Giocatori e allenatori ungheresi nella storia del Bari

 

Il Bari ha un stretto rapporto con calciatori e soprattutto allenatori ungheresi. Basti pensare che fra gli allenatori stranieri che hanno allenato il Bari, ben 11 erano di nazionalità ungherese. Il miglior piazzamento in serie A della storia del Bari è il settimo posto del 1946-47 che vide come allenatore, dalla 15a alla 38esima giornata, l’ungherese András Kuttik (nello stesso campionato prima di lui un altro ungherese János Nehadoma (1a-7a giornata) e Raffaele Costantino (8a-14a).

 

Giocatori ungheresi nel Bari

Ferenc Plemich

ferenc-plemich-bari

Nato a Budapest il 19 novembre 1899, ha giocato nel 1927-28 nell’Ideale Bari (dove era anche allenatore), squadra che con la fusione nel 1928 con il Liberty Bari diede vita all'Unione Sportiva Bari" (poi A.S. Bari e successivamente Società Sportiva Calcio Bari). Totalizzò 9 presenze e una rete. Tornò ad allenare il Bari nel 1947-48 (dalla 19ª alla 42ª giornata) e nel 1948-49 (dalla 5a alla 7a giornata).

 

 

Mihály Vörös

Il giocatore ungherese più importante è stato Mihály Vörös, nato a Budapest il 27 ottobre 1920. Nella stagione 1945-1946 quando era ancora in Ungheria, segnò 35 reti, al pari del grande Ferenc Puskás, l’indimenticato campione ricordato a Budapest, come si può vedere a questa pagina www.infobudapest.it/ferenc-puskas, con una statua di bronzo e a cui sono intitolate vie, scuole e il nuovo stadio Puskás Aréna. Mihály Vörös doevava andare a Roma per un provino con il Vicenza ma a causa del ritardo del treno arrivò solo il giorno dopo. Nella capitale incontrò András Kuttik, che in quei giorni era stato sospeso dalla panchina del Bari. Questi, appena tornato sulla panchina del Bari provò Mihály Vörös e successivamente lo tesserò con il Bari dove giocà per 6 anni dal 1948 al 1952. Terminata la carriera di giocatore a Bari con 54 reti in 142 presenze e restò a vivere a Bari. Successivamente iniziò la carriera di allenatore nelle serie inferiori pugliesi e a fine carriera nelle giovanili della Reggina. Morì l’11 ottobre 2008 a Bari.

 

Mihály Kincses

Nato a Budapest l’8 aprile 1918 arrivò in Italia nel 1946-47 per giocare con l’Atalanta e l’anno successivo passò alla Juventus, prima di arrivare al Bari nel 1948-49 dove concluse la stagione con i galletti totalizzando 32 presenze e 5 gol.

 

Béla Sárosi

Nato a Budapest il 15 agosto 1919. Giunto in Italia a Bologna giocò tre stagioni prima di passare al Bari nel 1949-50 dove rimase per una stagione giocando 21 partite e segnando 2 gol.

 

Vladimir Koman

vladimir-koman-bari

Nato a Užhorod, città ucraina vicina al confine ungherese il 16 marzo 1989 è stato successivamente naturalizzato ungherese. Giocò nel Bari nel campionato 2009-10 (www.statistichesulcalcio.com), la migliore stagione dell’epoca moderna della squadra biancorossa. Nonostante raggiunse solo un decimo posto finale, il Bari guidato da Giampiero Ventura destò l’attenzione del pubblico nazionale per il suo gioco spettacolare. Arrivato dalla Sampdoria con la formula del prestito con diritto di riscatto e contro-riscatto a favore della Sampdoria, a fine stagione dopo 16 presenze e due gol fa ritorno alla squadra ligure.

 

 

András Gosztonyi

Nato a Kaposvár il 7 novembre 1990, ruolo centrocampista, arrivò a Bari durante il mercato invernale del 2010 e concluse la stagione con due presenze prima di tornare in Ungheria la stagione successiva.

 

Gergely Rudolf

Nato a Nyíregyháza il 9 marzo 1985 arrivò a Bari nel 2011 dal Genoa, con un prestito secco. E’ stato l’undicesimo calciatore ungherese del Bari. A fine stagione tornò ai grifoni dopo aver totalizzato 13 presenze e due gol contro Juventus e Milan.

 

Ádám Simon

Nato a Salgótarján il 30 marzo 1990 arrivò in Italia nel 2011 con il Palermo, dove non totalizzò nessuna presenza. Passò al Bari nel 2012 con la formula del prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino e contro-riscatto dove totalizzò solo due presenze.

 

Attila Filkor

Nato a Budapest il 12 luglio 1988, centrocampista, arrivò in prestito al Bari nel 2012 e totalizzò 10 presenze nella stagione 2012-13.

 

Allenatori ungheresi nel Bari

András Kuttik

Vinse il campionato italiano di serie B nel 1941-42 e come abbiamo accennato era alla guida del Bari nella migliore stagione disputata dalla squadra in serie A. Nato a Budapest il 23 maggio 1896, allenò il Bari in un periodo compreso fra il 1935 e il 1949

  • 1934-1935 (7a-30a giornata)
  • 1935-36
  • 1939-40 (1a-10a giornata)
  • 1941-42 (1a-18a giornata)
  • 1946-47 (15a-38a giornata)
  • 1947-48 (1a-18a giornata)
  • 1948-49 (1a-4a giornata)

 

 

János Hajdu

Fu giocatore del Liberty Bari nel 1924-25 dove giocò anche la stagione successiva. Gli venne affidata la guida del Bari (nato dalla fusione di Liberty e Ideale) come allenatore e ottenne la promozione in serie A giungendo a fine campionato a pari punti (ma secondo) con la Fiorentina. L’anno successivo cambiò la presidenza e venne preferito per allenare il Bari nella stagione 1931-32 un altro ungherese, Árpád Weisz.

 

Árpád Weisz

Nato a Solt il 16 aprile 1896, dopo il quinto posto ottenuto nel 1930-31 con l’Ambrosiana, con cui aveva già vinto uno scudetto nel 1929-30, giunse a Bari dove conquistò la salvezza in serie A nella stagione 1931-32 dopo lo spareggio con il Brescia, per poi tornare all’Inter l’anno seguente. Vinse con il Bologna i campionati del 1935-36 e del 1936-37. Poi lasciò l’Italia per via delle leggi razziali e si rifugiò in Olanda dove allenò con successo una piccola squadra prima di essere arrestato durante la seconda guerra mondiale finendo i sui giorni in un campo di concentramento (fonte www.corriere.it). La città di Bari nel 2014 gli ha intitolato una via adiacente allo stadio San Nicola.

 

Erno Erbstein

Nella stagione 1932-33 dopo il ritorno all’Inter di Árpád Weisz venne richiamato Erno Erbstein che già aveva allenato il Bari nel 1928-29 in Divisione Nazionale. Dopo sette partite venne esonerato.

 

József Ging

Giunse a Bari per guidarlo nella stagione 1938-39. A lui è legata una curiosità. L’EIAR (Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche) trasmise la diretta radiofonica della partita Genova-Bari visto il clamore che il gioco del Bari stava suscitando.

 

Stanislao Klein

Vinse il campionato italiano di serie B nel 1941-42

 

János Vanicsek

Guidò il Bari nel 1942-43

 

György Sárosi

Allenò il Bari nel 1948-49 (dall’8a alla 38a giornata) che poi giunse 18esimo salvandosi per un punto e nella stagione 1949-50 terminò il campionato con il 19esimo posto e la retrocessione in serie B.

 
Copyright © 2020 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.