Le ultime NOTIZIE dell'FC BARI CALCIO 1908

Le ultime news, le partite, i commenti, la classifica, i marcatori, i giocatori infortunati, le probabili formazioni, le pagelle. Tutte le info e le novità  provenienti dal San Nicola o dagli stadi dove l'FC Bari 1908 (prima as bari) gioca in trasferta.



CLICCA SUL LOGO PER LE NEWS DELLE ALTRE SQUADRE DI SERIE A



CLICCA SUL LOGO PER LE NEWS DELLE SQUADRE DI SERIE B



 

 

 

NOTIZIE AS BARI CALCIO

 

bari fc 1908 facebook

 

24.02.17 - Henderson, che qualità: gol e assist. Anderson in difficoltà. Le pagelle
Terzo successo consecutivo per il Bari che, dopo Cremona, espugna anche il Liberati di Terni per due reti a uno. Biancorossi in vantaggio dopo tre minuti con lo scozzese Henderson. All'11' i padroni di casa trovano il pari con Defendi, ex dell'incontro. Ma il Bari ci crede e nella ripresa torna avanti grazie all'incornata vincente di Marrone. I biancorossi volano a quota 44 punti, in coabitazione con il Palermo, al terzo posto.

Di seguito le pagelle:

MICAI 6 Ad eccezione della rete dei rossoverdi, sulla quale non può nulla, non viene impegnato severamente;

SABELLI 6 Alterna cose buone ad altre meno positive. Bravo nel tenere a bada Carretta nel finale;

MARRONE 7 Attento in marcatura su Montalto. Trova la sua prima marcatura in maglia biancorossa con un preciso colpo di testa;

GYOMBER 6 Sicuro sulle palle alte, un po' meno quando si tratta di impostare la manovra;

D'ELIA 5.5 Perde Defendi in occasione del pareggio. Meno brillante rispetto alle ultime uscite;

BASHA 6 Funge da diga davanti alla difesa ma potrebbe verticalizzare di più;

TELLO 6 Nei primi 45 minuti sbaglia qualche pallone di troppo. Cresce nella ripresa;

HENDERSON 7 Strappi a metà campo, qualità palla al piede, assist e gol di pregevole fattura. Il ragazzo c'è e si farà;

GALANO 5.5 Non a suo agio nel ruolo di esterno sinistro. Con l'inserimento di Improta, torna a destra ma non incide;

KOZAK 5.5 Fa a sportellate con i difensori di casa ma a volta risulta troppo macchinoso. Nel finale si divora la rete dell'1-3;

ANDERSON 5.5 Ripete l'opaca prestazione dello Zini. La nuova posizione da esterno destro alto non esalta le sue qualità;

IMPROTA 6 Regala freschezza al reparto avanzato;

CISSE' SV

DIAKITE' SV

GROSSO 6.5 Conferma l'assetto delle scorse settimane, fatta eccezione per l'inserimento di Basha e Tello dal 1'. Anche stavolta ha ragione lui. Rimandato ancora una volta l'esperimento di Galano a sinistra e Anderson esterno alto a destra. Nel secondo tempo è una tarantola in panchina, venendo richiamato in più occasioni dal direttore di gara
tuttobari.com



24.02.17 - Defendi: "Bari forte ma concesso pochissimo"
Prosegue il pessimo momento della Ternana, che consolida l'ultimo posto in graduatoria con la quarta sconfitta consecutiva. Al termine della sfida del Liberati ha parlato in zona mista Marino Defendi. Questo il commento dell'ex biancorosso, autore della rete del momentaneo pareggio: "Ultimamente non ci gira bene perchè al primo errore ci puniscono. Dobbiamo migliorare la tensione in tutti i momenti della partita. Sapevamo di giocare contro una squadra forte ma abbiamo retto bene la partita al di la degli errori commessi - riporta ternananews.it - la reazione è stata positiva ma ormai non basta più, dobbiamo dare qualcosa in più. Di nuovo si è visto che la squadra è stata compatta, abbiamo concesso pochissimo a un Bari che lotta per la Serie A. Siamo stati corti, abbiamo tenuto bene la partita e abbiamo reagito bene anche sui gol. Dobbiamo metterci qualcosa in più sull'aspetto mentale".
tuttobari.com



24.02.17 - Polenta: "Svanito il ritorno in Italia. Seguo il Bari"
E' stato ad un passo dal ritorno al Genoa nella recente sessione invernale del calciomercato. Diego Polenta, protagonista anche a Bari, spiega a tuttomercatoweb l'episodio del passaporto scaduto che ha impedito il suo ritorno in Italia: "Volevo morire. Perché ero pronto per tornare al Genoa e avevo tanta voglia di dimostrare al Presidente Preziosi e al Mister che non si erano sbagliati. Davvero, m’è dispiaciuto tanto".

A domanda se segue il campionato italiano, Polenta confida... "Ovvio. Il Bari così come il Genoa. Cerco sempre di guardare le partite quando posso. La Serie B è difficile da vedere, invece il Genoa lo seguo quasi sempre e sono contento che stia andando bene: la gente, il presidente e il mister lo meritano".
tuttobari.com

 

 

24.02.18 - Ternana-Bari | Probabili formazioni e le ultimissime
Bari alla ricerca della terza vittoria di fila contro la Ternana. Liberati campo ostico
Contro l'ultima in classifica i biancorossi hanno la chance di centrare il terzo successo consecutivo. In Umbria, tuttavia, la formazione pugliese ha vinto soltanto 2 volte

Reduce da due successi pesanti di fila contro Frosinone e Cremonese, il Bari domani pomeriggio ha una ghiotta occasione per estendere la sua striscia positiva sul campo della Ternana.

Gli umbri occupano l'ultimo posto in classifica in solitaria e hanno recentemente cambiato il terzo allenatore della stagione affidandosi all'esperto Gigi De Canio per un obiettivo salvezza molto complicato. Il rendimento delle Fere racconta di 6 sconfittte nelle ultime 8 gare. La squadra di Grosso ha il dovere di andare al Liberati - campo ostico per tradizione - con l'obiettivo di tornare in Puglia con l'intera posta in palio. L'errore da evitare a tutti i costi, naturalmente, è quello di entrare in campo pensando di aver già vinto, in particolare dopo l'avvicendamento Mariani-De Canio in panchina.
I precedenti tra Ternana e Bari

I due club si sono affrontati 39 volte nel corso della propria storia storia e i precedenti risalgono tutti ai campionati di Serie B e Serie C. Tra le due formazioni regna un grande equilibrio: 14 sono le vittorie del Bari contro i 19 pareggi e le 13 affermazioni delle fere. La musica cambia decisamente al Liberati dove in 19 confronti i galletti sono riusciti a spuntarla soltanto 2 volte a fronte di 8 pareggi e 9 sconfitte. L'ultimo precedente tra le due squadre risale al girone d'andata della stagione in corso: 3-0 al San Nicola per la squadra di Grosso.
Come arriva la Ternana

Dopo la seduta di rifinitura De Canio ha convocato 24 giocatori. Torna a disposizione il difensore centrale Rigione, al rientro dal turno di squalifica, mentre è ancora out per infortunio il portiere Bleve. Recuperato Finotto che ieri non si era allenato con il resto del gruppo. Incertezza per quanto riguarda modulo e interpreti in campo: De Canio dovrebbe ripartire dal suo 3-5-2, non troppo diverso dagli schemi adottati nelle ultime partite dai rossoverdi.
Come arriva il Bari

A Grosso, oltre al lungodegente Salzano, mancherà Floro Flores, fermato da un risentimento muscolare. Ancora esclusi dai convocati Cassani e Morleo. Torna a disposizione Cissé. Grosso dovrebbe confermare per la maggior parte la squadra vista nelle ultime due partite anche se, visto l'impegno con lo Spezia in programma martedì, non si può escludere qualche cambio. A centrocampo torna Basha: l'albanese è in ballottaggio con Petriccione (ex della sfida) per il ruolo di regista.
Le probabili formazioni di Ternana-Bari

TERNANA (3-4-1-2) - Plizzari; Signorini, Vitiello, Valjent; Defendi, Angiulli, Paolucci, Statella; Tremolada; Montalto, Carretta. All.: De Canio

BARI (4-3-3) - Micai; Sabelli, Marrone, Gyomber, D'Elia; Henderson, Petriccione, Busellato; Anderson, Kozak, Galano. All.: Grosso
baritoday.it

 

 

22.02.18 - Bari - Spezia, info prevendita biglietti e quando si gioca
La prevendita dei biglietti, della partita tra FC Bari 1908 e Spezia AC  (martedì 27 febbraio 2018, ore 20.30, stadio “San Nicola” di Bari), valevole per la 28esima giornata del campionato di Serie B ConTe.it, inizierà giovedì 22 febbraio alle ore 10.00.

I tagliandi saranno in vendita online (tranne Curva Nord) sul sito www.vivaticket.it con la formula print@home che consente di stampare il biglietto a casa, in tutti i punti vendita VivaTicket e alla biglietteria dello stadio San Nicola di Bari (porta 1) nelle seguenti date:

PREZZI BIGLIETTI:

Interi:
CURVA NORD: € 13,00 + € 1,50 (Prevendita)
CURVA SUD: € 13,00 + € 1,50 (Prevendita)
TRIBUNA EST: € 18,00 + € 1,50 (Prevendita)
TRIBUNA OVEST: € 35,00 + € 1,50 (Prevendita)
SETTORE OSPITI: € 13,00 + € 2,50 (Prevendita)

I tifosi ospiti potranno acquistare i biglietti del settore a loro dedicato sia online sia presso i punti vendita della Regione Liguria senza obbligo di tessera di fidelizzazione ed entro le ore 19:00 del giorno che precede la gara; e’ fatto divieto di acquisto dei tagliandi dei settori locali per i tifosi residenti nella Regione Liguria. Pertanto sarà verificata la residenza indicata sul documento al momento dell’acquisto.

Per il settore ospiti è consentito il cambio utilizzatore sia per i titoli tradizionali sia per i titoli digitali;

Ridotti (donne, under 14 e over 65):
CURVA NORD: € 10,00 + € 1,50 (Prevendita)
CURVA SUD: € 10,00 + € 1,50 (Prevendita)
TRIBUNA EST: € 14,00 + € 1,50 (Prevendita)
TRIBUNA OVEST: € 26,00 + € 1,50 (Prevendita)

I biglietti a prezzo ridotto sono riservati ai ragazzi dai 5 ai 14 non compiuti, donne e chi ha 65 anni o più.
Ingresso gratuito per i bambini da 0 a 5 anni.

Per questa partita è previsto il biglietto omaggio under 14 (clicca qui).

ORARI PORTA 1:

giovedì 22 febbraio, 10-13 e 15-18

venerdì 23 febbraio, 9-13 e 15-18

sabato 24 febbraio, 9-13 e 15-18

lunedì 26 febbraio, 9-13 e 15-18

martedì 27 febbraio 9-13 – Porta 22: dalle 15:00 alle 17:30.
fcbari



22.02.18 - Foggia si gode Tonucci: "Qui al top. Sento fiducia"
Nel Foggia che sta recuperando terreno in classifica, c'è un giocatore che forse più di tutti sta incarnando lo spirito di rivalsa della formazione rossonera. Stiamo parlando di Denis Tonucci, arrivato a gennaio dal Bari e subito leader: "Merito dei compagni se riesco a giocare su certi ritmi. Io sono un tipo grintoso, ma quando percepisco intorno a me un clima di fiducia riesco a esprimermi nel modo migliore. Sono felicissimo di essere qui, mi sembra l’ambiente ideale per fare calcio a certi livelli. Possiamo toglierci delle soddisfazioni, ma per ora pensiamo a salvarci, la classifica è ancora molto corta" le parole dell'ex biancorosso riprese dal Corriere dello Sport.
tuttobari.com



22.02.18 - Bookmakers, Bari favorito con le fere. Le quote
Le agenzie di scommesse considerano il Bari favorito nel match del Liberati. Un successo dei biancorossi è quotato 2.40 dalla GoldBet mentre un pari è dato a 3.10. Una vittoria della Ternana è quotata 3.09.
tuttobari.com

 

 

19.02.18 - Il Genoa e il maledetto 1997 nuove accuse al Bari
Il 1997 fu l’anno di Genoa-Ravenna, della promozione gettata alle ortiche dal Grifone e conquistata dal Bari su cui però oggi piombano nuove accuse.

Ventuno anni dopo il mistero torna ad infittirsi. Ieri il programma “Non è l’Arena”, in onda su La7, è tornato a parlare di Bari-Castel di Sangro del 1997, la sfida che firmò la matematica promozione dei pugliesi in serie A. Su quella partita aleggia da tempo il sospetto di una combine che nessuno ha comunque mai provato nelle opportune sedi. C’è chi sopra a Bari-Castel di Sangro 3-1 ha scritto addirittura un libro, ma da ieri altre pagine si potrebbero aggiungere perché della gara sono tornati a parlare due calciatori del Castel di Sangro di allora: uno è Luca Albieri, dell’altro l’identità è sconosciuta perché ha parlato al programma senza sapere di essere ripreso e registrato. Le rivelazioni sono scottanti: i due ammettono che la partita sarebbe stata venduta per permettere al Bari di salire in serie A.

Il Genoa e quel maledetto 1997

Perché ne parliamo? Semplicemente perché il Bari dei Matarrese venne promosso a discapito del Genoa che rimase in B per un solo punto. La stagione 1997 rimarrà per sempre scolpita nella memoria dei tifosi rossoblù per il pari di Ravenna, quell’1-1 alla penultima giornata che spezzò i sogni di gloria del Grifone. Quel giorno un Ravenna senza obiettivi giocò alla morte una gara che doveva praticamente solo certificare la promozione in A del Genoa. Non andò così e i tifosi da quel giorno hanno un nemico sportivo su tutti: Beppe Iachini, all’epoca tecnico del Ravenna.

La lunga storia di quel 1997, animata nei mesi successivi agli eventi di Genoa-Ravenna e Bari-Castel di Sangro anche dalle accuse di premi a vincere e a perdere, non è ancora finita.
genoasamp.com



19.02.18 - Bari, svolta in trasferta e calendario amico
Bari in ripresa. Anche La Gazzetta del Mezzogiorno stamane in edicola si sofferma sul momento positivo dei biancorossi. Il quotidiano sottolinea come la squadra di Fabio Grosso stia migliorando il proprio rendimento in trasferta rispetto ad inizio stagione. Ma non solo: a favorire la ricorsa del galletto ci sarebbe ora un calendario più agevole. Nelle prossime 16 gare da qui alla fine, i pugliesi avranno solo tre scontri diretti con le formazioni di alta classifica, che sono Cittadella, Palermo e Parma.
tuttobari.com



19.02.18 - Sabelli e Anderson a tutto gas: da concorrenti ad alleati...
Sono stati tanti gli spunti positivi lasciati in dote dal doppio successo ottenuto dal Bari contro Frosinone e Cremonese. Uno di questi è rappresentato dal nuovo asse di destra, composto da Sabelli e Anderson.

Il primo, impiegato nel suo solito ruolo di terzino, è tornato a splendere dopo il grave infortunio che lo colpì lo scorso aprile. dal suo rientro in poi, le sue prestazioni sono state sempre in crescendo, tanto da spingere il collega olandese molti metri più in avanti, da esterno alto d'attacco. Un ruolo che Anderson sta ricoprendo con discreta disinvoltura, dando a mister Grosso una valida alternativa ai solito Galano, nel frattempo dirottato sulla corsia opposto a discapito di Improta, a cui il tecnico ha finalmente concesso un po di riposo alla luce del periodo di appannamento accusato dopo gli ottimi primi mesi di stagione.

Da concorrenti ad alleati. Ed è così che Sabelli e Anderson si sono ritrovati insieme ad occupare quella stessa fascia che, sino a poche settimane fa, sembrava destinata solo ad uno dei due.
tuttobari.com

 

 

17.02.18 - Cremonese-Bari 0-1: decide D'Elia e va a -2 dal Palermo
Nell'anticipo di serie B, vittoria importantissima per i ragazzi di Grosso che restano in scia alle prime tre della classe.
Un tiro in porta che vale tre punti. Il Bari vince sul campo della Cremonese e resta in piena zona playoff. Sfortunata la squadra di casa che cade sull’unica occasione dei pugliesi. Dodici anche i calci d’angolo battuti dai grigiorossi. Primo tempo senza grandi sussulti, anche se le poche occasioni capitano tutte sui piedi dei giocatori di casa. All’8’ Micai salva su una girata ravvicinata di Brighenti e allo scadere un tiro di Scappini sfiora il palo alla sinistra del portiere pugliese. Poche tracce del Bari, quasi tutto rinchiuso nella propria metà campo. Ma come spesso succede nel calcio, il Bari passa in vantaggio al primo tiro verso la rete. Il vantaggio arriva al 19’ della ripresa con un destro da fuori area di D’Elia. Bari fortunato alla mezz’ora. Pesce colpisce il palo a portiere battuto. Un minuto dopo Micai compie un miracolo su colpo di testa di Scappini.
gazzetta.it



17.02.18 - Brienza: "Stiamo crescendo. Bari guarito? Volevamo dare seguito..."
Franco Brienza ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine della gara: "E' bello entrare e far bene. Non è mai facile. Aiutare la squadra nonostante la mia età fa enormemente piacere. Quando il mister mi chiama, cerco sempre di rispondere. Siamo stati bravi perchè venivamo da un periodo difficile. Abbiamo vinto contro il Frosinone e abbiamo vinto sul campo della Cremonese. Il nostro è un gruppo che sta crescendo tanto. Quelli che subentrano danno la spinta a quelli che giocano. E' una qualità da grande squadra. Bari guarito? Oggi era una prova. Dovevamo dare seguito alla vittoria di Frosinone, abbiamo messo in campo voglia, carattere e agonismo".
tuttobari.com

 

 

 

16.02.18 - Cremonese-Bari: l'ultima vittoria allo Zini nel '97. Kozak parte titolare
Nei precedenti totali tra le due squadre è avanti il Bari, a Cremona però i biancorossi non vincono dal lontano 1997. Dubbio Marrone-Petriccione per sostituire Basha.
Il successo contro il Frosinone ha permesso al Bari di tirare una boccata d'ossigeno dopo il momento buio coinciso con le pesanti sconfitte. La squadra di Grosso ha riguadagnato terreno in zona play-off, complice anche la vittoria del Foggia sul campo del Palermo e domani sera aprirà il 26° turno di Serie B nell'anticipo contro la Cremonese. Un altro scontro diretto visto che i grigiorossi hanno 37 punti in classifica, uno in meno rispetto ai galletti.
I precedenti di Cremonese-Bari

Dalla Serie A alla Serie D, tenendo conto anche delle gare di Coppa Italia, Cremonese e Bari si sono affrontate in tutto 43 volte . I pugliesi si sono imposti complessivamente in 16 occasioni a fronte di 19 pareggi e 8 successi grigiorossi. Il bilancio positivo riguarda in particolare le sfide nel capoluogo pugliese: 14 le vittorie del Bari, contro 7 pareggi e 2 soli successi dei lombardi. Per quanto riguarda le partite giocate a Cremona, invece, i biancorossi hanno sempre faticato: 6 le vittorie delle tigri, 12 i pareggi e soltanto 2 vittorie dei galletti (l'ultima delle quali risalente al 27 aprile 1997, 0-1 firmato Nicola Ventola ndr). Tra gli altri, anche un precedente pesante come lo storico 7-1 inflitto al Bari dalla Cremonese nel 1995 in serie A.
Come arriva il Bari

Grosso dovrà fare a meno di Basha per squalifica. Un'assenza quella dell'albanese che va a sommarsi a quelle degli infortunati Cissé (dovrebbe recuperare per la prossima) e Salzano (stagione finita). Non convocati Cassani e Morleo. Salvo stravolgimenti, la formazione dovrebbe essere la stessa scesa in campo contro il Frosinone ad eccezione di Basha. Al suo posto uno tra Marrone e Petriccione. Sicuro di una maglia da titolare Libor Kozak, match-winner della partita contro i ciociari.
Come arriva la Cremonese

Tra le fila dei grigiorossi, mister Tesser dovrà fare a meno di tre elementi: oltre al lungodegente Mokulu, saranno assenti per infortunio anche Almici e Paulinho. Recuperati, invece, Perrulli e Arini, entrambi convocati. La Cremo dovrebbe disporsi col consueto 4-3-1-2. Cinaglia prenderà il posto di Almici nella linea difensiva composta anche da Canini, Claiton e Renzetti. Tutto invariato tra centrocampo e attacco, con l'ex Castrovilli ad agire alle spalle di Scamacca e Scappini.
Le probabili formazioni di Cremonese-Bari

CREMONESE (4-3-1-2) - Ujkani; Cinaglia, Canini, Claiton, Renzetti; Cavion, Pesce, Croce; Castrovilli; Scamacca, Scappini. All.: Tesser

BARI (4-3-3) - Micai; Sabelli, Marrone, Gyomber, D'Elia; Busellato, Petriccione, Henderson; Anderson, Kozak, Galano. All.: Grosso

Arbitro: Aureliano di Bologna
baritoday.it



16.02.18 - Bari, la Pink contro Giancaspro, Non accettiamo la sua elemonsina.
"L'Fc Bari 1908 a pochi giorni dalla scadenza - spiega il club di calcio femminile - , ha reso manifesta l’inequivocabile volontà di non acquisire il titolo sportivo della Pink Bari, proponendo un accordo di licenza in cui gli oneri di gestione fossero unicamente riconducibili alla fornitura di materiale sportivo"
Rispetto alla decisione del Tribunale Federale Nazionale della Figc ( C.U. N.40 del Tfn – Sezione disciplinare 2017/2018) che ha inflitto al dottor Giancaspro, Presidente della FC Bari 1908, 10 giorni di inibizione e 10 mila euro di ammenda alla società Fc Bari 1908, per non aver adempiuto agli impegni assunti come previsto al titolo III – Criteri sportivi ed Organizzativi del Sistema Licenze Nazionali per l’ammissione ai Campionati Professionistici di Serie B, la Pink Sport Time, chiamata in causa in quanto società danneggiata
dal mancato rispetto degli accordi da parte del presidente della Fc Bari 1908, ritiene assolutamente necessario esporre alcune precisazioni.

La collaborazione tra i due club, infatti, cominciata nella stagione 2014/2015, era mirata a programmare un’evoluzione del calcio femminile a Bari e, in particolare, la strutturazione del movimento del calcio femminile cittadino, in sinergia, come previsto dalla normativa federale, con la massima espressione societaria calcistica professionistica maschile del capoluogo, ovvero la Fc Bari 1908. Condizioni, queste, che non si sono mai realizzate nei fatti, non certo per responsabilità riconducibili alla Pink Bari.

Le strade percorribili, infatti, da parte della Fc Bari 1908 erano tre, per la stagione sportiva 2016/2017: tesserare ulteriori 12 atlete under rispetto alla stagione precedente ovvero, considerato che tale tesseramento integrativo non è mai avvenuto, acquisire il titolo di una società sportiva femminile di serie A o serie B (come avvenuto in altre realtà) o sottoscrivere un accordo di licenza, per l‘utilizzo della denominazione, del marchio e dei segni distintivi, con espressa assunzione da parte della società maschile di farsi carico degli oneri di gestione. Al termine della stagione sportiva scorsa, conclusa con l’entusiasmante promozione in serie A e il riconoscimento di essere scuola calcio elite, del sodalizio femminile, l’Fc Bari 1908 a pochi giorni dalla scadenza, ha reso manifesta l’inequivocabile volontà di non acquisire il titolo sportivo della Pink Bari, proponendo un accordo di licenza in cui gli oneri di gestione fossero unicamente riconducibili alla fornitura di materiale sportivo.

E a questo punto si cade, anzi si scade nel comico o nel kafkiano. Una proposta che riteniamo non solo inaccettabile dal punto di vista del rispetto della normativa, priva di principi economici e progettuali, rispetto agli impegni assunti ad inizio stagione, ma soprattutto lesiva della dignità umana e sportiva di una società come la Pink, che senza mai chiedere l’elemosina a chicchessia, ha portato avanti, in oltre un decennio, un lavoro capillare sul campo e in ambiti sociali, che ha permesso non solo di tagliare traguardi
sportivi che sono sotto gli occhi di tutti (due promozioni in serie A in tre anni e riconoscimento della scuola calcio femminile come elite nel panorama nazionale), ma anche di creare un settore giovanile ormai tra le eccellenze nazionali in termini di tesserate e in grado di sfornare talenti stabilmente nelle selezioni nazionali di categoria, uno staff di collaboratori competenti e professionali e una rete di partners sana e pienamente coinvolta nel progetto, il tutto consolidato da bilanci sempre trasparenti.

Non accettiamo, pertanto, critiche e illazioni di chi prova, maldestramente, a buttarci fango addosso, accusandoci di avere immotivatamente non sottoscritto un accordo e che evidentemente pensava di utilizzare, con il minimo sforzo e senza quella vena imprenditoriale troppo spesso sbandierata a caso sugli organi di stampa, quale mero adempimento burocratico per eludere un obbligo normativo ed evitare una
sanzione così come previsto dalla Figc.
Noi proseguiremo a testa alta. E pazienza se alcune società settentrionali potranno contare sulla collaborazione ben più seria di club maschili: come abbiamo fatto finora cercheremo di abbinare alle poche risorse i massimi risultati, puntando sulla professionalità dei nostri dirigenti, dei nostri tecnici e delle nostre atlete e sul sostegno incondizionato dei nostri tifosi bianco rossi.
borderline24.com

 

 

15.02.18 - Ecco cosa dicono a Cremona della sfida contro il Bari
Cremonese, contro il Bari un altro esame di maturità
La squadra di Attilio Tesser ha l'opportunità di dimostrare di poter rimanere nella zona nobile della classifica.
Cremona, 13 febbraio 2018 - La Cremonese è già nel vivo della preparazione in vista dell'anticipo di lusso che venerdì sera (fischio d'inizio alle 20.30) porterà allo "Zini" il Bari. Un appuntamento di particolare importanza per la squadra di Attilio Tesser, che potrà fornire indicazioni di indubbio rilievo sul ruolo che la formazione grigiorossa potrà recitare sino al termine di questa stagione.

La compagine cremonese, pur indossando i panni della matricola, sta navigando in modo costante nella zona nobile della classifica. Ujkani e compagni stanno mettendo in mostra solidità ed un volto ben preciso, doti che potrebbero far cullare qualche dolce sogno di gloria. Non a caso la Cremonese è imbattuta in trasferta da ben dieci partite consecutive e l'ultimo viaggio a vuoto è stato giusto quello compiuto all'andata al "San Nicola" di Bari. Un precedente che sarebbe bello cancellare per i grigiorossi, che devono anche dimenticare il passo falso compiuto nell'ultima prova davanti al loro pubblico nel rocambolesco match con la Pro Vercelli. Un obiettivo che la squadra di mister Tesser cercherà di raggiungere nonostante l'indubbio valore dei galletti di Fabio Grosso, ritenuti una delle contendenti più accreditate del campionato cadetto. In vista della sfida serale con gli ambiziosi pugliesi in casa grigiorossa si sta cercando di recuperare pienamente Paulinho, Arini e Perrulli, assenti a Carpi per problemi che non dovrebbero rendere impossibile la loro presenza venerdì sera con i pugliesi. Un occhio di riguardo viene riservato anche a Gomez, giunto a Cremona dopo un periodo di inattività e atteso ancora all'esordio con la casacca grigiorossa. Potrebbe arrivare da lui un contributo prezioso a far volare in alto una Cremonese che proprio in queste giornate è chiamata a decidere una volta per tutte quale ruolo intende recitare in questa stagione.
ilgiorno.it



15.02.18 - Galletti in scadenza: otto a rischio, chi resterà? La situazione...
In casa Bari, sono ben otto i tesserati il cui contratto scadrà il prossimo 30 giugno 2018. Si tratta dei portieri Conti e Berardi, dei difensori Cassani e Diakitè, del centrocampista Basha e degli attaccanti Kozak, Brienza e Nené.

Pochi mesi per convincere. Ma non sarà semplice. Ad oggi, sembrano pochissime le possibilità di permanenza per i due estremi difensori, a cui mister e società preferiscono Micai e De Luca. Poche chances anche per Cassani, poco utilizzato in questa stagione e prossimo ai trentacinque anni di età.

Tra quelli che invece sembrano avere cospicue possibilità di convincere il club a rinnovargli la fiducia c'è Diakitè, tesserato lo scorso gennaio e destinato (almeno sulla carta) a ricoprire un ruolo di rilievo nella retroguardia biancorossa. Stesso discorso per il centrocampista Basha, titolare quasi inamovibile e spesso capitano. L'albanese, in Puglia da due stagioni, non dovrebbe rischiare un posto che invece non hanno assicurato Brienza e Nenè. I due attaccanti, utilizzati con il contagocce in campionato, non sono ritenuti indispensabili anche per una questione di età, non più giovanissima per entrambi. Discorso diametralmente opposto per Kozak: il giocatore ceco, tornato al gol con il Frosinone, è in evidente crescita. Se dovesse continuare a fare bene, sarà davvero difficile per la società rinunciarvi dopo che la stessa ha scommesso sul suo completo recupero. Che pare già consumato.   
tuttobari.com

 

 

13.02.18 - Sogliano la senti questa voce: equivoco sonoro
E' il Corriere dello Sport stamane in edicola a fare chiarezza sul presunto coro intonato dai tifosi del Bari contro il diesse Sogliano durante la sfida contro il Frosinone: "Ciociaro la senti questa voce". Il coretto indirizzato ai tifosi laziali dopo il gol di Kozak è diventata “strada facendo” una frecciatina al ds barese. L’acustica del San Nicola che non è quella dell’Ariston di Sanremo ha distorto Ciociaro in Sogliano. Da qui il facile equivoco, alimentato anche dalle parole del Ds che nella scorsa settimana aveva parlato di pressioni intorno alla squadra".
tuttobari.com



13.02.18 - Bari, +1 rispetto all'andata e terzo per vittorie. Quattordici biancorossi in gol. I numeri...
Nonostante i due pesanti ko rimediati con Empoli e Venezia, nelle prime quattro gare del girone di ritorno il Bari ha raccolto un punto in più rispetto all'andata quando arrivarono solo tre punti, frutto di una vittoria e tre sconfitte. Nelle successive due gare casalinghe, con Cremonese e Ternana, arrivarono due vittorie. Rispetto allo scorso campionato, dopo venticinque giornate, Basha e compagni hanno conquistato quattro punti in più mentre due anni fa il Bari di Camplone si ritrovava a quota 39 (uno in più dei 38 attuali).

Tra le prime otto della classe, il Bari è la compagine con più sconfitte (nove) in coabitazione con il Cittadella. Undici le vittorie come i veneti e il Palermo. Meglio hanno fatto solo le capoliste Frosinone ed Empoli.

Sono quattordici i biancorossi andati in gol in questo campionato: Galano (13), Improta (7), Cissè (2), Basha (2), Tonucci (1), Floro Flores (1), Kozak (1), D'Elia (1), Sabelli (1), Anderson (1), Nenè (1), Brienza (1), Petriccione (1), Tello (1)
tuttobari.com

 

 

12.02.18 - Grosso sorride: l'esperimento Anderson è riuscito
La cosiddetta duttilità tattica è un elemento che ha acquisito sempre più importanza nel calcio moderno. Coprire più ruoli in diverse porzioni di campo è diventata quasi una necessità. Un piacevole dilemma, a seconda dei casi. Rientra perfettamente in questa categoria Djavan Anderson. Il giovane olandese, arrivato  in punta di piedi, che a forza di stupire, si è ritagliato un ruolo sempre più importante all'interno della rosa del Bari.

Nasce terzino a destra. Appare infaticabile nelle sue discese a tutta fascia. In poco tempo diventa una certezza, a tal punto da far dimenticare l'assenza di Stefano Sabelli, un veterano in quel ruolo. Eppure, "la fascia sembra stargli stretta". Grosso intravede in lui potenzialità inesplorate e decide di fare di necessità virtù trovandogli nuovi ruoli nei quali provare a sprigionare il suo talento.

Fallito miseramente l'esperimento a centrocampo, dove il giovane sembra piuttosto spaesato, il tecnico decide di ricollocarlo sulla fascia, il suo terreno di caccia. Esempio lampante di cotanta forza nella gara di ieri. Grosso ci pensa e ci ripensa, trova il coraggio e lo dirotta nel ruolo di esterno alto. A differenza di altre volte, lo spazio deve dividerselo con Sabelli e non con Galano, che passa inevitabilmente a sinistra. Trascorso il fisiologico periodo di collaudo, l'olandese prende coscienza di sè, del nuovo ruolo e degli automatismi. Accorcia le distanze e negli spazi aperti diventa una spina nel fianco. La partita prende il canovaccio sperato dal tecnico e l'assetto funziona. In attesa di nuovi riscontri, l'esperimento di Grosso può dirsi riuscito.
tuttobari.com



12.02.18 - Gyomber perfetto con il Frosinone: Marrone ne ha beneficiato. A Cremona...
Il successo ottenuto con il Frosinone ha riportato fiducia nell'ambiente dopo due mesi complessi. Il pacchetto arretrato è stato quello che ha convinto maggiormente nel gelido pomeriggio del San Nicola. Tra i protagonisti della sfida con la capolista figura Norbert Gyomber, autore di una prova solida e senza sbavature. Dopo i primi minuti in difficoltà al cospetto di attaccanti del calibro di Dionisi e Ciofani, lo slovacco, in coppia con Marrone, ha mostrato tutta la sua affidabilità. Sicuro in fase di impostazione di azione, preciso e puntuale nelle chiusure. E del ritorno in campo di Gyomber ne ha beneficiato anche l'ex Juventus.

Centrocampisti (Basha in primis) e attaccanti, con il loro spirito di sacrificio, hanno aiutato il reparto arretrato per l'intero incontro ma la coppia Marrone-Gyomber è sembrata la più affidabile rispetto a quelle intraviste nelle ultime settimane. Con Oikonomou ai box, l'unico difensore centrale che può insidiare i due è Diakitè, ieri inserito da Grosso per difendere l'1-0 nei minuti finali. Ma allo Zini di Cremona, a meno di clamorosi colpi di scena, sarà riconfermata la coppia che ha ben figurato con i gialloblu.
tuttobari.com

 

 

10.02.18 - Sabelli è ovunque, Kozak decisivo. Le pagelle
Tre punti presi per i capelli, tre punti per ricominciare dopo due settimane che più difficili non si può. Come è capitato spesso nella sua ultracentenaria storia il Bari riesce a trovare la forza per reagire proprio quando sembra essere destinato a giocare il ruolo di vittima sacrificale. In un San Nicola "ferito" dopo le due pesantissime sconfitte con Empoli e Venezia, contro la capolista Frosinone imbattuta da sedici giornate, i galletti ritrovano la solidità e soprattutto la via del gol, sfruttando un'azione da calcio piazzato. L'incornata di Kozak permette di superare in un colpo solo Carpi, Venezia e Cremonese e accorciare il divario dalla vetta della classifica.

Di seguito le pagelle dei biancorossi:

MICAI 6 - A parte una conclusione di Matteo Ciofani sulla quale si disimpegna egregiamente il Frosinone non crea altre nitide occasioni. Mantiene la porta inviolata per la prima volta in questo 2018;

SABELLI 7 - E' ovunque. Corre, recupera palloni, fa ripartire l'azione. Sempre più padrone della fascia destra. Il migliore in campo;

GYOMBER 6,5 - Riscatta il disastro con l'Empoli con una prestazione di sostanza. Utilissimo sia sulle palle alte che in fase d'interdizione;

MARRONE 6 - Anche lui, come il compagno di reparto, rivede il campo dopo lo 0-4 con i toscani. Pronti, via e dopo trenta secondi gli avversari hanno l'occasione di portarsi in vantaggio a causa di una sua indecisione. Ma a parte questo c'è poco o nulla da segnalare;

D'ELIA 6 Costretto a limitare il suo raggio d'azione a causa della presenza di un avversario pericoloso come Matteo Ciofani;

BUSELLATO 6 Sempre pronto a dare una mano ai difensori e a far salire la squadra quando serve;

BASHA 6,5 Poco appariscente ma la sua presenza nel vivo della manovra è fondamentale per mettere ordine;

HENDERSON 6 Presenta l'irruenza e l'esuberanza tipica dei giovani e della scuola calcistica d'Oltremanica. A volte esagera nel tackle tanto da meritare l'ammonizione. Ma il suo processo d'ambientamento è ancora agli inizi. Esce tra gli applausi;

GALANO 6,5 Parte a sinistra, posizione a lui poco congeniale. Rimane il solo a dare l'impressione di poter creare qualche grattacapo agli ospiti. Come in occasione di un rapido contropiede neutralizzato da Bardi. Suo l'assist per Kozak;

KOZAK 6,5 Non combina granché per più di un'ora di gioco. Qualche sponda, tanti falli e la sensazione di non essere ancora in condizione. Eppure è lui a decidere la partita con un preciso colpo di testa, spezzando un digiuno dal gol per i padroni di casa che al San Nicola durava dallo scorso 26 novembre. Un gol ancor più importante considerando che non segnava in gare ufficiali da cinque anni. Con tanto di dedica al compagno Salzano;

ANDERSON 6,5 Schierato esterno alto a destra ci mette un po' a carburare ma quando ha gli spazi per andare in contropiede diventa devastante. Gli manca solo l'ultimo passaggio;

TELLO 6 Mette a referto una ventina di minuti durante i quali cerca di recuperare palla e far scorrere i minuti;

NENE' SV

DIAKITE' SV

GROSSO 6,5 Squadra rinnovata ancora una volta negli uomini, ma soprattutto rinvigorita nello spirito. La fase d'attacco non è ancora efficace come nel girone d'andata ma il reparto arretrato, al cospetto della capolista, ha retto senza eccessivi affanni. Un segnale positivo dopo tante delusioni.
tuttobari.com

 

 

 

09.02.18 - Comunicato di Giancaspro: La svolta il prossimo anno...
Il prossimo anno potrebbe essere un anno di svolta per il futuro del nostro club.
Siateci vicino, soprattutto nei momenti di difficoltà che certamente vi saranno, ed aiutateci a crescere.

Questo era quello che Vi scrivevo appena 39 giorni fa, come auspicio per l’inizio del nuovo anno.
Da allora, con una impressionante e non casuale concomitanza rispetto al formale avvio dell’iniziativa imprenditoriale più importante dei prossimi anni per l’intera città, avete assistito ad una incredibile strumentalizzazione di alcune vicende i cui reali contorni, come verrà chiarito nelle sedi competenti, sono ben diversi da quelli artatamente propalati dai soliti centri di potere di una parte dell’opinione pubblica.
Sono certo che la realtà dei fatti sarà presto ristabilita.
Tuttavia, ho la convinzione che l’inevitabile disorientamento discendente dalla indebita diffusione di ipotesi, congetture, illazioni ed opinioni, abbia avuto una incidenza sulla recente flessione del rendimento della squadra sul campo.

Non intendo, però, accampare alibi di sorta, per quanto ritenga complessivamente soddisfacente l’operato dello staff tecnico.
Anche io, come Voi, sono rimasto deluso dalle ultime due prestazioni sportive.
Anche io, come Voi, esigo la massima concentrazione in ogni minuto di ogni partita.
Ma prima e più di me, Vi assicuro che lo esigono sia il Direttore Sportivo e sia l’Allenatore, unitamente ai rispettivi staff.
Con tutti loro ho instaurato rapporti a lungo termine ed intendo coltivarli fino in fondo.
Sono convinto, oggi più di ieri, delle loro qualità personali e professionali, della loro estrema serietà, della loro profonda dedizione al lavoro.
Sono loro che guideranno i calciatori a riprendere la strada delle prestazioni che hanno caratterizzato lintero girone dandata.
Insieme a loro ho guardato negli occhi tutti i ragazzi che lavorano con noi, dai magazzinieri fino al capitano.
Non esiste una sola persona che non sia desiderosa di dimostrare a tutti Voi l’impegno che meritate.

Accetto ogni critica, anche quella più sferzante, a due condizioni: deve provenire direttamente da Voi e va rivolta soltanto al sottoscritto.
Non consentite a nessuno di farVi condizionare.
Ero e sarò sempre pronto ad ascoltare chiunque di Voi.
Ma sono certo che ciascuno di Voi è perfettamente consapevole della necessità del rispetto dei ruoli, per cui ogni scelta tecnica spetta alla società e rientra nelle mie responsabilità.
Le mie scelte sono queste e non ho alcun motivo per modificarle; Sean Sogliano e Fabio Grosso Vi renderanno orgogliosi di essere tifosi del Bari.

Adesso è uno di quei momenti di difficoltà cui facevo riferimento il 31 dicembre 2017.
Sono consapevole che questi momenti li avete vissuti numerose volte negli ultimi anni.
Ma non serve piangersi addosso, dobbiamo reagire insieme.
Non servono processi sommari, non servono rivolte di piazza, ma il coraggio di credere in ciò che stiamo realizzando giorno dopo giorno.
Lasciate perdere i mistificatori di professione e siate vicini a questa squadra, al suo allenatore e a chi ogni giorno lavora per migliorare e far crescere i colori biancorossi.
Ora dovete scendere in campo anche Voi.
Io sarò al Vostro fianco.
Cosmo Antonio Giancaspro
FCBari 1908



09.02.18 - Galano, rn sogno condiviso...
I tifosi del Bari non stanno vivendo un momento del tutto felice. La squadra a cui tengono, reduce da due pesantissime sconfitte, sembra non avere più la forza per lottare. Una difficoltà palesata contro Empoli e Venezia, che ha di fatto messo in standby l'entusiasmo di una piazza intera, che sogna da anni la serie A. Senza fortuna.

Stesso sogno e stessa sorte in cui confida Galano, che in conferenza stampa ha ribadito quello che è sempre stato il suo obiettivo: "Sono rientrato a Bari perchè ho voglia di conquistare qualcosa di importante. Mi dispiace perchè non riusciamo a fare il salto di qualità che la piazza merita. Sono anni che cerco di andare in A, soprattutto con questa maglia".
tuttobari.com

 

 

 

07.02.18 - Per il Bari debito milionario. Non pagate pubblicità e Tari
Il Bari e le tasse. Un rapporto complicato. La Gazzetta del Mezzogiorno dà notizia di un debito milionario della società verso il Comune. Di 190mila euro è il mancato pagamento dell'imposta sui cartelloni pubblicitari esposti al San Nicola durante le gare interne in riferimento ad accertamenti del 2016 e 2017. Altri 100mila euro mancano all'appello mancano sempre per discorsi su pubblicità relativamente al 2015. Ma l'aspetto più rilevante riguarda la Tari che farebbe notevolmente impennare il debito nei confronti del Comune fino anche a superare, nella peggiore delle ipotesi, i due milioni per via di interessi e sanzioni.
tuttobari.com



07.02.18 - Faccia a faccia Floro Flores-tifosi. Il calciatore: "Amareggiato quanto voi. A nessuno piace fare figure così"
Nessuna contestazione da parte dei tifosi durante gli allenamenti odierni del Bari. Contrariamente a quanto paventato da più parti nelle ultime ore, il tifo organizzato biancorosso non ha manifestato in alcun modo il proprio disappunto per il momento negativo che la squadra sta vivendo in campionato.

L'unico episodio degno di nota si è consumato questo pomeriggio, con l'attaccante Floro Flores che ha voluto ascoltare alcuni sostenitori presenti all'antistadio. Tra le parti è nato un dialogo civile in cui lo stesso giocatore ha tenuto a precisare che nessuno dei suoi compagni è contento delle ultime prestazioni, promettendo di mettercela tutta affinchè questo momento no passi il prima possibile.
tuttobari.com

 

 

05.02.18 - Comunicato Ultras Seguaci della Nord: La pazienza è finita!
Siamo all'alba di un nuovo campionato, il settimo consecutivo nella serie cadetta. In questi anni abbiamo vissuto un'altalena di emozioni che hanno fatto provare piccole soddisfazioni, grandi illusioni e cocenti delusioni. In tutto ciò, abbiamo sempre avuto la più alta media spettatori, segno tangibile di un processo di maturazione - nei numeri e nella qualità - in atto nella nostra tifoseria, tornata in modo consistente al "San Nicola" all'indomani del fallimento dell'AS Bari.

Contrariamente alle recenti annate, la squadra sembrerebbe aver svolto una vera preparazione; la rosa presenta buone individualità, con interrogativi legati ad alcuni fattori come la condizione atletica con cui si arriverà a svolgere il finale di campionato e a come allenatore e società riusciranno a motivare, gestire e amalgamare il gruppo.

Siamo stanchi, è vero. Ma ciò non deve scalfire la nostra voglia di sostenere la squadra della nostra città, a prescindere da quelli che saranno i risultati. La dirigenza ha chiesto tre anni per poter porre le basi per un futuro solido e relativamente ambizioso: siamo al secondo anno e la programmazione che abbiamo chiesto a pieni polmoni sul finire dello scorso campionato, non ha ancora preso del tutto forma.

Siamo tifosi, non dirigenti: non vogliamo essere delle star quando si vince e non siamo responsabili delle sconfitte sul campo. Sarebbe troppo facile ed opportunistico esaltare tutto e tutti nei momenti felici e buttare la croce addosso a squadra e società quando si perde. E invece no: noi siamo "del Bari seguaci", quelli che fanno dell'attaccamento e della partecipazione i propri tratti distintivi. Attenzione, questo non vuol dire che ci faremo andare tutto bene: SAREMO PRONTI A INTERVENIRE, NEI METODI CHE RITERREMO PIÙ OPPORTUNI, NEL CASO IN CUI DOVESSE VENIRE MENO L'IMPEGNO DA PARTE DI CHI SCENDE IN CAMPO E LA SERIETÀ DA PARTE DELLA DIRIGENZA.

Al popolo biancorosso, chiediamo solo di non esaltarsi troppo nelle vittorie e di non disunirsi nei momenti difficili, continuando a seguire le vicissitudini del Bari con la passione di sempre.

Dimostriamo, ancora una volta, di essere una tifoseria che merita ben altri palcoscenici: facciamolo nei fatti, mettendo da parte mugugni, "celodurismi" e confronti con il passato, seguendo la Bari con orgoglio, portamento e dignità.
Ultras Curva Nord



05.02.18 - La beffa, il Foggia rinasce grazie a Tonucci e Greco
Il Foggia si gode il momento. La formazione rossonera, reduce dal doppio successo contro Virtus Entella e Avellino, sembra essersi messa alle spalle le difficoltà. Questo grazie anche alle prestazioni dei nuovi arrivati dal mercato, tra cui gli ex Bari Greco e Tonucci, elogiati stamane da La Gazzetta dello Sport: "L’innesto dei nuovi ha dato linfa alla squadra di Stroppa, capace di andare sotto anche sabato, ma pure di avere la forza di reagire e di vincere una partita con grande caparbietà. Un lavoro intenso fatto dal tecnico in chiave tattica e di personalità del gruppo. L’esperienza di Leandro Greco a centrocampo, la grinta di Denis Tonucci e la corsa instancabile sulla fascia di Oliver Kragl hanno fatto la differenza con l’Avellino".
tuttobari.com

 

 

04.02.18 - Tifosi sul piede di guerra: martedì annunciata manifestazione
C'è amarezza fra i supporters biancorossi. Lo scivolone di Venezia non è andato giù alla piazza: "I tifosi sono sul piede di guerra e preannunciano una manifestazione per martedì", la notizia riportata da La Gazzetta dello Sport.
tuttobari.com



04.02.18 - Grosso sul banco degli imputati ma non rischia
Nel mirino della critica ma non ancora in bilico. La Gazzetta dello Sport parla di Grosso: "È chiaro che sul banco degli imputati sale l’allenatore. Al momento pare comunque che Grosso non rischi (in tribuna c’era Di Carlo) e difatti a fine gara apparirà deluso, ma ancora fiducioso e combattivo. Però delle correzioni vanno fatte urgentemente: la squadra va ripensata".
tuttobari.com



04.02.18 - Cori al Penzo: nel mirino Giancaspro e Sogliano. Gruppi organizzati, sarà protesta
Nervi tesi. I tifosi attaccano il Bari. La Gazzetta del Mezzogiorno indaga sull'ira dei supporters biancorossi dopo l'ennesima sconfitta. Cori sono arrivati dai quasi mille tifosi presenti al Penzo. Nel mirino anche i vertici della società: il presidente Giancaspro e il diesse Sogliano. "Mai come in questo caso sarebbe auspicabile un intervento del patron biancorosso, volto a rasserenare gli animi, a chiarire prospettive e la prosecuzione del progetto, in tutte le sue sfaccettature", il monito del quotidiano.

Possibile che i gruppi organizzati optino per una forma di protesta: confronti sulla strategia sono attesi nelle prossime ore.
tuttobari.com

 

 

 

03.02.18 - Oikonomou-Diakitè da brividi. Male Galano, si salva D'Elia. Le pagelle
Seconda sconfitta consecutiva per il Bari che affonda al Penzo di Venezia. I biancorossi chiudono il primo tempo già sotto di tre reti. Nella ripresa l'inutile reazione che porta al gol della bandiera di Sabelli.

Di seguito le pagelle:

MICAI 5 Rivedibile sul primo gol. Regala l'angolo dal quale scaturisce il raddoppio di Litteri;

SABELLI 5 Per 60' in continua sofferenza. Ma dai suoi piedi arriva l'unica marcatura biancorossa dell'incontro;

OIKONOMOU 4 Lo avevamo etichettato come il miglior acquisto di gennaio. Non gioca da tempo e si vede: dopo la cattiva prova con l'Empoli, ne arriva un'altra a dir poco imbarazzante;

DIAKITE' 4.5 Leggermente meglio del compagno di reparto. Lento e impacciato, non dà sicurezza alla difesa;

D'ELIA 5.5 Prova in tutti i modi a tenere in piedi la baracca. Uno dei pochi a salvarsi nella disfatta veneziana;

PETRICCIONE 4.5 Non convince nel nuovo ruolo di play davanti alla difesa. Si fa superare come un birillo nell'azione che porta al secondo gol;

BUSELLATO 4.5 Rallenta in modo vistoso la manovra e perde palloni velenosi;

TELLO 5 Prova opaca del colombiano che Grosso decide di sostituire a metà gara;

GALANO 4 La panchina con l'Empoli lo ha sfiduciato. Sbaglia tutto quello che c'è da sbagliare e a porta sguarnita si divora il 3-2;

FLORO FLORES 5 Sciupa un ghiotto contropiede ad inizio gara. Ci prova in più occasioni e la traversa gli nega la gioia del gol;

IMPROTA 4.5 Da novembre è un altro calciatore, anche oggi in letargo e poco incisivo;

BRIENZA 5 Prova ad accendere la manovra ma i risultati non sono quelli sperati;

HENDERSON SV

KOZAK 5 Il suo ingresso non porta brio all'attacco;

GROSSO 4.5 Il suo Bari, come di consueto, va sotto nel primo tempo ma non reagisce e continua a prendere colpi, così come con l'Empoli. Non paga la scelta di inserire Petriccione davanti alla difesa. Anche in superiorità numerica i suoi ragazzi non hanno mai dato l'impressione di poter riprendere il match. Nona sconfitta in campionato, la sua posizione comincia a non essere più così solida
tuttobari.com



03.02.18 - Venezia-Bari, il dato spettatori: poche presenze ma tanti tifosi biancorossi
Non una grandissima cornice di pubblico allo stadio Pier Luigi Penzo, dove Venezia e Bari si stanno sfidando per la terza giornata di ritorno. Da sottolineare la massicci presenza di tifosi biancorossi, arrivati in circa un migliaio.

Ecco i dati ufficiali:

Biglietti venduti 1,856; abbonamenti 1,930; Spettatori totali 3,786

Incasso biglietti 21.192,40; incasso abbonamenti 10.435,99; incasso totale 31.628,39.
tuttobari.com

 

 

02.02.18 - Bari, si cambia in attacco. Torna Galano, chi fa il centravanti?
Dimenticare la batosta subita in casa con l'Empoli e ripartire dall'insidiosa trasferta di Venezia. Oltre a notevoli lacune difensive i galletti hanno dimostrato di essere appannati anche in fase offensiva, non riuscendo a segnare fra le mura amiche per la terza gara consecutiva (in precedenza sconfitta per 3-0 con il Palermo e pareggio a reti bianche con il Parma ndr).

La soluzione numero uno per risolvere la scarsa prolificità della squadra è ovviamente Cristian Galano, miglior realizzatore della compagine di Grosso con 13 reti segnate. Settimana scorsa contro i toscani il Robben delle Puglie erano rimasto seduto in panchina per tutti i 90', ma al Penzo ritroverà la maglia da titolare che ha già vestito 14 volte in stagione. L'altro slot sarà occupato da Improta, uno degli insostituibili per mister Grosso.

Qualche incertezza sul ruolo di centravanti, dopo la prestazione opaca di Cisse nell'ultima uscita. Al momento tiene banco il ballottaggio fra Kozak e Floro Flores, che verrà sciolto nelle prossime ore.
tuttobari.com



02.02.18 - Anderson, l'ultima offensiva era arrivata dal Benevento, ma...
Si è concluso il mercato invernale. Quello del Bari non ha registrato scossoni dell'ultim'ora. E in Puglia alla fine è rimasto pure Anderson, corteggiatissimo fino a ieri: "L'ultima offensiva, però, è venuta dal Benevento: si era tentato un accordo per l'arrivo del 22enne laterale in Campania e per lo sbarco di Memushaj in Puglia, ma sul piano economico i club sono rimasti lontani dall'intesa", la ricostruzione de La Gazzetta del Mezzogiorno.
tuttobari.com

 
Copyright © 2018 BARITUBE - FC Bari 1908 calcio, video, foto, notizie, forum. Tutti i diritti riservati.
Joomla! รจ un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.