Come aprire un bar?

 

Aprire una propria attività può essere un passo importante per molte persone. Vediamo quali sono i passi da seguire per chi vuole aprire un bar e avere successo nella propria idea imprenditoriale.Quando si ha la determinazione di avviare una propria attività, in qualsiasi settore questa sia, è bene pianificare con molta attenzione tutti i passi da fare. L’entusiasmo legato a questa sfida, non deve far perdere la concentrazione e l’obbiettivo da raggiungere. Avere successo e quindi ottenere un ottimo riscontro economico e di soddisfazioni dall’attività.

 

In questa guida, sono presenti tutti gli step principali da prendere in considerazione per chi vuole aprire un bar. Se si hanno dei dubbi su alcuni passi, o non si hanno le competenze necessarie a chiarire il punto in questione, è sempre possibile chiedere l’aiuto ad un consulente specializzato in questa tipologia di attività. In questo modo, si potrà avere il punto di vista di un professionista dalle grandi capacità e che in pochi giorni può risolvere anche le problematiche più complicate legate all’apertura di un bar.

 

 

1. Decidere il tipo di bar che si desidera aprire

come-aprire-un-bar

Il primo punto da prendere in considerazione, ancora prima di iniziare a decidere la location o la tipologia di arredamento, è quello di decidere quale tipo di bar si vuole aprire. Le opzioni a disposizioni possono essere molte.

 

Bar di quartiere

Questa tipologia di bar si trova praticamente in ogni paese o città. Sono piccoli a accoglienti locali, dove le persone che abitano nelle vicinanze si recano per bere un drink la sera o per guadare eventi sportivi in televisione con gli amici. Una delle loro caratteristiche è di avere un’atmosfera “casalinga”. In molti casi, è probabile che si crei un giro di clienti abituali che si daranno appuntamento per trascorrere delle serate insieme.

I costi di avvio spesso variano in base alla locazione vera e propria del bar. Più è centrale o in una zona di prestigio, maggiore sarà il costo per l’acquisto del locale. Aprire un bar in una zona con molte persone può essere un ottimo affare per le proprie finanze, in particolare se si sceglie un quartiere con abitanti benestanti.

 

Bar sportivi

A differenza dei bar di quartiere, i bar sportivi di solito offrono una vasta selezione di panini, toast e snack da consumare durante le partite. In molti casi, chi lavora fino a tardi si reca direttamente al bar una volta finito il lavoro. Quindi, è facile che decida di cenare sul posto.

Una delle particolarità di questa tipologia di bar è la presenza di televisori di grandi dimensioni e la possibilità di seguire partite anche su canali a pagamento. Avere un abbonamento ai migliori servizi di intrattenimento per sportivi è quindi un obbligo a cui non ci si può negare se si decide di aprire questa tipologia di bar. I clienti che si recano in questa tipologia di bar, possono anche essere interessati a videogiochi o intrattenimenti legati allo sport. Può essere una buona idea inserire questa tipologia di intrattenimenti per incrementare i propri guadagni.

 

Bar tematici

I bar tematici sono bar focalizzati su un determinato tema (sigari, pipe ad esempio), o su una tipologia di bevande (vino, gin o whisky ad esempio). Naturalmente, oltre ad avere una specializzazione, questi bar possono offrire una vasta gamma di prodotti. Ad esempio, i bar specializzati in gin offrono anche altri cocktail e bevande nei propri listini.

In base alla specializzazione che si andrà a scegliere, il prezzo può incrementare anche di molte migliaia di euro. Se si scelgono prodotti molto costosi, il rifornimento del magazzino avrà sicuramente un onere molto alto.

 

 

2. Identifica il luogo più ideale

aprire-un-bar

Il prossimo punto da prendere in considerazione per l’apertura di un bar è la location vera e propria. Si può prendere in considerazione l’idea di acquistare un bar già esistente, costruirne uno nuovo o decidere di affidarsi ad un franchising.

Acquistare un bar già esistente può essere un’idea molto allettante, poiché si può risparmiare sulle attrezzature professionali per bar, sul mobilio e si può partire già con una base di clienti abituali. Prima di prendere in considerazione questa idea, è sempre bene cercare di capire come è la situazione generale e se il bar in questione è di successo o è in declino. Purtroppo, non sempre quello che sembra oro lo è in effetti.

Costruire un bar da zero è una soluzione che purtroppo mette gli imprenditori di fronte a una spesa iniziale sicuramente più onerosa. Anche se questo offre la possibilità di personalizzare il tutto in base alle proprie volontà, può portare il costo di realizzazione a una spesa decisamente superiore al preventivato. In molti casi, si possono verificare dei fattori durante la costruzione che portano a sforare il preventivo fatto al momento dell’inizio dei lavori.

Affidarsi ad un franchising è sicuramente una opzione “di comodo” e che permette di avere consulenze di qualità da parte del reparto marketing del franchising scelto. Per contro parte, lega il proprio bar a un nome che difficilmente si potrà slegare dal proprio. Spesso, se si sceglie di abbandonare il franchising, ci sono una serie di clausole e pagamenti da effettuare. Inoltre, si dovrà rimuovere tutti gli arredamenti legati al marchio.

 

 

3. Creare un business plan

come-avviare-un-bar

Anche se i piani aziendali sono utilizzati dalle imprese per ottenere spesso dei fidi o dei prestiti dalle banche, in molti casi sono una fase importante per pianificare l’apertura di una azienda. Queste linee guida, sono importanti per rimanere concentrati sui compiti più importanti e aiutare le persone a far crescere il proprio business.

 

Ecco dei consigli essenziali per creare un buon business:

- delineare il proprio concetto nei dettagli;
- includere l’analisi dei profitti e delle perdite per rappresentare la redditività dell’azienda;
- evidenziare i vantaggi della posizione del locale;
- verificare i costi del personale e delle spese giornaliere;
- delineare i possibili rischi.

 

Grazie a questi dettagli, si potrà realizzare un business plan ideale per comprendere se la propria idea potrà avere successo oppure no.

Avviare un’attività come un bar non è sicuramente un’impresa priva di rischi, ma se si studia nei minimi dettagli l’operazione si può avere la certezza di avviare un’attività di successo e che potrà portare cospicui guadagni.

 
Copyright © 2019 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! รจ un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.