6 consigli per iniziare ad andare in MTB

 

In molti considerano l’esercizio fisico con la mountain bike come un mezzo attraverso il quale entrare in contatto con il mondo, vivendo delle emozioni mai avute sino ad ora. Si può andare alla scoperta di boschi e sentieri, percorrendo confini, passi e valichi. Ma si può fare anche un giro intorno alla casa o per le strade della città. Insomma, la MTB è uno stile di vita, un’avventura, una tendenza: uno strumento che immortala emozioni proprio come farebbe un qualunque altro passatempo.

 

Per cominciare a muovere i primi passi con una Mountain Bike bisogna seguire dei pratici e semplici consigli. Gli esperti suggeriscono di iniziare con l’acquisto di una bici e di essere costanti nell’allenamento per raggiungere i risultati sperati.

 

 

Scegliere la bici

consigli-mountain-bike

Il primo grande passo da fare per imparare a pedalare una MTB è scegliere la bici giusta. In commercio infatti ce ne sono di diverse misure e con requisiti differenti tra loro. Ogni brand presente sul mercato propone infatti modelli con dimensioni del telaio più o meno differenti.

In pochi sanno che per scegliere la bici giusta bisogna andare in base alla propria altezza, o più precisamente in base all’altezza del cavallo. Quando ci rechiamo nel negozio, il venditore, che si spera possa essere esperto della materia, dovrà infatti indurci all’acquisto del modello migliore in commercio, ma per stile e dimensioni adatti alle nostro esigenze. Sarebbe pratica ideale farci provare la bicicletta misurando l’altezza della sella. Sarà quello il primo (e spesso unico) elemento decisivo ai fini dell’acquisto.

 

Cominciare lentamente

Scelta la bici, automaticamente verrà da sé la scelta del sentiero ideale da percorrere. Se siamo alle prime armi si devono evitare percorsi e strade in salita. Così come bisogna evitare di scalare la cima di una montagna.

La scelta più saggia sarebbe cominciare da piccoli pezzi di strada, meglio se spianata, senza ostacoli o troppe curve. In caso contrario rischiamo di appesantire troppo le gambe, di farci venire il fiatone e un gran peso alla testa. Meglio optare per percorsi misti asfalto e sterrato, in pianura o con dislivelli appena accennati. I giri devono essere pochi, al massimo pochi chilometri, impiegando massimi un’ora.

La prima fase di allenamento infatti consiste nell’abituare le gambe a girare, di abituare la schiena a stare seduti in sella, e poi arriverà tutto il resto.

 

 

Essere molto costante

guida-mountain-bike

Qualunque cosa facciamo, qualunque sia il nostro hobby, la costanza è quella che ci aiuta a migliorare giorno dopo giorno. Non occorre uscire un giorno e fare 100 km: questo non farà di noi dei campioni. Meglio smezzare i chilometri in una settimana, ma essersi esercitati ogni giorno, piuttosto che fare un unico grande percorso nell’arco di poche ore.

Qualunque sia la motivazione per la quale abbiamo deciso di imparare ad andare in MTB, l’importante è assimilare le tattiche del pedalare esercitandosi con frequenza e assiduità. Di solito gli esperti suggeriscono di iniziare con due o tre uscite da pochi chilometri, per poi aggiungere ogni giorno uno spezzone di strada, magari incrementando piano piano con dislivelli, curve e ostacoli.

 

Usare abiti adeguati alla bici

L'outfit è molto importante quando si va in bici. Questo non vuol dire spendere un patrimonio, ma acquistare l’abbigliamento consono che ci faccia sentire a nostro agio una volta in sella. Il consiglio è di evitare capi in cotone, ma viceversa acquistare una maglietta tecnica professionale, con annessa giacca antivento e antipioggia. Questo tipo di vestiario va indossato anche se fa caldo, perché i percorsi in montagna o ad alta quota saranno sempre caratterizzati da un clima differente. Per quanto concerne i pantaloncini, il must è di comprare quelli da ciclismo.

Per il casco, in Italia non esiste l’obbligo di indossarlo. Più che un dovere dovrebbe infatti rappresentare un’abitudine insita per salvaguardare la propria incolumità in caso di cadute improvvise. La regola vale per tutti, ma un poco di più per chi decide di avventarsi nei boschi, dove le insidie possono essere in agguato e le cadute sono più probabili.

 

Imparare le basi di approccio alla MTB

mountain-bike-per-principianti

L’ABC della MTB è strettamente necessario da conoscere se vogliamo avere dimestichezza alla guida della bici. Per cui bisogna esercitarsi molto per imparare a guidare in salita e in discesa. Si deve avere un buon approccio nel percorrere le curve e nello schivare gli ostacoli. Queste sono regole necessarie se ci vogliamo divertire in sicurezza.

Non per forza poi bisogna conoscere alla perfezione la meccanica della bici, ma quanto meno il minimo indispensabile. Per cui tra i consigli da seguire c’è anche quello di imparare a pulire e ingrassare la catena o di sopperire ad un eventuale perforamento dello pneumatico.

 

 

Non dimenticare il divertimento

Infine non si deve mai dimenticare che la regola per antonomasia dei nostri passatempi è il divertimento. Non importa quanto tempo occorre per riuscire nell’intento, ma conta i percorsi che riusciremo a fare sia interiormente che praticamente con la bici (qui su tavolesportive.com trovi i migliori percorsi in Italia).

Se impariamo a prendere l’esperienza della MTB con lo spirito giusto, non solo avremo bellissime soddisfazioni, ma potrebbero esserci anche grandi svolte nella nostra vita.

 
Copyright © 2019 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.