Tutto il CALCIOMERCATO del Bari!

 

Le operazioni di calciomercato condotte dall'SSC Bari (ex as Bari calcio, ex FC Bari 1908) sino a questo momento. Aggiornamenti continui su cessioni, acquisti, trasferimenti, calciomercato estivo ed invernale. Le ultime notizie sulla squadra dei galletti, statistiche, probabili formazioni, interviste a giocatori, allenatore e dirigenti.

 

 

Calciomercato Bari

 

06.05.21 - Ghirelli: “Esclusione squadre di C dalla Coppa Italia viola diritti consolidati. Lunedì consiglio direttivo”
Anche il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli è intervenuto per commentare il nuovo format della Coppa Italia, che a partire dalla prossima stagione non prevederà più là partecipazioni delle squadre di Serie C: “La decisione della Serie A di escludere le squadre di Lega Pro dalla Coppa Italia non solo viola diritti consolidati, ma è espressione di una concezione elitaria del calcio, incapace di avere una visione di sistema. Lunedì è convocato il Consiglio direttivo della Lega Pro, che adotterà ogni iniziativa per tutelare i diritti delle proprie squadre e per salvaguardare una cultura del calcio che sia rispettosa dei valori più autentici dello sport. Innovare è giusto, ma salvando la coesione del sistema calcio”.
tuttobari.com

 

 

05.05.21 - Bari, si può fare! Ai playoff tutto è possibile: Samp e Cosenza insegnano
É innegabile che quella in corso sia la stagione più deludente della storia recente del Bari. Un’annata nata tra mille aspettative e proseguita tra cambi di allenatori e sfiducia della piazza verso una squadra poco avvezza al sacrificio. All’orizzonte lo spauracchio dei playoff, una lotteria che in caso di vittoria potrebbe capovolgere le sorti dei biancorossi, regalando alla storia i nomi dei protagonisti di quella che sarebbe una cavalcata trionfale con pochi precedenti. Un ipotesi difficile, ma non impossibile, vista le infinite potenzialità di una rosa, quella dei galletti, che sulla carta non ha niente da invidiare alle rivali più accreditate degli altri gironi.

Quella del Bari non sarebbe la prima volta che una squadra decisamente sfavorita in partenza riesce poi a sovvertire i pronostici nella post season. È il caso della Sampdoria 2011-2012, l’anno precedente clamorosamente retrocessa in B dopo un preliminare di Champions e successivamente promossa in Serie A ai playoff partendo da un anonimo sesto posto in campionato. Qualche anno più tardi è toccato al Verona compiere l’impresa: fuori dalla griglia degli spareggi a due giornate dal termine del campionato, gli scaligeri hanmo beneficiato dell’avvicendamento in panchina tra Grosso e Aglietti, che condurrà la compagine veneta a un’insperata scalata conclusasi con la promozione in Serie A.

In Serie C è negli annali la promozione del Cosenza di Piero Braglia nel 2018. I calabresi, dopo aver chiuso la stagione regolare al quinto posto, sono riusciti a raggiungere l’atto finale della post season partendo dal primo turno, eliminando in serie tutte le favorite alla vittoria finale. Una promozione incredibile, dalla quale potrebbe prendere spunto il Bari, che a differenza dei lupi silani inizierà il proprio cammino dal secondo turno, un vantaggio da non sottovalutare che permetterà ai biancorossi di arrivare più riposati rispetto agli avversari.
tuttobari.com

 

 

03.05.21 - Playoff al via, il tabellone aggiornato. Bari al secondo turno contro...
Giornata di verdetti in Serie C. Domenica prossima inizieranno ufficialmente i playoff, con 28 squadre che si contenderanno l'ultimo posto per la Serie B, dopo la promozione di Ternana, Perugia e Como. Di seguito il tabellone playoff.

Primo turno playoff, domenica 9 maggio 2021:

Triestina-V.Verona

Cesena-Mantova

Matelica-Sambenedettese

Pro Patria-Juventus U.23

Lecco-Grosseto

Albinoleffe-Pontedera

Catania-Foggia

Juve Stabia-Casertana

Palermo-Teramo


Al secondo turno playoff, mercoledì 12 maggio 2021:

Feralpisalo, Pro Vercelli, Bari

Al primo turno fase nazionale, domenica 16/ giovedì 20 maggio (gare in andata e ritorno):

Sudtirol (miglior terza), Modena (miglior quarta), Renate, Avellino

Al secondo turno fase nazionale, lunedì 24/ venerdì 28 maggio (gare in andata e ritorno):

Padova, Alessandria, Catanzaro

Final four:

Da stabilire

tuttobari.com



03.05.21 - Antenucci torna protagonista, bene D'Ursi. Di Cesare disattento. Le pagelle
Il Bari ritrova la vittoria nel derby con il Bisceglie e mette in cassaforte il quarto posto. Biancorossi subito sotto: Rocco porta in vantaggio gli ospiti. A fine prima frazione D'Ursi trova il pari. Nel finale il gol vittoria di Antenucci.

Di seguito le pagelle dei biancorossi:

MARFELLA 6 A volte incerto, soprattutto quando esce dall’area di rigore e rimedia un giallo evitabile. Attento nel finale sulla punizione deviata di Romizi;

SABBIONE 5 Si fa superare in modo troppo facile nell’azione che porta al vantaggio ospite;

DI CESARE 5 Anticipato da Rocco in occasione dello 0-1. Spesso in ritardo, seconda parte di stagione da incubo;

PERROTTA 6 Il più attento dei tre centrali. Prova qualche sortita offensiva;

ROLANDO 5.5 Continua a non convincere. Tanto fumo e poco arrosto;

MAITA 6 Il più intraprendente dei centrocampisti ma lontano parente del Maita ammirato nella prima parte di stagione;

DE RISIO 5.5 Recupera diversi palloni ma è poco preciso nello smistarli;

CIOFANI 5.5 Prova a fare il suo, senza riuscire quasi mai a superare il suo diretto avversario;

D’URSI 6.5 Dà speranza al Bari con una perfetta girata sulla quale Spurio non può nulla. Ad inizio ripresa si divora il raddoppio;

ANTENUCCI 7 Sembra un’altra giornata no, poi confeziona assist e gol. Dovrà essere l’uomo in più negli spareggi promozione;

CIANCI 5.5 Non è quasi mai pericoloso. Bomber da ritrovare per i playoff;

MERCURIO 6 Ravviva la manovra offensiva del Bari. Dai suoi piedi nasce l’azione che porta al 2-1;

BIANCO sv

CANDELLONE sv

SEMENZATO sv

AUTERI 6 L’inizio del match sembra il prosieguo della gara con la Turris. Nel finale la vince con i cambi ma ai playoff servirà un Bari completamente diverso da quello visto con il Bisceglie.
tuttobari.com

 

 

29.04.21 - Scontri in autostrada tra baresi e leccesi: Arrivano le punizioni esemplari!
A febbraio 2020 in molti ricorderanno gli scontri tra le tifoserie baresi e leccesi, dirette rispettivamente  a Castellammare di Stabia e a Roma per assistere alle partite delle rispettive squadre di calcio, sulla A16. Dopo l'esplosione di alcuni petardi, le tifoserie entrarono in contatto dando il via ad una serie di scontri che hanno portato al danneggiamento di 5 minivan della tifoseria leccese, di cui 2 dati alle fiamme e fatti oggetto di atti predatori con sottrazione di tutto il materiale contenuto nei borsoni (sciarpe e striscioni con colori giallorossi).

Come si legge su bari.ilquotidianoitaliano.com, sono i 17 i Daspo scattati in giornata. Tra questi, 12 provvedimenti prevedono l’obbligo di firma. I tifosi colpiti non potranno partecipare a partite di calcio per un periodo compreso tra i 2 e i 6 anni.
tuttobari.com


 

 

 

27.04.21 - Gravina: "Stop alle multiproprietà delle società", e per quanto riguarda il Bari con i De Laurentiis...
Al termine della riunione odierna del Consiglio Federale, il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina ha commentato le ultime novità in materia di multiproprietà. Ecco le sue parole, riprese da TuttoC: “Abbiamo modificato due norme, una importante perché è un impegno assunto nel 2018. La prima impedisce le multiproprietà: non si può più avere più di una società nel mondo del calcio, professionistico o dilettantistico. Salvaguardando ovviamente i diritti già acquisiti. Poi abbiamo modificato tutto il processo di verifica delle partecipazioni societarie: al di là del controllo preventivo, nel caso di dichiarazioni mendaci ci sarà il deferimento. In caso di violazioni si va dalle penalizzazioni all’esclusione del campionato”.
tuttobari.com

 

 

25.04.21 - Auteri: “Non sono un mago ma sono sicuro che la situazione migliorerà. Mercurio? Si sarebbe smarrito”
Al termine della gara contro la Turris, il tecnico dei galletti Gaetano Auteri è stato intercettato dai microfoni di RadioBari per commentare il match appena terminato. Ecco le sue parole: “Abbiamo fatto un discreto primo tempo, abbiamo aggredito e concesso poco poi abbiamo preso un gol stupido su un contrasto aereo, non è che la Turris avesse chissà che marcantoni davanti. Ci siamo un po' persi in seguito, c’è bisogno di lavorare e riprendere una condizione fisica migliore, alcuni non stanno come quando li avevo lasciati. Abbiamo fatto un secondo tempo brutto, figlio delle mie scelte, dipese dalla prestazione di alcuni giocatori al di sotto. Sembrerà un paradosso ma nel primo tempo abbiamo fatto una buona partita, con una buona pericolosità, nella seconda frazione siamo stati costretti a cambiare, c’è stata un po' di confusione perché ci siamo messi in un modo anche quando abbiamo con Marras e Rolando esterni bassi, che era una cosa avevo pensato quando sono andato via e che oggi ho voluto proporre. Abbiamo bisogno di lavorare e recuperare alcuni calciatori alla loro condizione fisica migliore, c’è bisogno anche di un altro atteggiamento. Non possiamo chiedere nulla a nessuno, ho chiesto ai ragazzi di stare zitti, parlo io, sono sicuro che le cose le risolveremo. Non vi chiederò tempo, le responsabilità della confusione del secondo tempo sono mie".
Continua Auteri: "Quando parlo del primo tempo mi riferisco a un atteggiamento più consapevole, non siamo stati perfetti altrimenti avremmo fatto gol. Loro erano molto chiusi, abbiamo cercato di fraseggiare. Abbiamo costruito delle azioni importanti, ho visto delle cose buone nel primo tempo, nel secondo tempo no. Di credito non ne abbiamo, lavoreremo, più di questo non possiamo fare. Io non sono un mago ma sono sicuro che cambieremo questa situazione. Il campionato sta finendo, sarebbe stato sicuramente un bene guadagnare una posizione migliore del quarto posto".

Sull’atteggiamento mentale della squadra: "Nel secondo tempo la squadra ha perso alcune certezze tattiche, nel primo stavamo facendo una buona partita, nel secondo abbiamo fatto molta confusione. L’aspetto mentale ci può stare, le negatività incidono, quando un calciatore dal punto di vista fisico si sente bene queste negatività vengono meno. La squadra sta fisicamente peggio rispetto a due mesi fa, Antenucci non ha la gamba, la stessa cosa Rolando, Perrotta, Sabbione e Semenzato.Alcuni come Maita e De Risio hanno valori atletici migliori e possono fare bene. Quello che dovevo dire l’ho detto".

Riguardo le scelte tattiche: "Ho pensato a inserire Mercuruio però poi in quel momento eravamo con i due sterni Rolando e Marras, in quel momento non ci stava fargli fare un ruolo che non è il suo. In una partita del genere Mercurio si sarebbe smarrito, ha qualità importanti ma ha bisogno di essere sostenuto e inserito in un contesto diverso".

Sui meriti degli avversari: "La Turris ha giocato con molto accanimento, in una condizione mentale diversa. Loro hanno triplicato gli sforzi, noi abbiamo subito tutto questo. Sembra che dal punto di vista agonistico ci abbiano sovrastato ma in realtà è perchè hanno giocato con grande sacrificio e mentalità, noi no. Nel primo tempo non si è notata la differenza, però prendere gol così è da stupidi Ci siamo perduti nel corso della gara. È vero che non abbiamo fatto tanti tiri in porta però siamo stati squadra. Non chiediamo tempo a nessuno, non vogliamo crediti ma sono sicuro che le cose le miglioreremo".

Conclude il tecnico: "Continueremo a lavorare e poi tireremo le somme, il nostro lavoro è in funzione dell’ultima di campionato. Io sono fatto così, per me anche un’amichevole è importante, lavoreremo in vista del Bisceglie, non so neanche se sia determinante, non so i risultati. Io ripeto, personalmente potrei dire tante cose, dico solamente che le cose le miglioreremo. Non credo che il Bari abbia dei limiti caratteriali, all’interno di un gruppo se 4-5 non fanno la prestazione perché i parametri fisici sono scaduti è chiaro che la prestazione corale si comprometta. Nel primo tempo abbiamo preso una rete davvero stupida, poi nel secondo abbiamo compromesso tutto. Avere in panchina gente come Cianci o altri e poi dover cambiare assetto di gioco ha contribuito a fare una brutta partita. I ragazzi hanno perso alcuni canoni, quello che abbiamo fatto nel secondo tempo lo pensavo due mesi e mezzo fa e non l’ho mai potuto mettere in pratica. Le analisi le faremo all’interno dello spogliatoio, io nonostante possa sembrare fiducioso continuo a essere positivo perché sono sicuro che i problemi li risolveremo. Ci sono da ripristinare alcuni parametri fisici che sono molto importanti".
tuttobari.com



25.04.21 - Il Catanzaro espugna Viterbo ed è secondo. Crollo Bari, accorciano Catania e Juve Stabia
Nel tardo pomeriggio si sono disputate le gare relative al penultimo turno del Girone C. La Ternana, già vincitrice del campionato, espugna Monopoli in rimonta e migliora il primato assoluto di punti conquistati nella storia della categoria. Si accende, invece, la lotta al secondo posto con l'Avellino, bloccato in casa dal Teramo, raggiunto a quota 57 dal Catanzaro, vittorioso sul terreno della Viterbese. In questo momento i calabresi sarebbero addirittura avanti per via degli scontri diretti.

Benissimo Catania e Juve Stabia che superano rispettivamente Casertana e Foggia con il medesimo parziale (3-0) e arrivano a sole due lunghezze dal quarto posto, occupato dal Bari nonostante il crollo in quel di Torre del Greco. I campani sono così matematicamente salvi, approfittando del ko della Vibonese a Bisceglie. Nelle altre partite pareggio a reti bianche tra Paganese e Potenza, mentre il Palermo si impone sulla Cavese con uno spettacolare 3-2.

RISULTATI

Domenica 25 Aprile ore 17:30

Avellino-Teramo 0-0

Bisceglie-Vibonese 1-0

Catania-Casertana 3-0

Juve Stabia-Foggia 3-0

Monopoli-Ternana 2-4

Paganese-Potenza 0-0

Palermo-Cavese 3-2

Turris-Bari 3-0

Viterbese-Catanzaro 0-2

CLASSIFICA

Ternana 90

Catanzaro 67

Avellino 67

Bari 60

Catania 58

Juve Stabia 58

Foggia 50

Palermo 50

Teramo 49

Casertana 44

Monopoli 40

Viterbese 40

Potenza** 39

V.Francavilla 38

Turris* 38

Vibonese 35

Paganese 31

Bisceglie 30

Cavese* 18

*una gara in meno

** una gara in più

Catania -2 punti di penalizzazione.
tuttobari.com



25.04.21 - Antenucci assente ingiustificato, disastro Sabbione-Semenzato. Non si salva nessuno. Le pagelle
Un'altra domenica amarissima per i tifosi del Bari, che sono costretti ad assistere al 3-0 rifilato dalla Turris alla squadra di Auteri. Con il ko odierno, anche il quarto posto potrebbe essere in bilico: si deciderà tutto nell'ultimo match interno con il Bisceglie.
Di seguito le pagelle:

FRATTALI 5.5 Incerto sul primo gol. Può poco o nulla sulle altre due reti;

DI CESARE 5 In costante difficoltà, dov’è finito il capitano vero leader biancorosso?

SABBIONE 4.5 Un’altra domenica in apnea. Mai sicuro, sbaglia diversi appoggi semplici. Regala il 3-0 ai campani;

PERROTTA 5.5 Qualche errore di troppo, dal suo lato nasce l’azione che porta al primo gol della Turris;

SEMENZATO 4.5 Che disastro! Quasi invisibile sul vantaggio corallino, poi i soliti errori. Mai in partita;

MAITA 5.5 L’unico a provarci ma non è il Maita del girone d’andata. Anche l’ex Catanzaro fa fatica in un contesto sconcertante come quello biancorosso;

DE RISIO 5 Dovrebbe essere la diga in mezzo al campo. Finisce per far costantemente falli;

ROLANDO 5 Corre tantissimo, spesso a vuoto. Continua a non convincere;

MARRAS 5 Solo fumo, di arrosto non c’è nulla. Sbaglia tutto;

D’URSI 5.5 Nei primi 45 minuti è tra i più attivi, poi sparisce dal rettangolo verde;

ANTENUCCI 5 Continua a deludere e a non segnare. Un’altra domenica da dimenticare per l’ex Spal;

CIANCI 5.5 Prova a fare il suo ma è servito poco e male;

MINELLI 5.5 Il suo ingresso avviene a gara già compromessa. Affonda insieme ai compagni;

LOLLO 5.5 Entra ma non si vede quasi mai;

AUTERI 4.5 Ritorno shock, con tre gol sul groppone. A Torre Del Greco il Bari gioca discretamente i primi venti minuti, poi è annichilito dalla Turris.
tuttobari.com

 

 

22.04.21 - Tangorra in... tackle: “Esonero Carrera mossa disperata, Auteri non resterà. Terzo posto? Sfumato”
L'esonero di Massimo Carrera è l'ennesimo scossone di una stagione travagliata e non priva di colpi di scena. L'ex difensore biancorosso Massimiliano Tangorra è intervenuto ai microfoni della nostra redazione per fare chiarezza sull'attuale momento dei galletti. Ecco le sue parole: “L'allontanamento di Carrera è stata una scelta di pancia. A due partite dalla fine mi sembra una decisione dettata dal momento e non da una scelta tecnica ponderata, alla fine è stato richiamato Auteri solamente perché sotto contratto. Mi sembrava più logico far finire a Carrera, poi una volta terminato il campionato fare le proprie valutazioni. In questo modo sembra che non essendoci una figura dirigenziale forte venga scelto tutto dal presidente, che per quanto possa capirne di calcio ha bisogno del sostegno di un direttore sportivo. Questo esonero mi è sembrata una mossa disperata, senza senso. Quest’anno si possono cambiare allenatori ogni mese ma se la squadra ha quei limiti di personalità così evidenti non li può risolvere né Auteri né nessun altro. La squadra a gennaio è stata indebolita, non sono stati presi giocatori funzionali alla categoria. Questo deve essere da monito per l’anno prossimo, errare umano perseverare è diabolico”.
tuttobari.com

 

 

21.04.21 - Da Cornacchini all'Auteri-Bis: gli allenatori dell'era De Laurentiis. Carrera il meno longevo
È notizia do ieri il ritorno di Gaetano Auteri sulla panchina del Bari. Arrivati alla fine del terzo anno della gestione De Laurentiis, sulla panchina del club biancorosso si sono già alternati quattro tecnici (cinque, se si considera l’Auteri-bis).

A inaugurare l’era della famiglia romana, ci ha pensato la squadra di Giovanni Cornacchini, che il 12 agosto del 2018 fu ufficialmente annunciato come primo allenatore della SSC Bari. Dopo una promozione in Serie D ottenuta con pochi intoppi, il cammino in Serie C dell’attuale allenatore del Gubbio si fece in salita, concludendosi con l’esonero in una domenica di settembre, a seguito della sconfitta contro la Virtus Francavilla. Con 406 giorni in attività nel capoluogo pugliese, Cornacchini è, ad oggi, l’allenatore più longevo della gestione De Laurentiis.

Al suo posto subentrò Vincenzo Vivarini, tecnico abruzzese che ha raggiunto risultati lodevoli con i galletti. Al comando dell’armata di Simeri e compagni, l’ex allenatore dell’Entella raggiunse una finale playoff, senza mai perdere una partita in campionato. A seguito della sconfitta con la Reggiana, però, ad agosto la società biancorossa annunciò che Vivarini non sarebbe stato confermato per la stagione attuale, venendo sollevato dall’incarico dopo 335 giorni dal suo arrivo in Puglia.

Gioie alterne invece le ha vissute Auteri nel suo primo mandato in biancorosso, durato 168 giorni. Nonostante fino a due mesi fa il suo Bari si trovasse al secondo posto, a causa di numerose prestazioni deludenti, aggravate da un calciomercato incolore, fu sostituito da Massimo Carrera.

L’ex difensore biancorosso, però, ha dovuto sobbarcarsi i problemi e il malumore che la squadra aveva raccolto fino a quel momento, non riuscendo a curare le ferite come avrebbe voluto. Complici diversi errori di valutazione tattica palesati nelle ultime apparizioni, nella giornata di ieri Carrera ha interrotto la sua esperienza di 69 giorni sulla panchina dei biancorossi.

Non ci è ancora dato sapere quanto durerà la seconda esperienza di Auteri. Quel che è certo, però, è che il Bari di De Laurentiis, finora, non è mai riuscito a garantire ad alcun allenatore una permanenza longeva in biancorosso, per poter costruire un progetto a lungo termine che, ad oggi, si fa fatica ad intravedere.
tuttobari.com

 

 

20.04.21 - Dal trenino all'epilogo amaro: l'avventura barese di Carrera
Le esultanze ai gol di Cianci, il trenino e le foto nello spogliatoio: l'inizio dell'avventura di Massimo Carrera sulla panchina biancorossa sembrava aver risvegliato entusiasmo all'interno della squadra e della piazza. Nelle prime quattro partite sono arrivate tre vittorie (contro Monopoli, Foggia e Juve Stabia)  ed un pareggio (a Catania), con un ritmo che faceva presagire un rilancio di una compagine che allora sperava ancora di poter restare incollata al primo posto.

Dopo l'avvio da urlo, però, la situazione si è improvvisamente incrinata ed il Bari è entrato in una terribile crisi dal quale non è più fuoriuscito. Nelle quattro uscite successive, infatti, la formazione biancorossa ha raccolto un solo punto, frutto delle sconfitte con Potenza, Ternana e Catanzaro e del poco convincente pareggio contro la Casertana.

I due successi con Paganese e Vibonese, pur arrivati senza brillare eccessivamente, avevano dato un minimo segnale di speranza, al quale però non è seguita nessuna scossa. Subito dopo, infatti, il Bari è nuovamente caduto in maniera abbastanza rovinosa, con il ko di Avellino che ha fatto male non solo dal punto di vista della classifica, ma anche da quello del morale.

La sfida con il Palermo non è riuscita a dare la svolta, ed ha portato all'esonero di un Carrera, che pur con numerose attenuanti non è stato capace di risollevare le sorti di una stagione maledetta. Il tecnico lascia con uno score di cinque vittorie, tre pareggi e quattro sconfitte, per una media di 1.5 punti a partita.

Dodici i gol fatti, undici quelli subiti: troppo poco per una squadra che puntava a rialzarsi e che invece non è stata in grado di farlo.
tuttobari.com

 

 

19.04.21 - Carrera esonerato, pronto il ritorno di Auteri
É stato esonerato mister Carrera. Al suo posto, secondo quanto scrive la Gazzetta del Mezzogiorno, pronto il ritorno di Auteri.
tuttobari.com

 

 

18.04.21 - Mercurio suona la sveglia, Marras regala il rigore. Le pagelle dei biancorossi
Un pareggio per 2-2 con il Palermo che, classifica alla mano, lascia il Bari quarto in graduatoria, scavalcato anche dal Catanzaro. Ma la capacità di reazione dimostrata nel rimontare il doppio svantaggio, grazie alle reti di Mercurio e Perrotta, lascia qualche speranza in vista dei playoff.

Di seguito, le pagelle dei biancorossi:

FRATTALI 5,5 - Belle parate, nel primo tempo. In almeno tre occasioni fronteggia da par suo gli attaccanti avversari. Ma non può nulla sul rigore di Floriano e si addormenta sul raddoppio rosanero.

SABBIONE 5,5 – Richiamato a gran voce, in più occasioni, da mister Carrera, per qualche imperfezione difensiva di troppo. Appare incerto, come troppo spesso in stagione.

DI CESARE 5,5 – Nella difesa biancorossa dovrebbe essere un baluardo imprescindibile. Oggi non appare nella sua miglior giornata. Kanoute fa il bello ed il cattivo tempo, e non sempre lo frena a dovere.

PERROTTA 6,5 – Nel pacchetto difensivo odierno è certamente il migliore. Firma il gol del pareggio, che può avere un’importanza capitale, per morale e classifica.

CIOFANI 5,5 – Al rientro dopo una lunga assenza, fa il quinto di centrocampo, spingendo poco in fase offensiva. Si impegna, ma il Palermo dal suo lato sfonda più di una volta. Sostituito dopo 45’.

SEMENZATO 5,5 – Fa il suo compitino, senza acuti. Una gara decisamente scialba.

MAITA 6 - Cerca di mettere ordine nella manovra biancorossa, e nella prima mezz’ora sembra riuscirci. In difficoltà fino al 2-0 ospite, sul finale si risveglia e partecipa fattivamente all’assalto finale.

 DE RISIO 5,5 – Un paio di buone verticalizzazioni, ad inizio match. Poi non si fa notare più. Giornata difficile anche per lui.

MARRAS 5 – Vivacità ed effervescenza, solo all’inizio. Commette un’ingenuità colossale, regalando il tiro dagli 11 metri agli avversari con un intervento scriteriato. Non salta quasi mai l’uomo, e per uno con le sue caratteristiche è grave. Ha una grande occasione per segnare, ma non arriva sul pallone.

ROLANDO 6 – In fase di spinta prova qualche sortita, senza esito. Corre, ma non di rado con poco criterio.

CANDELLONE 6 – Ci prova in un paio di circostanze. Sul piano della voglia di lottare, nulla da dire. Ma se non trova mai la rete un motivo ci sarà.

ANTENUCCI 5,5 – Altra prestazione a corrente alternata. Non segna su azione da tempo immemore. Ed oggi tira verso la porta una sola volta.

D’URSI 5,5 – Mezzo voto in meno perché spara alle stelle l’ultima occasione del match. Per il resto, si rende utile e non demerita

CIANCI 5,5 – Non è in buone condizioni fisiche, e si vede. Anticipato spesso e volentieri dagli avversari. Ma l’impegno ce lo mette sempre.

MERCURIO 7 – Se non avesse tirato fuori dal cilindro la rete dell’1-2, dando la scossa alla squadra, staremmo parlando di un’altra partita. Il giovanotto c’è e merita altre chance.

CARRERA 5,5 – Urla più che in altre occasioni. Alla fine, la sua squadra si sveglia e porta a casa un punto. Ma la difesa a 3 proposta ad inizio gara non convince appieno. C’è ancora molto da lavorare, e poco tempo a disposizione prima dei playoff.  
tuttobari.com



18.04.21 - Il Bari pareggia in rimonta, il Catanzaro vince: biancorossi quarti. Cade il Foggia. Risultati e classifica
Doppio lunch match ricco di emozioni ad inaugurare la giornata numero trentasei del girone C di Serie C.

A Catanzaro i padroni di casa l’hanno spuntata sul Catania per 2-0: la squadra di Calabro. Nel derby tra Casertana e Juve Stabia ad uscire dal campo coi 3 punti son state le Vespe, passate al Pinto di Caserta per 2-3.

Nelle gare delle 15 pareggio in rimonta per il Bari che dopo essere andato sotto di due reti contro il Palermo ha riagguantato la partita. Vittoria pesantissima fuori casa per la Paganese che con un uomo in meno l'ha spuntata a Foggia. Pareggio a reti bianche tra Virtus Francavilla e Viterbese.

PROGRAMMA
Sabato 17 aprile ore 17:30

Vibonese-Avellino 2-0

Domenica 18 aprile ore 12:30

Casertana-Juve Stabia 2-3

Catanzaro-Catania 2-0

Ore 15

Bari-Palermo 2-2

Foggia-Paganese 0-1

V.Francavilla-Viterbese 0-0

Ore 17:30

Potenza-Monopoli

Teramo-Bisceglie

CLASSIFICA

Ternana* 87

Avellino* 66

Catanzaro** 61

Bari* 60

Catania* 55

Juve Stabia** 55

Foggia** 47

Palermo* 47

Teramo** 45

Casertana* 44

Monopoli*** 40

Viterbese* 40

V.Francavilla 38

Vibonese* 35

Potenza* 35

Turris** 35

Paganese* 30

Bisceglie** 27

Cavese** 19

*una gara in meno

** due gare in meno

*** tre gare in meno
tuttobari.com

 

 

17.04.21 - Cassano: 'Niente ritorno a Bari? Ho giocato nel Real, in B avrei buttato nel cesso il mio talento'
Nel corso della Bobo Tv su Twitch, Antonio Cassano ha spiegato il mancato ritorno a Bari nel finale di carriera: "Io ho sempre giocato solo in Serie A, avrei buttato nel cesso il mio talento andando in Serie B. Ho giocato nel Real Madrid, ma guardandomi nello specchio mi dicevo di avere riconoscenza verso il mio talento".  
tuttobari.com

 

 

16.04.21 - Perinetti: "Bari nel cuore, in passato in tanti hanno preferito evitare un mio ritorno..."
Giorgio Perinetti, ex direttore sportivo sia del Bari che del Palermo, è intervenuto ai microfoni de La Gazzetta del Mezzogiorno esprimendo le sue sensazioni a pochi giorni dal match di domenica Bari-Palermo: "La sensazione di vivere qualcosa di anomalo, un po' in linea con questo assurdo periodo storico. Due tra le principali città del Meridione contemporaneamente in serie C danno l’idea di quale patrimonio di passione perda il calcio italiano d’alto livello. Peraltro, stupisce ancor di più che non si tratti di un match decisivo per la promozione. Entrambi i club sono passati da drammatiche vicende societarie: sono in fase di rilancio, la speranza è rivederli quanto prima in ben altri palcoscenici. Ho avuto la fortuna di lavorare in entrambe le piazze in serie A e di vedere gremiti il San Nicola ed il Barbera: quella è la dimensione naturale di Bari e Palermo».
Matarrese e Zamparini, presidenti tifosi: "Uomini molto diversi nel carattere, eppure accomunati dall’essere molto tifosi: un gran pregio
per la dedizione con cui hanno seguito le loro squadre ed al contempo un difetto perché impedisce di vedere le situazioni lucidamente. Hanno rappresentato un po' l’ultima frontiera del calcio italiano condotto dalle grandi famiglie dell’imprenditoria: oggi i club hanno molteplici anime e
aumentano gli investitori stranieri".

Il commento sul campionato delle due squadre: "Sul Bari c’erano aspettative altissime e giustificate sia dalle ambizioni della famiglia De Laurentiis,
sia dalla promozione sfumata soltanto in finale playoff lo scorso campionato. Il distacco dalla Ternana già promossa in effetti è eccessivo, il Palermo si sta riorganizzando ed un piazzamento playoff era in linea con le aspettative: magari l’ottava posizione è un po' riduttiva, ma non parlerei
di flop".

Come i galletti devono affrontare il finale di stagione secondo Perinetti: "Pensando che l’obiettivo è sempre lì, alla portata. I playoff consentono di resettare tutto, di tirare fuori ogni energia in partite da dentro o fuori. Il Bari possiede un organico in grado di battere chiunque e Carrera ha vissuto da calciatore e da tecnico tanti match decisivi: la relativa conoscenza del campionato di serie C in tali frangenti diventa relativa perché si deve fare appello a cuore, agonismo e mentalità, nonché ad un’ottimale condizione fisica".

La triste mancanza del pubblico sugli spalti si fa sentire ancor di più quando si tratta di piazze calde come Bari e Palermo: "Ormai siamo tristemente abituati a questa cornice: speriamo solo che la situazione sanitaria presto ci riporti alla normalità. Il pubblico è protagonista di eventi del genere, ma penso che giocare Bari-Palermo resti un grande privilegio per chi scenda in campo. Peraltro, entrambe le squadra hanno bisogno di vincere e di prestazioni convincenti per prepararsi al meglio ai playoff".

Il legame con Bari e le voci di un possibile ritorno in Puglia: "Posso dire solo che nessuno può togliermi Bari dal cuore: in passato in tanti hanno preferito evitare un mio ritorno anche quando c’erano le condizioni. Oggi io sono al Brescia e sono grato della fiducia del presidente Cellino, mentre il Bari è impegnato nella rincorsa ad un obiettivo che non è certo sfumato: è opportuno concentrarsi sul presente".
tuttobari.com

 

 

15.04.21 - Furia ADL: "Non faccio iniziare il campionato se non...
"Non faccio iniziare il campionato e vi denuncio tutti!". Questo il clamoroso sfogo di Aurelio De Laurentiis, come si legge sul Corriere della Sera, dove si parla delle tensioni in Lega e del nervosismo del presidente del Napoli e proprietario del Bari. "Cosa mi interessa dei correttivi se non riportiamo la gente agli stadi? Non faccio iniziare il campionato e vi denuncio tutti" ha commentato De Laurentiiis.
tuttobari.com



15.04.21 - La nuova vita di Cassano da opinionista. Sul web spopolano le sue disamine: ecco dove
E chi se lo dimentica Fantantonio? Cassano ha sempre fatto parlare di sé in carriera, sia per le sue magie in campo che soprattutto per le uscite fuori dal campo. Cassanate il termine coniato dalla Treccani per celebrare il genio di un calciatore che per un motivo o per l'altro non si è mai potuto esprimere ai massimi livelli. Oggi il barese si è ritirato dal calcio giocato e lavora col sogno di diventare un affermato direttore sportivo.

Chi lo rimpiange però può ammirare le sue lucide disamine alla BoboTV. In compagni di Bobo Vieri, Nicola Ventola e Lele Adani, Cassano si diletta nella nuova vita da opinionista su Twitch. Si commenta il calcio, o meglio il Fútbol come piace chiamarlo a loro. Si passa dalla Serie B al calcio argentino, da Di Stefano e Caniggia a l'Inter di Conte. Il programma sta, settimana dopo settimana, spopolando, raccogliendo consensi da ogni dove e tenendo incollati allo smartphone o al televisore generazioni di italiani.

Tanti i commenti, le curiosità e le opinioni che stanno mettendo in mostra un lato di Cassano ai più sconosciuto. Un ragazzo amante nel calcio come pochi, innamorato del Boca Juniors, pazzo dell'Atalanta di Gasperini e dell'Empoli di Dionisi, amante dell'estro e della fantasia. Cassano è l'anima del programma. Le sue vedute dividono spesso il pubblico, ma anche uniscono. Fantantonio parla di calcio come se avesse il pallone tra i piedi e sempre col sorriso tra i denti. Schietto, senza peli sulla lingua. Cassano dice quello che pensa, racconta aneddoti, litiga con Ventola, interagisce con gli utenti che chiamano per dire la loro. Che altro aggiungere?
tuttobari.com

 

 

14.04.21 - Giudice Sportivo: multa all'Avellino dopo la sfida con il Bari: Ecco perchè
Il Giudice Sportivo è intervenuto con una multa nei confronti dell'Avellino. Dopo il caso del tifo registrato, nonostante le norme anti-Covid, durante la sfida col Bari, ecco le motivazioni della sanzione odierna, inerente i comportamenti in tribuna.

€ 2.000,00 AVELLINO perché persone ammesse in tribuna dalla società assumevano un atteggiamento offensivo verso l'arbitro e verso la squadra avversaria (r.cc.).

Quanto al Bari, entra in diffida Valerio Di Cesare. Il capitano biancorosso, giunto contro l'Avellino alla nona sanzione stagionale, sarà squalificato al prossimo cartellino.
tuttobari.com

 

13.04.21 - Vi ricordate Floro Flores? Bene, è stato squalificato per ben 2 mesi... Ecco perchè
Nel pomeriggio la Procura Federale ha annunciato un provvedimento ai danni dell'ex attaccante del Bari ed ora allenatore Antonio Floro Flores. Si tratta di una squalifica di due mesi per via dell'accertamento di un doppio tesseramento relativo allo scorso novembre tra le fila di Casertana e Paganese, entrambe sanzionate con una multa per responsabilità diretta e oggettiva, oltre all'inibizione di un mese dei rispettivi amministratore unici delle società.

Secondo la ricostruzione Floro Flores avrebbe dapprima occupato la funzione di dirigente accompagnatore dell'Under 17 della Casertana, senza tra l'altro richiedere ed ottenere la sospensione dall'Albo dei Tecnici, per poi passare alla panchina dei pari età della Paganese, nonostante il precedente vincolo contrattuale per la stagione sportiva 2020-2021.
tuttobari.com



13.04.21 - Dal trenino al digiuno interminabile. Cosa è successo a Pietro Cianci?
Quella di Cianci è una storia che ben riflette l’andamento di un Bari deludente e al di sotto delle aspettative. In una squadra alla perpetua ricerca d'identità e certezze, l’arrivo del bomber barivecchiano è stata manna dal cielo, un punto di svolta in un momento assai critico per le sorti della stagione dei biancorossi. In un mercato di gennaio avaro di operazioni, l’acquisto di Cianci sembrava poter essere la scossa necessaria per rivitalizzare un ambiente depresso e demotivato dopo una partenza non in linea con le attese, causata, secondo alcuni, dalla mancanza di baresità all’interno della rosa.

Parte bene, se non benissimo, l’avventura in terra pugliese dell’ex attaccante del Potenza, capace di mettere a segno nelle prime tre partite altrettante reti, regalando a mister Carrera sette importantissimi punti. Un impatto devastante quello di Cianci, con tanto di trenino che ai più nostalgici non ha potuto non far tornare in mente gli anni magici della Serie A. Un’illusione collettiva a cui nessuno ha resistito, complice l’insoddisfazione generale di una piazza da troppo tempo lontana dai palcoscenici che contano. Un momento di pura euforia, che ha brevemente rilanciato le speranze dei galletti di raggiungere quel primo posto che in seguito si sarebbe rivelato una chimera.

Non è durato molto il sogno collettivo, interrottosi bruscamente qualche settimana dopo con la bruciante e inaspettata sconfitta contro il Potenza, che ha di fatto aperto la lunga crisi di risultati che, complice alcuni irrisolti problemi fisici, in poco tempo ha risucchiato anche il numero otto biancorosso, scomparso dai radar nel momento più difficile del campionato, iniziando un lungo digiuno di gol che dura tuttora. Cosa è cambiato nella testa (e nelle gambe) dell’ex capocannoniere del girone non ci è dato saperlo, ma resta senza dubbio tra i tifosi la frustrazione mista ai rimpianti per quello che sarebbe potuto essere e invece non è stato. In qualunque modo finirà la stagione ciò che alla piazza rimarrà più impresso saranno quelle tre sfide di fine inverno in cui Cianci ha fatto sognare di nuovo la città e i propri tifosi.
tuttobari.com

 

 

12.04.21 - Carrera, la frenata è tutta nei numeri: non c'è stata la svolta. Il confronto con Auteri...
Quattro risultati utili consecutivi, tre vittorie ed un entusiasmo dirompente che sembrava poter coinvolgere tutto l'ambiente biancorosso. È stato questo il bilancio del primo mese di Massimo Carrera in un Bari che pareva finalmente sul punto di svoltare, anche grazie ad un Pietro Cianci in uno stato di particolare grazia.

Poi è arrivata la brusca frenata, ed è stata particolarmente dolorosa. Il Bari è crollato di colpo, abbandonando ogni speranza di agguantare il secondo posto e vedendosi costretto anche a guardarsi alle spalle. Nelle ultime sette uscite, infatti, sono arrivati solamente due successi, accompagnati da un pareggio e quattro sconfitte.

Numeri da incubo, che non possono far altro che ridimensionare le ambizioni del Bari. Ormai lo si può dire con certezza: Carrera non è riuscito a dare la svolta alla squadra, con un rendimento che rende complesso qualsiasi sogno di gloria. Anche il dato relativo alla differenza reti non è esaltante, perché vede soli dieci gol fatte e nove subiti.

Sono situazioni diverse ed è difficile stabilire confronti, vista la particolare circostanza in cui sta operando Carrera, che al momento è in ogni caso nettamente indietro rispetto ad Auteri. La media punti dell'attuale allenatore è 1.55, contro i 2.00 del vecchio tecnico, che vantava anche una differenza reti migliore (+24).

Difficile stabilire quali siano le colpe di Carrera, subentrato in ogni caso in una situazione parecchio complicata, ereditata dagli ultimi mesi di passata gestione. Ma i numeri non mentono: serve una svolta, oppure ai play-off sarà dura.
tuttobari.com

 

 

11.04.21 - Carrera: "Niente ritiro, non devo punire nessuno"
Un gol dell’ex monopolitano Fella a sette minuti dalla fine ha punito i biancorossi, che uscendo sconfitti dalla grande sfida di Avellino, abbandonano di fatto ogni  velleità di terminare la stagione regolare al secondo posto in classifica.

Il primo a presentarsi ai microfoni di Telebari per commentare la sconfitta è stato il mister dei pugliesi Massimo Carrera: “Nel primo tempo non abbiamo giocato per niente, nel secondo abbiam fatto qualcosa, ma potevamo certamente fare meglio. Abbiamo cercato di giocare, anche nella prima frazione, ma l’Avellino non ci ha mai messo sotto.”

Una gara che si è sviluppata in maniera differente da quelle che erano le aspettative del tecnico dei galletti: “L’intenzione era quella di venire qui a vincere, ma abbiamo costruito poche occasioni. Dobbiamo migliorare, anche se l’atteggiamento non è stato sbagliato. Volevam portare a casa i tre punti, abbiamo corso e giocato sino alla fine. Abbiamo sbagliato sul calcio piazzato che ha portato alla loro rete. Nei secondi 45’ la squadra mi ha soddisfatto, stavamo facendo bene fino alla loro segnatura. Abbiamo giocato un buon calcio, pur non tirando molto in porta.”

Tallone d’Achille, la fase offensiva: “Abbiam fatto fatica a trovare le soluzioni giuste in attacco. Ma gli irpini nella ripresa erano in difficoltà, anche se abbiamo sfruttato poco l’ampiezza con i due esterni. Speravo che arrivassero di più al cross per servire i nostri attaccanti. Dobbiamo lavorare sui calci da fermo avversari, prendiamo troppi gol. Ma non devo punire nessuno,  questa settimana ci si allenerà normalmente. Non penso che quando si perde una partita bisogna andare in ritiro, non c’entra niente.”
tuttobari.com



11.04.21 - Cuore Di Cesare, disattento Minelli. Male Rolando e l'attacco. Le pagelle
Il Bari perde lo scontro diretto con l'Avellino e dice addio alle residue speranze di posizionarsi dietro alla Ternana. Al Partenio biancorossi impauriti e quasi mai pericolosi dalle parti dell’estremo difensore di casa. Decide la rete di Fella al minuto 83.

Di seguito le pagelle:

FRATTALI 6 Non può nulla sulla rete di Fella. Attento ad inizio ripresa sulla conclusione a botta sicura di Dossena;

PERROTTA 6 Partita sufficiente, non fa danni. Tra i pochi a salvarsi nel grigio pomeriggio del Bari;

MINELLI 4.5 Prestazione solida fino all’83’ quando perde la marcatura su Fella;

DI CESARE 6 Tra i pochi a metterci il cuore. Nel finale fa l’attaccante aggiunto e in mischia sfiora il pari;

MAITA 5.5 Prova a dare la solita qualità ma le giocate gli riescono meno del solito. Rimandato;

LOLLO 5 Prosegue il campionato mediocre dell’ex Carpi. Approssimativo palla al piede, non prova mai una giocata degna di nota;

DE RISIO 5.5 Fa legna a metà campo ma in fase di impostazione non è preciso;

MARRAS 5.5 Schierato in una posizione a lui poco congeniale, prova a fare il suo ma non risulta mai pericoloso dalle parti di Forte;

ROLANDO 4.5 Sbaglia quasi tutto quello che c’è da sbagliare. Nella ripresa si divora il vantaggio;

ANTENUCCI 5 Abulico, non insidia mai la porta di casa;

CIANCI 5 Prova a lottare e a darsi da fare ma i risultati non sono quelli sperati;

D'URSI sv

CARRERA 5 Il cambio in panchina non ha portato i risultati sperati. Con l’ex Spartak il rendimento del Bari è addirittura peggiorato. Ad Avellino un Bari con poca grinta e con pochissime idee.
tuttobari.com

 

 

10.04.21 - George Weah e Ivan Zamorano al Bari? Nei primi anni '90 il Mr dei galletti li chiese, ecco chi era!
Nel corso dell'intervista rilasciata quest'oggi al Corriere del Mezzogiorno, l'ex Boniek ha parlato del suo passato in biancorosso: "Subentrai a campionato in corso. Considerando il rendimento della squadra con il mio arrivo, posso dire che se ci fossi stato dall’inizio non saremmo mai retrocessi. Era una piazza importante, ma la squadra non era equilibrata. Avevamo davanti Brogi e Soda, che però segnavano poco. C’era Platt a centrocampo, mentre Boban si infortunò subito. Quando presi la squadra, eravamo in fondo. Lottammo fino alla fine. Terracenere mi è sempre piaciuto. Era un bravo ragazzo, sarebbe morto in campo per il Bari. Ho un ottimo ricordo di Loseto e di molti altri giocatori. E poi ho portato lì molti calciatori di livello, Jarni in primis, protagonista successivamente di una gran carriera. Non si dimentichi che con me Platt fece benissimo, segnando praticamente in ogni partita. Peccato non avessimo attaccanti che segnassero. Va detto che feci richieste specifiche come Zamorano e Weah, ma non fui accontentato".
tuttobari.com

 

 

09.04.21 - Un Paparesta torna nel calcio... Ecco dove!
Dopo Romeo e Gianluca Paparesta, arbitri di fama internazionale, un nuovo Paparesta entra nel mondo calcio. Stiamo parlando di Romeo, figlio dell'ex presidente del Bari Gianluca, che giocherà per l'Atletico Vieste in Eccellenza pugliese. Portiere classe 2003, Paparesta si è formato nel settore giovanile del Bari, prima dell'esperienza con la maglia della Wonderful. Proviene dal Molfetta Calcio, dove in questa prima parte di stagione ha difeso i pali della Juniores Nazionale, strappando anche diverse convocazioni in prima squadra.
tuttobari.com

 

 

08.04.21 - Vi ricordate Polenta? dal Bari alle stagioni con Recoba ed Ibra. E adesso è capolista in...
Fra gli uomini simbolo del Bari durante la meravigliosa stagione fallimentare rientra senza dubbio Diego Polenta, solido difensore che ha guidato la retroguardia biancorossa per 86 gare a cavallo fra il 2011 ed il 2014. Il calciatore uruguaiano è stato prelevato dal club di Via Torrebella in prestito dal Genoa, società con cui aveva raccolto una presenza nel massimo campionato italiano.

Dopo una prima stagione di rodaggio, il difensore è diventato uno dei punti fermi del Bari sia nel campionato 2012-2013 che in quello indimenticabile del 2013-2014. In tutto sono cinque le reti realizzate con addosso la maglia biancorossa: la prima è arrivata il primo dicembre 2012, nel 3-3 maturato contro il Sassuolo.

Polenta ha poi trovato la via della porta contro Trapani, Padova e Novara nel campionato successivo, oltre che nella triste semifinale di ritorno dei playoff contro il Latina, che ha spento i sogni promozione del Bari. Al termine della stagione ha lasciato la Puglia per approdare prima in patria al Nacional (dove ha vinto anche un titolo insieme all'ex Inter Alvaro Recoba), poi ai Los Angeles Galaxy, dove ha giocato insieme a Zlatan Ibrahimovic.

Ed oggi, cosa fa Polenta? Attualmente il difensore è in Paraguay, dove gioca nell'Olimpia, capolista nel massimo campionato del paese.
tuttobari.com

 
Copyright © 2021 BARITUBE - SSC Bari calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

DAI IL VOTO ALLA CAMPAGNA ACQUISTI DEL BARI

CHE VOTO DAI (DA 1 A 10) ALLA CAMPAGNA ACQUISTI DEL BARI FINO A QUESTO MOMENTO?