Storia delle scommesse sportive

 

Rispetto alla storia calcistica del Regno Unito sicuramente la cultura italiana sul calcio e le scommesse sportive ha origini decisamente più recenti, e Totocalcio a parte, fino a pochi decenni fa puntare denaro sui risultati delle partite di pallone veniva considerata un’attività illegale, tanto che uno degli scandali più grandi è legato proprio agli anni ’80, il cosiddetto Totonero.

 

Uno degli sport più popolari in Italia è il calcio, e le scommesse calcistiche sono sicuramente le più gettonate tra gli appassionati che cercano di guadagnare qualche soldo scommettendo. Ma la storia delle scommesse sportive ha affrontato diverse rivoluzioni nascendo già da tempi remoti a partire dai romani e greci, fino all’introduzione del Totocalcio, fino ad oggi con la rivoluzione del bettingdove la maggior parte delle scommesse possono essere effettuate tramite computer o dispositivi mobili.

 

 

Come sono nate le scommesse sportive

storia-delle-scommesse-sportive-origini-roma-grecia-etruschi

Fin dai tempi degli antichi romani e greci le scommesse sportive era una pratica particolarmente diffusa. In Grecia erano soliti puntare il denaro sugli esiti dei vari sport, puntando sugli atleti preferiti che partecipavano a gare o eventi sportivi.

Anche a Roma si tendeva a puntare sulle lotte dei gladiatori e sulle corse dei carri, attività sportive organizzate nel Circo Massimo, impianto costruito dagli Etruschi ma rinnovato per volere di Giulio Cesare. In Italia la pratica delle scommesse sportive nasce proprio a Roma, ma prendeva spunto dagli antichi greci famosi per le Olimpiadi e per la passione per ogni categoria di sport.

 

Storia del Totocalcio

storia-delle-scommesse-sportive-totocalcio

Il 1946 rappresenta per l’Italia una vera rivoluzione nel mondo delle scommesse sportive calcistiche, dato che bisognerà attendere proprio quell’anno per riuscire a legalizzare le scommesse sul calcio. Il Totocalcio è il primo concorso a premi che ha per oggetto esclusivamente il gioco del calcio.

Gestito dall’ente AAMS il Totocalcio consentiva agli appassionati di scommettere su un totale di dodici partite, puntando con un segno 1, X o 2 che indicavano rispettivamente la vittoria della squadra di casa, il pareggio o la vittoria delle squadra ospite. La schedina aveva dei prezzi fissi sulla base del numero delle colonne giocate.

 

 

A partire dal 1950 il Totocalcio subisce una rivoluzione, inserendo un match in più alle 12 partite, periodo che segnerà la nascita del Tredici, con l’opportunità per gli scommettitori di potersi accaparrare ricchi premi economici qualora si fossero indovinati i pronostici di tutte e 13 le partite giocate.

Ma è il Totonero a segnare un grande momento buio per la storia del betting in Italia, proprio a causa di uno dei più grandi scandali legali al mondo del calcioscommesse. Era il 1980 quando una denuncia sollevò un polverone che provocò pesanti ripercussioni nell’intero mondo calcistico italiano.

 

L’influenza della Tv sulle scommesse calcistiche

Una maggiore spinta per tutti gli appassionati scommettitori è stata sicuramente l’esplosione della televisione all’interno di ogni casa. A poco a poco la gente imparò a scoprire l’emozione di guardare lo sport in televisione, ma che allo stesso tempo l’aggiunta di una scommessa avrebbe donato una maggiore enfasi all’attesa dell’esito della partita.

 

Dal Tredici alle scommesse online

storia-delle-scommesse-sportive

Ad oggi sono stati compiuti molti passi importanti nel mondo delle scommesse calcistiche, e uno dei punti cruciali è iniziato a partire dal 2002 quando grazie ad un Decreto Direttoriale venne data la possibilità agli operatori di poter raccogliere le scommesse sia telefonicamente che tramite web.

Diversi altri decreti hanno cercato di regolamentare il betting exchange stabilendo parametri di riferimento necessari a poter ottenere la licenza AAMS per poter operare in Italia. Sicuramente le novità nel mondo delle scommesse sportive calcistiche hanno conquistato sempre più i giocatori italiani, tanto da riuscire a raccogliere un fatturato maggiore rispetto alle agenzie fisiche nel 2015.

Negli ultimi anni proprio i bookmakers hanno continuato a garantire agli appassionati diverse novità che riguardano il mondo delle scommesse, come ad esempio le live ole app per scommesse sportive scaricabili sia su dispositivi Android che iOS.

 

 

Le novità introdotte sulle scommesse sportive offrono nuove opportunità di guadagno per chiunque, senza alcuna limitazione. Non si è più vincolati a dover attendere il fine settimana per giocare la schedina e sperare che un tredici possa stravolgere la propria vita, ma tutti hanno la facoltà di scommettere su diverse partite, sia quotidianamente che settimanalmente.

Ulteriore novità degli ultimi anni introdotta nel mondo del betting sul web è l’opportunità di poter piazzare una scommessa anche durante un evento in corso, grazie alla modalità live che consente di poter fare pronostici sul calcio e scommettere in qualsiasi momento della partita.

Scommettere online non significa dover puntare sui tradizionali segni 1, 2 o X, oggi i bookmakers consentono anche di poter puntare sulla doppia chance, così come sul giocatore che potrebbe segnare il primo goal, o anche su quanti goal saranno segnati nell’arco dei 90’, chi si qualificherà per il turno successivo di Coppia Italia. E le possibilità di guadagno tramite le scommesse calcistiche sono decisamente cambiate, e sicuramente cresciute negli anni.

 
Copyright © 2020 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.