Come avviare una web agency

 

Aprire una web agency oggi rappresenta il sogno di molte persone amanti del mondo digitale. Si tratta di un’attività che si svolge a stretto contatto con il mondo di internet e pertanto ha fascino da vendere. Ma come si fa avviare una agenzia di questo tipo? Cosa occorre e quali sono i requisiti essenziali? Conviene davvero? Cerchiamo di capirlo insieme.

 

L’attività di una web agency

come-avviare-web-agency

Per la redazione dell'articolo abbiamo chiesto aiuto al consulente seo Francesco Giammanco (francescogiammanco.it). Innanzitutto per capire come avviare una web agency, bisogna inquadrare l’attività e tutto quello che ad essa si ricollega.

 

 

I servizi che di solito offre una simile agenzia fanno riferimento alla realizzazione di siti web o e-commerce, ma anche alla manutenzione, alla gestione dello stesso e all'indicizzazione delle pagine e delle principali keywords sui motori di rcerca. Gli esperti che lavorano all’interno dell’ufficio devono conoscere alla perfezione il mondo della SEO e devono saper mettere in piedi una strategia di marketing web per la promozione di un portale. Bisogna altresì sapersi muoversi nella compravendita di spazi pubblicitari, aiutandosi con i social media.

 

L’investimento iniziale

Contrariamente ad altre tipologie di attività, una web agency non richiede grossi investimenti. Dal punto di vista organizzativo infatti, bisogna acquistare i PC, gli smartphone, un pacchetto di software che aiutino nel lavoro di ogni giorno, avere una connessione internet adeguata e così via, ovvero tutti quegli strumenti materiali o immateriali indispensabili per creare, gestire, monitorare e far crescere un sito web.

Se si tratta di un’agenzia fisica, che si deve stanziare in pubblica piazza e avere un ufficio, allora bisogna considerare l’idea di affittare un locale da adibire a sede. In caso contrario, va bene anche fare sede a casa, almeno inizialmente per ammortizzare i costi. C'è da tenere presente che di solito le web agency lavorano non solo su scala locale, ma anche a livello nazionale, per cui il titolare dell'agenzia utilizzando software come Skype, Whatsapp o Messenger può lavorare da remoto per clienti sparsi in tutta Italia ed oltre.

Dopo aver passato al vaglio le possibili spese, si può iniziare a seguire il classico iter burocratico. Ecco dunque che si deve aprire una partita iva (per garantire una fatturazione ai clienti ad hoc). Dopodiché bisogna riflettere (come dicevamo poc’anzi) se stabilire una sede legale fisica oppure no. Qualunque sia la scelta fatta, il passo seguente è quello di imparare a sponsorizzare la propria attività al fine di attirare la clientela. Questo vuol dire comunque che nel budget iniziale deve rientrare anche la spesa legata al marketing.

 

 

La creazione del sito web di una web agency

come-aprire-web-agency

Abbiamo detto che spesso le web agency spesso tendono a non stabilire una sede fisica in quanto il loro lavoro è sostenuto quasi al 100% online. Questo vuol dire che per poter essere localizzati dai clienti, ci occorre un sito web. Non un sito qualunque, ma uno ben curato, nei minimi particolari e che venga indicizzato molto bene dai motori di ricerca (sulla base delle keyword che di solito vengono inserite dagli utenti nella barra di ricerca), anche per una questione di vetrina della propria attività.

I potenziali clienti si troveranno quasi sicuramente a cliccare sui siti posizionati in prima pagina Google, perché basandosi sull'indicizzazione, crederanno che la web agency sia più affidabile di altre.

Comunque sia, non solo bisogna avere un sito ben indicizzato, ma bisogna avere una portale che sia presentabile, bello graficamente, accattivante. La professionalità non deve mai mancare all’interno del sito, devono essere chiariti tutti i servizi offerti e perché no possono essere mostrati anche esempi di lavori già svolti.

Immancabile deve essere la pagina dei contatti, indicando così il possibile recapito telefonico, l’indirizzo di posta elettronica e quello fisico in caso ci sia una sede.

 

La presentazione di offerte e preventivi e il mondo dei clienti

Affinché l’attività possa essere promossa ad ampio raggio, una web agency in erba deve proporsi alla clientela. Il modo migliore di farsi pubblicità è sponsorizzare delle offerte speciali dal punto di vista economico, che vanno sottoposte a tutti gli interessati. Per proporre la propria attività possono essere usate le classiche campagne pubblicitarie, o quelle di e-mail marketing e social marketing. Sicuramente si tratta di un modo efficiente per riuscire ad attirare l’attenzione degli utenti. Soprattutto di quella di coloro che hanno bisogno di uno dei servizi per cui l’agenzia è nata.

Molte volte poi chi va alla ricerca di un professionista del web lo fa accompagnando alle parole chiave il riferimento di categoria o il progetto di cui hanno bisogno. A volte vanno alla ricerca della migliore offerta attraverso siti e Marketplace che raccolgono queste tipologie di offerte. Per questo motivo l’agenzia deve iscriversi su questi siti, dove proporrà tutto ciò che è in grado di svolgere e dove dovrà anche indicare la proposta economica per i potenziali clienti.

 

 

Qualche ultima considerazione

avviare-web-agency

Di sicuro, all’inizio non è cosa semplice gestire in autonomia l’attività, anche perché il settore è molto ampio e le richieste dei clienti possono essere tante e tutte diverse tra loro richiedendo più competenze allo stesso momento da parte dell'agenzia. Tuttavia insistendo e senza demordere, e in particolare specializzandosi e rimanendo aggiornati, l’attività imprenditoriale potrà fare passi da gigante.

Le possibilità di guadagno sono molto alte, purché l’attività venga intrapresa in un determinato modo. Il mondo digitale è pieno di risorse: è giunto il momento di metterle a frutto.

 
Copyright © 2019 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! รจ un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.