono decori che non dovranno essere tenuti in considerazione durate la pesatura dell’oro.

È fondamentale che la pesatura dell’oro venga fatta davanti ai propri occhi in modo da poter controllare effettivamente il peso rilevato, questo aiuta ad evitare inganni da parte di un venditore sicuramente poco corretto.

E proprio per tale ragione per ovviare a possibili venditori poco onesti è consigliabile recarsi presso uno dei compro oro iscritti all’Albo degli Operatori professionali in Oro e Preziosi diffusi in tutto il territorio italiano. È possibile verificare l’iscrizione all’albo di un compro oro direttamente dal sito della Banca d’Italia.

Si dovrà dubitare dei compro oro che non rispettano le regole, soprattutto relative alla richiesta dei documenti personali e di chi vuole pagare più di 1.000€ in contanti trasgredendo tutte le regole che i compro oro dovrebbero rispettare.

 
Copyright © 2020 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.